Ultimi post
  • 23 giu 2017

    Stop ai treni sulla Palermo - Agrigento e Palermo Catania da Sabato 24 a Domenica 25 Giugno

    di Fabio Nicolosi

    Per consentire a Rete Ferroviaria Italiana di rendere operative le modifiche per il potenziamento infrastrutturale e tecnologico realizzate nella stazione di Fiumetorto e sul tratto di linea in direzione Campofelice di Roccella, sabato 24 e domenica 25 giugno sarà variato il programma di circolazione di alcuni treni regionali delle linee Palermo – Agrigento e Palermo – Catania – Siracusa. Consistenti gli interventi eseguiti: upgrade tecnologico dei sistemi di gestione della circolazione a Fiumetorto, come previsto dall’Accordo di Programma per il rilancio produttivo e lo sviluppo dell’area di Termini Imerese; modifiche dell’infrastruttura per la velocizzazione della linea verso Catania e Agrigento; completamento, sul tratto Fiumetorto – Campofelice di Roccella, dei lavori per il rinnovo dei sistemi tecnologici e attivazione del telecomando per la gestione della circolazione treni nelle stazioni Fiumetorto e Campofelice dal Centro Coordinamento Circolazione di Palermo; entrata in funzione della nuova sottostazione di Campofelice per l’erogazione di corrente continua a 3,4 kv per l’alimentazione della linea aerea di contatto elettrico utilizzata dai mezzi di trazione. Gli interventi rappresentano un’ulteriore fase di un più ampio programma di miglioramenti in corso di realizzazione sulle direttrici Palermo – Messina, Palermo - Catania e Palermo – Agrigento, e consentiranno di elevare gli standard di regolarità e innalzare il livello di qualità del servizio. Investimento complessivo, oltre 10 milioni di euro, di cui circa metà provenienti da fondi messi a disposizione dalla Regione. Sabato 24 e domenica 25, quindi, la mobilità sarà garantita da servizi sostitutivi su gomma. Gli autobus fermeranno nei piazzali antistanti le stazioni ad eccezione di Bagheria, dove la fermata sarà effettuata in corrispondenza del passaggio a livello. Le informazioni di dettaglio sui provvedimenti, con l’elenco completo dei treni interessati, giorni, orari e fermate sono disponibili nelle stazioni, uffici assistenza clienti e sui canali informativi on line del Gruppo FS. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

    Leggi tutto
  • 23 giu 2017

    Caro Assessore alla Mobilità ti scrivo...

    di Mobilita Palermo

    Buongiorno, sono da poco terminate le elezioni amministrative 2017 ed oggi ci sentiamo di scrivere questa breve lettera al futuro assessore che verrà designato alla mobilità. Caro Assessore, il compito che ti è stato assegnato è molto complicato e pieno di sfide. Ti trovi infatti a dover occuparti di una tra le città d'Italia con più traffico, una città dove i mezzi pubblici stentano ad essere utilizzati e dove il trasporto privato è la tipologia di spostamento più utilizzato. Ci aspettiamo tanto da te, perché avrai cinque anni in cui dovrai dimostrare che Palermo è una città che può aspirare ad essere una capitale europea, dove la mobilità sostenibile è il punto fermo e dove il mezzo privato va utilizzato solo per uscire dalla città e non per spostarsi all'interno della stessa. Già da adesso quindi, ti invitiamo a dialogare con tutte le associazioni che da anni si occupano della mobilità all'interno della città per conoscere le problematiche e per trovare soluzioni. Ma di cosa ha bisogno Palermo? Sicuramente non è necessaria la terza corsia di Viale Regione, o meglio, non è necessaria così com'è stata messa nero su bianco. Viale Regione Siciliana, strada urbana di scorrimento, ha assoluto bisogno di due interventi fondamentali, il primo che riguarda il completamento del Ponte Corleone e il secondo che riguarda la soppressione di tutti i semafori con la realizzazione di nuove passerelle pedonali. E' invece importante dare continuità al sistema tram affinché la linea su Viale Regione possa trovare una sua importanza giungendo alla cittadella universitaria. Per quanto riguarda la mobilità ciclabile poco o nulla è stato fatto in questi anni, ed è necessario, anche visto la crescita esponenziale di mezzi a due ruote, pensare e progettare a percorsi sicuri che i ciclisti possano utilizzare ogni giorno. Andrebbero sicuramente terminati nel minor tempo possibile i vari cantieri in città, dal passante all'anello terminando per il collettore fognario. Altro punto importante è la viabilità delle aree costiere nella stagione estiva, nulla si è fatto per migliorare Mondello, Sferracavallo, Barcarello, l'Addaura. Bisogna anche puntare molto sul trasporto pubblico e quindi è necessario dare mandato ad AMAT affinché utilizzi tutti gli strumenti per migliorare il servizio esistente, tramite rilevazione in tempo reale di ogni mezzo e non solo di alcune linee, possibilità di segnalazione guasti o problemi a bordo, maggiore controllo a bordo dei mezzi anche tramite personale in borghese. E sopratutto deve essere migliorata la comunicazione, non è possibile che un azienda di trasporto pubblico sia limitata sul fronte principale, l'informazione. Basta guardare le altre aziende italiane. In ottica futura andrebbe anche portata avanti il progetto della MAL. Infine per quanto riguarda la manutenzione delle strade, andrebbe programmato tutto perché è impensabile rifare il manto stradale e la settimana successiva autorizzare ulteriori scavi che vanificano il lavoro svolto. Bisogna anche verificare che i lavori svolti siano stati svolti a regola d'arte, non è tollerabile vedere nuove buche a poche settimane dalla fine dei lavori. Di carne al fuoco ce n'è tanta, ma sappiamo che il tempo a disposizione è molto per cui siamo fiduciosi e trarremo le conclusioni a fine mandato. Con un augurio di buon lavoro Lo staff di Mobilita Palermo Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

    Leggi tutto

Leggi tutti

22 giu 2017

Il Castello del Principe d'Aci nell'abbandono

Immagino conosciate tutto il Castello del Principe d'Aci in Corso Pisani .. "L'edificio venne costruito nel in una zona esterna alla città all'interno di una grossa azienda agricola su volontà di Giuseppe Reggio principe d'Aci. Inizialmente venne destinato a laboratorio per ricerche e sperimentazioni agricole. Nel 1820 il principe venne ucciso durante i moti rivoluzionari, l'edificio venne vandalizzato e si perse un sarcofago ellenistico custodito all'interno. L'edificio venne ricostruito tra il 1841 ed il 1857 da Gerolamo Lupo seguendo uno stile neogotico con finestre ad archi a sesto acuto, cime merlate e torrette appuntite". Siamo a due passi da Piazza Indipendenza e quindi del percorso Arabo Normanno. Come può un gioiello gotico come questo, unico nel suo genere a Palermo, essere lasciato nel più totale abbandono? Per me è inconcepibile!

Leggi tutto
06 giu 2017

Nuova rotonda in Via Nicoletti?

Spesso mi trovo a passare in via Nicoletti di fronte all'ex stabilimento Coca Cola. L'inversione a U in direzione Palermo e` un punto molto pericoloso, perche` le auto che arrivano da Sferracavallo o dallo svincolo dell'autostrada viaggiano ben oltre i 50 km/h del limite. Il problema e` accentuato per coloro che facendo inversione devono poi andare verso Tommaso Natale in quanto devono tagliare la strada a chi proviene da Sferracavallo. Inoltre questi ultimi non rispettano l'obbligo di tenersi a destra per consentire alle auto che fanno inversione a immettersi nel flusso del traffico. A mio avviso sarebbe utile una rotonda all'altezza della confluenza con via Partanna Mondello e accanto all'Elenka. In questo modo la rotonda puo` servire a fare inversione a U o a immettersi facilmente sulla strada vecchia verso Tommaso Natale, inoltre la rotonda rallenta in maniera naturale il traffico in entrambi i sensi, e questo rende piu` sicuro quel tratto di strada.

Leggi tutto
  • belfagor
    A Sant'Erasmo apre a Palermo il secondo dormitorio comunale
    24 Giugno 2017

    Aprirà i battenti domani sera il secondo dormitorio comunale per l’accoglienza di persone senza dimora e in grave marginalità adulta. La struttura si trova in via Messina Marine n. 15 (di fronte all'ex deposito Locomotive di Sant'Erasmo). Si tratta di un servizio di secondo livello per la presa in carico e l’accompagnamento all’autonomia.
    Il dormitorio prevede 24 posti letto totali, di cui 6 destinati alle donne e 18 agli uomini. L’ingresso è previsto esclusivamente a seguito di valutazione ed invio degli operatori del “Pronto intervento sociale” del Comune, fatta eccezione per 3 posti (2 per uomini e 1 per donna) da destinare a persone da accogliere in emergenza su segnalazione delle unità di strada che operano in ronda sul territorio. È predisposto, inoltre, un posto letto per l’accoglienza di persona con problemi di salute che necessita di spazio più riservato.
    Il servizio prevede l’accoglienza notturna di uomini e donne, privi del tutto o quasi di reddito, privi di un valido sostegno familiare, non in grado di provvedere autonomamente al soddisfacimento dei bisogni primari; persone che vivono in condizioni di estrema precarietà o senza dimora, o che per situazioni contingenti si trovano all’improvviso privi di un alloggio o della fonte di sostentamento.
    LEGGI Commenti 0
    25 giu 2017 19:52
  • belfagor
    Sinistra Comune vuole Catania ed Evola in giunta
    «Chiediamo continuità politica e rispetto del voto»

    In un articolo di Andrea Turco pubblicato su MERIDIONEWS , il segretario di Rifondazione Comunista non nasconde i malumori del suo gruppo verso il sindaco Orlando:

    Dopo i malumori di Sinistra Comune Orlando ha rimandato qualche giorno prima di nominare i restanti assessori oltre a quelli annunciati durante le elezioni. Dice il segretario di Rifondazione Comunista Vincenzo Fumetta :«Il voto a Giusto e Barbara è stato dato non solo per quello che avevano fatto ma anche per quello che vogliono fare. «È un altare basso quello su cui Leoluca Orlando sacrifica gli esponenti politici della sua giunta. È l’altare basso dell’eterno espediente, di un civismo vuoto declamato da chi ha vissuto tante stagioni della politica dentro i partiti e fondandone alcuni. È un sacrificio che, guardando alle regionali imminenti, schiaccia il consenso appena ottenuto in città rigiocandolo su un nuovo tavolo distante dagli interessi degli elettori di Palermo»
    Orlando non ha fatto mistero in questi giorni di preferire una giunta di esponenti tecnici e non politici. Ciò vorrebbe dire la non riconferma, tra gli altri, di Giusto Catania alla Mobilità e di Barbara Evola alla Scuola: i due sono tra i fondatori di Sinistra Comune e hanno ottenuto oltre mille preferenze a testa candidandosi al consiglio comunale. «Il voto a Giusto e Barbara è stato dato non solo per quello che avevano fatto ma anche per quello che vogliono fare – dice Fumetta - le persone hanno votato anche per il futuro. Chiediamo che si rispettino le scelte delle amministrative. Noi non vogliamo una giunta di tecnici. Bisogna dare risposte rapide alla città, il nostro timore è che si congelino per sei mesi le questioni in attesa della partita delle Regionali .
    Per Rifondazione Cominista ,Giusto Catania oltre alla faccia ci ha messo la sua tranquillità, calamitando sulla sua persona l’odio di un gran numero di commercianti che hanno osteggiato l’istituzione della Ztl.

    P.S La prosa del segretario di Rifondazione Comunista , Vincenzo Fumetta e degli altri esponenti di Rifondazione è ruvida è un po’ astrusa ma il concetto è chiaro. Se Orlando estromette Catania e Evola dalla giunta Rifondazione Comunista potrebbe rivedere il suo appoggio al sindaco. Considerando che appare improbabile che Rifondazione Comunista abbia ben 2 assessori su 8 , o Orlando fa una precipitosa marcia indietro ( convincendo gli altri alleati a accettare un egemonia rifondarola) oppure Orlando potrebbe non avere più una maggioranza.
    LEGGI Commenti 0
    25 giu 2017 17:17
  • fabio77
    LEGGI Commenti 0
    23 giu 2017 10:19
  • belfagor
    LE “NUOVE” PROMESSE DI ORLANDO

    Per il quinto ( o sesto ) mandato il nostro sindaco Orlando ha stilato un programma
    ( l’ennesimo). Ma le promesse sono tante, troppe, e il tempo è poco. ( ricordiamo che non potrà ripresentarsi per un nuovo mandato).
    Elenchiamo brevemente le principali di tali promesse.
    1) Tre o cinque nuove linee tranviarie
    2) Trasformare la Costa Sud in una “nuova Mondello”
    3) Ristrutturare e raddoppiare le corsie del Ponte Corleone
    4) Pedonalizzare Mondello e ampliare tali aree nel centro storico
    5) Creare un ufficio “Disabili”
    6) Creare un Agenzia sociale per la casa
    7) Completamento e chiusura dei cantieri esistenti

    Molti di questi punti, a dire la verità un po’ generici, sono gli stessi del passato programma. Lui sostiene ( esagerando) che tale vecchio programma è stato completato al 45%, nella realtà dei famosi 100 punti solo una decina sono stati mantenuti. Tra l’altro da tale "nuovo"programma mancano alcuni punti molto importanti e vitali per la città. Per esempio:
    - Lo Svincolo di Brancaccio
    - La ristrutturazione del Ponte di Via Oreto
    - Il rifacimento della rete idrica cittadina
    - La riapertura del Parco Cassarà
    - Il recupero del Foro Italico e del Porticciolo di Sant’Erasmo
    - La creazione di “vere” piste ciclabili
    - Una reale alternativa viaria a Via Messina Marine
    - Rendere vivibile il centro storico di Palermo
    - Potenziare il trasporto pubblico dalla periferia al centro città
    - Il Parco dell’Oreto
    Comunque potremo costatare al più presto se finalmente le promesse del nostro sindaco sono semplici “promesse elettorali alla Orlando ” o finalmente si vuole cambiare realmente. il sindaco, per esempio, non ha esitato a promettere che «entro ottobre via Emerico Amari sarà completamente liberata dal cantiere». Vedremo se i tanti cittadini diffidenti nelle sue promesse hanno torto .
    LEGGI Commenti 4
    20 giu 2017 06:58
  • belfagor
    TRASFORMISMO A PALERMO
    LEOLUCA ORLANDO CASCIO sarà sindaco per la quinta ( o sesta volta) di Palermo. Complimenti per il “nuovo” sindaco e buon lavoro. Ma chi pensa che tutto è rimasto come prima forse sbaglia. Nella scorsa amministrazione Orlando era sostenuto dall’estrema sinistra ( Rifondazione comunista e SEL) con alcune venature di destra . Questa volta sui 45 consiglieri di maggioranza ( ufficialmente di centro- sinistra) ben….25 provengono dal centro-destra. Per esempio Giulio Cusumano è stato assessore all’ambiente della giunta Cammarata. Un altro esempio e Mimmo Russo, una storia politica svolta all’interno di partiti di destra ( Alleanza Nazionale e MPA), rappresentante e difensore dei vari LSU e PIP. Sandro Terrani nel 2012 si candidò con GRANDE SUD. Francesco Scarpinato eletto consigliere comunale nel 2012 con AMO PALERMO. Giovanni Lo Cascio entrato in Consiglio comunale, nel 2012, con l' UDC. Gianluca Inzerillo e Ottavio Zacco provengono dal GRANDE SUD. Come si vede le nuove elezioni ci hanno consegnato un consiglio comunale con una maggioranza fortemente influenzato dal Centro destra . Infatti se contiamo i candidati di centro destra eletti nelle liste di Orlando e quelli eletti nelle liste di Ferrandelli non possiamo che essere d’accordo con Nadia Spallitta quando afferma che : "Orlando consegna la città al centro destra. Almeno 25 consiglieri eletti anche tra le file di Orlando provengono da questo schieramento".

    P.S “ Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”
    LEGGI Commenti 0
    16 giu 2017 06:21