Articolo
30 ott 2018

FOTO | Piazza San Domenico trasformata in parcheggio ad uso esclusivo

di Fabio Nicolosi

Anni di battaglie civili, di ordinanze, di manifestazioni... Tutto sparito in una mattinata... Piazza San Domenico è stata trasformata, a totale insaputa di tutti, in un parcheggio. Si avete letto bene, un parcheggio. Non sappiamo chi, perchè, da chi sia stato autorizzato; sta di fatto che le fioriere ancorate alla pavimentazione sono state divelte, perché smontarle era impossibile e la piazza inizialmente è stata riempita di auto blu e auto di polizia e carabinieri e successivamente è stata resa carrabile non avendo rimpiazzato le fioriere e consentendo dunque il transito ad auto e motocicli, come da foto. Nel sito del comune non esiste alcuna ordinanza comunale che autorizza la sosta di auto nella piazza, non esiste alcuna delibera che autorizzi lo spostamento delle fioriere, chi ha dunque permesso tutto questo? È accettabile che una piazza pedonale e che dopo anni di incuria ed abbandono venga anche se per un solo giorno trasformata in un parcheggio solo per il capriccio di qualche "autorità"? Ci aspettiamo un chiarimento da chi è a conoscenza della questione, che sia il comune o chi sappia darci una spiegazione in merito. La galleria fotografica, che lascia poco spazio all'immaginazione:

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
03 mag 2017

Street Control, le strade interessante dal 2 al 9 Maggio

di Mobilita Palermo

Ecco l'elenco delle strade del territorio comunale che verranno monitorate con apparecchiatura “Street Control”, al fine di migliorare la circolazione e la tutela della sicurezza urbana. I Circoscrizione Lincoln - Corso dei Mille- Tukory - V.Emanuele II Circoscrizione Oreto Vecchia - Perez - Marinuzzi - Messina Marine III Circoscrizione Tricomi - Parlavecchio- Roccella G. IV Circoscrizione Pitrè - Pindemonte - Pisani - Calatafimi - Arcoleo V Circoscrizione Finocchiaro Aprile - Noce -Camporeale - Cataldo Parisio - Aurispa - Parlatore - Serradifalco VI Circoscrizione Restivo - Lazio - Nebrodi - Ausonia - Strasburgo - Fante - Campania - Lizst - Galileo - Paisiello - Veronese - P.pe Paternò VII Circoscrizione Mater Dolorosa - Piazza Pallavicino VIII Circoscrizione Montepellegrino - A. Rizzo - Cantieri - Thaon de Revel - Jung - Alessi G. - Don Bosco - M. Roccaforte - M. Villabianca - D. Siculo - C. Nigra Si informa che, per fronteggiare situazioni contingenti di congestione del traffico veicolare e/o in presenza di manifestazioni o cortei, i predetti itinerari potranno subire modifiche e che, comunque, tutte le vie comprese all’interno del perimetro urbano possono essere oggetto di accertamento con l’apparecchiatura “Street Control”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 feb 2017

Altro che 8000 multe per doppia fila: ecco i dati reali forniti dalla Polizia Municipale

di Fabio Nicolosi

Venerdì scorso avevamo pubblicato un articolo dove, riprendendo un articolo di Repubblica, citavamo alcuni dati circa le multe elevate dal servizio street control. Molti di voi ci hanno fatto notare che il numero delle sanzioni sembrava essere troppo contenuto e quindi abbiamo chiesto chiarimenti proprio al comando di Via Dogali che ci ha risposto: Lo Street Control nel 2016 ha rilevato le seguenti violazioni: 31.176 "soste irregolari" (e fra queste circa 8.000 doppie file e 369 soste su pista ciclabile) e 7.288 "circolazione su corsie riservate/emergenza", per un totale di 38.464 violazioni Abbiamo posto in evidenza le 369 sanzioni su piste ciclabili perchè, contrariamente a ciò che si pensa, è un aspetto che curiamo particolarmente perchè volto alla tutela dell'utenza debole Le vetture utilizzate dal servizio sono, in media, due per turno (mattina e pomeriggio dal lunedì al venerdì). Le sanzioni totali per sosta risultano essere: 161.164 di cui 38.464 con street control Le cifre più corpose riguardano le seguenti violazioni: 18.487 per divieto di sosta con rimozione veicolo 17.598 in prossimità incrocio 12.859 sul marciapiedi 12.077 doppia fila 11.965 strisce pedonali 10.428 (sosta in aree pedonali, passo carrabile , non vicino margine dx carreggiata in corrispondenza scivolo disabili, piste ciclabili) Adesso, i numeri sembrano essere più chiari e più adatti al caos giornaliero che tutti abbiamo sotto gli occhi. Aiutandoci con la matematica facciamo qualche calcolo: Considerando che il servizio è attivo dal lunedì al venerdì ed escludendo i festivi il servizio è stato attivo per 253 giorni Se il numero delle violazioni è 38464 e il numero dei giorni è 253, il numero di contravvenzioni giornaliere elevate da questo servizio è pari a 152,03. BEN 152 MULTE AL GIORNO! Un numero da brividi che fa proprio riflettere, come in città ci sia proprio bisogno di una maggiore educazione civica e un maggior rispetto del codice della strada. Dati su cui il futuro candidato sindaco dovrà riflettere, perchè se da un lato questi sono soldi che l'amministrazione intasca, dall'altro sono un grosso segnale di come la città sia infestata di auto in perenne violazione del codice della strada. Sarebbe anche interessante sapere quante di queste multe vengono pagate e a quanto ammonta l'incasso.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
03 feb 2017

Il palermitano adora la doppia fila: 8000 multe rilevate dallo street-control

di Fabio Nicolosi

I numeri sono da brividi: ottomila multe nel 2016 con lo "Street control", novecento sono state elevate soltanto nel mese di dicembre. Ogni giorno l'occhio elettronico pesca 22 furbetti del parcheggio selvaggio. Cos'è lo Street-Control? E' un sistema con una telecamera montata su alcune auto della polizia municipale che fotografano le vetture ferme in doppia fila, ma non solo. Solo nel mese di dicembre, complice il periodo natalizio con la corsa allo shopping, sono stati quasi 900 i verbali inviati a casa con la foto dell'auto parcheggiata in doppia e spesso anche in terza fila. Il comando della polizia municipale ha suddiviso il servizio Street control in città in tre zone: la nord che va da Sferracavallo fino a via Notarbartolo, quella centrale da via Notarbartolo a via Cavour e quella sud da via Cavour fino a Brancaccio. Le vie dove i vigili urbani fanno il pieno di multe sono sempre le stesse: a nord via Ausonia, via del Fante hanno il record di vetture lasciate in doppia fila entrambe sfiorano le duecento sanzioni in un anno. Nella zona centrale a contendersi il primato sono Corso Finocchiaro Aprile, via Ammiraglio Gravina e via Parlatore divise da una manciata di multe e tutte ab bondantemente sopra i duecento verbali annui. Nella parte Sud corso Tukory ha perso il primato del girone in favore di via Tricomi, all'ospedale Civico che ha anche il record negativo di parcheggi sui marciapiedi. «Rispetto al 2012 quando iniziammo ad usare lo Street control il fenomeno della sosta in doppia fila è leggermente diminuito se si guarda il numero complessivo di multe - commenta il vice comandante della polizia municipale Luigi Galatioto ma in realtà l'automobilista indisciplinato ha solo preso qualche contromisura. Prima abbandonava l'auto lasciando un biglietto, ora invece se può si muove in coppia, si ferma lo stesso in doppia fila ma almeno rimane in auto e quando vede la pattuglia si allontana». Ad attrarre gli aficionados della sosta in doppia fila sono soprattutto le scuole e i supermercati. Le zone attorno alle scuole vengono prese di mira negli orari d'entrata e di uscita degli studenti, mentre soprattutto la sera dalle 19 alle 20.30 le aree attorno ai supermercati diventano un far-west del posteggio. Complessivamente le multe per divieto di sosta nel 2016 sono state 31 mila ( 8mila quelle con lo Street control ), mentre nel 2015 sono state 38 mila. Sembra però che la moda in aumento sia quello del parcheggio sui marciapiedi, perchè forse la doppia fila è ormai un fenomeno classico. Articolo tratto da Repubblica Palermo

Leggi tutto    Commenti 17
Segnalazione
01 feb 2017

FOTO| Chiamare i vigili per colpa dei VIGILI: l’assurdo in via Dante

di Mobilita Palermo

Direttamente dal gruppo facebook di Mobilita Palermo, riprendiamo una segnalazione di D.Scalia circa la ciclabile in via Dante. L'immagine si commenta da sola e, se si aguzza l'occhio, è possibile scorgere un'ulteriore infrazione in alto con un camion che occupa "pericolosamente" lo spazio destinato alla corsia ciclabile con uno sportello aperto. In questi casi , un cittadino chi deve chiamare, la polizia municipale?

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
13 ago 2015

Tram linea 1: il catalogo delle infrazioni sopra i binari

di peppe2994

Il cantiere della linea 1 del tram si avvia alla conclusione, ma già da tempo le vetture circolano fino a piazza Scaffa i giorni lavorativi per formare i conducenti, ed al contempo effettuare le migliaia di chilometri di collaudo su strada obbligatori. I cittadini mostrano interesse per questo grande treno che sfreccia per le strade. Purtroppo però non tutti rispettano quel paio di semplicissime norme necessarie per garantire l'esercizio della linea e la sicurezza propria ed altrui. A volte si verificano casi clamorosi che fanno notizia come i rifiuti ingombranti sui binari, ma giornalmente si presentano problemi. Nella foto in copertina potete vedere ad esempio un tram fermo a causa di un new jersey in cemento armato spostato sui binari da uno dei tanti motociclisti che effettuano l'inversione di marcia sulle strisce pedonali invece che sulla sicura rotonda,regolata da impianto semaforico 130 metri più avanti. Andando ad analizzare invece i malcostumi quotidiani, possiamo facilmente osservare automobilisti che percorrono le corsie tranviarie ed a testimonianza di quanto le infrazioni siano frequenti, possiamo intravedere due macchine sopra i binari all'incrocio con il semaforo rosso. Tanti cittadini non conoscono il significato di striscia di arresto, e come fosse una gara assistiamo un po' ovunque al giochino di chi si piazza più avanti al semaforo, eseguendo una serie di manovre pericolose. Spesso ciò causa disagio alla circolazione, ma quando ci si va a fermare sopra dei binari percorsi da vetture dal peso di tonnellate, la vicenda assume contorni allarmanti. Chiaramente non sono solo le auto ad occupare indebitamente i binari. Un altro classico è il venditore abusivo che fa quel che gli pare ignorando completamente la differenza tra un marciapiede, una strada ed una corsia tranviaria. Di certo lo spazio agli angoli non manca per continuare la propria attività illecita, ma secondo una mentalità che va per la maggiore nella nostra città con o senza tram l'abusivo non si muove da lì, come se quel metro quadrato fosse di sua proprietà. Chiaramente non sto difendendo il commercio abusivo, solo un paragone tra luoghi. Infine si passa a quello che la nota inviata palermitana di Striscia la Notizia ha definito "parcheggio creativo". Binari o non binari, tram o non tram, dove c'è un buco libero in poco tempo arriva un'auto che vi si "parcheggia" . Ogni incrocio è un parcheggio, soprattutto in corrispondenza di attività commerciali quali bar e tabacchi.   Al momento le vetture tranviarie vengono scortate dalla polizia municipale che eleva multe ogni qualvolta necessario, ma per quanto ancora si dovrà andare avanti così? Mi chiedo, cosa accadrà quando la linea sarà operativa per la sua interezza? Sfido chiunque, soprattutto adesso con il caldo a trovare meno di 15-20 macchine sui binari all'incrocio tra via Paolo Balsamo e Corso dei Mille. Tutte di gente che consuma gelati nei due locali poco più avanti. Va precisato che il vicino parcheggio all'interno della stazione centrale è chiaramente, come sempre libero. Il paragone tra un posto auto a pagamento ed uno libero poiché non destinato a tale uso non sussiste, perché i parcheggiatori abusivi sono arrivati pure sui binari, sia in quella zona che presso il centro commerciale Forum Palermo. Possiamo solo sperare che con il tempo la città accetti questo grande cambiamento del trasporto pubblico, anche se sulle invasioni di corsia, senza una adeguata videosorveglianza, le aspettative non sono tra le più rosee.

Leggi tutto    Commenti 14
Segnalazione
11 giu 2015

Chi rimuove il carroattrezzi?

di Andrea Baio

Posto qualche foto scattata giorni fa, senza voler fare sensazionalismo di sorta. Ci troviamo in via Tommaso Fazello, all'incrocio con via Maurolico.   Un carroattrezzi con conducente a bordo sosta sul marciapiede per diversi minuti, rendendo difficoltoso pure il passaggio dei bus che percorrono la discesa in senso contrario a quello di circolazione. La sosta non è stata assolutamente breve, dato che sono stato a monitorare per oltre un quarto d'ora. Comportamenti ai quali siamo sicuramente abituati a Palermo. Quello che però mi chiedo: è normale accettare comportamenti simili da parte di chi - in teoria - dovrebbe dare l'esempio? Chi è che controlla i controllori? In questo caso: chi è che dovrebbe rimuovere il carroattrezzi? Poi ci lamentiamo dei palermitani che non rispettano le istituzioni e gli organi di controllo? Se questi però non hanno alcuna credibilità, come possiamo pretendere rispetto?

Leggi tutto    Commenti 1    Proposte 0