Proposta
28 giu 2016

Nuovo ingresso per l’Università

di Piero1994

Salve, vorrei parlarvi di un problema che chi giornalmente si reca all’università avrà notato. Chi viene da Viale Regione, una volta in via Basile deve effettuare l’inversione e poi accedere all’università. Il problema è che il primo varco utile a effettuare l’inversione ed entrare all’università si trova a 1,5 km dall’inizio della via Basile, pertanto ogni giorno siamo costretti a percorrere questa strada immersi nel traffico, che si addensa maggiormente proprio in quel varco, dove si crea una lunga coda di macchine che devono svoltare a sinistra, specialmente la mattina. Per questo pensavo, perché non creare un accesso all’università già molto prima? Magari all’altezza del Parcheggio Basile. Ho notato che c’è già un cancello che porta all’università, ma non è un cancello di ingresso, probabilmente lo usano solo professori o chi comunque lavora all’università. La mia idea sarebbe creare un ingresso tra questo cancello e il Parcheggio Basile. C’è uno spazio vuoto, pieno di erbacce che potrebbe essere utilizzato e in questo modo si arriverebbe direttamente all’edificio 18. Ne gioverebbero gli universitari che venendo da viale Regione potrebbero entrare all’università in brevissimo tempo, e ne gioverebbero tutti gli altri, perché non si creerà più la coda al varco per l’inversione di marcia. Insomma, ne gioverebbe la circolazione. Non mi sembra una proposta così “complicata” e non penso ci debbano essere problemi con questo breve tratto in cui costruire la strada. E’ una cosa semplice, anche se  purtroppo sono le cose semplici quelle più difficili da fare in questa città.  

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
15 apr 2016

Università Palermo, quasi tutto pronto per l’ingresso a pagamento

di Antony Passalacqua

Sembrano essere giunti quasi al termine i lavori di UniParking, l'istituzione dell'ingresso e della sosta a pagamento all’interno della cittadella universitaria di viale delle Scienze. Dalle immagini, sembra che siano state completate l'installazione dei cosiddetti tornelli, emettitrice ticket, telecamere riconoscimento targhe e telecamere presidio varchi. Nonostante le recenti proteste, il servizio si accinge a essere pronto ai nastri di partenza (sembra che verrà attivato da Settembre). Ma mancano anche dei servizi essenziali e che non possiamo non evidenziare. Manca anzitutto una navetta interna che possa coprire il tragitto dall’ingresso lato Orleans fino alla facoltà di Biologia. Non sappiamo se verrà ripristinato contestualmente all'attivazione della ztl all'interno di viale delle Scienze. Manca un varco di accesso diretto fra l’Università e il terminal di via Basile. C’è un cancello che viene aperto solo in determinati orari. E alle volte si è costretti a uscire fuori su via Basile per raggiungere quell’area. Mancano idonee rastrelliere lungo il viale dove poter lasciare tranquillamente la propria bicicletta. E mancando le rastrelliere di conseguenza non c’è idea sulla realizzazione di una piccola ciclo-officina collettiva. Sempre in ambito sicurezza, c’è un limite di velocità di 20km/h, perennemente violato. Pensare a realizzare una zona 30? Mancano apposite corsie ciclabili lungo viale delle Scienze per consentire il transito dei ciclisti in piena sicurezza. Mancano delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici (auto o bici), tali da poter invogliare all’uso di mezzi a basso impatto ambientale. Mancano dei pannelli informativi che diano le informazioni basiliari sui vari mezzi di trasporto in città o su come raggiungere viale delle Scienze (orari metrò, percorsi bus urbani ed extraurbani, titoli di viaggi, etc.). Molti sono infatti gli studenti fuori sede che hanno difficoltà a reperire le informazioni. Manca la segnaletica verticale che dia chiare indicazioni sull’ubicazione della stazione metrò Orleans o del terminal di via Basile. Cose elementari va...

Leggi tutto    Commenti 30
Articolo
04 apr 2016

Parcheggio Basile |Tanto da fare, molto da rifare

di Antony Passalacqua

Con la notizia del trasferimento dei pullman da via Balsamo al parcheggio Basile, si attua un tassello importate previsto dal P.G.T.U. quale l’esternalizzazione dei capolinea delle linee extraurbane. Con l'articolo di questa mattina, abbiamo voluto mettere a risalto i vantaggi che porterà questo provvedimento. La scorsa settimana, di prima mattina, ci siamo recati presso il parcheggio per vedere effettivamente le condizioni in cui versa l'intera area. Ed è con queste immagini che vi mostriamo lo stato non proprio ottimale del parcheggio Basile, futuro nodo d'interscambio . Ovviamente immancabili i tanto amati sacchetti di monnezza, anche se non si capisce come mai la gente se li porta fin qua dentro nonostante i cassonetti ordinari siano ubicati nella parte opposta di via Basile. E' presente la segnaletica che indica l'entrate e l'uscita. Manca invece la segnaletica delle varie autolinee, mancano le tabelle che dovranno indicare orari e destinazioni.   Mancano i distributori automatici per biglietti, urbani ed extraurbani. Mancano dei bagni pubblici, essenziali per chi vuole mettersi in viaggio. Manca la pulizia ordinaria, e si evince non solo dai cumuli di sacchetti o dai cestini non svuotati, ma anche dal tappeto di profilattici usati sparsi praticamente ovunque. Manca un apposito percorso pedonale dall'Università fino al parcheggio e vicersa (magari coperto); di conseguenza manca anche una navetta che dall'interno dell'Università conduca all'ingresso del parcheggio. Ma di questo prendiamo atto che le responsabilità sono da imputare anche a UniPa. Le tabelle coi nuovi tragitti delle linee Amat non sono aggiornate. Ma soprattutto una cosa importante sarà garantire un presidio di forze dell'ordine. Tanti ricorderanno i frequenti borseggi e furti che accadevano in via Balsamo a scapito di pendolari e studenti. Qualcuno ha previsto la possibilità che ciò possa ripetersi anche qui? A maggior ragione visto che è presente un'ampia area parcheggio, e che rappresenta miele per gli eventuali parcheggiatori abusivi che vorranno padroneggiare l'area. Necessario anche per salvaguardare la sicurezza nelle ore serali con le ultime partenze/arrivi, e tranquillità a chi vorrà lasciare la propria auto lì. L'attuale punto informazioni è gestito da Amat, con possibilità di vendita biglietti e abbonamenti, e Ast. E le altre società che attesteranno i proprio pullman qui? Anche loro a dividersi gli stretti spazi commerciali dentro l'edificio oppure pianteranno dei prefabbricati per poter rivendere i propri titoli di viaggio?    

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
14 mar 2016

Pullman e sosta selvaggia, caos in zona Università

di Antony Passalacqua

Le autolinee extraurbane da sempre attente alle esigenze dei propri utenti. Questa è una scena che si presenta quasi quotidianamente (dal lunedì al venerdì) durante gli orari di punta. Studenti che attendono i pullman in fermate improvvisate o presunte tali, senza pensiline, senza alcuna indicazione, senza panchine e seduti sui marciapiedi. Al momento della partenza , in determinate linee gli studenti sono ammassati all'inverosimile. L'Ast come Questo è uno dei tanti carrozzoni che prende contributi pubblici dalla Regione, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ovviamente non si sente più parlare del famoso terminal Basile e nel frattempo regna il caos in zona via Vasile

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
01 feb 2016

Questionario | Studenti universitari, siete soddisfatti dei mezzi di trasporto di cui usufruite?

di Mobilita Palermo

Caro studente, l'Ersu PAlermo da tempo cerca di migliorare le condizioni di vita degli studenti universitari a 360°. Per tali ragioni oggi si pone l'obiettivo di capire quanto siete (in)soddisfatti rispetto alla vostra esperienza di pendolari attraverso la somministrazione di un breve questionario on-line. In particolare, vogliamo cogliere sia gli aspetti legati all'efficienza del sistema dei trasporti di cui usufruite, sia l'impatto che la condizione di pendolari esercita sul vostro rendimento nello studio. Nonostante la natura preliminare di questo studio, l'obiettivo è quello di mettere in campo proposte e iniziative volte al miglioramento della condizione dei pendolari dell' Università di Palermo. Il questionario è stato realizzato dall'ing. Antonino Lo Burgio con la collaborazione dell'ing. Gaetano Cannova. Ti chiediamo solo pochi minuti, compila il questionario al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/19Tx1yQ83EvfRRziRSpIIeV8YzF8EoYU6zheHAabIad8/viewform Per qualunque info potete scrivere all'indirizzo mail [email protected] o tramite il gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/244444738947084/ Non appena disponibili vi aggiorneremo sui risultati ottenuti, grazie.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 set 2015

Ritorna “Le Vie dei Tesori” alla scoperta delle bellezze di Palermo

di Antony Passalacqua

Ritorna la rassegna “La Via dei Tesori”, in programma dal 2 ottobre al 1 novembre, dal venerdì alla domenica, con l'apertura al pubblico di 63 luoghi con visita guidata con un contributo di 1 euro, attraverso, anche, 130 passeggiate urbane, guidate da studiosi, botanici, naturalisti. In programma anche 50 laboratori 'd'autore' per bambini e ragazzi dedicati a storia, astronomia, lettura, libri e 52 eventi connessi all'identità dei luoghi con scrittori, musicisti, autori. Per le visite guidate nei tesori non occorre la prenotazione. Basta acquisire un coupon su www.leviedeitesori.com dove sarà possibile trovare tutti i luoghi da visitare e presentarsi all’ingresso dei luoghi. Un coupon da 10 euro è valido per 10 visite in 10 luoghi a scelta tra i 60 aperti per la manifestazione. Con un coupon da 5 euro, si può partecipare a 4 visite. Il contributo per un singolo ingresso è di 2 euro. I coupon possono essere utilizzati da una o più persone. Maggiori informazioni su www.leviedeitesori.com

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
21 set 2015

La grande bruttezza davanti al Museo Geologico

di Antony Passalacqua

Questa è la situazione che si presenta quasi quotidianamente agli ingressi del Museo Geologico "Gemellaro" di corso Tukory, a causa del mercatino locale coniato ironicamente "mercatino del rubato". Eloquenti sono le parole di P.A. che ha segnalato la situazione paradossale che si presenta sotto gli occhi di residenti, turisti e studenti universitari. Signore e signori, questo e' l'ingresso del Museo Geologico Gemmellaro; per chi non lo sa il Museo e' di grandissimo interesse scientifico, contiene lo scheletro completo di Thea, una donna vissuta in Sicilia 14 mila anni fa, nonche' un esemplare completo di elefante nano oltre a preziosissimi fossili! Ma questo succede ovunque, anche a Milano, Torino, Genova, Roma...per carita'!!!

Leggi tutto    Commenti 14