14 gen 2011

Palermo o Sarajevo?


Le immagini qui sotto sono state scattate dalle parti di via Imera, proprio in corrispondenza del cantiere del passante ferroviario. Non mostrano nulla di nuovo, se non il volto di una città deturpata e totalmente abbandonata a se stessa. Un risultato del genere sembra più una testimonianza bellica della Sarajevo post bombardamenti, anche se pure lì magari si sarebbero risparmiati le cataste di immondizia. Chi ci amministra prende atto e continua a guardare come se niente fosse…che serva da lezione ai palermitani, così che la prossima volta sappiano scegliere secondo coscienza chi dovrà occuparsi di questa città.

(click per visualizzare a tutto schermo)


amiacammaratacomune di palermodiego cammarataimmondiziamobilita palermorifiutiSegnalati

48 commenti per “Palermo o Sarajevo?

Comment navigation

  • MarcoG 8
    15 gen 2011 alle 13:44

    Epifanio, il post era diretto ai consiglieri comunali, quindi se non sei consigliere non è diretto a te ehehe :-)

  • blackmorpheus 54519
    15 gen 2011 alle 13:47

    @tonio.fiorino

    quoto per i sindaci delle madonie, un territorio che ha tantissimo da offrire e che stanno sfruttando molto bene dal punto di vista turistico. Petralia Sottana poi è stupenda, non me lo sarei mai aspettato

  • tonio.fiorino 0
    15 gen 2011 alle 14:19

    si ho la fortuna di conoscere molto bene chi sta amministrando queste piccole realta`..
    sono tra i comuni in italia con le percentuali piu` alte di riciclaggio dei rifiuti..grazie alla presenza del parco, stanno riscoprendo un crescente flusso di turisti, finanziano lo sport, come il caso di castelbuono, il buon cibo, il biologico e locale..la notte bianca di collesano e` ormai un evento consolidato..
    questo sottolinea che quando si vuole si puo`..e l`alternanza e` una cosa obbligatoria, se vogliamo uscire da anni di politica oscura e cattiva amministrazione..
    mi intrisce molto vedere come e` ridotta la mia citta`, conoscere i responsabili e non potere fare molto per spingere per un rinnovamento reale che non puo` venire di nuovo da un Micciche` o un Musotto..

  • Davide Epifanio 0
    15 gen 2011 alle 15:05

    @tonio.fiorino
    per me non è fondamentale l’alternanza dei governi, ma la concretezza della gestione amministrativa del territorio che questi devono portare egregiamente a termine.
    Se per alternanza intendi ineleggibilità di politici che hanno già governato, mi trovi pienamente d’accordo.

    Fare un paragone tra i problemi (risolti) di piccole cittadine con Palermo è azzardato, sono realtà troppo differenti, soprattutto culturalmente. Con questo non voglio dire che il modello dei paesi da te citati non possono far comparsa a Palermo ma solamente che non è così semplice, ne tanto meno dipende da schieramenti politici.

  • mimusso 157
    15 gen 2011 alle 19:21

    Mi permetto di dire, senza che nessuno si offende, che le discussioni sullo schieramento politico sono di “lana caprina”.
    Certe volte, anzi molto spesso, troppo probabilmente, si fa del manicheismo, tacciando per negativo tutto quello che possa essere destra/sinistra , pensando che svoltando schieramento possa cambiare davvero qualcosa.
    Senza accorgersi o pensare che PDL, UDC, PD, IDV etc etc sono tutte facce della stessa medaglia (basta leggere un giornale per capirlo) e che nella maggiorparte dei casi anche gli stessi interpreti (che cambiano schieramento politico come noi il posteggio sotto casa).
    Bisogna spostare il dialogo, il confronto e anche le proteste su temi quali civiltà, mentalità, miglioramento e non soffermarsi sul colore politico di turno…

  • Roberto1 521
    17 gen 2011 alle 9:29

    L’amministrazione non fa il proprio dovere. Le municipalizzate non fanno il proprio dovere (dal presidente fino all’ultimo degli operai). Certe bestie rendono questa città una discarica a cielo aperto. Chi dovrebbe controllare non lo fa e si gira dall’altra parte. Ma chi è che dovrebbe controllare? IL CITTADINO!!! Noi Palermitani dovremmo essere critici e PROTESTARE contro chi consente questo schifo. Ma non lo fa nessuno e lo schifo continua. Non ci sono speranze fino a che non cambierà la testa della gente e fino a che i cittadini non capiranno che ciò che succede fuori dalla loro porta di casa è comunque qualcosa che li riguarda.

  • tonio.fiorino 0
    17 gen 2011 alle 12:33

    i discorsi di schieramento non sono lana caprina, ma e` vero che la persona spesso vale piu` di mille ideologie..
    ne abbiamo avuto 2 esempi sulla nostra pelle.. Pio Latorre e Piersanti Mattarella, che ben oltre le loro ideologie e partiti hanno saputo dare qualcosa di immenso non solo alla nostra regione..

    per il resto sono sempre piu` convinto, vivendo fori in un altro pianeta, che l`alternanza e` fondamentale nel combattere le clientele.
    i nostri politici che governano e amministrano adesso, sono chi piu` o chi meno al governo da 15 anni??
    questo ha comportato un ritorno al feudalesimo mafioso peggiore che si sia mai. i nomi sono gli stessi..prima giravano a cavallo e con due uomini con le lupare, oggi in auto blu con autista e scorta pagata da noi per difenderli da loro stessi..

    Micciche` e` da anni l`affabulatore di molti sistemi e alleanze, ha cavalcato due o tre cavalli contemporaneamente, ma facci caso e` sempre li` a farsi bello..
    il prossimo sindaco che proporra` lo schieremanto di destra sara` frutto per forza di queste logiche e ovviamente vincera`..perche` ormai sono feudi veri e propri..
    al contrario se ci fosse una vera alternanza dopo 2 mandati di pseudo opposizione e` compito della sinistra rompere i giochi e vincere i potentati..e questa volta potrebbero farcela, come riusci` orlando, perche` nessuno vuole la patata bollente sul serio..se nn con un consenso vero e ampio che ad oggi e` impossibile da raccogliere..perche` la societa` e` stata disgregata a tal punto che veramente siamo diventati lupi contro altri lupi..


Lascia un Commento