Ultimi post
  • 16 dic 2017

    Viabilità | Chiusa via Emily Balch, traffico in tilt a Bonagia

    di Fabio Nicolosi

    Ieri si è resa necessaria la chiusura al transito veicolare della via Emily Balch (Villagrazia), per entrambi i sensi di marcia. Il provvedimento è stato adottato a causa di alcuni elementi delle travi del sovrappasso della Circonvallazione in fase di distacco. Si sta intervenendo già da questa mattina per il ripristino di detti elementi e si presume che l'intervento verrà concluso in pochi giorni. Sarà possibile, comunque, avviarsi su percorsi alternativi. Il traffico intanto ieri ne ha risentito sopratutto nella zona di Bonagia, con code e viabilità in tilt. A complicare il tutto un incidente a catena che si é verificato su Viale Regione Siciliana poco prima dello svincolo di Bonagia e che ha, per tutta la sera, comportato un traffico intenso sull'arteria, mandando in tilt i centralini di Via Dogali. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

    Leggi tutto
  • 16 dic 2017

    Si avviano a conclusione i lavori su piazza Borsa

    di Antony Passalacqua

    Si avviano a conclusione i lavori di restyling su piazza Cassa di Risparmio o più comunemente chiamata piazza Borsa. Lavori che consistono nel rifacimento dei bordi dei marciapiedi e caditoie in tutta la piazza, l'ampliamento dello spartitraffico centrale con piantumazione di nuove essenze arboree, rifacimento cordoli delle aiuole e pavimentazione. "Sfrattati" con l'occasione i posteggiatori abusivi. La piazza verrà resa fruibile al pubblico entro il 23 dicembre. E voi che ne pensate? Motivate le vostre critiche o apprezzamenti fra i commenti.

    Leggi tutto

Leggi tutti

15 dic 2017

Quando l'ultima disinfestazione della piscina comunale?

Salve, Oggi e' successo un fatto increscioso che volevo condividere. Premesso che mia figlia di anni 7 e' iscritta alla scuola nuoto e paga regolarmente gli ingressi in piscina oltre la retta annuale alla societa', mentre faceva la doccia, dalle condutture dell'acqua fuoriusciva uno scarafaggio di considerevole dimensione che circolava comodamente nelle doccie. Tra lo stupore e lo sconcerto mi son chiesta ma l'ultima disinfestazione a quando risale? Esistono dei controlli per evidenziare lo stato igienico sanitario. Ci ritroviamo a pulire i nostri bambini in mezzo a ciuffi di capelli e peli. Per non parlare dei bagni senza serrature e carta igienica. E noi contribuenti continuiamo a pagare infrastrutture che meriterebbero di essere ambite e invece sono sempre piu' abbandonate la nuova generazione ha tanto bisogno di essere educata ed indirizzata verso lo sport ma a condizioni piu' igienica.

Leggi tutto
04 dic 2017

ZTL | Un varco tra Via Nicolò Cervello - Via Romano Giuseppe

Buongiorno a tutti, la mia proposta riguarda l'apertura di un varco di passaggio all'interno della Ztl in Via Nicolò Cervello e Via Romano Giuseppe, per capirci la via dove è presente il Bar Touring e che girando a destra permette di arrivare al semaforo dell'incrocio con Foro Italico Umberto I. Da quanto tale è in vigore la ZTL nelle ore di punta si crea quotidianamente una confusione incredibile in via Lincoln in quanto tutte le persone che per andare verso "zona stadio" sono costrette a dirigersi verso il Foro Italico e fare successivamente inversione. L'apertura di tale varco permetterebbe di migliorare tantissimo la viabilità in tale zona senza pesare così tanto sulla "tranquillità" della ZTL. Spero prendiate in considerazione questa proposta e la proponete a chi di dovere. Grazie.

Leggi tutto
  • belfagor
    Abusivismo edilizio: Palermo verso il commissariamento, Orlando incolpa il dirigente

    Palermo è tra i comuni che saranno commissariati perché non avrebbe messo in atto tutte le misure previste dalla legge contro l’abusivismo edilizio.
    L’assessore al Territorio della Regione Siciliana Toto Cordaro sta preparando un esposto in Procura essendo ormai scaduto il termine per effettuare il monitoraggio periodico sugli abusi del territorio e per fare scattare le sanzioni.
    Il sindaco Orlando ha annunciato sanzioni al dirigente e ha dichiarato: “Il Comune di Palermo è tra quelli maggiormente impegnati nel contrasto all’abusivismo edilizio ed è fra i pochissimi che, anche grazie ad uno specifico accordo con gli uffici giudiziari, ha realizzato il concreto abbattimento di edifici e immobili abusivi non sanabili.
    Se la Regione dovesse valutare un eventuale commissariamento per la semplice mancata trasmissione di informazioni quantitative sull’attività svolta, ciò sarà ascrivibile unicamente alle responsabilità di quei dirigenti che hanno omesso di adempiere a precise disposizioni dell’assessore competente e che, perché sia ancora una volta e sempre più chiara la distinzione tra ruoli politici e di indirizzo e ruoli esecutivi, dovranno rendere conto del proprio operato nelle sedi opportune».
    Articolo tratta da "Rosalio" del 15/12/2017

    P.S. Non so se il sindaco Orlando ha ragione però affermare “Se la Regione dovesse valutare un eventuale commissariamento per la semplice mancata trasmissione di informazioni quantitative sull’attività svolta, ciò sarà ascrivibile unicamente alle responsabilità di quei dirigenti che hanno omesso di adempiere a precise disposizioni dell’assessore competente” non mi sembra politicamente corretto.
    -Ma l’assessore competente perché non ha controllato se i propri dirigenti mettevano in pratica le sue “precise disposizioni” e perchè i dati non sono stati inviati correttamente alla Regione?

    -Perché il Sindaco non ha chiesto all’ assessore competente se tali dati richiesti dalla Regione erano stati inviati in tempo ?
    Io non so come funzionano le cose al Comune di Palermo ma se un assessore non risponde a un suo superiore ( Sindaco o Regione) viene sanzionato anche se la colpa e di un suo collaboratore .

    Francamente non mi sembra che la Regione vuole mandare un esposto alla Procura della Repubblica e commissariare il Comune solo “per la semplice mancata trasmissione di informazioni quantitative sull’attività svolta”
    LEGGI Commenti 0
    17 dic 2017 03:07
  • belfagor
    Si è ufficialmente insediata il 7 /12/2017 la commissione giudicatrice del concorso internazionale di idee e progettazione del "Sistema tram Palermo - fase II". I concorrenti sono chiamati a pensare come realizzare il prolungamento della linea 1, la tratta stazione centrale-Notarbartolo e la tratta svincolo Calatafimi-viale della Regione Siciliana-via Basile-stazione Orleans.
    Erano presenti il sindaco, Leoluca Orlando e l’assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana, Emilio Arcuri
    "Quello che stiamo facendo – ha spiegato Orlando - sta dentro una scelta di una visione della città che vuole in tutti i modi coniugare mobilità e innovazione, vogliamo restare una città mediorientale in Europa ma con il wifi e con il tram……. Un ulteriore passo sulla strada dell'innovazione, mettendo insieme Google e Alì il migrante, la connessione virtuale e la connessione umana".
    P.S. Francamente non ho capito cosa voleva dire il nostro sindaco. Che centra Google e Ali il migrante. E poi questa frase "vogliamo restare una città mediorientale in Europa ma con il wifi e con il tram" mi sa tanto di presa in giro.
    LEGGI Commenti 8
    15 dic 2017 11:10
  • belfagor
    PROGETTO DI UN SKATEPARK AL…..FORO ITALICO

    La notizia è stata pubblicata qualche giorno fa. In parole povere vorrebbero costruire …. “Il primo skatepark pubblico in cemento della Sicilia al Foro Italico”, accanto al Parco della Salute, di fronte a Porta Felice


    PALERMO SKATE
    26 novembre alle ore 1:14 •
    Stiamo lavorando al progetto del primo skatepark pubblico in cemento della Sicilia al Foro Italico.
    Ma per fare ciò abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti voi. Dobbiamo arrivare ad almeno 2 mila mi piace in questo post per dare maggiore forza al progetto e presentarlo al Comune e all'Autorità Portuale. Confidiamo nel vostro aiuto!
    Nella foto potete vedere più o meno l'ubicazione prevista adiacente il Parco della Salute.
    Oltre alla struttura, inseriremo nel progetto:
    - Nuove piantumazioni e panchine;
    - Attrezzature per il crossfit;
    - Spogliatoi;
    - Servizi igienici;
    - Un'area per il surf skate;
    - Un'area per il rollerderby;
    - Un campo da cricket;
    - Slacklines;
    - Bouldering.
    (se avete altre idee da proporre e da inserire scrivetele qui sotto)
    Con Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 questo progetto potrà contribuire a creare una nuova e rinnovata immagine della nostra città in previsione anche delle Olimpiadi 2020 in cui lo skateboarding per la prima volta nella storia diventerà disciplina olimpionica.

    P.S. Francamente mi sembra una notizia “agghiacciante”
    LEGGI Commenti 38
    07 dic 2017 12:09
  • Athon
    ORETO RIVER PARK: secondo posto per il team palermitano al Concorso internazionale Urban-promogiovani per la sezione dei progetti più votati dai visitatori del sito Urbanpromo.
    Ecco i link:
    http://www.alqamah.it/2017/12/02/concorso-internazionale-urban-promogiovani-secondo-posto-per-oreto-river-park-delluniversita-di-palermo/ ;

    http://urbanpromo.it/2017-en/urbanpromogiovani/oreto-river-park/ .

    Leggendo la descrizione del progetto ed osservando il rendering, si nota come neanche un edificio attualmente presente nell'area risulti demolito.

    Se da un lato può anche esser convincente la scelta di mantenere qualche edificio nello spazio dell'ex gasometro di via Tiro a Segno, assegnandovi nuove funzionalità , l'idea invece di lasciare proprio all'interno del progettato parco «un po' di edifici», «di non più di 4-5 piani», magari con «tetti verdi», è non solo ingiustificata, ma si presenta come un autentico emblema dell'attuale carenza di visionarietà e coraggio.

    Trovo che un parco progettato con edifici abitativi all'interno, nasca già deturpato "per progetto". Non basta prevedere l'inserimento di nuove specie vegetali per creare un parco. Bisogna anche decostruire.

    Possibile che nessuno a Palermo parli mai di demolizione di brutture?! Ovviamente mi riferisco ai palazzoni in cemento armato-depotenziato. Sarà che chiunque ne parli non verrà preso sul serio? Verrà forse considerato sciocco, folle, illuso? Cionostante occorre parlarne.

    Per quanto riguarda i due ex gasometri di Palermo, il 16 dicembre del 2013 si tenne un incontro dove parteciparono Leoluca Orlando, Emilio Arcuri e il Roberto Lagalla. Si parlò dei progetti di riqualificazione:

    Qui il progetto per la rifunzionalizzazione dell'ex gasometro di via Remo Sandron ("uno spazio per la musica con auditorium e aree di aggregazione"): https://riccardocecchini.wordpress.com/portfolio/recupero-del-gasometro-di-via-remo-sandron-a-palermo/;

    Per quanto riguarda quello di via Tiro a Segno, questo dovrebbe invece diventare un nuovo polo museale universitario aggregato al polo di via Archirafi e all’Orto botanico.
    LEGGI Commenti 7
    03 dic 2017 16:39
  • belfagor
    IL SINDACO ORLANDO SI DIFENDE…..ATTACCANDO
    Il sindaco Orlando ha risposto , in un’aula piena di consiglieri e cittadini, ad alcune delle 46 irregolarità riscontrate dai tre ispettori del ministero dell'Economia. E come al solito , invece di difendersi ha attaccato.
    Il lungo discorso del primo cittadino si è concentrato principalmente su due argomenti: aziende partecipate e personale. Prima di tutto Orlando ha criticato "quegli esponenti politici che rivendicano la regia di questa ispezione". Il riferimento, è chiaramente verso chi ha sollecitato tale ispezione e lo scioglimento del Comune.
    Poi il sindaco ha attaccato gli ispettori ministeriali "Siamo davanti ad una relazione anomala e l'anomalia sta nel fatto che si è soffermata principalmente su alcuni aspetti come la gestione del personale e delle aziende partecipate. Tutto questo renderebbe questa verifica strumentale e da alcuni strumentalizzabile".
    Duro il sindaco, soprattutto verso le critiche ricevuti in merito alla gestione delle partecipate comunali: "Nessun ispettore o ministero mi farà mai cambiare quella che è la mia linea politica, ovvero quello di mantenere pubbliche le aziende che espletano i servizi per la città. Rivendico con forza questa scelta dell'amministrazione . Dopo il fallimento di tre aziende abbiamo dovuto gestire il passaggio a nuovi regolamenti che disciplinano l'esistenza delle partecipate, da enti che vivevano e operavano solo in base ai trasferimenti pubblici ad aziende che hanno dovuto mantenere standard economici precisi, essere economicamente efficienti e presentare bilanci in positivo o in pareggio.”
    Per quanto riguarda l'aumento di quasi tre mila unità nella pianta organica del comune il sindaco non si tira indietro: “Rivendico anche questa linea politica e sono fiero di essere censurato per aver stabilizzato dei precari, anzi, annuncio già da adesso che l'anno prossimo il comune di Palermo mira ad essere uno dei primi a non avere precari tra i suoi dipendenti
    Orlando ha difeso la scelta di mantenere la partecipazione su Gesap, contestata invece nella relazione degli ispettori: "Questa amministrazione ha scelto di ignorare il coro di sciacalli che voleva privatizzare l'azienda, magari per svenderla a qualche amico. Dopo sette anni ha solo bilanci in attivo ed è nella condizione di fare anche investimenti per 88 milioni di euro".
    Di fronte alle perplessità di una parte del pubblico, che probabilmente si aspettavano dei chiarimenti sulle irregolarità riscontrate dai tre ispettori del ministero dell'Economia, Orlando ha annunciato la prossima istituzione di una commissione apposita per rispondere punto per punto alle 46 annotazioni.
    LEGGI Commenti 1
    01 dic 2017 19:06