Proposta
05 lug 2018

Creare due autostazioni, no al transito dei bus in via Libertà

di arenzana

Al parcheggio Basile doveva sorgere l'autostazione dei bus extraurbani diretti verso la A19, mentre al posteggio Giotto le altre autolinee in direzione Trapani. Attualmente solo poche autolinee sostano al parcheggio Basile, fra l'altro transitando per la stazione centrale effettuando la fermata a piazza Sant'Antonino, mentre a piazzale Giotto fanno capolinea i bus Ast diretti a Capaci, Carini, Cinisi  Terrasini, Bagheria, Altavilla Milicia. Tutte le linee Ast attestate a piazzale Giotto transitano dal Politeama e, quelle dirette verso la A29, proseguono per via Libertà De Gasperi Strasburgo Lanza di Scalea. Mobilita Palermo ha proposto il prolungamento della navetta amat fino alla staz. C. Le che attualmente dal Basile giunge a piazza Indipendenza. La mia proposta è attestare le linee per Trapani, Mazara del Vallo a piazzale Giotto senza transitare per via Libertà e Politeama  Gli autobus Ast  poiché si tratta di un servizio interurbano, dal Giotto per raggiungere viale Strasburgo potrebbero proseguire per viale Regione Siciliana via Belgio viale Strasburgo viale Lanza di Scalea. Le compagnie che si dovrebbero attestare al Giotto :Segesta, Salemi, Tarantola, Cracchiolo. Dal Giotto istituire una navetta express per piazza Verdi, sopprimendo la linea 103, con il seguente percorso :Giotto - Galilei - Borremans - Palagonia - O. Ziino-Notarbartolo (Fermata staz Notarbartolo  - Terrasanta - Cusmano-Latini-Houel - Goethe - Turrisi - Volturno - Verdi (Fermata Teatro Massimo) - Cavour - Crispi(Fermata Porto) - Giachery - Duca della Verdura - Notarbartolo - Staz. NOTARBARTOLO (Fermata) - O. Zioni-Palagonia - Borremans - Galilei - Giotto Sorgerà il problema di collegare le due autostazioni ciò può avvenire  una volta aperto il passante per l'aeroporto  modificando la linea 118: Basile - Regione Siciliana - Giotto (capolinea di transito) - Regione Siciliana - Svincolo Lazio - immissione corsia centrale - svincolo Calatafimi - Regione Siciliana - Basile Per collegare il parcheggio Basile al porto basta modificare la linea 104 che, giunta in via Cavour, procede per via Crispi-Giachery-Dica della Verdura e percorso ordinario

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
18 mag 2018

Nel 2018 senza il POS e…. : “Signora, benvenuta in AMAT “

di Giulio Di Chiara

Non servono particolari preamboli a questo articolo, ma ci limitiamo a riportare la segnalazione di C. Pellingra che in prima persona ha vissuto questa breve e "intensa" esperienza presso la Biglietteria AMAT del Parcheggio Basile. Questo snodo di interscambio ogni giorno accoglie svariate linee urbane e altrettanti passeggeri, disponendo di una struttura di accoglienza tra le più grandi in città. Dunque un punto nevralgico del trasporto pubblico dove chiunque, cittadini e turisti, si rivolgono per ricevere informazioni e servizi. Ma qui, come leggerete, siamo "ai confini della civiltà" : Io: Buongiorno vorrei un blocchetto di biglietti, posso pagare col bancomat ? Dip Amat: No signora, non può pagare col bancomat. Io: Pazienza, ho i contanti per fortuna.  Dip Amat: Signora, non può comprare neanche il blocchetto...perchè il bigliettaio non c'è ! Io: Ma come...in biglietteria non c'è il bigliettaio !!?? Perchè ? Dip Amat: Siamo ai confini della civiltà !    

Leggi tutto    Commenti 43
Articolo
26 gen 2017

Il parcheggio Emiri buono solo per i mercatini

di Fabio Nicolosi

Da oggi il mercatino rionale "Guglielmo il Buono" sarà trasferito in via Nina Siciliana, all'interno del maxi parcheggio pubblico La rivoluzione era rimasta nel cassetto per tanti mesi. Il passaggio di sede si inquadra nella nuova ottica sposata dall'Amministrazione, e che prevede nel futuro immediato la diminuzione del numero dei mercatini, per ridurre il traffico e gli abusivi. Il trasferimento da Via Libero Grassi era stato disposto da una ordinanza sindacale dello scorso settembre. Sono stati sorteggiati ieri i numeri di posteggio della nuova sede, presso l'assessorato alle attività produttive. E' questo il modo di utilizzare un parcheggio pubblico? Un´opera da 4 milioni e 789 mila euro per 620 posti auto, utilizzata come luogo dove organizzare mercatini di natale o mercatini rionale. Sperando che lo spostamento non causi problema al terminal bus e car-sharing proprio nei pressi dell'ingresso del parcheggio.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
04 ott 2016

Parcheggio Basile, un terminal buono per “fottere”

di Antony Passalacqua

Sono passati quasi 2 mesi dal trasferimento dei capolinea dei bus extraurbani da Via Balsamo a Via Ernesto Basile. Operazione che ha permesso da un lato di tenere definitivamente sgombera la via Balsamo; da un altro lato invece non è chiara la concezione di terminal d'interscambio per i nostri amministratori. Le immagini che vi mostriamo risalgono ad una settimana fa circa e ritraggono l'area riservata a parcheggio auto all'interno del terminal Basile. Cestini non svuotati (e non si capisce ancora di chi sia il compito per svuotarli), cumuli di spazzatura, ma soprattutto cumuli di preservativi e fazzoletti a testimoniare i tanti "approcci" che si consumano all'interno del parcheggio. Complice una parte la scarsa illuminazione con molti punti luce guasti, ancche se i residenti ci segnalano che le scene si ripetono anche alla luce del sole. Piante non curate/potate, è pure presente un impianto d'irrigazione ma sembra guasto/inattivo. Manca la segnaletica delle varie autolinee, mancano le tabelle che dovrebbero indicare orari e destinazioni. Ciò nonostante, molte autolinee continuano a fare sosta e fermate lungo corso Tukory costringendo gli studenti ad attendere le singole cose a cielo aperto seduti semplicemente sui marciapiedi. Manca infine un presidio delle forze dell'ordine, che potrebbe tornare utile all'avvio delle Ztl soprattutto per chi vorrà lasciare la propria auto qui e usufruire delle navette e bus per il Centro Storico. Stendiamo infine un velo pietoso sul nuovo box office Ast a piazza Giulio Cesare, dimostrazione di disorganizzazione e assenza di pianificazione.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
22 ago 2016

Ast, dal sogno di compagnia aerea low cost a box office in mezzo ad un suk

di Antony Passalacqua

Quello che vi mostriamo è il box office dell'Ast presso la nuova fermata (o presunta tale) dei pullman a Piazza Giulio Cesare, istituita a seguito dello spostamento del terminal da via Balsamo al parcheggio Basile. Un'azienda che, secondo le intenzioni del Presidente della Regione Rosario Crocetta, doveva divenire una compagnia aerea low cost, oggi si ritrova a vendere i biglietti per i propri pullman in mezzo ad un suk. Nessuna tabella, nessuna indicazione sulle partenze/arrivi, spazio notevolmente ristretto per il transito dei viaggiatori. Insomma, in perfetto stile "arrunzato".

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
20 lug 2016

Bus Extraurbani | Dall’8 Agosto tutti al parcheggio Basile

di Fabio Nicolosi

Bus extraurbani. Dall'8 agosto al parcheggio Basile Si conclude, dopo un lungo iter di parecchi mesi, la fase amministrativa di spostamento dei capolinea dei bus extraurbani da Via Balsamo a Via Ernesto Basile. Con un verbale sottoscritto ieri pomeriggio al Dipartimento Infrastrutture e trasporti della Regione, lo stesso Dipartimento, il Comune e l'AMAT hanno infatti unanimemente concordato sul superamento di tutte le criticità che erano stato via via sollevate nel tempo per lo spostamento dei grandi bus extraurbani fuori dal centro cittadino. Anche il TAR, lo scorso 30 giugno, aveva respinto il ricorso presentato contro tale spostamento da parte di alcune compagnie di trasporti. 'Finalmente - affermano il Sindaco e l'Assessore Giusto Catania - possiamo compiere un altro importante passo per il decongestionamento del centro cittadino, a tutto vantaggio della mobilità e della vivibilità. Potremo finalmente liberare l'area della stazione centrale da una situazione di caos che per anni l'ha caratterizzata.' Il piano prevede l'istituzione di una fermata per tutti i bus extraurbani in prossimità della stazione centrale (in piazza Giulio Cesare nel tratto compreso fra via Roma e via Maqueda) e un collegamento veloce, con corsia preferenziale, con il parcheggio Basile. Il piano è stato oggetto di confronto con i sindaci della provincia, con le organizzazioni di categoria del trasporto pubblico e con le aziende.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
01 lug 2016

Il Tar boccia ricorso delle autolinee, prossimo il trasferimento presso il parcheggio Basile

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa il ricorso al Tar da parte delle aziende di trasporto extraurbano contro il nuovo piano traffico che prevede lo spostamento di buona parte delle autolinee presso il parcheggio Basile. Ne abbiamo parlato abbondantemente nei mesi scorsi in merito l’esternalizzazione dei capolinea delle linee extraurbane al di fuori del Centro Storico, coi vantaggi ma anche l'attuale stato in cui versa il terminal Basile, elencando l'assenza di una serie di servizi e infrastrutture.   "Il piano del trasporto extra-urbano della città di Palermo – hanno commentato il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania - è un pezzo importante delle scelte strategiche per la limitazione della pressione veicolare privata in centro città e per la riduzione dei rischi ambientali. La decisione del TAR Sicilia consente di procedere alla definizione del piano che individua nel parcheggio Basile un fondamentale nodo di interscambio, liberando finalmente via Paolo Balsamo dalla sosta selvaggia dei bus extraurbani. Il piano – continuano Orlando e Catania - prevede una sosta per tutti i bus extraurbani in prossimità della stazione centrale e un collegamento veloce, con corsia preferenziale, con il parcheggio Basile. Il piano è stato oggetto di confronto con i sindaci della provincia, con le organizzazioni di categoria del trasporto pubblico e con le aziende. Questa mattina si svolgerà un sopralluogo, congiunto, con i tecnici del Comune e della Regione, per l'autorizzazione della fermata per i bus extra-urbani in piazza Giulio Cesare. Dovrebbe essere l'ultimo passaggio prima di rendere esecutivo il piano che contribuisce alla mobilità sostenibile e al miglioramento della vivibilità della città” Qui di seguito la sentenza: N. 01398/2016 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso numero di registro generale 1398 del 2016, proposto da: Sais Trasporti Spa, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avvocati Alessandro Dagnino e Ambrogio Panzarella, con domicilio eletto presso lo studio del primo sito in Palermo, via Quintino Sella N.77; contro Comune di Palermo in persona del Sindaco pro tempore, rappresentato e difeso dall'avvocato Ezio Tomasello, con domicilio eletto presso l’Ufficio legale del Comune sito in Palermo, piazza Marina N.39; Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso per legge dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Palermo, domiciliata in Palermo, via A. De Gasperi 81; nei confronti di Agrigentina Trasporti Automobilistici A.T.A. Srl non costituito in giudizio; Autoservizi Salemi Srl, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avvocati Ercole Noto Sardegna, Antonio Noto Sardegna, con domicilio eletto presso il loro studio sito in Palermo, via P.Pe di Belmonte 93; per l'annullamento previa sospensione dell'efficacia, - della deliberazione di Giunta comunale n. 217 dell' 8 dicembre 2015 , non comunicata alla ricorrente, con la quale la Giunta comunale ha deliberato di «Prendere atto, facendone propri i contenuti, del "Piano del trasporto pubblico extraurbana su gomma " redatto dall'Ufficio del Piano Tecnico del Traffico ai sensi delle Direttive Ministeriali 12/4/1995, nonchè in attuazione del P.G.T.U.» e di "Dare mandato all'ufficio del Piano Tecnico del Traffico di provvedere alla fase attuativa tramite la predisposizione degli atti consequenziali, di concerto con il competente ufficio regionale", ivi compresi i relativi allegati; - della nota prot. n. 16495 dell'1 aprile 2016 dell'Assessorato delle Infrastrutture e della mobilità della Regione siciliana, non comunicata nè conosciuta dall'odierna ricorrente, con la quale è stato espresso parere favorevole all'utilizzo del parcheggio "Basile" come capolinea degli autobus per le autolinee extraurbane, di cui si ha informale notizia attraverso la nota prot. n. 16531 dell'1.4.2016, che pure si impugna, inviata dal detto Assessorato alle associazioni di categoria degli esercenti di linea e con la quale si comunica che "Contestualmente all' attivazione del predetto capolinea sarà istituita la fermata in corrispondenza di Piazza Giulio Cesare, tra la via Roma e la via Maqueda e sarà vietata la possibilità di effettuazione della fermata in via Paolo Balsamo» e che "Le imprese interessate, che disimpegnano i servizi per le autolinee extraurbane sia regionali che interregionali, che in atto si attestano in via Paolo Balsamo, dovranno avanzare formale richiesta di autorizzazione, a questa Amministrazione, per l'utilizzo del nuovo capolinea e per l' effettuazione della fermata in Piazza Giulio Cesare"; - dell'ordinanza n. 393 del 4 aprile 2016 avente ad oggetto «Regolamentazione della circolazione veicolare, pedonale e della sosta, Istituzione di aree destinate all'interscambio con bus extraurbani, nell'area parcheggio ("Basile sito al margine di Via Ernesto Basile ¬ Revoca delle O.D. 1439 del 16.10.2015 e 1527 del 30.10.2015» e dell'ordinanza n. 403 del 5 aprile 2016 avente ad oggetto «Istituzione di fermata bus, denominata Stazione Centrale - Roma ': relativa a linee del servizio di trasporto pubblico locale (quale la linea 234 (Parcheggio Basile - Rocca") e linee autobus extraurbane - Revoca O.D. 394 del 04/04/2016», entrambe del dirigente dell'Ufficio del piano tecnico del traffico del Comune di Palermo, non comunicate alla odierna ricorrente e conosciute attraverso la nota prot. n. 621523/P del 5.4.2016, che pure si impugna, inviata dal Comune di Palermo alle associazioni di categoria; - della nota n. 837 dell2 gennaio 2015 dell'Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilita della Regione Siciliana, citata nelle premesse dell'ordinanza n. 393 del 4 aprile 2016 e non comunicata né conosciuta dall'odierna ricorrente, con cui l'Assessorato regionale avrebbe «valutato positivamente la proposta di spostare gli attestamenti dei bus extraurbani da Via P. Balsamo al parcheggio Basile»; - della nota n. 14169 dell'8 marzo 2016 dell'Assessorato Regionale delle lnfrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana, citata nelle premesse dell'ordinanza n. 403 del 5 aprile 2016 e non comunicata né conosciuta dall'odierna ricorrente, con cui il competente Ufficio regionale avrebbe "espresso parere tecnico positivo ai sensi dell'art. 5 del D.P.R. n. 753 dell'11/07/1980"; - dell'ordinanza n. 440 dell'8 aprile 2016 avente ad oggetto "Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta in Via Paolo Balsamo - Revoca O.S. 2338/1995" del dirigente dell'Ufficio del piano tecnico del traffico del Comune di Palermo, non comunicata alla ricorrente; - di ogni altro atto correlato, antecedente e/o consequenziale ai suindicati atti e provvedimenti, con espressa riserva di proporre eventuali motivi aggiunti anche avverso i successivi provvedimenti che dovessero essere adottati in attuazione ed esecuzione di quelli su epigrafati. Visti il ricorso e i relativi allegati; Visti gli atti di costituzione in giudizio di Comune di Palermo in Persona del Sindaco pro tempore e di Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento e di Autoservizi Salemi Srl; Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente; Visto l'art. 55 cod. proc. amm.; Visti tutti gli atti della causa; Ritenuta la propria giurisdizione e competenza; Relatore nella camera di consiglio del giorno 29 giugno 2016 la dott.ssa Lucia Maria Brancatelli e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale; Considerato che, impregiudicata ogni valutazione sul merito del ricorso e sulle eccezioni in rito formulate dal Comune resistente e dalla parte controinteressata, non sussiste il prospettato periculum in mora, atteso lo stato dell’iter procedimentale oggetto di controversia e l’assenza di un effettivo pregiudizio al momento collegabile all’adozione degli atti impugnati; Ritenuto, pertanto, di respingere la domanda cautelare, condannando la ricorrente al pagamento delle spese della presente fase in favore del Comune resistente e della controinteressata Autoservizi Salemi, potendo essere compensate nei confronti dell’Assessorato intimato; P.Q.M. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza) Respinge la domanda cautelare. Condanna parte ricorrente al pagamento delle spese della presente fase, in misura pari a € 750,00 in favore del Comune ed € 750,00 in favore della Autoservizi Salemi. Spese compensate nei confronti dell’Assessorato intimato. La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 29 giugno 2016 con l'intervento dei magistrati: Solveig Cogliani, Presidente Nicola Maisano, Consigliere Lucia Maria Brancatelli, Referendario, Estensore L'ESTENSORE IL PRESIDENTE DEPOSITATA IN SEGRETERIA Il 30/06/2016 IL SEGRETARIO (Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)    

Leggi tutto    Commenti 5

Ultimi commenti