Articolo
04 ott 2018

RIFIUTI | Nuovo piano per raccolta differenziata e verifiche su discariche

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa i nuovi controlli su l'abbandono dei rifiuti e raccolta differenziata.   Palermo - Un pacchetto di interventi per portare entro la fine dell’anno la percentuale di raccolta differenziata in città al 30%, offrendo nuovi servizi ai cittadini ed allo stesso tempo innalzando il livello di controlli e sanzioni contro gli “incivili” che non fanno la differenziata o abbandonano i rifiuti in modo illegale. Il piano è stato già trasmesso alla Regione, così come previsto da una recente Ordinanza del Presidente Musumeci. Il tavolo tecnico inter-istituzionale, che coinvolge tutte le aziende e tutti gli uffici dell’Amministrazione interessati a vario titolo al tema dei rifiuti, ha deciso una serie di misure che si concentreranno da subito su due aree: il contrasto all’abbandono illecito degli ingombranti e il mancato smaltimento corretto della frazione umida/biodegradabile dei rifiuti. Per quanto riguarda gli ingombranti, si moltiplicheranno le aree in cui sarà possibile il conferimento legale, in diverse orari del giorno e sarà ulteriormente rinforzato il ritiro gratuito a domicilio. Sono inoltre aboliti i limiti di conferimento presso le aree di conferimento già esistenti nei diversi quartieri, permettendo quindi lo smaltimento simultaneo di più “pezzi”. In particolare per gli ingombranti aumenteranno le aree e gli orari di raccolta: entro poche settimane saranno attivati due CCR (Centri comunali di raccolta) in viale dei Picciotti e a piazzetta della Pace è in corso di appalto l’istituzione di un centro per la raccolta differenziata all’Arenella a servizio sia dei residenti sia dei pescatori vista la positiva esperienza dell’area di conferimento notturno in via Verga all’Albergheria, aree analoghe saranno create negli altri mandamenti del centro storico si prolungherà l’orario di servizio dell’area di raccolta di piazzale Giotto, attiva tutti i giorni si aumenteranno i giorni di operatività delle aree di conferimento nelle circoscrizioni, attualmente limitati ad un giorno settimanale. Per quanto riguarda forme di raccolta alternativa a quella stradale, mentre procede la distribuzione dei “kit” nell’area del III step, un servizio sperimentale sarà avviato nella zona di Borgo Molara (IV Circoscrizione), insieme ad un potenziamento di quanto già avviato a Mondello e Sferracavallo. Una nuova campagna informativa specifica sulla corretta divisione dei rifiuti sarà condotta in sinergia fra RAP, SRR e Comune. Sul fronte dei controlli e delle sanzioni, sono già partiti quelli congiunti fra RAP e Polizia Municipale che sono essenzialmente di due tipi e mirati alle zone del “Porta a porta”: apertura dei sacchetti abbandonati in strada per l’individuazione di elementi utili a risalire agli autori del reato. Una volta che le “prove” sono state acquisite dalla Polizia Municipale, la stessa eleva sanzioni a partire da 167 euro per ciascuna contravvenzione appostamenti in borghese in luoghi di discarica abituale da parte di utenze domestiche e commerciali in aree servite dal sistema “porta a porta” Su proposta del vice sindaco ed Assessore all'Ambiente Sergio Marino, è stata inoltre inviata al Consiglio comunale la proposta di istituzioni della figura degli “Ispettori ambientali” Infine per quanto riguarda le sanzioni, è stato proposto al Consiglio comunale un inasprimento delle stesse, in particolare per gli abbandoni irregolari e illeciti in area del “porta a porta”. Nelle more della discussione ed eventuale adozione del provvedimento da parte dell’Organo consiliare, il Sindaco emanerà una apposita ordinanza con cui vengono aumentate le multe per condomini, famiglie e imprese che non rispettano le regole di conferimento dei rifiuti. Commentando queste iniziative, l’Amministratore unico di Rap Giuseppe Norata ha affermato che “con l’attivazione della linea di gestione dell’umido presso l’impianto di Bellolampo, i cittadini hanno l’opportunità di permettere alla città, quindi a sé stessi, un enorme risparmio. E’ importantissimo che soprattutto gli ingombranti e l’umido siano da subito smaltiti in modo corretto e per questo la RAP sta facendo un grande sforzo organizzativo rivolto a rendere la differenziata davvero facile, oltre che conveniente. Tutto questo non potrà che giovare anche all’immagine della città e al suo decoro.”

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
27 lug 2018

Raccolta differenziata, da lunedì un numero telefonico per segnalare incivili e trasgressori

di Antony Passalacqua

Palermo - Da lunedì 30 luglio  entrerà in funzione  il numero telefonico 3357311773  riservato dalla Polizia Municipale ai cittadini che volessero segnalare abusi e violazioni da parte dei residenti delle zone dello step 1 (quartiere Strasburgo) e step 2 (Politeama- Massimo) in cui vige  il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti. Un filo diretto  per segnalare il vicino di casa scorretto che getta i rifiuti fuori orario o che non rispetta il calendario della raccolta differenziata. “Con la collaborazione dei cittadini dobbiamo individuare e sanzionare  coloro che non ne vogliono sapere di differenziare i rifiuti e in  barba  a disposizioni, regole e ordinanze  conferiscono i rifiuti fuori orario o li abbandonano indiscriminatamente sui marciapiedi” ribadisce  il Comandante. Il numero sarà  disponibile tutti i giorni dalle ore 7:00 alle ore 10:00 e dalle ore 20:00 alle ore 22:00 un operatore raccoglierà le segnalazioni che saranno girate alle pattuglie operanti sul territorio per sanzionare i trasgressori. Il segnalante dovrà  fornire le proprie generalità  e ove possibile farsi trovare nelle adiacenze del luogo. Foto: video che riprende incivili

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
10 apr 2018

FOTO | Vandalizzati i giochi della villetta dei colori di Via Pitre

di Mobilita Palermo

Siamo su Via Pitrè a pochi passi dall'aeroporto di Boccadifalco e come potete vedere da queste foto, ci troviamo davanti l'ennesimo atto di inciviltà nei confronti dei piccolo bambini di quartiere che fino a qualche giorno fa avevano a disposizione una piccola area verde dove passare i pomeriggi e svagarsi e dove oggi trovano solo pericoli e giochi rotti. Condanniamo fortemente questi atti perchè sono figli di una cattiva educazione e di un'assenza totale di educazione civica. Siamo al corrente che al comune la segnalazione è già pervenuta, ma non potevamo sicuramente tralasciare uno dei tanti episodi che giornalmente ci capita di vedere o di ricevere via mail. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
29 ago 2016

RIFIUTI | I “porci” di corso Tukory indisturbati

di Antony Passalacqua

Abbiamo voluto usare questo titolo, forte  incisivo e provocatorio, proprio per esprimere tutto il nostro disprezzo per quanto accade settimanalmente (se non giornalmente) lungo corso Tukory da circa due anni. Ci troviamo proprio di fronte al giardino intestato al Prefetto G.Vitocolonna. Solo due anni fa vennero spostati i cassonetti posizionati lungo il marciapiede per ricavare degli stalli di sosta per auto. Cassonetti che vennero ricollocati a pochi metri di distanza. Ma si sa, il palermitano medio è affezionato alle abitudini. E così puntualmente i sacchetti dei rifiuti vengono gettati nello stesso punto, proprio lì dove c'erano i cassonetti. Eppure noterete dalla foto "le miglia" che dividono questo punto dalla nuova locazione dei cassonetti.Forse la gente necessita di una navetta per coprire questo tratto? Ironia a parte, è un comportamento che rispecchia molto spesso una mentalità piuttosto becera diffusa in città: infrangere le regole trascurando il bene collettivo. Ma in questi due anni, visto il continuo ripetersi di queste "usanze", la Rap ha mai pensato a qualche squadra in borghese per sanzionare i colpevoli?

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
16 giu 2016

“Rimettiti la maglietta altrimenti non parto!”: l’autista del tram ferma il convoglio e..

di mediomen

Come può migliorare la nostra società e di conseguenza la città? Con l'educazione e il rispetto del bene pubblico. Ogni 10, 100 episodi di abusivismo, menefreghismo e degrado, oggi accogliamo con grande piacere il racconto del nostro utente mediomen, che ha assistito ad un siparietto all'interno di un convoglio tranviario. Ormai siamo già abituati a vedere il tram scorrere nelle nostre strade bello, bianco, pulito fresco e con ancora l'odore di nuovo. Lo uso molto spesso ed ormai mi è familiare. Oggi sulla linea 4, rilassato e rinfrescato vedo salire e scendere le persone ordinatamente e fra questi un gruppo di ragazzini chiassosi salire con qualcuno senza maglietta. Il tram si ferma e il guidatore va a rimproverare i ragazzi invitandoli ad indossare la maglietta. Ottenuto il risultato ritorna al proprio posto di guida. Oltre al plauso al manovratore, ho capito che l'ambiente che ci circonda ci stimola al decoro e al mantenimento delle regole della buona creanza. Se riuscissimo sempre a vivere nel pulito e ordinato sicuramente riusciremmo ad avere una città modello dove vivere. Una goccia nell'oceano della maleducazione di tanti giovani, indisciplinati. Ma non solo giovani. Questi sono gli esempi da cui ripartire, questi sono i comportamenti che dovremmo insegnare alle future generazioni. Ci vuole coraggio, è vero. Non sempre tutto ha il lieto fine come in questo caso. Ma da qualche parte si deve iniziare, o continuare.

Leggi tutto    Commenti 10
Proposta
12 feb 2016

Question time per la RAP

di katet

Salve, in questi giorni ho notato su diversi quotidiani on-line locali e sui social diversi dibattiti e botte e risposte tra cittadini palermitani e il Dott.Marino della RAP sul tema rifiuti a Palermo. La situazione non è bella. Premesso che quello che il lavoro che il Dott.Marino e buona parte della RAP effettua è encomiabile, perchè lavorare su questo settore a Palermo non è facile, certi atteggiamenti però mi hanno fatto riflettere. Noto infatti che il Dott.Marino usa molto i social (anche se ultimimante ho notato la sua minaccia di abbandonarli) e li utilizza GIUSTAMENTE per lodare attività e iniziative della sua azienda e per GIUSTAMENTE evidenziare l'INCIVILTA' DEL PALERMITANO. Quello che però ho notato pure che quando invece gli si viene fatta notare diciamo delle "inefficienze" dell'azienda che dirige, non risponde o addirittura si scaglia contro gli utenti, che penso che visto che magari pagano la TARI vuoi o non vuoi esigono magari un servizio degno di esso. Ho notato infatti che alcuni temi sono un pò scottanti, ad esempio: il perchè devono essere i cittadini a chiedere l'attenzione su certe criticità di cassonetti strapieni e non i suoi dipendenti che girano la città e vedono certe criticità, oppure la richiesta del mancato servizio di spazzamento di quasi tutta la perifiria della città, oppure informazioni sulla turnazione di pulizia delle campane della raccolta differenziata, oppure spiegazioni su suoi dipendenti assenteisti o che svolgono "altre attività" durante il loro orario di lavoro, oppure di come cerca di combattere il problema del mancato pagamento della TARI di quasi più del 50% dei palermitani risultato da un recente studio, oppure del perchè gli operai RAP puliscono i cassonetti ma quello che cade nelle operazioni di svuotamento non viene raccolto ed altri temi un pò delicati. Ciò che è comune a questi argomenti è che la RAP chiede di andare direttamente in sede a chiedere informazioni non rispondendo sui social (mentre per colpevolizzare i palermitani  GIUSTAMENTE INCIVILI si possono utilizzare i social). Ed eccoci quindi alla mia proposta: visto che siete una redazione modello, che il vostro lavoro è apprezzato da tutti noi palermitani e non solo, e che ormai siete il nostro punto di riferimento per conoscere iniziative, problematiche e servizi sulla nostra città, volevo chiedere se fosse possibile da parte vostra proporre un'iniziativa di raccolta di quesiti, dubbi, richieste ed etc da parte dei cittadini ed effettuare un'intervista di persona, o scambio via e-mail, o videoconferenza con il Dott.Marino che ricevendo le domande degli utenti palermitani può rispondere senza nessun tipo di problema. Capisco che la tipologia di proposta non è tipica per questa sezione, ma penso sia un buon suggerimento. Capisco anche le vostre modalità di lavoro e forse che la cosa non sia fattibile ma comunque ci ho provato.   Saluti e comunque ancora complimenti e tutto il mio rispetto per il lavoro che fate.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ago 2014

Sferracavallo, quando il cittadino non è tutelato dalle Forze dell’Ordine

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo la lettera da parte di una nostra concittadina della borgata di Sferracavallo. Siamo in tema di sicurezza e controllo del territorio, con le forze dell'ordine che dovrebbero mantenere un presidio costante e permanente. Ovviamente, ad una telefonata al centralino della Polizia Municipale le è stato risposto che non era disponibile alcun agente che potesse avvicinare a Sferracavallo. Come tutelare i cittadini che si ribellano e che chiedono semplicemente vivibilità nelle nostre piazze?E' davvero così difficile?   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 16