Articolo
09 gen 2018

Amat, nuovo bando pubblicato per l’acquisto di 89 autobus urbani

di Antony Passalacqua

Dopo il recente bando pubblicato dal Comune di Palermo per l'acquisto di 33 nuovi autobus urbani, Amat pubblica un nuovo bando di gara per l'acquisto di ulteriori 89 autobus. A differenza del primo bando pubblicato dal Comune dove i finanziamenti sono a cura del programma Pon-Metro di cui la città di Palermo è beneficiaria, il finanziamento qui proviene dal Ministero dei Trasporti per il rinnovo delle flotte del trasporto pubblico locale e in cofinanziamento da parte di fondi aziendali. Il Decreto Ministeriale n.15/2017 infatti destina 50mln di euro per ciascun degli anni 2017-2018-2019 al rinnovo del parco mezzi bus del trasporto pubblico locale purché venga assicurata la quota di cofinanziamento minimo stabilito dal decreto. Nello specifico il nuovo appalto prevede la fornitura di autobus ripartita in 4 lotti: 1° Lotto-fornitura 2 autobus urbani  di lunghezza compresa fra mt 6,90 e 7,20 con propulsore alimentato a gasolio; 2° Lotto-fornitura 38 autobus urbani di lunghezza compresa fra mt 10,40 e 10,90 con propulsore alimentato a gasolio; 3° Lotto-fornitura 39 autobus urbani di lunghezza compresa fra mt. 11,50 e 12,40 con propulsore alimentato a metano; 4° Lotto-fornitura 10 autobus urbani autosnodati di lunghezza compresa fra mt 17,70 e 18,20 con propulsore alimentato a gasolio. Termine dei presentazione delle offerte di gara: 13/02/2018 Apertura delle offerte: 26/02/2018 Termine di consegna degli autobus: entro 150 giorni solari e consecutivi dall'ordine. Questi autobus si sommano a quelli già in gara da parte del Comune di Palermo (complessivamente 33+89) e che con ogni probabilità vedremo già su strada fra Agosto e Settembre 2018. I bus saranno già dotati di validatrici per i biglietti a banda magnetica, telecamere, sedili del tipo "antivandalismo", ripetitore gps per geolocalizzazione, display informativo interno. Con questa operazione verrà praticamente svecchiato un buon 50% dell'attuale parco bus Amat con possibilità di incrementare il numero delle vetture in strada. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
28 dic 2017

ESCLUSIVO | Amat: pubblicato il bando per l’acquisto dei nuovi bus da 12 e 18 metri

di Fabio Nicolosi

Fra la pioggia di finanziamenti che il Comune di Palermo sta beneficiando, all’interno del programma Pon-Metro (finanziamenti destinati alle città metropolitane), spicca l’acquisto di nuovi autobus destinati a rinnovare parte della flotta Amat. Si tratta nello specifico di: 10 autobus autosnodati da 18m diesel euro 6 e 26 autobus da 12m diesel euro 6. Tutti andranno a sostituire vetture datate. Ed è soprattutto il caso degli autosnodati, tutti in servizio della linea 101, dove sono presenti vetture come Fiat Iveco 490e che hanno praticamente alle spalle circa 19/20 anni di servizio.  Troppi se consideriamo l’intenso utilizzo. Ad ogni modo questi bus non aumenteranno assolutamente la frequenza di alcune linee, ma di certo tamponeranno il fenomeno dei guasti che si verifica spesso. E da qui anche il perché troviamo alcuni giorni vetture da 12m lungo la linea 101, sottratti sicuramente ad altre linee per sostituire gli autosnodati guasti. Ma cosa occorre realmente per migliorare nettamente la frequenza di determinate linee? Tutto ruota attorno al contratto di servizio che disciplina e regolamenta il servizio richiesto dal Comune di Palermo, soprattutto in ambito di chilometri da percorrere annualmente. Ottimizzare il lavoro dell’officina, evitare la mancanza di autisti. In breve, più risorse si investono nel contratto di servizio e più corse potrà garantire Amat. Quante vetture sono necessarie per garantire un buon servizio? Giornalmente escono circa 150 vetture, e servirebbero almeno 350 bus per considerare buono il servizio in tutta l’area di Palermo. Ieri sul sito del comune sono stati pubblicati il bando diviso in due lotti: Lotto 1: fornitura di n. 10 autobus urbani, classe europea I, di lunghezza compresa fra mt 17,70 e 18,30, con propulsore alimentato a gasolio e rispondenti al Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 1 aprile 2010 ed ai criteri di cui al Decreto Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 08/05/2012. La fornitura è comprensiva del servizio di manutenzione “full service” per un periodo di sei anni. Lotto 2: fornitura di n. 23 autobus urbani, classe europea I, di lunghezza compresa fra mt 11,90 e 12,30, con propulsore alimentato a gasolio e rispondenti al Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 1 aprile 2010 ed ai criteri di cui al Decreto Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 08/05/2012. La fornitura è comprensiva del servizio di manutenzione “full service” per un periodo di sei anni. L’importo complessivo presunto per i due lotti a base di gara è pari ad €.16.299.240,00 + I.V.A..  La gara sarà celebrata il giorno 07.03.2018 alle ore 09.00 nei locali del Comune di Palermo, Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Per partecipare alla presente gara gli operatori economici devono fare pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 21.02.2018 a mano o a mezzo del servizio postale o di agenzia di recapito, un plico sigillato, per ognuno dei due lotti, contenente la documentazione di seguito indicata. Il bando integrale é disponibile sul sito del comune al seguente LINK Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
14 nov 2017

Palermo – in tram verso la mobilità nuova

di Salvatore Galati

“Palermo - in tram verso la mobilità nuova”. Legambiente ha insignito del premio "Buone Pratiche - Ecosistema Urbano 2017" la città di Palermo. Legambiente Onlus, ha premiato l'amministrazione comunale per il percorso intrapreso con la mobilità sostenibile e per la scelta delle nuove linee di tram verso il centro. Palermo ha scelto la mobilità sostenibile e con essa ha superato la sconnessione tra periferie e centro, consentendo che tutti i quartieri abbiano pari dignità e siano collegati grazie alla cura del ferro, alla realizzazione di quattro linee di tram già in esercizio ed altre tre linee che sono progettate con i fondi del Patto per il Sud, il Patto per Palermo. Cita il primo Cittadino. Il tram da solo non basta per le esigenze dei cittadini, in oltre bisogna accoppiare altre forme di mobilità come: il car sharing, anche elettrico; il bike sharing; il taxi sharing; le aree pedonali, ad ampie zone di wi-fi free e lo sviluppo delle connettività digitale. Tante scelte contribuiscono il cambiamento dello stile di vita di molte persone, in una città che vive questo riconoscimento di Legambiente come un invito ad andare avanti attraverso un percorso che si arricchisce di prestigiosi riconoscimenti, come l’itinerario Unesco arabo normanno, la Capitale Italiana dei giovani 2017 e la Capitale italiana della cultura 2018. Un tema molto importante per la nostra città e che ci auguriamo che possa migliorare la vita di tutti noi. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
13 nov 2017

Grandi stazioni |In completamento la copertura del nuovo terminal bus extraurbani

di Salvatore Galati

Stiamo seguendo i lavori all'interno della stazione centrale, ed in particolare il nuovo terminal che ospiterà i bus extraurbani. I lavori sembrano essere in fase conclusiva. Qui di seguito un aggiornamento riguardo vari punti dell'area: Rifinendo gli ultimi dettagli dell'area esterna possiamo notare installata una pavimentazione con delle lastre di cemento pigmentato (come piazza Cupani). Installata una nuova pensilina, accanto al binario 10 con copertura di metallo. Sulla destra notiamo un'altra pensilina, che conduce all'interno del terminal. Ve ne sono molte altre dislocate in tutta l'area esterna con le stesse caratteristiche. I prospetti dell'edificio hanno delle lastre di marmo (tipico di molti edifici di Palermo e lo stesso utilizzato all'interno della stazione, sostituito da poco). Un particolare molto interessante, si trova all'interno del terminal, la presenza di vetrate nei vari ingressi dona un tocco moderno al prospetto. Infine possiamo notare questi sostegni in ferro, che si vedono nelle pensiline prima di arrivare ai binari, non è che si trattano di sostegni per quella famosa copertura dell'area prima dei binari? Si vedrà nelle prossime settimane... Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Segnalazione
10 nov 2017

E’ troppo chiedere agli autisti dei bus di rispettare gli orari di partenza?

di guglielmo

Credo fortemente che i mezzi pubblici debbano essere utilizzati quanto più possibile (lasciando a casa l'auto)! Oggi l'ennesimo disservizio. Uso frequentemente l'app moovit per controllare partenze e percorsi con i mezzi pubblici. Oggi ero al terminal del 704 di piazza Francesco Crispi (piazza croci). L'autobus è partito con 9 minuti di ritardo rispetto all'orario indicato su moovit (corrispondente anche a quello indicato su google maps),  non mi sembra di andare fuori strada se capisco che l'autista è partito in ritardo! In totale ho aspettato il bus 35 minuti (mentre la frequenza sulla carta di 1 bus ogni 20'). Ma come posso avere fiducia nell'uso dei mezzi pubblici se per spostarmi devo impiegare ore intere su una giornata che ne fa solo 24?? Per fortuna posso scegliere e questo mi induce a prendere l'auto. In questo caso le difficoltà economiche dell'amat non c'entrano nulla (l'autobus c'era e l'autista pure!!!). Quando riuscirà l'AMAT a far rispettare almeno gli orari di partenza???

Leggi tutto    Commenti 4    Proposte 0
Articolo
02 nov 2017

Come sarà la pavimentazione di Piazza Giulio Cesare?

di Salvatore Galati

Proseguono i lavori della pedonalizzazione antistante l'atrio principale della Stazione Centrale di Palermo. Vi abbiamo raccontato di questo cantiere in diversi articoli. Vogliamo buttare uno sguardo sul cantiere per alcuni dubbi e riflessioni, che riportiamo di seguito. (una pianta del progetto)   Qualche precisazione: da progetto si doveva eliminare la pensilina interna, mentre rimaneva quella più esterna, invece è stato fatto il contrario, come da foto; nell'isola pedonale sono stati installati 2 pali di tipo "storico" a quattro braccia; una seconda precisazione, è che nell'isola pedonale hanno usato delle pietre chiamate "Ciache" (estratte dalla cava di Bellolampo), mentre da progetto si diceva che utilizzavano delle pietre laviche. Qui di seguito, a forma quadrata, le pietre "Ciache", installate alla pavimentazione dell'isola pedonale;     Per quanto riguarda invece la Piazza Giulio Cesare, in questo periodo sta subendo dei lavori per la sostituzione dei pali dell'illuminazione pubblica, con dei pali eleganti di tipo "storico". Con questi lavori, è giunta l'occasione per riqualificare la piazza, che aveva una pavimentazione con del cemento degradato e non conforme a una piazza storica. Inoltre non ci sembra un bel biglietto da visita per i turisti che raggiungono la Stazione Centrale per visitare la nostra città. Dunque la piazza avrà una pavimentazione con delle pietre laviche,  più eleganti. Qui di seguito alcune foto: in particolare in questa foto si può vedere la differenza tra la pietra "Ciaca" e la pietra lavica (i mattoni uno sopra l'altro) Qui di seguito vari blocchi di pietra lavica:   Ed ecco qua, le prime pietre già installate, a prima vista sembra carina la pavimentazione.   Però nascono delle perplessità: Come mai non hanno utilizzato un solo tipo di pietra? Come mai hanno stravolto il progetto dell'isola pedonale? La pavimentazione doveva essere con le pietre laviche, mentre la pensilina da eliminare era quella interna. Che fine farà la pensilina esterna? Considerazioni: Nella nuova area molto probabilmente verranno installati nuovi cestini getta-carta, nuove panchine e magari qualche fioriera. Sarebbe auspicabile e più logico, che la seconda pensilina venga messa in cosa con quella interna, cosi si ha una maggiore copertura dell'area, è brutto che si veda metà isola con una pensilina, è come se ci fosse un "vuoto" o come se mancasse qualcosa. Alla fine dei lavori, avremo dei spazi in più e anche più accoglienti, tutto per il beneficio dei cittadini. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
02 set 2017

A bordo dei bus manifesti con foto segnaletiche del borseggiatore “Non ti vogliamo sui nostri bus”

di Antony Passalacqua

Palermo, 02 settembre 2017 - “Non ti vogliamo sui nostri bus”, firmato Amat Palermo. Questo il messaggio affisso da questa mattina all’interno dei bus 101 e 102 del capoluogo siciliano, rivolto al borseggiatore seriale arrestato dalla Polizia lo scorso 29 agosto che dopo la scarcerazione si era vantato sui social network. L'Azienda pubblica che gestisce i servizi per la mobilità nella città ha ritenuto necessario assumere questa iniziativa a tutela di tutti coloro, cittadini e turisti, che utilizzano il servizio di trasporto pubblico. “Abbiamo voluto lanciare un messaggio diretto ed efficace - afferma Antonio Gristina, presidente dell'azienda - rivolto a mettere in guardia i passeggeri ma anche ad affermare la nostra vicinanza e gratitudine alle Forze dell'ordine”. Gli adesivi si trovano sui trenta bus, che abitualmente sono programmati per le linee 101 e 102 che attraversano il centro cittadino. A rafforzare il messaggio è il fatto che gli adesivi sono realizzati con la foto diffusa proprio dalla Polizia e con i contenuti apparsi sulla stampa. Il messaggio è tradotto anche in lingua inglese. “La tutela dei passeggeri e del nostro personale è una priorità dell'azienda e anche per questo motivo, da oltre un anno, a bordo di molte vetture sono presenti i vigilantes. Non voltiamo la faccia dall’altro lato - continua Gristina -. Spero che questo nostro primo passo possa condurre verso una più proficua collaborazione anche con i cittadini, che invitiamo a denunciare senza remore gli episodi di borseggio”. Apprezzamento viene espresso dal sindaco Leoluca Orlando che afferma come "questa iniziativa si inserisce ed è in sintonia con quelle realizzate negli anni in città da tanti cittadini singoli e organizzati contro ogni forma di grande e piccola criminalità, dal pizzo ai posteggiatori abusivi. È un segno di sintonia culturale e collaborazione fra aziende, istituzioni e cittadini, per affermare che non ci sono a Palermo zone franche".

Leggi tutto    Commenti 8