Articolo
07 ago 2020

Foto | Che fine ha fatto la vasca di prima pioggia al Foro Italico?

di Fabio Nicolosi

Purtroppo ci abituiamo spesso alle lamiere e alle recinzioni di cantiere senza peró pretendere spiegazioni esaustive. E' il caso dei lavori in corso al Foro Umberto I nei pressi dell'impianto di sollevamento Porta Felice. Da anni ormai conviviamo con un'area invalicabile, una zona riservata a pochi. Nel 2018 vi portavamo degli scatti dell'area, ma distanza di due anni i progressi visibili non sono notevoli, anzi sono minimi. I lavori dovevano concludersi a fine 2018, ci troviamo a metà 2020 e dalle foto non é difficile dire che siamo ancora lontani dalla conclusione. Ma cosa ostacola il loro completamento ? Perché l'acqua presente e accumulata all'interno della vasca non viene asportata? Questi gli interrogativi che ci piacerebbe avessero una risposta. Magari tra i nostri lettori ci sará qualche tecnico o qualche addetto ai lavori che potrà aiutarci a trovare delle risposte. Il progetto della vasca di prima pioggia dell’impianto di sollevamento del Foro Italico di Palermo prevede la realizzazione di una vasca della superficie di circa 3.500 mq e di profondità circa 7 metri, localizzata in zona Foro Umberto I in prossimità dell’impianto di sollevamento esistente, a breve distanza dal mare. La vasca ha lo scopo di accumulare le acque meteoriche ricadenti sulle superfici impermeabili e di trattarle al fine di evitare il recapito in mare o nell'impianto di depurazione di sabbia, terriccio, idrocarburi, residui oleosi, particelle di materiali di consumo provenienti dagli autoveicoli circolanti, eccetera.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
14 giu 2019

Raccolta differenziata | Dal 19 giugno possibilità di ritirare i Kit presso il CCR Picciotti

di Fabio Nicolosi

L’Amministrazione Comunale della Città di Palermo, di concerto con SRR, RAP e CONAI, con l’obiettivo di migliorare e dare ancor più strumenti alla cittadinanza per aumentare la percentuale di Raccolta Differenziata in città, per salvaguardare l’ambiente e migliorare la qualità della vita e il benessere di ciascun cittadino,  sta puntando sia sulla rete dei Centri Comunali di Raccolta con una programmazione temporale ben precisa sull’apertura degli stessi  ma, nel contempo, sta operando per avviare un altro step di Palermo differenzia 2. Da oggi, operatori della Palermo SRR in campo in alcune vie ricadenti nel V step, come Rudinì, via Mignosi e via Michele Cipolla, per la distribuzione porta a porta di un avviso con informazioni e modalità alternative consegna Kit. A darne comunicazione l’Amministratore Unico di Rap Giuseppe Norata. “Proseguono, infatti, le attività di Start–Up nell’area del V Step “Settecannoli” che coinvolgerà circa 10.000 famiglie e 400 attività commerciali – spiega Norata.  L’Area che sarà servita dal “porta a porta” abbraccia via Lincoln, via Decollati, via Matera, via Gangitano, Corso dei Mille , Piazza Torrelunga, via Diaz,  via Messina Marine, Foro Umberto I e chiude nuovamente con  via Lincoln”. La volontà dell’Amministrazione e di tutti gli attori coinvolti è di avviare questo nuovo step il primo di ottobre. “Con l’aumento dei CCR e l’estensione del Porta a Porta  – spiega  il Sindaco Leoluca Orlando –  stiamo offrendo ai cittadini di buona volontà la possibilità di prenderci cura di Palermo, di rispettare il suo decoro e fare un investimento sul futuro più sostenibile della nostra città. L’amministrazione e le aziende stanno facendo il massimo per garantire i servizi e ci auguriamo che da parte di tutti i cittadini vi sia una chiara presa di coscienza ed assunzione di responsabilità per il futuro dei nostri figli e nipoti”. “La Giunta ha dato indicazioni chiare a tutte le aziende coinvolte per imprimere un’accelerazione al sistema Porta a Porta che rappresenta, se rispettato dai cittadini, quello più efficace e semplice per aumentare la raccolta differenziata – aggiunge l’assessore all’Ambiente Giusto Catania.  Dopo questo nuovo step di avanzamento, pensiamo di rivolgere la nostra attenzione alle aree di confine nelle quali purtroppo si concentrano discariche incontrollate e comportamenti incivili come quello della migrazione dei rifiuti”. Ad oggi da parte dell’Ufficio Coordinamento CONAI, per quanto riguarda le Utenze domestiche, sono stati contattati  l’80% dei condomini. Il 40% degli stessi ha ricevuto da parte della RAP i relativi bidoni carrellati. Dei restanti si attendono dati per potere contattare referenti e /o amministratori. Tutta la totalità delle utenze non domestiche sono state già raggiunte e servite di bidoni carrellati. Presso le grandi utenze presenti nello step si sono organizzati anche eventi formativi curati dalla Palermo SRR volti a spiegare le corrette modalità di raccolta ed a dirimere dubbi sull’organizzazione della stessa presso l’utenza. Particolare attenzione si è rivolta agli istituti scolastici ed alle strutture sanitarie presenti nell’area, in alcuni di questi si sono svolte attività specifiche, propedeutiche all’avvio del servizio, che hanno interessato tutto il personale. Dal 19 giugno fino al 19 luglio chi non volesse attendere, il passaggio da parte della SSR presso i propri condomini, potrà ritirare gratuitamente, per la prima consegna, presentandosi con un documento di riconoscimento in corso di validità,  l’attrezzatura necessaria per una corretta RD, recandosi direttamente al CCR di viale dei Picciotti 84,dal lunedì al sabato, orario continuato dalle 9:00 alle 17:00;  o presso la seconda circoscrizione sita in via San Ciro 15 , nei giorni di martedì e giovedì dalle 9:00 alle 12:30 ed il mercoledì dalle 14:30 alle 16:00.  Resta comunque a disposizione della cittadinanza, nonché dei condomini  per definire appuntamenti dedicati per le relative consegne dei bidoni carrellati  o Kit familiari , l’Ufficio Start-up  di Via Resuttana 360,  aperto dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 16:30. Telefono: 091 760.15.15 o e 091 326905. L’Amministrazione comunale in tal senso ha dato mandato alla Palermo SRR Area metropolitana di consegnare già da oggi gli avvisi ai cittadini che volessero usufruire di questa opportunità.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
22 ago 2018

Foto | In fase di realizzazione la vasca di prima pioggia al Foro Italico

di Fabio Nicolosi

I lavori fanno parte del progetto di disinquinamento della fascia costiera dall’Acquasanta al fiume Oreto, assegnati alla Tecnis per 15 milioni di euro e poi ceduti alla consociata Sikelia. Il progetto prevede il potenziamento del “Sistema Cala”, costituito dall’impianto di sollevamento porto e relativa condotta al collettore Sturzo, la realizzazione del collettore Sturzo, il potenziamento dell’impianto Porta Felice e il raddoppio della condotta permanente al collettore sudorientale. Il progetto della vasca di prima pioggia dell’impianto di sollevamento del Foro Italico di Palermo prevede la realizzazione di una vasca della superficie di circa 3.500 mq e di profondità circa 7 metri, localizzata in zona Foro Umberto I in prossimità dell’impianto di sollevamento esistente, a breve distanza dal mare. La profondità della vasca fa sì che l’opera debba essere costruita in presenza di falda di acqua marina fino all’altezza di circa 5 metri. La vasca è quindi soggetta a diversi fenomeni: forte pressione idrostatica negativa, aggressione chimica dall’esterno per l’acqua di falda salmastra, aggressione chimica interna per le acque di raccolta, viene realizzata contro una palificazione in parte esistente ed in parte realizzata per la costruzione dell’opera. E’ chiaro che in questa situazione i sistemi d’impermeabilizzazione tradizionali (membrane bituminose, teli bentonitici) non offrono alcuna soluzione percorribile, in quanto si tratta di realizzare platea e muri in presenza costante di acqua in pressione. In fase di progettazione si è quindi optato per la soluzione del sistema “vasca bianca” mediante impermeabilizzazione per cristallizzazione, cioè utilizzando degli additivi chimici che, addizionati al calcestruzzo, impermeabilizzano la sua intera massa sigillandone pori, capillari e microfessurazioni con una reazione chimica che forma al loro interno dei cristalli insolubili che bloccano il passaggio dell’acqua e quindi anche l’aggressione degli agenti chimici provenienti dall’esterno (cloruri, solfati, ecc.). Un altro particolare vantaggio dei prodotti cristallizzanti è la loro capacità di auto-sigillare le microfessurazioni anche se avvengono nel tempo, in quanto i componenti chimici che attivano la reazione sono sempre presenti nella massa del calcestruzzo. Ulteriori vantaggi di questa soluzione sono il fatto che la sua durata è perenne (cioè quella della struttura stessa), la sua economicità, semplicità e rapidità di esecuzione. Il completamento dell’opera è previsto entro la fine del 2018.

Leggi tutto    Commenti 30
Articolo
29 set 2017

CONCORSO A PREMI E PROGRAMMA | No smog mobility: il 4 e il 5 ottobre Palermo sarà la capitale della mobilità sostenibile

di Mobilita Palermo

Per due giorni Palermo torna capitale italiana della mobilità sostenibile, con forum e dibattiti, e dando anche la possibilità di saggiare alcuni fra i modelli di auto più moderne ed eco-compatibili fra quelli già in vendita. Ci sarà anche una finestra dedicata alla politica, con un confronto tra i candidati alla presidenza della Regione che saranno a chiamati a illustrare i loro programmi su trasporti, infrastrutture e mobilità. Sono solo alcuni di contenuti della settima edizione di “No smog Mobility”, in programma a Palermo mercoledì 4 e giovedì 5 ottobre: unica manifestazione dedicata alla mobilità sostenibile che si svolge nel meridione d’Italia. Ideata dai giornalisti Gaspare Borsellino e Dario Pennica (rispettivamente Direttori dell’agenzia di stampa Italpress e Sicilia Motori), No smog Mobility gode di una vasta partecipazione di pubblico attratto dalle novità esposte e dalla qualificata partecipazione di relatori e uditori ai forum. “Mostriamo idee e soluzioni per la mobilità sostenibile” non è solo il pay-off della manifestazione, ma anche l’esplicitazione dei contenuti. Perché se da una parte il pubblico - composto soprattutto da studenti universitari ed addetti ai lavori - può vedere e provare i più moderni modelli di veicoli, dall’altra parte i forum monotematici consentono di approfondire i diversi temi legati al rispetto dell’ambiente ed all’esigenze di mobilità individuale e collettiva, pubblica e privata, e per il trasporto di merci e persone, stakeholders, rappresentanti di aziende e associazioni (pubbliche e private), che possono contribuire con i loro interventi a rendere nota lo “stato dell’arte” nelle singole aree connesse alla mobilità (sicurezza, tecnologia, infrastrutture). Quest’anno il tema della mobilità sostenibile farà anche “irruzione” nella campagna elettorale in corso per le regionali, con una tavola rotonda, moderata dal vice direttore responsabile del Giornale di Sicilia, Marco Romano, che vedrà i candidati presidenti confrontarsi sui programmi legati proprio a questo aspetto. L’appuntamento è per mercoledì 4 ottobre nella Sala Camino del Grand Hotel et des Palmes. La mattina di giovedì sarà invece dedicata ai convegni, ai forum e ai dibattiti. Nella sede del Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi (Edificio 8 “Macchine” di viale delle Scienze), una lunga serie di incontri accenderanno i riflettori sul tema delle emissioni, della guida autonoma, delle nuove motorizzazioni ibride ed elettriche con interventi e contributi di professori, ingegneri, giornalisti ed esperti del settore. Oltre ai saluti del sindaco Leoluca Orlando e dei presidenti degli ordini degli architetti e dei giornalisti, è prevista la partecipazione di dirigenti e tecnici delle case automobilistiche che presenteranno le ultime novità in materia di sostenibilità e innovazione. Anche quest’anno, grazie al contributo degli organizzatori, saranno piantati altri alberi nel “Bosco di No Smog Mobility", ricavato nell'area antistante l’edificio 19 della cittadella universitaria. La rassegna è organizzata da Gadema Consulting con il supporto di A2A, Bosch e Unicredit. Saranno riconosciuti dei crediti formativi agli architetti e ai giornalisti iscritti agli ordini che parteciperanno ai lavori di giovedì 5 ottobre. Ecco il programma: Quest'anno si è pensato anche di organizzare un concorso fotografico che prevede per le migliori 3 opere un abbonamento al servizio di car e bike sharing offerte da AMAT Palermo s.p.a. Possono partecipare al concorso SAFETY ON THE ROAD tutti coloro i quali siano interessati al mondo della fotografia (amatori o professionisti) in forma singola o associata. Sono ammessi anche lavori presentati da associazioni. Si ritiene che si possa dare, attraverso le immagini, un contributo significativo sulla percezione di sicurezza a pedoni, ciclisti, ciclomotoristi, automobilisti, utenti, in generale, del sistema dei trasporti. Non vanno trascurati gli aspetti tecnici, infrastrutturali ed organizzativi della mobilità sia in ambito urbano che extraurbano. Le opere presentate devono essere inedite. La documentazione richiesta per la partecipazione al bando dovrà essere fatta pervenire entro e non oltre le ore 12 del 3 ottobre 2017 al seguente indirizzo mail all’indirizzo [email protected] riportante come oggetto “Concorso SAFETY ON THE ROAD”. Clicca qui per scaricare il bando Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 apr 2017

Collettore fognario | Tornano i lavori su Via Foro Umberto I

di Fabio Nicolosi

L'ordinanza n° 549 del 13 Aprile 2017, su richiesta della ditta che si sta occupando dei lavori al collettore fognario, da il via liberi a nuovi cantieri su Via Foro Umberto I I lavori si articoleranno in due fasi Nella prima fase sarà interessato il tratto di Via Foro Umberto I compreso tra 20 metri prima e dopo Via Lincoln con restringimento del tratto centrale. Da completare entro il 13 Maggio La seconda fase invece interesserà la corsia lato mare nel varco compreso tra Via Salita Mura delle Cattive e il successivo in direzione Cala. Verrà istituito il doppio senso di marcia nella corsia lato monte. Termine previsto 2 Giugno. Riportiamo l'ordinanza: Sarà dunque un mese molto pesante per il traffico della "via mare" che sconsigliamo caldamente di utilizzare specialmente nelle ore di punta. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
17 mar 2017

Collettore fognario | Tornano i lavori su Via Foro Umberto I

di Fabio Nicolosi

L'ordinanza n° 379 del 16 Marzo 2017, su richiesta della ditta che si sta occupando dei lavori al collettore fognario, da il via liberi a nuovi cantieri su Via Foro Umberto I In particolare sarà interessata da un chiusura totale al transito veicolare la corsia lato monte nel tratto compreso tra il varco precedente la Salita Mura delle Cattive e la stessa. Il traffico verrà quindi reso a doppio senso di marcia nel medesimo tratto lato mare. Riportiamo l'ordinanza: Il provvedimento è valido fino al 31 Marzo 2017

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
22 nov 2016

MAPPA | Collettore fognario Foro Umberto I – Modifiche sulla viabilità

di Fabio Nicolosi

Riportiamo il comunicato stampa del comune che informa i cittadini su come cambierà la viabilità in Via Foro Umberto I a causa dei lavori per il collettore fognario A partire da mercoledì 23 novembre prossimo, per consentire la prosecuzione dei lavori connessi alle opere per il disinquinamento della fascia costiera dall'Acquasanta al fiume Oreto e il potenziamento del 'sistema Cala', saranno apportate alcune modifiche sulla viabilità del Foro Umberto I e sarà istituito il doppio senso di marcia nella carreggiata lato monte e/o mare. Il provvedimento prevede tre fasi differenti. FASE I, fino al 21 dicembre 2016 o fino all'ultimazione dei lavori, se precedente a tale data. FORO UMBERTO I - Carreggiata lato mare, nel tratto compreso tra via Lincoln al varco successivo alla Salita Mura delle Cattive: chiusura al transito veicolare con deviazione sulla carreggiata opposta, mediante l' utilizzo dei varchi esistenti che andranno regolamentati di conseguenza. Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sui due lati. Dovranno essere montati dei dispositivi che impediscano ai veicoli provenienti da piazza Tumminello di svoltare a sinistra verso via Lincoln e/o di effettuare l'inversione di marcia. - Carreggiata lato monte, nel tratto compreso tra il varco precedente la Salita Mura delle Cattive e via Lincoln: istituzione del doppio senso di marcia con divisori tipo defleco o simili. Saranno ricavate due corsie per ogni senso di marcia e istituito il divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sui due lati della carreggiata. L'impianto semaforico, altezza piazza Kalsa, funzionerà con luce lampeggiante gialla. Si provvederà alla realizzazione di segnaletica di cantiere, anche orizzontale, che indichi le deviazioni e le canalizzazioni. FASE II, dalla conclusione dei lavori della Fase I, fino, e non oltre, al 21 gennaio 2017. FORO UMBERTO I - Tratto compreso tra 20 metri prima e dopo via Lincoln: chiusura al transito veicolare di ognuna delle due semi-carreggiate, con divieto di sosta con ZRP sui due lati di ciascuna di esse. FASE III, dalla conclusione dei lavori della fase precedente, fino, e non oltre, al 18 febbraio 2017. FORO UMBERTO I - Carreggiata di monte, nel tratto compreso tra il varco che precede la Salita Mura delle Cattive e la stessa: chiusura al transito veicolare; divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sui due lati della carreggiata. - Carreggiata lato mare, nel medesimo tratto: istituzione del doppio senso di marcia con divisori tipo defleco o simili. Saranno ricavate due corsie per ogni senso di marcia e istituito il divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sui due lati della carreggiata.

Leggi tutto    Commenti 1