Articolo
24 mar 2016

Anello Ferroviario | Nuova area cantierizzata in Via Amari tra Via La Lumia e Via Roma

di Fabio Nicolosi

I lavori dell'anello ferroviario proseguono e le aree di cantiere si espandono Nonostante i lavori proseguano molto lentamente, il comune è costretto ad emettere le nuove ordinanze necessarie per la chiusura delle nuove aree da destinare al cantiere Tecnis. La nuova ordinanza autorizza la Tecnis ad occupare il tratto di strada tra Via La Lumia e Via Roma (restringendo notevolmente il tratto all'incrocio con via Roma) per permettere lo spostamento delle sotto-reti dal lato dei civici dispari, così come già avvenuto nella parte bassa di Via Amari. Il comune è obbligato ad emettere le ordinanze per evitare di essere citata per danni. Lo stesso può però sospendere l'ordinanza qualora la ditta non dimostri di lavorare al tratto oggetto dell'ordinanza. In pratica, però la Tecnis è molto brava in questo, infatti lavorando molto lentamente non da possibilità all'amministrazione di poter sospendere l'ordinanza e intanto però causa lamentele e proteste da parte dell'intera cittadinanza. Infatti siamo tutti a conoscenza della grave crisi dell'azienda e dei numerosi scioperi intrapresi dagli operai per i mancati pagamenti degli stipendi. Adesso sembra che la situazione sia tornata alla normalità, anche se in realtà non si è visto il famoso incremento della forza lavoro che da tempo la ditta promette a RFI e Comune. Sta di fatto che questi lavori stanno dimostrando quanto sia necessario cambiare la normativa che si occupa dell'aggiudicazione delle gare d'appalto. Infatti la ditta si sta dimostrando molto lenta e ciò non è possibile specialmente quando si va ad intaccare il centro della città, ma sopratutto una delle zone più altamente trafficate dell'area urbana. Ci auguriamo quindi che si possa procedere ad un miglioramento e una velocizzazione dei lavori. Anche se nutriamo forti dubbi in merito. Foto tratte da Repubblica.it e da Marcello L. Potrebbero interessarti anche: Anello Ferroviario | Via E. Amari: Posizionate le guide per le palificazioni Anello Ferroviario: la Tecnis sull’orlo del fallimento. Lo spettro da scongiurare RENDERING | “Passìo” una proposta di pedonalizzazione dell’asse Amari

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
11 mar 2016

Anello Ferroviario | Via E. Amari: Posizionate le guide per le palificazioni

di Fabio Nicolosi

Tra scioperi e problemi legati alla totale assenza liquidità della Tecnis, l'appalto per la chiusura dell'anello ferroviario di Palermo sembra proseguire, seppur con estrema lentezza Ci troviamo in Via E. Amari, nel tratto vicino all'ingresso del porto dove in questi giorni sono state posizionate le guide che permetteranno ad una trivella di iniziare le palificazioni per la futura galleria Amari, galleria che avrà una lunghezza di 736 metri circa e che condurrà dalla fermata Porto alla fermata Politeama. Al momento dunque i lavori sembrano procedere, seppur lentamente. Ci auguriamo dunque che possano essere risolti i problemi economici e che si possano vedere più operai in azione in quanto siamo pur sempre in centro città e ovviamente i disagi sono sempre fastidiosi, specialmente se quando la mattina affacciandosi dal balcone si vedono solo due o tre operai che lavorano ed un'enorme area cantierizzata completamente deserta. Inoltre il ritardo accumulato in queste settimane ha sicuramente fatto slittare il termine per la fine dei lavori, ma sopratutto la data di riapertura alla viabilità di un'arteria fondamentale come via Amari. Noi continueremo a seguire la vicenda Tecnis e a documentarvi con aggiornamenti fotografici. Ringraziamo Romina D per le foto:   Potrebbero interessarti anche: Anello Ferroviario: la Tecnis sull’orlo del fallimento. Lo spettro da scongiurare Anello Ferroviario | In Viale Lazio e Via Sicilia si prosegue con i pali di fondazione della fermata Anello Ferroviario: Iniziati i primi scavi in Via Amari

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
02 nov 2015

Anello Ferroviario: Confermata la chiusura di Via Amari dal 3 Novembre

di Fabio Nicolosi

Ne avevamo dato annuncio qualche giorno fa e con questo articolo uscito Sabato 31 Ottobre sul Giornale Di Sicilia viene data la conferma ufficiale dalla Tecnis che Via Amari verrà ufficialmente chiusa dal 3 Novembre. Si ponte così fine al tira e molla tra commercianti, comune e impresa dove i primi due soggetti auspicavano un apertura dei cantieri dopo le feste anche tenendo conto dei ritardi accumulati, mentre l’impresa ha tutto l’interesse a chiudere e iniziare i lavori il prima possibile per cercare di recuperare il tempo perduto. Ricordiamo infatti che è il progetto prevedeva la chiusura totale di Via Amari, ma solo dopo le pressioni del comune l’azienda ha optato per una chiusura parziale, chiusura che ha comunque allungato e dilatato i tempi di realizzazione e ha di fatto imposto all’azienda di rivedere il cronoprogramma dei lavori. Dal canto nostro però non possiamo non ignorare come questi lavori siano pieni di dubbi e incertezze. Forse negli ultimi anni tra Tram e Passante siamo stati abituati troppo bene, ma vedere pochi operai a lavoro con un’enorme zona transennata ci fa riflettere su come in realtà si possa fare molto di più, ma l’azienda forse non ne sente il bisogno o forse è l’appalto stesso che non lo prevede. Fatto sta che ci aspettavamo un ingente quantità di operai e mezzi per far si che i disagi venissero risolti nel minor tempo possibile e invece assistiamo giornalmente a foto e messaggi di cantieri deserti o con una decina di operai che lavorano. Speriamo che con la chiusura totale, il ritmo di lavoro cresca e che l’azienda dimostri di avere la volontà di terminare i lavori nel minor tempo possibile riducendo così i disagi ai cittadini, ai commercianti e in generale a chi vive la città.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
31 ago 2015

Passante e Anello Ferroviario, riprese le attività di cantiere. Ecco le prossime attività

di Fabio Nicolosi

Riportiamo un comunicato stampa di RFI che ci ricorda i cantieri attivi in città e cosa accadrà nei prossimi mesi: Sono ripresi, dopo la breve chiusura estiva, i lavori da Notarbartolo a Carini (tratte B e C). Impegnate 570 persone tra tecnici e operai. Cantieri aperti anche da Palermo Centrale a Notarbartolo (tratta A), dove sono in corso le attività per l’ultimazione dei lavori delle fermate Lolli, Guadagna e Maredolce. A settembre è previsto un ulteriore incremento della produzione per un rapido completamento dei lavori. Passi avanti anche per la ripresa dei lavori nell’ultimo tratto della galleria Orleans Lolli (58 metri). La soluzione di demolire alcuni fabbricati, proposta da autorevoli esperti del settore per contrastare il fenomeno idrogeologico, ha già ottenuto il nulla osta della Sovrintendenza, per la non sussistenza di vincoli culturalI. Ora è al vaglio del Comune di Palermo per le verifiche di competenza. L’iter procedurale per l’acquisizione dei fabbricati sarà avviato entro l’autunno, secondo quanto previsto dalle norme e previo coinvolgimento dei proprietari: i lavori di completamento della Galleria potranno riprendere subito dopo. La sospensione dei lavori nella galleria Orleans Lolli ha riguardato una parte limitata delle lavorazioni del Passante Ferroviario tant’è che negli ultimi due anni, sono stati realizzati lavori per un importo di circa 60 milioni di euro. Lavori in corso anche per la chiusura dell’Anello Ferroviario nei cantieri di viale Lazio, via Amari e nell’area Portuale. Le attività verranno ulteriormente intensificate a settembre (al momento sono già operative tre trivelle per la realizzazione dei pali di fondazione della futura galleria ferroviaria). Proseguono i lavori anche nel cantiere di piazza Castelnuovo dove, completati i sondaggi per verificare la presenza di eventuali ordigni bellici, sono in corso, in stretta collaborazione con i tecnici AMAP, gli scavi necessari per definire l’esatta posizione delle reti fognarie presenti. Le indagini si concluderanno entro metà settembre.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 lug 2015

Anello Ferroviario | Via Amari: I lavori si spostano sul lato destro

di Fabio Nicolosi

I lavori propedeutici all’avvio dei lavori per la realizzazione della galleria di collegamento tra la fermata Porto e la fermata Politeama dell’anello ferroviaria subiscono un altro step e dopo aver spostato tutti i sottoservizi di Via E. Amari sul lato sinistro tra Via Crispi e via Principe di Scordia, adesso verranno effettuati gli stessi lavori sul lato destro Solo dopo la conclusione dei sopracitati interventi si potrà iniziare effettivamente prima con le palificazioni e successivamente con lo scavo della galleria. I lavori in oggetto avranno una durata di circa 4 mesi.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
10 giu 2015

Anello Ferroviario | Ecco come si svolgeranno i lavori lungo Via Amari

di Fabio Nicolosi

Oggi grazie all’ausilio delle slide proiettate durante il dibattito pubblico della scorsa settimana vi mostriamo in che modo si svolgeranno i lavori della chiusura dell’anello ferroviario lungo Via Emerico Amari. Il lavoro si strutturerà in cinque diverse fasi: Nelle due prime fasi verrà chiusa solo una porzione della carreggiata di Via E. Amari, nelle successive due invece sarà necessario chiudere l’intera carreggiata per permettere i lavori che verranno effettuati proprio al centro strada. Nell’ultima fase i lavori verranno effettuati sotto terra, ma nessuno se ne accorgerà perché la strada verrà riaperta e la viabilità sarà ripristinata La prima fase: Nella prima fase verranno spostati tutti i sottoservizi presenti sul lato sinistro (guardando dal porto verso il politeama), quindi i vari cavi Enel, Amap, Amg, ecc e verrà effettuata anche la bonifica degli ordigni esplosivi La seconda fase: La seconda fase sarà fotocopia della prima fase solo che i lavori verranno effettuati sul lato destro (guardando dal porto verso il politeama) La terza fase: La terza fase vedrà l’utilizzo di una macchina per pali di fondazione che avrà il compito di creare una fila di pali che costituiranno i “pilastri” per la quarta fase dei lavori. La quarta fase: La quarta fase, sarà l’ultima fase dei lavori visibili in superficie e consisterà nella realizzazione di un solettone di calcestruzzo armato che poggerà sui pali realizzati nella terza fase e che sarà la volta della galleria all’interno della quale verrà realizzata la linea ferrata La quinta fase: La quinta fase vedrà una serie di ruspe e camion che scaveranno la galleria dall’interno, dalla strada non sarà possibile percepire ciò che sta avvenendo all’interno, ma i lavori proseguiranno fino a quando la galleria non sarà totalmente “svuotata” dal materiale presente all’interno e verranno quindi installati i vari impianti e la catenaria che permetteranno il transito dei treni. Riguardo la tempistica: Fase 1 – risoluzione sottoservizi lato sn: circa 9 mesi da gennaio 2015 ad ottobre 2015; Fase 2 – risoluzione sottoservizi lato dx: circa 5 mesi da ottobre 2015 a marzo 2016; Fasi 3/4 – realizzazione paratie e solettone: circa 16 mesi da gennaio 2016 a aprile 2017.

Leggi tutto    Commenti 11