Articolo
13 mag 2020

AMAT | Il comune delibera l’acquisto di 55 nuovi autobus

di Fabio Nicolosi

Poco meno di 17 milioni di euro saranno destinati all'acquisto di 55 nuovi autobus a basse e ridotte emissioni che andranno a rimpiazzare vetture più vecchie dell'AMAT. Lo ha deciso la Giunta comunale, approvando la delibera proposta dagli uffici della Mobilità Urbana guidati dall'Assessore Catania per l'utilizzo dei fondi comunitari dell'Agenda Urbana di Palermo e Bagheria. In particolare, l'allegato tecnico alla delibera prevede l'acquisto di 16 bus di otto metri con alimentazione diesel euro 6 e di 38 bus di 12 metri con alimentazione a metano. Queste vetture, le cui procedure di acquisto dovranno terminare entro la fine del 2023, si aggiungeranno alle altre 55 le cui procedure di gara sono già in corso sempre con fondi extra comunali: 33 bus con fondi del PON Metro e 12 vetture elettriche con fondi del Pon Complementare. Per i primi si attende a giorni la sentenza del Consiglio di Stato che dovrà pronunciarsi sul ricorso di una ditta esclusa, mentre per i veicoli elettrici sono appena partite le procedure per l'acquisto. Per il Sindaco Leoluca Orlando "soprattutto in un momento in cui il servizio di trasporto pubblico è sotto stress ed allo stesso tempo aumenta la consapevolezza e la necessità di mezzi di trasporto a basso impatto, da parte dell'Amministrazione viene un segnale importante in direzione dello svecchiamento del parco vetture, che costituiscono parte essenziale del sistema misto fra trasporto gommato e ferrato che immaginiamo per Palermo." Per l'Assessore Giusto Catania, “la rimodulazione del progetto di Agenda urbana rappresenta un importante investimento per il miglioramento del trasporto pubblico della città di Palermo e di Bagheria. L’acquisto di 55 nuovi autobus a bassa emissione, che segue l’acquisto di altri 12 autobus elettrici, è un ulteriore passo verso il rinnovamento complessivo della flotta di Amat e contribuirò, nella prospettiva a medio termine, alla definizione del trasporto integrato gomma/ferro. Le scelte dell’amministrazione comunale sono protese, sempre di più a diminuire le emissioni inquinanti in atmosfera e le scelte sul trasporto pubblico di massa sono strategiche per rendere sempre più ecologica la nostra città.”

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
18 gen 2019

AMAT | Presentati i nuovi 38 bus a metano, in arrivo altri 84 mezzi.

di Salvatore Galati

Palermo - Stamane al deposito Roccazzo dell' AMAT, sono stati presentati i primi 38 bus urbani con propulsore alimentato a metano, e facenti parte di una fornitura complessiva di ben 89 mezzi. Già da domani mattina verranno ufficialmente immessi nella rete bus palermitana. Così come documentato  nei mesi scorsi, riepiloghiamo le varie tipologie di mezzi che fanno parte dell'intero appalto:   1° Lotto-fornitura 2 autobus urbani  di lunghezza compresa fra mt 6,90 e 7,20 con propulsore alimentato a gasolio- Aggiudicataria Sivibus; 2° Lotto-fornitura 39 autobus urbani di lunghezza compresa fra mt 10,40 e 10,90 con propulsore alimentato a gasolio- Aggiudicataria Industria Italiana Bus; 3° Lotto-fornitura 38 autobus urbani di lunghezza compresa fra mt. 11,50 e 12,40 con propulsore alimentato a metano (già in rete); 4° Lotto-fornitura 10 autobus urbani autosnodati di lunghezza compresa fra mt 17,70 e 18,20 con propulsore alimentato a gasolio-Aggiudicataria Industria Italiana Bus. Il resto dei 51 mezzi verranno consegnati entro la fine di gennaio. L'intero appalto è stato finanziato per l ’80 per cento dal ministero del Trasporti - con il contributo a valere sul fondo legge 28/12/2015, n 208 - mentre per il restante 20 per cento, circa quattro milioni di euro, con risorse di Amat. Ma attenzione, mancano ancora all'appello altri 33 autobus. Si tratta della gara già aggiudicata  dalla Irisbus  e finanziati coi fondi Pon-Metro. Fanno parte di questa fornitura 10 autobus autosnodati da 18m diesel euro-6, e  23 autobus da 12m diesel euro-6.   BIGLIETTAZIONE L’Amat è ormai a un passo dal completamento del sistema di bigliettazione elettronica , con l’introduzione definitiva del biglietto magnetico. I nuovi titoli di viaggio stanno progressivamente sostituendo i vecchi biglietti. Le nuove validatrici sono state installate su buona parte della flotta e sono in dotazione sui nuovi autobus. Entro il prossimo febbraio sarà possibile convalidare il biglietto magnetico su tutti i bus Amat. I vecchi biglietti potranno essere sostituiti con i nuovi tagliandi magnetici al massimo entro il mese di gennaio 2019. SiCUREZZA In tema di sicurezza del personale alla guida dei bus, secondo quanto è emerso dalle riunioni con il prefetto Antonella De Miro, che ha voluto essere presente all’iniziativa, l’azienda ha predisposto il primo ordine che riguarda l’acquisto di 11 cabine blindate, che saranno installate nella prossima fornitura di nuovi autobus. “I nuovi mezzi dell’Amat contribuiscono all’esigenza di decoro e di efficienza di un servizio essenziale per la mobilità cittadina - ha detto Musumeci - La Regione ha reso possibile il finanziamento di 22 milioni, grazie ai fondi del ministero dei trasporti e del Comune di Palermo. 89 bus sono davvero una bella novità per il parco vetture dell’Amat. Adesso dobbiamo lavorare per consolidare le infrastrutture nell’isola. Ci sarà un incontro con i sindaci delle isole minori, per parlare di trasporti marittimi - ha concluso Musumeci - e stiamo esaminando con il Comune di Palermo la possibilità di poter modificare il percorso nel centro storico nei pressi del Palazzo Reale e palazzo D’Orleans. E’ una sorta di sfida che con il sindaco Orlando stiamo mettendo in campo”. Questi bus non aumenteranno assolutamente la frequenza di alcune linee, ma di certo tamponeranno i guasti che si verificano spesso. E da qui anche il perché troviamo in alcuni giorni vetture da 12 m lungo la linea 101, sottratti sicuramente ad altre linee per sostituire gli autosnodati in servizio da circa 20 anni.   Gli autobus, sono dotati di GPS, di videosorveglianza e di macchinette obliteratrici adatte per il Biglietto magnetico, ricordiamo che i vecchi biglietti saranno validi fino al 31 gennaio 2019.  

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
29 set 2017

CONCORSO A PREMI E PROGRAMMA | No smog mobility: il 4 e il 5 ottobre Palermo sarà la capitale della mobilità sostenibile

di Mobilita Palermo

Per due giorni Palermo torna capitale italiana della mobilità sostenibile, con forum e dibattiti, e dando anche la possibilità di saggiare alcuni fra i modelli di auto più moderne ed eco-compatibili fra quelli già in vendita. Ci sarà anche una finestra dedicata alla politica, con un confronto tra i candidati alla presidenza della Regione che saranno a chiamati a illustrare i loro programmi su trasporti, infrastrutture e mobilità. Sono solo alcuni di contenuti della settima edizione di “No smog Mobility”, in programma a Palermo mercoledì 4 e giovedì 5 ottobre: unica manifestazione dedicata alla mobilità sostenibile che si svolge nel meridione d’Italia. Ideata dai giornalisti Gaspare Borsellino e Dario Pennica (rispettivamente Direttori dell’agenzia di stampa Italpress e Sicilia Motori), No smog Mobility gode di una vasta partecipazione di pubblico attratto dalle novità esposte e dalla qualificata partecipazione di relatori e uditori ai forum. “Mostriamo idee e soluzioni per la mobilità sostenibile” non è solo il pay-off della manifestazione, ma anche l’esplicitazione dei contenuti. Perché se da una parte il pubblico - composto soprattutto da studenti universitari ed addetti ai lavori - può vedere e provare i più moderni modelli di veicoli, dall’altra parte i forum monotematici consentono di approfondire i diversi temi legati al rispetto dell’ambiente ed all’esigenze di mobilità individuale e collettiva, pubblica e privata, e per il trasporto di merci e persone, stakeholders, rappresentanti di aziende e associazioni (pubbliche e private), che possono contribuire con i loro interventi a rendere nota lo “stato dell’arte” nelle singole aree connesse alla mobilità (sicurezza, tecnologia, infrastrutture). Quest’anno il tema della mobilità sostenibile farà anche “irruzione” nella campagna elettorale in corso per le regionali, con una tavola rotonda, moderata dal vice direttore responsabile del Giornale di Sicilia, Marco Romano, che vedrà i candidati presidenti confrontarsi sui programmi legati proprio a questo aspetto. L’appuntamento è per mercoledì 4 ottobre nella Sala Camino del Grand Hotel et des Palmes. La mattina di giovedì sarà invece dedicata ai convegni, ai forum e ai dibattiti. Nella sede del Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi (Edificio 8 “Macchine” di viale delle Scienze), una lunga serie di incontri accenderanno i riflettori sul tema delle emissioni, della guida autonoma, delle nuove motorizzazioni ibride ed elettriche con interventi e contributi di professori, ingegneri, giornalisti ed esperti del settore. Oltre ai saluti del sindaco Leoluca Orlando e dei presidenti degli ordini degli architetti e dei giornalisti, è prevista la partecipazione di dirigenti e tecnici delle case automobilistiche che presenteranno le ultime novità in materia di sostenibilità e innovazione. Anche quest’anno, grazie al contributo degli organizzatori, saranno piantati altri alberi nel “Bosco di No Smog Mobility", ricavato nell'area antistante l’edificio 19 della cittadella universitaria. La rassegna è organizzata da Gadema Consulting con il supporto di A2A, Bosch e Unicredit. Saranno riconosciuti dei crediti formativi agli architetti e ai giornalisti iscritti agli ordini che parteciperanno ai lavori di giovedì 5 ottobre. Ecco il programma: Quest'anno si è pensato anche di organizzare un concorso fotografico che prevede per le migliori 3 opere un abbonamento al servizio di car e bike sharing offerte da AMAT Palermo s.p.a. Possono partecipare al concorso SAFETY ON THE ROAD tutti coloro i quali siano interessati al mondo della fotografia (amatori o professionisti) in forma singola o associata. Sono ammessi anche lavori presentati da associazioni. Si ritiene che si possa dare, attraverso le immagini, un contributo significativo sulla percezione di sicurezza a pedoni, ciclisti, ciclomotoristi, automobilisti, utenti, in generale, del sistema dei trasporti. Non vanno trascurati gli aspetti tecnici, infrastrutturali ed organizzativi della mobilità sia in ambito urbano che extraurbano. Le opere presentate devono essere inedite. La documentazione richiesta per la partecipazione al bando dovrà essere fatta pervenire entro e non oltre le ore 12 del 3 ottobre 2017 al seguente indirizzo mail all’indirizzo [email protected] riportante come oggetto “Concorso SAFETY ON THE ROAD”. Clicca qui per scaricare il bando Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 apr 2016

Via ai lavori dell’impianto metano dentro il deposito Amat di Via Roccazzo

di Fabio Nicolosi

Sinergia Amat-Amg, al via il potenziamento della stazione di rifornimento metano per bus Inizieranno questa mattina i lavori di potenziamento della stazione di rifornimento di gas metano per la flotta di bus Amat nel deposito di via Roccazzo. Si aggiunge un altro tassello nel quadro della mobilità sostenibile cittadina: la nuova infrastruttura darà la possibilità di rifornire ogni ora otto mezzi a metano che abbattono le emissioni inquinanti, con vantaggi per l’ambiente, risparmio economico e risvolti anche in termini di produttività aziendale. L’intervento è frutto ancora una volta della sinergia fra le partecipate del Comune di Palermo: Amg Energia Spa, attraverso la controllata Energy Auditing, società che si occupa di servizi energetici ad alta efficienza, e Amat Spa che gestisce il trasporto urbano e il nuovo servizio di tram. Oggi i lavori sono stati consegnati alla ditta aggiudicatrice, la IMIP S.r.l di Carini: si aprirà il cantiere e si avvierà il potenziamento dell’impianto che sarà realizzato entro 6 mesi. L’intervento rientra nell'ambito del “programma di finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico” finalizzato ad interventi per la mobilità sostenibile e la riduzione dell’inquinamento atmosferico a Palermo: il ministero dell’Ambiente ha finanziato il 70 per cento dei lavori, il restante 30 per cento è a carico di Amg Energia. “Si avvia un intervento importante – sottolinea il presidente di Amg Energia Spa, Giampaolo Galante – e cofinanziando in parte l’opera la nostra società investe nella sostenibilità, strategia che deve caratterizzare non solo il futuro ma innanzitutto il presente della città, volta al miglioramento della qualità dell’aria e dell’uso razionale dell’energia, impegni che da sempre contraddistinguono l’operato di Amg”. “Il nuovo impianto comporterà un notevole taglio dei costi perché eviterà il ricorso al rifornimento esterno, finora necessario, e permetterà il recupero di risorse umane da impiegare in maniera decisamente migliore sia nella movimentazione interna dei bus sia nel servizio di linea – dice Antonio Gristina, presidente dell’Amat –. L’impianto di nuova tecnologia consentirà infatti di eseguire con piena soddisfazione il rifornimento a chilometro zero dell’intera flotta di autobus a metano. Una scommessa vinta da questa amministrazione e dalle sue partecipate”. I lavori prevedono la dismissione del vecchio impianto e la realizzazione di una nuova infrastruttura in grado di comprimere fino a 1480 metri cubi/ora di metano per autotrazione con la possibilità di rifornire 4 autobus contemporaneamente mediante due distributori a doppia erogazione ad alta portata per un totale, quindi, di 8 autobus/ora. Per fare il “pieno” di energia pulita ogni mezzo impiegherà circa 15 minuti. "Ancora una volta - afferma il Sindaco Leoluca Orlando - si conferma l'importanza e l'efficacia della sinergia fra le Aziende partecipate e fra queste e l'Amministrazione. Con questo intervento l'AMAT raggiunge un importante risultato in termini di riduzione dei costi e di operatività e, soprattutto, getta le basi per un possibile ampliamento della flotta a metano, con ulteriori risparmi e miglioramento del servizio." A differenza dei classici combustibili, il metano è un idrocarburo conveniente (ha un costo inferiore di circa il 60 per cento rispetto alla benzina) e pulito: la combustione produce il 20 per cento in meno di CO2 rispetto alla benzina, non immette in atmosfera particolato (PM10), “black carbon” (PM2,5), piombo e idrocarburi policiclici aromatici, ha concentrazioni di ossidi di azoto (NOx) inferiori del 72 per cento rispetto a una vettura a benzina e del 95 per cento rispetto ad un mezzo a gasolio.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
02 ott 2015

Via ai lavori per due stazioni pubbliche di metano

di antony977

Sembra volgere al termine la vicenda delle nuove stazioni di distribuzione metano che rientrano nel programma di “finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico” promosso dal Ministero dell’Ambiente. Il programma infatti prevede  la realizzazione di una nuova stazione di distribuzione del gas metano nel parcheggio di viale Francia e il potenziamento della stazione di distribuzione del gas metano per la flotta pubblica ubicata all’interno della rimessa Amat Roccazzo. Per la stazione di distribuzione Roccazzo, si tratta più che altro di un ripristino, visto che da anni è dismessa e i bus Amat sono costretti a rifornirsi presso il distributore di via Lanza di Scalea; col risultato che i bus percorrono ben 28km fra andata e ritorno per rifornirsi, ancora prima di immettersi in esercizio.Un risparmio da non poco, se si considerano anche gli automezzi a metano dell’autoparco del Comune di Palermo. Ad aggiudicarsi i lavori la siciliana Imip e la bolognese Safe che si occuperanno, rispettivamente, del rifacimento dell'impianto di distribuzione all'interno della sede di Amat in via Roccazzo, e della realizzazione di una nuova stazione di distribuzione del gas metano nel parcheggio di viale Francia, in piazzale Ambrosini. In via Roccazzo, la capacità di erogazione del metano compresso a 200 bar passerà da 400 a 1100 metri cubi all'ora soddisfacendo il fabbisogno di carburante metano degli oltre cento autobus parte della flotta del trasporto pubblico di Palermo. Tramite questo impianto potranno essere inoltre caricate le bombole anche degli automezzi del Comune e delle sue aziende alimentati a metano. In piazzale Ambrosini verrà realizzata una stazione di distribuzione del metano per autotrazione aperta agli automobilisti con una capacità di erogazione di ben 700 metri cubi all'ora. Fra pochi giorni, esaurite le procedure di verifica da parte dell'Ufficio Gare di AMG Energia, la firma dei contratti con le imprese aggiudicatarie che potranno poi avviare le attività di cantiere che dureranno 180 giorni. Con la nuova stazione, infatti, Amat potrà continuare il processo di trasformazione della flotta di autobus alimentati a gasolio, con i nuovi mezzi a metano. Voluti fortemente dal Comune di Palermo e cofinanziati nel 2010 al 70% dal Ministero dell'Ambiente e da AMG Energia per il restante 30%, i lavori termineranno entro 180 giorni dalla firma del contratto. La Imip si è aggiudicata la gara con un ribasso del 2,5% sull'importo a base d'asta di 845mila euro. La Safe con uno dello 0.5% sull'importo a base d'asta di 737mila euro.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
03 ott 2013

No Smog Mobility 2013

di luigi77

Si aprirà venerdì 4 ottobre, alle 11, la 3° edizione di “No Smog Mobility”, l’unica rassegna siciliana dedicata alla mobilità sostenibile che avrà luogo a Palermo (Foro Umberto I) fino a domenica 6 ottobre. Nel programma, oltre all'esposizione (sabato e domenica) di veicoli eco-compatibili, anche incontri e forum (venerdì e sabato all’Nh Hotel di Via Messina Marine) che approfondiranno i temi legati al rispetto dell'ambiente e della sicurezza.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 giu 2013

Interventi sulla mobilità: una nuova stazione metano in viale Francia

di antony977

Prosegue l'iter amministrativo del ”Programma di finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria e delle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico”, con interventi finanziati dal Ministero dell’Ambiente. Rientra nello stesso programma anche il bike&scooter sharing, il potenziamento del car sharing e l’acquisto di nuovi bus ecologici, di cui ne avevamo già parlato qui. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 3

Ultimi commenti