Articolo
26 gen 2021

ANAS | Avviata pulizia straordinaria delle piazzole di sosta su A29 e A29dir

di mobilita

A partire dalla scorsa settimana è stato avviato un intervento di pulizia straordinaria delle piazzole di sosta lungo le autostrade A29dir “Alcamo-Trapani” e lungo parte dell’A29 “Palermo-Mazara del Vallo”. Alcune piazzole, infatti, erano diventate luoghi di accumulo di rifiuti, abbandonati da cittadini incivili e incuranti del pubblico decoro e delle più elementari norme igienico-sanitarie. Tuttavia, il sistema di videosorveglianza – di cui sono in corso potenziamento e implementazione - installato per tentare di arginare il fenomeno ha contribuito ad identificare i soggetti coinvolti, che sono stati segnalati alle autorità competenti. Tale sistema di videosorveglianza , oltre che dalle sanzioni amministrative che consentirà di elevare, sarà naturalmente ripagato con il maggior decoro delle pertinenze stradali interessate.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 gen 2021

Raccolta differenziata | Via al 5° step: in corso la distribuzione dei KIT

di Mobilita Palermo

A seguito delle lettere già trasmesse ai cittadini ricadenti nell’area del V Step di “Palermo Differenzia 2 “denominata Settecannoli”, dove si sono informati i residenti sulle modalità di ritiro dei mastelli e date le istruzioni per una corretta Raccolta Differenziata, da questa settimana si è reso operativo il sistema di prenotazione on-line per il ritiro dei Kit per la prosecuzione del V step di Palermo differenzia 2. A tal uopo si informano i cittadini che da questa settimana la società d'ambito “Palermo SRR Area Metropolitana” è presente presso il CCR “Picciotti” e presso la Prima circoscrizione di piazza Giulio Cesare (previa prenotazione telematiche sul loro sito), per consegnare i Kit a chi ancora non l'avesse ricevuto. Si invitano quindi le famiglie interessate a collegarsi al sito web www.srrpalermo.it per prenotare tramite l’icona “RITIRO IO” giorno e sede per la consegna in sicurezza, in considerazione del perdurare dell'emergenza CoViD-19. Il servizio di prenotazione sarà altresì raggiungibile anche tramite il sito del Comune di Palermo e di RAP. Le due sedi operative individuate saranno aperte per la distribuzione dal lunedì al venerdì. Presso il Centro Comunale di Raccolta (CCR ) di Viale dei Picciotti civ. 84 dalle ore 8:00 alle 15:30 e presso i locali della Prima Circoscrizione di Piazza Giulio Cesare, dalle ore 8,00 alle ore 16,00. “Lo step V denominato “Settecannoli”, che fa parte del Progetto di “Palermo differenzia 2”, vede coinvolti circa 20.000 cittadini - dichiara il Direttore Generale della RAP Roberto Li Causi. L'Area individuata abbraccia via Lincoln, via Decollati, via Matera, via Gangitano, Corso dei Mille, Piazza Torrelunga, via Diaz, via Messina Marine, Foro Umberto I. Dal nuovo sistema di raccolta, oltre il quartiere Settecannoli sarà coinvolto anche una parte del quartiere Oreto-Stazione. Questo permetterà di migliorare le zone in termini di decoro urbano permettendo un aumento della percentuale di raccolta differenziata. Da qualche giorno la “SRR Palermo Area Metropolitana” in sinergia con RAP ha iniziato la distribuzione alle utenze domestiche del Kit per la raccolta differenziata “porta a porta” il cui sistema di raccolta partirà nel mese di Aprile con la rimozione definitiva di tutti i contenitori stradali. L'obiettivo principale è quello di recuperare quantità sempre maggiori di materiale riciclabile che sono risorse preziose per l’ambiente. Nei quartieri in cui si svolge la raccolta differenziata del Porta a Porta la percentuale di raccolta differenziata è di circa il 65% e con la definizione del V step pensiamo di poter aumentare di 3-5 punti la percentuale di RD”. “La info -sensibilizzazione e la consegna dei kit che è stata già avviata l'anno scorso ma che ha avuto un brusco stop sulle consegne dei mastelli, per causa dell'emergenza COVID, - aggiunge il presidente della SRR Palermo Area Metropolitana Natale Tubiolo - oramai è nuovamente operativa. Tante le azioni che ci impegniamo a portare avanti per sensibilizzare i cittadini sull'importanza della Raccolta differenziata. A breve, a metà febbraio circa - è prevista una campagna di informazione finanziata dal CONAI in collaborazione con l'amministrazione Comunale e RAP, per sensibilizzare i cittadini ad una gestione responsabile dei rifiuti invitandoli ad una serie di comportamenti corretti per il decoro urbano di Palermo e a salvaguardia dell’ambiente”. “L’avvio della raccolta differenziata “porta a porta” nei quartieri Settecannoli e Stazione Oreto – sottolinea l’Assessore con delega alla RAP Sergio Marino – è il risultato di una attività di forte impulso portata avanti dall'Amministrazione comunale che ha come obiettivo quello di estendere il sistema del “porta a porta” su tutto il territorio comunale al fine di aumentare in modo considerevole la percentuale di raccolta differenziata. Le risorse umane e finanziarie messe in campo e l'impegno delle società partecipate quali la “SRR Palermo Area Metropolitana” e RAP – continua l’Assessore Marino – sono la dimostrazione di questo impegno importante e sono sicuro che i risultati non tarderanno ad arrivare. Tra questi, di grande importanza ai fini del decoro e dell'igiene urbana, vi sarà la sparizione dei cassonetti stradali fonte di accumuli spesso incontrollati ”. “La necessità di aumentare la percentuale della raccolta differenziata dovrà essere necessariamente accompagnata – dichiara il Presidente della RAP Giuseppe Norata - da una adeguata dotazione impiantistica pubblica. Infatti, di concerto con il Sindaco Orlando e con l’Assessore Marino si sta lavorando per la individuazione delle risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dell’impiantistica dedicata alla raccolta differenziata”.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
08 gen 2021

AMG Energia | Illuminazione via degli Emiri-Giarrusso-piazza Ingastone: intervento in corso per guasto di grave entità

di Mobilita Palermo

Un guasto di ingente entità ha determinato lo spegnimento di entrambi i circuiti che alimentano gli impianti di illuminazione della zona compresa fra via degli Emiri, via Giarrusso e piazza Ingastone, nel quartiere Zisa. Gli operatori di AMG Energia sono già al lavoro. E’ stato avviato un intervento urgente che, in considerazione dell’entità del guasto, proseguirà anche domani. Il guasto è stato individuato durante le attività di verifica costantemente assicurate sugli impianti di pubblica illuminazione della città: riguarda uno dei trasformatori della cabina di pubblica illuminazione, un dispositivo ormai vetusto, che ha superato la cosiddetta “vita tecnica utile”, il limite di durata che, in base alle vigenti normative, è di trenta anni. “Proprio per questa ragione, le riparazioni sono più complesse e richiedono spesso l’intervento di ditte specializzate, ormai poche e presenti per lo più nelle regioni del Nord, trattandosi di una tecnologia abbandonata da molte città italiane”, spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera. Nell’ambito delle riparazioni ultimate, circa ottanta punti luce sono stati riaccesi nella zona compresa fra via Paolo Paternostro e piazza Amendola: è stato sostituito il componente guasto di un dispositivo della cabina di pubblica illuminazione “Marmi”, che ha permesso il ripristino del circuito primario di alimentazione. Gli operatori di AMG Energia sono al lavoro per la definizione di interventi di manutenzione anche in via Mammana e in via Camarina, per la riparazione di guasti di bassa tensione in via Sperone e in via Ciaculli. Un intervento importante è in corso per la riparazione del guasto che riguarda circa 160 punti luce della zona compresa fra viale Regione Siciliana e via del Visone, a Bonagia. Attività per la riaccensione di punti luce, interessati da guasti specifici, sono in corso, infine, in via Deodato e in piazza Scaffa.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
11 dic 2020

Parco “Ninni Cassarà” | Al via i lavori per l’esecuzione delle indagini ambientali preliminari nella “sub area verde”

di Fabio Nicolosi

Sono stati consegnati ieri alla ditta aggiudicataria i lavori per l'esecuzione delle indagini ambientali preliminari nella “sub area verde” all'interno del Parco Urbano “Ninni Cassarà”. I carotaggi previsti sono dodici, con prelievo sia di campioni di terreno sia di acque di falda. All'esito positivo delle analisi del sottosuolo è subordinata la riapertura alla pubblica fruizione dell'area verde del Parco. “Il Parco Cassarà – dichiara il sindaco, Leoluca Orlando - potrà finalmente tornare ad essere fruibile in sicurezza da parte dei cittadini, offrendo dalla prossima primavera un'ampia area per lo svago, la socialità, la vita all'aria aperta. Speriamo che una volta riaperto si possa anche riprendere il cammino già avviato prima della chiusura per la sua valorizzazione e per renderlo ancora più attraente per palermitani e turisti". "Siamo fiduciosi – commentano gli assessori Giusto Catania e Sergio Marino - nel risultato positivo di questi accertamenti, dopo il lavoro compiuto per la pulizia e la bonifica dell'area. Confidiamo inoltre nella rapida esecuzione di prelievi ed esami da parte dell'impresa, sì da poter velocemente procedere alla riapertura". Il parco era stato chiuso nel 2014 dopo il ritrovamento di materiali e sostanze inquinanti in superficie e nel sottosuolo. Attualmente è diviso in tre zone, in base alla gravità dell'inquinamento: una verde, estesa circa 15 ettari e accessibile da corso Pisani, e poi una rossa inibita al pubblico e una gialla, intermedia fra le due. Nella zona verde si è proceduto in diverse fasi alla rimozione manuale e meccanica dei materiali inquinanti. L'importo complessivo delle indagini ammonta a quasi 95mila euro (per la precisione € 94.739, Determinazione dirigenziale n.10847 dell’11/11/2020 – Area della Pianificazione Urbanistica). Foto di Stefano Patania.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
01 dic 2020

Viale Francia | Indignazione per gli alberi inglobati nei marciapiedi, RFI chiarisce le lavorazioni in corso e lo stato pre e post intervento

di Mobilita Palermo

EDIT 14.30 integrazione RFI: il getto è stato realizzato in questa maniera per poter poi sagomare al meglio con un taglio del cls indurito l’aiuola a margine di ogni albero. Con l'intervento in atto sono stati liberati gli alberi che, prima dei lavori erano completamente chiusi con asfalto (vedi foto allegata da Google Earth); viene consentito il passaggio per le persone a mobilità ridotta tra albero e muro di confine. EDIT 12.40 C.S. Sergio Marino: Questa mattina l'assessore Sergio Marino dopo segnalazione del vicesindaco Fabio Giambrone si è recato sul luogo e ha rilevato che quanto stava eseguendo la ditta che opera nel contesto dei lavori delle FF SS era davvero censurabile e privo di ogni minimo rispetto per le alberature presenti! I lavori che erano in corso sono stati bloccati, infatti era in corso il deposito da parte di una betoniera di cemento direttamente sulle radici degli alberi fino alla base del fusto. Sono stati chiamati i responsabili delle ferrovie che sono intervenuti. Saranno disposte la realizzazione di cercini giuste prescrizioni impartite dal settore verde e giardini Le immagini che vi mostriamo, fanno indignare e non poco. Ci troviamo in Viale Francia, strada che è interessata dai lavori di realizzazione della nuova viabilità all'interno dell'appalto del raddoppio del passante ferroviario di Palermo. Già nelle settimane scorse il cantiere era stato interessato da un sequestro di un'area a causa del seppellimento di strutture lignee, una pedana metallica, lastre ondulate di Eternit, fusti in plastica contenenti residui di vernice, scarti edili, residui di asfalto e tubi in plastica. Oggi l'ennesima beffa. Un filare di alberi viene del tutto inglobato nei nuovi marciapiedi in corso di realizzazione. Cosa prevedeva il progetto? Possibile che non sia stata ipotizzata un'aiuola per gli arbusti? In che modo gli alberi potrebbero ricevere acqua se la pavimentazione li ingloba totalmente? Ma la direzione dei lavori che si occupa della sorveglianza dov'è? Chi ha mai potuto realizzare questo? E che non ci vengano a dire che è una soluzione temporanea e che i lavori sono in corso, perchè è stata fatta un errore grosso a cui bisogna rimediare e anche velocemente. Ringraziamo Alessandro Di Dio per le foto: Ci auguriamo che questo articolo possa immediatamente arriva a chi dovrà porre rimedio a questa vergogna. Precisiamo che tali lavori sono stati affidati a delle imprese direttamente da RFI e che il Comune di Palermo non ha voce in capitolo Ancora una volta il ruolo dei cittadini si è rilevato fondamentale per monitorare i cantieri e il loro sviluppo.

Leggi tutto    Commenti 21
Segnalazione
30 nov 2020

Mondello: la strada dopo la tempesta

di Irexia

Palermo la mattina del 29 novembre 2020: a seguito del primo temporale autunnale, a Mondello le strade e i marciapiedi si sono presentati così. Peccato che ancora così fossero il giorno di natale, 25 dicembre... infatti, nulla da allora è cambiato... Sempre durante quell'acquazzone, terra e pietre da Monte Pellegrino sono scese sulla strada all'Addaura, proprio davanti La Marsa: in un primo tempo è stato messo il cartello di pericolo che segnalava anche di spostarsi sull'altra carreggiata; ovviamente un avviso temporaneo, giusto per evitare che nelle more del ripristino della pulizia del manto stradale nessun motore cadesse e nessuna ruota facesse partire come un  proiettile una pietra! E invece, ancora il 25 dicembre, le pietre e il terriccio sono ancora là, solo il cartello non c'è più: rimane il dubbio se per colpa di qualche idiota che se ne è appropriato, visto che il luogo non è presidiato ed è evidente che nessuno dell'Amministrazione passi di là per monitorare la situazione, oppure se proprio chi prima l'aveva messo là, ha dovuto riutilizzarlo  in qualche altra strada dove è necessario segnalare il pericolo, fino alla successiva segnalazione...! Senza però, mai ristabilire lo status quo ante in nome di un decoro inesistente, una manutenzione latitante e un'attenzione a intermittenza!

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
17 nov 2020

Villa Niscemi, innovazione e risparmio energetico: led per l’illuminazione artistica

di Fabio Nicolosi

Strisce led ad alta efficienza, con ottiche speciali per l’illuminazione artistica, per tre dei saloni di rappresentanza del piano nobile di Villa Niscemi. La nuova illuminazione, che coniuga innovazione, efficienza e risparmio energetico, è stata progettata e realizzata da AMG Energia nell’ambito di un intervento straordinario deciso dal Comune di Palermo per l’adeguamento alle normative vigenti degli impianti elettrici della sede di rappresentanza dell’Amministrazione cittadina con un finanziamento complessivo di poco più di 114 mila euro dell’Ufficio del vice capo di gabinetto Cerimoniale e relazioni internazionali di Villa Niscemi. AMG Energia ha concluso l’adeguamento dell’impianto elettrico di tutto il sito alle normative di sicurezza, con un intervento complesso, riuscito grazie alle competenze e capacità presenti in AMG Energia: è stato necessario effettuare “innesti” di parti nuove sugli impianti esistenti, in modo da salvare le porzioni utilizzabili adeguandole alle nuove norme, in locali caratterizzati da un’alta valenza artistica e perciò con attività di non facile esecuzione e conseguendo, altresì, un importante risparmio per le casse comunali. Le attività sono state effettuate, inoltre, senza alcuna interruzione per i servizi presenti a Villa Niscemi, che sono rimasti regolarmente attivi. Una delle novità del lavoro completato riguarda l’uso delle luci led per la valorizzazione di affreschi e decorazioni delle sale della villa settecentesca: sala Santa Rosalia, sala Quattro Stagioni e Sala Verde. La luce uniformemente distribuita offre oltre che ad un risparmio sui consumi, un perfetto connubio tra innovazione e piena tutela e valorizzazione dei beni storico-architettonici cittadini. L’intervento è stato progettato e diretto dalla direzione Pubblica illuminazione ed energia di AMG Energia e in particolare dall’unità organizzativa che si occupa di manutenzione straordinaria degli impianti elettrici interni. Gli interventi hanno ottenuto, tra l’altro, il benestare della Soprintendenza ai beni culturali, che è stata parte attiva anche durante l’esecuzione dei lavori con suggerimenti e indicazioni, così come l’ufficio del Centro storico del Comune e l’ufficio di Gabinetto del sindaco. “E’ un piccolo ma significativo intervento realizzato da AMG, coniugando la messa in sicurezza con l’innovazione e con il risparmio energetico - sottolinea il sindaco, Leoluca Orlando - che dà ancora più lustro ad uno dei beni monumentali della città, che speriamo possa presto tornare ad essere visitabile e fruibile pienamente dai cittadini una volta superata l’emergenza Covid”. “L’intervento che coniuga nuova tecnologia con la valorizzazione di una villa storica, sintetizza bene la vocazione di AMG Energia, società nata oltre cento anni fa ma che è sempre stata attenta all’innovazione e adesso più che mai vuole guardare avanti - dichiara il presidente Mario Butera - confermando la sua piena operatività al fianco del Comune. E’ il risultato delle competenze e professionalità presenti in azienda, pronte a misurarsi con compiti sempre nuovi e diversi”. Alcuni dati tecnici. Sono circa 95 i metri di striscia led installati nelle tre sale di Villa Niscemi: circa 26 metri nella sala Santa Rosalia, circa 37 nella sala Quattro Stagioni e circa 32 nella sala Verde. Si tratta di strisce led ad alta efficienza, installate sulle cornici delle stanze, che offrono elevate performance dal punto di vista illuminotecnico con ottiche adeguate all’espansione della luce verso il centro della volta, adatte proprio all’illuminazione di tipo artistico. Sono alimentate a 24 volt e rilasciano ben 1800 lumen/metro. Porzioni di queste strisce a led sono state anche dotate di kit di emergenza autonomo, in modo da consentirne all’attivazione anche in caso di momentanea mancanza di energia elettrica. Il progetto è stato completato con l’installazione di 12 lanterne artistiche, sempre a led, con ottiche opportune per minimizzare i consumi elettrici, sul prospetto principale e nella corte interna.

Leggi tutto    Commenti 3