Articolo
01 mar 2010

Autista bus ferito, l’Amat chiede un forte intervento alle forze dell’ordine

di Antony Passalacqua

Riceviamo comunicato stampa Amat in merito l'aggressione di un'autista da parte di alcuni vandali, avvenuta sabato 27 Febbraio. Riteniamo che  episodi di violenza come questi ed atti ancor più gravi che hanno scosso in questi giorni la città, non devono farci abbassare la testa. Bisogna avere il coraggio di ribellarsi, prima di non accorgersi più di niente... “E’ sconcertante assistere all’ennesima aggressione al nostro personale e al clima allarmante che si sta creando alla luce dei recenti fatti di violenza in città”. Lo afferma Mario Bellavista, presidente dell’Amat, all’indomani dell’aggressione subita da un autista della linea 101 da parte di un gruppo di ragazzi fuori controllo. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
27 feb 2010

Targhe alterne: da metà Marzo nuovo provvedimento

di Antony Passalacqua

Nei giorni scorsi, ci siamo volutamente tirati fuori dal gran balletto di annunci e smentite, proprio per evitare di offrire solo confusione. Sembra che adesso le idee siano chiare (o quasi): I mezzi euro 0-1-2-3 saranno sottoposti al vincolo della circolazione a targhe alterne.Escluse le auto euro 4-4, ciclomotori e scooter e sicuramente tutta la carovana in possesso del mortificante e inglorioso "PASS". Stavolta però, il provvedimento non sarà esteso a tutta la città ma ad un perimetro molto ristretto compreso fra viale Regione Siciliana e la parte costiera.Escluse le borgate marinare. Non ci resta che attendere la pubblicazione dell'ordinanza. E ancora attendiamo: spostamento dei Pullman da via Brasa, i lavori per adeguare l'ingresso del parcheggio Basile ai bus, il PUT e la nuova Ztl che da esso nascerà, la nuova rete Amat, l'acquisto di nuovi Bus, il bike sharing, nuove corsie protette da cordoli (corso Tukory, viale Strasburgo, viale Michelangelo, via Roma, via Papireto, via L. Da Vinci e se fosse necessario pure la circonvallazione coi new jersey).Sembrerà assurdo ma dove vige anarchia e regna la legge del più indisciplinato, si rendono necessarie queste misure come i cordoli. C'è altro nell'elenco delle attese, tante altre cose da noi chieste e proposte. Attendiamo i prossimi giorni, ma la nostra pazienza ha un limite...

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
18 feb 2010

Blocco auto 14 Febbraio: aumentano vidimazioni biglietti e le corse bus

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa dell'Amat circa i propri risultati ottenuti durante il blocco auto dello scorso 14 febbraio L’autobus è stato il vero protagonista della domenica a piedi. Dai dati elaborati dall’Amat emerge un quadro confortante che riguarda le obliterazioni e il numero di corse effettuate nel giorno del divieto di circolazione per le auto private. Rispetto alla media che si riscontra ogni domenica, il numero delle obliterazioni si è incrementato di 4.160 unità. E così anche le corse effettuate, +574, e i chilometri percorsi, +3.900.       Le differenze sono notevoli, considerato che il biglietto ordinario valeva nove ore invece di 90 minuti. Per quanto riguarda le obliterazioni, la media domenicale è di 7.400 vidimate, mentre nella giornata senza auto hanno toccato la punta di 11.560. Senza il traffico, gli autobus hanno potuto svolgere un numero maggiore di corse. Se la media domenicale si attesta a 4.800 corse, il dato delle corse effettuate domenica 14 febbraio è stato di 5.374. Tanti i chilometri in più che sono stati percorsi dalla flotta dei bus: 37.600 rispetto alla media domenicale di 33.700.     Al successo del mezzo pubblico è corrisposto quello del Car Sharing. Rispetto alla media dello scorse domeniche, nella giornata ecologica, la domanda per utilizzare l’auto condivisa ha avuto un incremento del 400%. I chilometri percorsi sono stati il 500% in più. Boom di contatti al sito carsharingpalermo.it (+250%) e di pagine visitate (+300%).     “Chi si è mosso in autobus domenica scorsa ha potuto vedere un servizio efficiente e puntuale – afferma Mario Bellavista, presidente dell’Amat -. La partecipazione dell’azienda all’iniziativa è stata affrontata da tutti i dipendenti con grande professionalità. Sono certo – continua il presidente – che i cittadini cominciano ad apprezzare il trasporto pubblico di massa come strumento alternativo all’auto. Anche sul fronte della rete vendita – conclude Bellavista -, da domani sarà possibile abbonarsi anche in piazza Alcide De Gasperi, al chiosco Amat. Un altro punto vendita, che si aggiunge a quelli di via Borrelli, via Giusti e piazza Sant’Antonino, per agevolare i nostri clienti”.    (altro…)

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
17 feb 2010

Corsia preferenziale via Basile e parcheggio: ma i vigili??

di Antony Passalacqua

Torniamo nuovamente a parlare della nuova corsia preferenziale in via E. Basile, delimitata dai cordoli. Premesso che intanto sarebbe stato più opportuno fare spostare contestualmente tutti i pullman da via Brasa dentro il parcheggio Basile. Nel frattempo si attende autorizzazione da parte della Regione per la conversione dello stesso in area di sosta "non solo per auto".....ma tralasciamo questo dettaglio aberrante. Notiamo però alcune anomalie che avevamo segnalato già da tempo (altro…)

Leggi tutto    Commenti 39
Articolo
14 gen 2010

Autisti Amat segnaleranno auto alla Polizia Municipale. MobilitaPalermo pronta a scendere nuovamente in campo

di Antony Passalacqua

Comunicato stampa Amat:  L’Amat dichiara guerra alla doppia fila. Nei prossimi giorni gli autisti dei bus, incaricati a svolgere servizio pubblico, segnaleranno al corpo della polizia municipale i numeri di targa delle auto che impediscono il transito dei mezzi pubblici. Troppo spesso, infatti, gli autobus restano bloccati in strada e nelle corsie preferenziali a causa del parcheggio selvaggio delle auto private, accumulando ritardi che si ripercuotono sul buon andamento del servizio di trasporto pubblico e che sfociano, poi, in lamentele da parte dei cittadini. Oggi, per esempio, un autobus che transitava in zona via Serradifalco ha dovuto attendere 40 minuti prima di riprendere la marcia a causa di un’auto parcheggiata in doppia fila. Per i proprietari dei mezzi privati che intralciano il passaggio dei bus si può configurare anche il reato di interruzione di pubblico servizio. Continua a leggere

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
13 gen 2010

In merito allo sciopero bus, riceviamo un comunicato stampa dell’azienda Amat

di Antony Passalacqua

DENUNCIA E SANZIONI, NESSUNA TOLLERANZA CONTRO BLOCCO SERVIZIO BUS BELLAVISTA: ABBIAMO AGITO PER TUTELARE AZIENDA E CLIENTI Pronta la denuncia per interruzione di pubblico servizio nei confronti dei dipendenti che hanno improvvisato il blocco dell’uscita degli autobus dalle rimesse di Roccazzo e Brancaccio. Domani il presidente dell’Amat, Mario Bellavista, consegnerà la denuncia agli uomini della Digos che trasmetteranno gli atti in procura per l’apertura dell’indagine. Contestualmente, anche dagli uffici dell’azienda, partiranno le contestazioni a carico del personale coinvolto, dopo che la commissione d’inchiesta interna, istituita ieri dal presidente dell’Amat, determinerà le infrazioni punibili con la sospensione dal servizio. Pugno duro, quindi, all’indomani di un’azione improvvisa e sollecitata dai sindacati Cisl, Cisal, Ugl e Uil, che ha creato disagi alla città e all’organizzazione aziendale. Nonostante le aperture dell’azienda ad aprire un confronto, anche oggi 90 vetture sono rimaste in autoparco, e i quattro sindacati che hanno promosso l’iniziativa hanno disertato il tavolo immotivatamente. “Non saremo tolleranti nei confronti di coloro che in maniera pretestuosa hanno danneggiato l’azienda e i suoi clienti – afferma Bellavista -. Speravo che oggi questa forma di protesta potesse rientrare. Ma è stato così solo parzialmente, e abbiamo dovuto agire per il bene dell’Amat e dei tanti cittadini che, giustamente, ci hanno rivolto le loro lamentele. In questi mesi, l’obiettivo del consiglio di amministrazione dell’Amat è stato quello di razionalizzare i servizi e tagliare i costi superflui. Ci siamo mossi tra mille difficoltà, ma abbiamo tracciato una linea di rigore in linea alle indicazioni dettate dall’amministrazione comunale, che permetterà all’azienda di garantire gli attuali posti di lavoro. Sul contratto integrativo, i lavoratori sappiano che non abbiamo tolto un solo euro da quello che attualmente stiamo mantenendo a tutti, e che ogni miglioramento registrato in bilancio sarà riversato sugli stipendi dei dipendenti”.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
04 set 2008

Dal 1 Settembre biglietti degli autobus più cari

di Giulio Di Chiara

Dal primo settembre sara' piu' costoso per i palermitani prendere  i bus cittadini. Il costo del biglietto per la corsa semplice sugli autobus delle linee urbane lievita ancora passando da 1,10 euro a 1,20 euro. L'aumento e' stato stabilito da un decreto dell'assessorato regionale Turismo, Comunicazioni e Trasporti. In base alla normativa vigente, gli Enti locali devono assumere a proprio carico l'eventuale mancato aumento, facendo gravare sulle proprie casse il maggiore disavanzo d'esercizio che, di conseguenza, si verificherebbe nei bilanci delle aziende incaricate del servizio di trasporto. La dichiarazione di Cammarata: ...Continua a leggere

Leggi tutto    Commenti 9