Articolo
07 set 2015

Sfruttiamo le fonti rinnovabili

di Giovanni_V

Forse i nostri amministratori dovrebbero impegnare i fondi a loro disposizione  per dare uno sguardo ai Paesi civili ed imparare. Ogni giorno si può assistere a lezioni di civiltà e modernità; un esempio? Eccolo qui In Olanda entro tre anni i treni saranno alimentati ESCLUSIVAMENTE  da energia fornita dall'eolico. Per noi fantascienza. E da noi? Eh, ma qui siamo in Sicilia, da noi non c'è tutto questo vento, gli impianti eolici sono brutti da vedere, sono rumorosi, poi c'è la la malavita a mettere mano agli appalti. Il Sole che ci fa arrostire da marzo a dicembre? Perchè non sfruttare questa fonte inesauribile e gratuita? E' paradossale, ma le regioni del Nord Italia  sono più avanti di noi. Guardare un piccolo esempio per credere e vergognarsi di appartenere a questa terra: Mi sembra il discorso del palermitano tipo: "E che c'entra? qui siamo al Sud! Fuori (ma fuori che?) è un'altra cosa!" In effetti qui abbiamo un'entità aliena superiore che ci impedisce di evolverci dallo stato di ominidi. Così se sei turista "fuori" sei essere perfetto, non getti  la carta delle caramella se non trova il contenitore per la differenziata e giri un'ora per cercarlo, ma a casa tua è lecito liberarsi del divano o del frigorifero e scavallarlo  sul marciapiede. Spero che si mobilitino le coscienze dei giovani validi, si riesca a buttare via una classe politica nullafacente e deleteria, si studi meglio (qualitativamente) per la civiltà e  per il rilancio di una terra con grandi potenzialità, ma che lentamente sta morendo. Altrimenti, meglio andare via. E più presto possibile.    

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
26 ott 2015

Sostenibilità energetica, al via test per i lampioni fotovoltaici

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa l'installazione di lampioni fotovoltaici con luci Led. Illuminazione a costo zero a Palermo, nelle zone prive di impianti di pubblica illuminazione e nei giardini pubblici attraverso lampioni fotovoltaici con luci LED. E’ la svolta cui mirano Comune di Palermo e Amg Energia Spa e per la quale cominceranno nei prossimi giorni alcuni test.  L’azienda dell’energia del Comune avvierà infatti il test di due strutture dimostrative per una sperimentazione che dovrebbe durare quattro settimane in due siti della città non illuminati, piazza Russia e il Giardino Inglese. I lampioni da sperimentare arriveranno ad Amg all’inizio della prossima settimana e, considerando i normali tempi tecnici di montaggio, saranno posizionati nei due siti entro la prima settimana di novembre.  Si tratta di due lampioni che rispondono ad esigenze diverse: uno stradale adatto per ampie vie, l’altro di arredo urbano progettato per l’illuminazione di parchi e piste ciclabili. La luce emessa è bianca, con una tonalità media e soddisfa i requisiti prestazionali illuminotecnici per l’illuminazione stradale in Italia.  “In caso di successo della sperimentazione – sottolinea il presidente di Amg Energia, Mario Pagliaro che ha annunciato l’avvio del progetto – ci attiveremo insieme al Comune per reperire le risorse necessarie a dotare progressivamente la città di questi lampioni, ricorrendo alle possibilità offerte in questo settore dai Programmi nazionali e comunitari per l'efficienza energetica. E' una scelta obbligata guardando la futuro di una fra le più assolate città italiane, dove l’illuminazione solare può avvenire su scala finalmente significativa”.  I lampioni fotovoltaici con luci LED e batterie ad alte prestazioni vengono oggi utilizzati per l’illuminazione stradale ma anche per quella di parchi e giardini, ville e piste ciclabili: sono installati in oltre un milione di casi al mondo e ce ne sono parecchi anche in Sicilia. Se ben costruiti (soprattutto per quanto riguarda la parte elettronica) i lampioni solari sono ideali per tutte quelle situazioni in cui non esiste o non si intende realizzare linea elettrica, con risparmi sui costi di l’elettricità per i comuni o le società che gestiscono il servizio dell’ordine di decine di migliaia di euro ogni anno.  Infatti, l’elettricità necessaria ad alimentare le lampade LED viene generata gratuitamente dal pannello fotovoltaico posto sulla sommità del lampione ed accumulata in batterie di ultima generazione, capaci di sopportare migliaia di cicli di ricarica: non vi sono consumi elettrici e non è necessario realizzare uno scavo per posare la linea di alimentazione. Inoltre nei migliori lampioni fotovoltaici è inserito un sistema di controllo a distanza (normalmente tramite interfaccia Bluetooth) che consente di abbattere i costosi interventi di manutenzione sui punti luce stradali, dal momento che il manutentore può controllare tutti i parametri di funzionamento del sistema fotovoltaico ed elettronico senza salire fisicamente sul punto luce.  Il lampione da arredo urbano che verrà testato in città è alto 4 metri e mezzo, utilizza un’innovativa lampada LED circolare che eroga la luce a 180 gradi con altissima efficienza luminosa, la luce emessa è bianca, con una tonalità media, ottimizzata per percorsi pedonali e aree verdi. L’accensione media per 10-12 ore a notte è garantita per 3-4 giorni consecutivi in assenza di sole. Due sensori a raggi infrarossi, infatti, rivelano la presenza di persone e portano immediatamente il flusso luminoso al massimo valore; dopo 2 minuti, in caso di assenza di persone, il flusso luminoso torna al valore ridotto. L’altro lampione che verrà testato è un vero e proprio lampione stradale alto quasi otto metri. Il pannello fotovoltaico lavora sempre al punto di massima potenza e il regolatore di carica gestisce automaticamente l’accensione e lo spegnimento della lampada: al crepuscolo il regolatore accende la lampada e la mantiene accesa per un numero di ore configurabili dall’utente (l’impostazione di base è di otto ore). Un pregio ulteriore è la sicurezza: i lampioni sono realizzati totalmente in classe di isolamento elettrico III, cioè sotto la soglia della bassissima tensione.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
22 mag 2015

In arrivo i varchi e telecamere verbalizzanti nelle aree pedonali

di Antony Passalacqua

Tempi duri per incivili e trasgressori delle aree pedonali in Centro Storico. L'Amministrazione Comunale ha avviato l'acquisto tramite il mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (Consip), di un sistema di controllo degli accessi nelle aree pedonali del Centro Storico. Si tratta di varchi automatizzati che invieranno i dati rilevati ad un sistema centrale di controllo dove, attraverso alcune postazioni operatore, saranno validati dalla Polizia Locale ed inviati al sistema di verbalizzazione  (emissione sanzioni) già in uso presso il comando della Polizia Municipale di Palermo. Spesa complessiva € 210.000,00 iva inclusa Qui una copia della delibera    

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
26 apr 2018

Arrivano i semafori intelligenti a LED

di Fabio Nicolosi

L’intervento prevede la sostituzione di lanterne semaforiche ad incandescenza con gruppi ottici a LED, in corrispondenza degli assi viari della Città di Palermo a più alta densità di traffico. L’Amministrazione comunale intende provvedere alla sostituzione delle lampade semaforiche ad incandescenza, attualmente installate in gran parte degli impianti, ormai obsolete e a breve non più reperibili sul mercato, al fine di garantire la continuità del servizio ed un cospicuo risparmio energetico. Il sistema semaforico attuale è costituito da n.187 impianti equipaggiati con 6935 lanterne ad incandescenza, delle quali gran parte in condizioni di vetustà. E’ prevista, l’installazione di 51 nuovi regolatori semaforici “intelligenti”, di circa 921 lanterne semaforiche a LED a 3 luci, di circa 42 lanterne semaforiche a LED a 2 luci, di circa 122 lanterne semaforiche a LED a 1 luce e di 70 gruppi ottici a LED e di 102 telecamere per la realizzazione di “spire virtuali” per la rilevazione dei dati di traffico. Si vuole, infatti, realizzare un sistema finalizzato principalmente a migliorare la fluidità del traffico, soprattutto negli assi viari principali della Città. Il presente progetto è redatto ai sensi del D.Lgs. 50 del 18/04/2016 e finanziato nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane (PON Metro), presentato da questa Amministrazione al Dipartimento Ministeriale per lo Sviluppo Economico. Più precisamente, le azioni del Programma PON Metro integrano e sviluppano il ruolo strategico previsto dal PRG per l’area costa sud, coniugando una proficua integrazione tra le funzioni logistiche e innovative destinate al trasporto urbano con quelle indispensabili per assicurare a porzioni di territorio divenuto uno dei principali poli di attrazione, di intrattenimento, ricreativo commerciale e di inclusione sociale. Gli obiettivi dell’intervento sono duplici e precisamente: sostituzione di lanterne semaforiche ad incandescenza con gruppi ottici a LED, con previsione di circa l’80% di risparmio relativamente a ciascuna lampada ad incandescenza sostituita; fluidificazione del traffico cittadino grazie all’adozione di spire “virtuali” di rilevazione dei dati di flusso e della installazione di regolatori telecontrollati “intelligenti” in grado di discriminare i tempi dei semafori in base alle informazioni provenienti dalle spire virtuali. Tutti i regolatori installati verranno interconnessi mediante una rete telematica per consentire una dinamica gestione dei cicli semaforici degli impianti ma anche, in futuro, l’interazione con altri sistemi di gestione della mobilità presenti nel territorio. L’obiettivo di cui sopra assume una interessante valenza sinergica stante il fatto che, con altra progettazione in ambito PON, l’Amministrazione intende sostituire parte delle lampade a vapori di mercurio della Pubblica Illuminazione con altre sorgenti a basso consumo. Gli interventi previsti fanno parte di un ampio programma nel campo della mobilità sostenibile in quanto permetteranno una fluidificazione del traffico cittadino, nonché una diminuzione dell’inquinamento stradale dovuto al prolungato stazionamento delle auto ferme agli incroci. Valore dell’appalto: € 970.303,22 Durata dell'appalto: 306 (trecentosei) giorni dalla data di consegna lavori Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 23.05.2018 Modalità di apertura delle offerte: prima seduta pubblica presso l’Ufficio Gare – Affidamento LL.PP. Via San Biagio n. 4 C.A.P. 90134, Palermo alle ore 9,30 del giorno 24.05.2018 Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
28 mag 2015

Da Giugno il biglietto AMAT si paghera’ con il credito del cellulare

di Giulio Di Chiara

E' annuncio di oggi da parte dell'Ing. Caminiti di AMAT, l'avvio di una sperimentazione della societa' di trasporto palermitana che consentira' a tutti gli utenti di acquistare una corsa sugli autobus di linea attraverso l'utilizzo del semplice smartphone. A differenza della precedente sperimentazione con l'app MyCicero, il biglietto verra' generato semplicemente avvicinando il proprio smartphone dotato di tecnologia NFC alle obliteratrici installate sulle vetture. Il costo del titolo di viaggio verra' scalato automaticamente dal credito telefonico del passeggero, che cosi' non dovra' disporre di carte prepagate e conti online per usufruire del servizio. La sperimentazione durera' 6 mesi e scattera' dal 1 giugno. Il partner tecnologico dell'iniziativa di AMAT dovrebbe essere Wolley.com

Leggi tutto    Commenti 17
Segnalazione
06 lug 2015

Imbrattate le auto del Car Sharing Palermo

di Fabio Nicolosi

Riportiamo la segnalazione del Car Sharing curato da Amat che la notte scorsa ha ricevuto un atto vandalico sulle loro auto. Condanniamo con fermezza questo gesto che danneggia un bene pubblico. La nostra è una città piena di contraddizioni fra desiderio di migliorarsi e rifiuto, con qualsiasi mezzo, di ciò può "disturbare" il ristretto orticello del privato, anche se si danneggiano gli interessi della collettività. Ieri sera abbiamo subito un atto vandalico in via Cheren a Passo di Rigano dove due nostre auto sono state imbrattate di vernice. La contraddizione sta proprio nel fatto che in talune zone della città non si vuole guardare all'evoluzione dei servizi al cittadino. Noi continuiamo, tuttavia, ad andare avanti, consci che dobbiamo fare la nostra parte anche nelle periferie e non solo nel salotto buono della città, per migliorarle e renderle più vivibili. Proprio perché palermitani siamo tutti, ma ricordiamoci che Palermo è troppo bella rimanere nella mediocrità sociale come qualcuno ottusamente vorrebbe. Aiutiamo la nostra Città (tutta) ad essere migliore e più bella.   Il servizio Car Sharing comunica infine che le vetture sono state ripristinate e già state poste in servizio.

Leggi tutto    Commenti 2    Proposte 0
Articolo
27 lug 2015

Arrivano le colonnine per la ricarica di auto elettriche

di Antony Passalacqua

Come preannunciato qualche settimana fa, sono in corso i lavori per l'installazione delle prime colonnine di ricarica per auto e scooter elettrici. I lavori fanno parte della recente fornitura al Car Sharing Amat di 24 auto Renault Zoe ad alimentazione elettrica e 16 colonnine di ricarica. Auto che costituiranno la prima flotta del Car Sharing elettrico in città e si andranno aggiungere alle altre auto a metano, già in servizio in città. I parcheggi che verranno dotati di colonnina di ricarica conduttiva di corrente, saranno rispettivamente: Park Ungheria, Park I. Florio, Park Teatro Massimo, Park Politeama, Park Notarbartolo, Park Malta, Park Campania, Park Porto. Sedici saranno complessivamente le colonnine di ricarica, i cui lavori sono già in corso. Qui le prime colonnine installate presso piazza Ungheria.

Leggi tutto    Commenti 7