Articolo
02 feb 2019

Viabilità | Domenica 3 Febbraio chiusura al transito del parco della Favorita

di Fabio Nicolosi

La Polizia Municipale informa che domenica 3 febbraio il Parco della Favorita sarà chiuso al transito per lo svolgimento di una manifestazione ciclistica internazionale nelle strade sotto citate, compresi i varchi e le stradelle che collegano il viale Diana con il viale Ercole: Chiusura al transito veicolare, VIA c.d. CASE ROCCA - Intero Tratto tra Viale Ercole e Viale del Fante; VIALE DIANA - Tratto compreso tra piazza Leoni e viale Margherita di Savoia; VIALE ERCOLE - Intero tratto; All'interno del Parco della Favorita - Tratto compreso tra la fontana d'Ercole ed il viale Duca degli Abruzzi; VIALE MARGHERITA DI SAVOIA - Nel tratto compreso tra via Mater Dolorosa e la tenuta Real Favorita/Cancello Giusino; VIA PAOLO GIACCONE - Strada senza uscita allo sbocco sul Viale Margherita di Savoia (escluso i residenti che abitano nella via); VIA SEBASTIANO BOSIO - Strada senza uscita allo sbocco sul Viale Margherita di Savoia (escluso i residenti che abitano nella via). VIA DELLA FAVORITA - Intero tratto (escluso i residenti che abitano nella via ed il personale diretto alla Struttura Equestre, che potranno transitare a "passo d'uomo" sotto controllo da parte del personale dell'organizzazione addetto alla vigilanza dell'area in esame).   Modifiche anche alla linea 806 di AMAT In occasione della manifestazione ciclistica all'interno della Parco della Favorita, dalle 8 alle 13, i bus della linea 806 provenienti da piazza Don Sturzo devieranno da via Libertà per via dell'Artigliere, piazza Leoni, viale del Fante, piazza Niscemi, Pallavicino, via Mater Dolorosa, viale Margherita di Savoia e normale percorso. Da Mondello, invece, percorso inverso per i bus da viale Margherita Di Savoia fino a via dell'Artigliere, da dove proseguiranno su via Libertà.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 gen 2019

FOTO | Cosa ne sarà delle aree liberate dal cantiere del passante ferroviario?

di Fabio Nicolosi

Il cantiere del raddoppio del passante ferroviario doveva essere la rinascita di strade e quartieri, ma con il passare del tempo sembra che lascerà dietro di se ferite che solo con impegno politico potranno essere ricucite. Alcuni di voi potranno domandarsi, ma di cosa parliamo? Lasciamo le immagini raccontare: Intere aree di grigio cemento, verranno abbandonate fino a quando qualcuno deciderà cosa dovranno diventare. Nessuno dalla circoscrizione, al consiglio comunale, agli uffici comunali, agli assessori comunali, al vicesindaco, al sindaco, a nessuno importa di queste aree che verranno in questo stesso stato, riconsegnate ad RFI proprietaria dei terreni. E lo svincolo Francia? Il famoso svincolo che doveva essere la valvola di sfogo per viale Stasburgo? NULLA! Anche'esso dimenticato, anzi cassato, insieme alla recessione di contratto tra SiS ed RFI. Eppure almeno su questo il comune dovrebbe pretendere che non solo venga fatto, ma che venga realizzato nei tempi previsti, visto che le aree sono già espropriate e le lavorazioni richiederebbe solo qualche mese. E pensare che nel progetto vi era un bellissimo rendering in cui si vedevano aree verdi, giardini, piste ciclabili... Tutto dimenticato o forse mai chiesto. Si perché giustamente se il comune non ha mai messo nero su bianco quali siano le necessità e le volontà, non spetta certo ad RFI progettare le aree per conto del comune. E dei poveri residenti che per anni hanno subito disagi, rumori, polvere nella speranza di vedere un bel giardino verde? A loro cosa rispondete? A loro cosa racconterete? Che del progetto del passante non vi è mai importato nulla perché tutto quello che è sotterraneo non è di competenza comunale? Perché il progetto non vede in alcun modo il comune coinvolto? E tutte le circoscrizioni che in campagna elettorale cercavano notizie e imbastivano proposte dove sono sparite? Intanto l'opera si sta per concludere e rimarrà una grigia, triste, colata di cemento, come le fermate... Che tristezza, anzi che occasione sprecata...l'ennesima.

Leggi tutto    Commenti 27
Articolo
05 gen 2019

Viabilità | Da martedì 8 Gennaio via ai lavori al cavalcavia di via Basile

di Fabio Nicolosi

Da martedì 8 gennaio, l’Amministrazione Comunale attraverso l’Ufficio Infrastrutture e Servizi a Rete riprenderà i lavori manutentivi in viale Regione Siciliana, in corrispondenza al cavalcavia di via Ernesto Basile, nell’ambito dell’Accordo Quadro per i lavori di manutenzione di ponti, cavalcavia, sottopassi e sovrappassi di proprietà comunale. I lavori interesseranno le corsie centrali della circonvallazione e inizialmente il cantiere di lavoro riguarderà l’arteria direzione Catania per la durata stimata di una settimana e al termine le opere riguarderanno la corsia opposta direzione Trapani, per un’ulteriore durata di un’altra settimana. I lavori erano stati rimandati per la presenza durante le festività natalizie di uno spazio destinato ad attività commerciali e ludiche che già determinava un appesantimento del traffico nella zona. La Polizia Municipale collaborerà con il personale impegnato nel cantiere al fine di limitare il disagio temporaneo al flusso veicolare, dirottando i mezzi della corsia centrale su quelle laterali.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
30 dic 2018

Viabilità | Le strade chiuse e i divieti per il Capodanno 2019

di Fabio Nicolosi

La polizia municipale informa che è stata emessa l'ordinanza n. 1701 che disciplina la circolazione pedonale e veicolare in piazza Ruggero Settimo in occasione dei festeggiamenti del Capodanno 2019. Dalle ore 20 di stasera fino alle ore 16 del 1.1.2019 scatterà la chiusura al transito veicolare e pedonale di una porzione della sede stradale adiacente il Teatro Politeama, lato via E.Amari e lato via Turati, per le strutture e i veicoli a supporto della manifestazione. Allo stesso orario scatterà il divieto di sosta con rimozione coatta fino alle 24 del primo giorno dell'anno nuovo ad eccezione dei mezzi di supporto della manifestazione. Invece, chiusura al transito veicolare dalle ore 13 del 31.12.2019 alle ore 3 del 1.1.2019 e divieto di sosta ambo i lati con rimozione coatta dalle ore 8 del 31.12.2019 fino alle 3 del 1.1.2019 nelle seguenti strade prospicienti il Teatro Politeama: piazza Castelnuovo, via Dante, via G. Daita, via D.Scinà, via Turati, via I. La Lumia, via E.Amari, via R. Wagner, via XX Settembre, via G. Amelia, via Foilengo, via dello Spezio, via Libertà, (carreggiata laterale di monte, tra via XII Gennaio e via Dante e carreggiata laterale di mare, tra le vie Gallo e piazza Ruggero Settimo, carreggiata centrale compresa tra le piazze Mordini/Crispi escluse e piazza R. Settimo/Castelnuovo). E' consentito l'attraversamento di via Libertà nella direzione via Archimede/Siracusa. Dalle ore 8 del 30.12.2018 alle ore fino alle ore 3 del 1.1.2019 divieto di sosta con rimozione coatta solo sul lato destro nel senso di marcia nella carreggiata lato monte (da piazza Mordini a via XII Gennaio) e lato mare (da via N. Gallo a piazza Crispi). Inoltre dalle ore 13 del 31.12.2018 fino alle ore 3 del 1.1.2019 saranno istituiti i seguenti provvedimenti: via della Libertà carreggiata laterale di monte tra via Carducci e via XII Gennaio sarà percorribile contromano esclusivamente dai residenti del tratto via XX Settembre/Libertà con obbligo direzionale a sinistra sulle vi Libertà re XII Gennaio. via Dante tratto piazza Castelnuovo via Principe di Villafranca sospensione della corsia preferenziale via Carducci i veicoli in prossimità di via Libertà lato monte avranno l'obbligo di svolta a sinistra sulla laterale di via Libertà Dalle ore 8 del 31.12.2018 alle ore 3 del 1.1.2019 modificazioni alla sosta: via Messina tra via Libertà e via Garzilli solo divieti di sosta e nessuna chiusura via N. Garzilli tra via Messina e via Dante idem come sopra piazza Don Sturzo tra via dello Spezio e via D. Scinà compreso lo spartitraffico centrale: divieto di sosta con rimozione coatta. Viene sospesa la circolazione lungo i percorsi ciclabili sui marciapiedi nei tratti tra le piazze R. Settimo/Crispi e Mondini/Castelnuovo per il previsto aumento di pedoni in occasione dell'evento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 set 2018

Viabilità | Dal 3 Settembre via ai lavori di manutenzione del viadotto Basile

di Fabio Nicolosi

Da lunedì 3 Settembre al 13 Settembre e dal 17 al 28 Settembre saranno effettuati degli interventi di manutenzione straordinario sul viadotto Basile Visto il grosso flusso d'auto specialmente nelle fasce pendolari, vi consigliamo di utilizzare itinerari alternativi o di tenere in cosiderazione possibili rallentamenti che siamo certi avverranno. Siamo certi che si scatenerà il solito dibattito: "Sono lavori effettuabili la sera?" La risposta è sempre la stessa: "Si, ma economicamente questo quanto influisce?" Siamo disposti a stringere i denti per 10 giorni? Ad autorizzare l'occupazione di parte della carreggiata è l'ordinanza 1143 del 31 Agosto emanata dall'ufficio traffico:

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
20 ago 2018

Reportage fotografico | Lo stato dei ponti sul fiume Oreto

di Fabio Nicolosi

La tragedia di Genova non può che aver creato un certo allarmismo. Sono sicuri i ponti su cui transitiamo? C'è un modo per prevenire crolli o cedimenti strutturali? Come sempre la soluzione a questi problemi è la manutenzione, infatti ogni esperto intervistato in questi giorni non a caso ripete che basta una costante e corretta manutenzione per evitare grandi disastri. Palermo ha la necessità cosi come Genova di alcuni ponti che permettono l'ingresso e l'uscita della città lato Messina, ma in che condizioni sono questi ponti su cui giornalmente transitiamo? Non siamo esperti in materia e anche se lo fossimo non è questa la sede per effettuare delle valutazioni, con questo articolo vogliamo quindi lasciare voi giudicare lo stato dei nostri ponti e agevolare il lavoro di tutti gli esperti che avranno voglia e tempo per esaminare le varie foto e i video e trarre le conclusioni. Abbiamo volutamente soffermato l'attenzione solo sui ponti sul fiume Oreto, perché sono i ponti che in caso di crollo taglierebbero la città in due. "Nei prossimi giorni, in occasione della pubblicazione di importanti gare d'appalto, cui si è lavorato negli ultimi mesi -dichiarano il Sindaco, Leoluca Orlando e l'Assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana, Emilio Arcuri - terremo una conferenza stampa per ricordare e descrivere quanto fatto dal 2013 ad oggi, in termini di ricerca fondi, progettazione ed esecuzione, materiale di lavori per la sicurezza ponti". Ponte di mare Costruito tra il 1777 e il 1778 Il Ponte unisce Via Ponte di Mare con Via Messina Marine e permette l’attraversamento della foce dell’Oreto. Fino agli anni 50 era affiancato da un Ponte ferroviario che permetteva al treno , della tratta a scartamento ridotto Palermo Corleone, di arrivare alla Stazione di Sant’Erasmo ( totalmente distrutta nel 1953 ) Ponte Oreto Il ponte collega le due parti di via Oreto. Concepito alla fine del Settecento, il Ponte Oreto è stato realizzato negli anni trenta del Novecento, in pieno ventennio fascista. Per questo motivo, sui suoi piloni si trovano alcuni fasci littori. Ponte Guadagna e Ponte Bailey Il ponte Guadagna è il ponte, pedonale, che permette alla via Guadagna di attraversare il fiume accanto alla Chiesa di Madonna Assunta già chiesa di Santa Maria delle Grazie. Realizzato originariamente in legno, negli anni cinquanta è stato sostituito con una struttura in cemento armato. Il ponte Bailey aperto il 9 aprile 1997. Voluto dal sindaco Leoluca Orlando, si trova nella zona della Guadagna ed è stato concepito per alleggerire il traffico nella zona fra l'ospedale Civico e il cimitero di Sant'Orsola. Prende il nome dall'ideatore, Donald Bailey. Ogni anno il comune corrisponde all'esercito italiano un canone di affitto per il noleggio della struttura. Un canone che si aggira intorno ai 1000euro/annui. Ponte Corleone È fra i più antichi, forse il più antico dei ponti che attraversano il fiume, ma le sue origini sono sconosciute. Collega le due parti di Viale Regione Siciliana. Fu costruito nel 1962. Nei mesi scorsi è stato interessato da importanti lavori di manutenzione ai giunti di dilatazione. Il 19 Marzo 2007 fu stipulato con la Cariboni il contratto per il raddoppio dello stesso e – “a seguito di grave inadempimento contrattuale” – la Giunta Comunale (epoca Cammarata) deliberò la rescissione dell’appalto il 30 maggio 2008. Il 6 ottobre 2010 viene notificato al Comune un atto di citazione in cui l’impresa chiede i danni poiché ritiene illegittima la risoluzione contrattuale. Il primo grado si conclude nel 2014 con ottimi segnali per Palazzo delle Aquile: il Tribunale civile di Palermo rigetta le domande avversarie e dispone una Ctu per la quantificazione del danno patrimoniale subìto dall’Amministrazione Comunale. Il costo iniziale era di 14 milioni di euro, mentre oggi ne servono 21. Qui la Cariboni lasciò i lavori al 15%, realizzando le “spalle” (vedi Foto) sul lato di fronte al Baby Luna. L’opera è importantissima poiché servirebbe a eliminare la strozzatura sul viadotto che attraversa il fiume Oreto. Nel 2005 una perizia di un tecnico avrebbe attestato la necessità di provvedere ad una manutenzione straordinaria (dal costo di altri 20 milioni). Sono stati trascurati i due ponti di recente costruzione e cioè il ponte bimodale costruito durante la realizzazione della linea 1 del tram di Palermo e il ponte ferroviario sopra la guadagna che è stato realizzato durante il raddoppio del passante ferroviario di Palermo

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
08 ago 2018

Viabilità | Chiuso Viale Regione Siciliana nei pressi di Via Belgio per rottura condotta gas

di Fabio Nicolosi

EDIT 2: Alle ore 21.10 è stata riaperta alla circolazione veicolare  anche la carreggiata centrale di viale Regione Siciliana  in direzione Catania. Resta chiusa solo la carreggiata laterale direzione Catania, all'altezza di via Atenasio per ultimare gli interventi di ripristino della conduttura del gas, che proseguiranno fino a notte. EDIT: Riaperte le carreggiate di V.le Reg. Siciliana (centrale e laterale) direzione Trapani. Restano chiuse entrambe carreggiate direzione Catania Chiuse le quattro carreggiate di Viale Regione Siciliana per una perdita di gas in via Atenasio (zona Cruillas), nei pressi di Grande Migliore, dove si è verificata la rottura di una condotta del gas provocata da una ditta che stava effettuando lavori. Sul posto vigili del fuoco, i tecnici di Amg e la polizia municipale. Gli autoveicoli sono dirottati verso strade alternative in direzione Catania a partire dalla  rotonda di viale Lazio e da Trapani verso Palermo dal ponte di Sferracavallo. Seguono aggiornamenti.

Leggi tutto    Commenti 2

Ultimi commenti