Articolo
27 lug 2018

Raccolta differenziata, da lunedì un numero telefonico per segnalare incivili e trasgressori

di antony977

Palermo - Da lunedì 30 luglio  entrerà in funzione  il numero telefonico 3357311773  riservato dalla Polizia Municipale ai cittadini che volessero segnalare abusi e violazioni da parte dei residenti delle zone dello step 1 (quartiere Strasburgo) e step 2 (Politeama- Massimo) in cui vige  il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti. Un filo diretto  per segnalare il vicino di casa scorretto che getta i rifiuti fuori orario o che non rispetta il calendario della raccolta differenziata. “Con la collaborazione dei cittadini dobbiamo individuare e sanzionare  coloro che non ne vogliono sapere di differenziare i rifiuti e in  barba  a disposizioni, regole e ordinanze  conferiscono i rifiuti fuori orario o li abbandonano indiscriminatamente sui marciapiedi” ribadisce  il Comandante. Il numero sarà  disponibile tutti i giorni dalle ore 7:00 alle ore 10:00 e dalle ore 20:00 alle ore 22:00 un operatore raccoglierà le segnalazioni che saranno girate alle pattuglie operanti sul territorio per sanzionare i trasgressori. Il segnalante dovrà  fornire le proprie generalità  e ove possibile farsi trovare nelle adiacenze del luogo. Foto: video che riprende incivili

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
20 lug 2018

Rap, nel quartiere Albergheria il primo punto di raccolta ingombranti.

di antony977

Palermo - Nell’ottica di debellare l’abbandono incondizionato di ingombranti e di rifiuti conferiti in maniera anomala lungo diverse strade del quartiere Albergheria anche a causa della presenza del mercato dell’usato, l’azienda ha avviato da oggi  in via sperimentale  il primo punto di raccolta giornaliero della città. Per il  ritiro degli ingombranti parte un punto di raccolta in via Giovanni Verga , lato cinema Edison , con le seguenti modalità : Dal lunedì al venerdì dalle ore 14.30 alle ore 15.30 sarà possibile conferire esclusivamente rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche ( RAEE).In questo caso è prevista la presenza di operatori della Rap muniti di un autocarro a pianale con sponda caricatrice. Per disfarsi invece degli ingombranti quali divani, poltrone e arredi vari, reti, materassi , sedie e tavoli , sarà possibile conferirli esclusivamente, nello stesso luogo, sempre dal lunedì al venerdì, dalle ore 20 alle ore 23,00. Sarà cura della Rap quotidianamente ritirarli. Per maggiori informazioni è possibile contattare l'URP  della RAP  al numero verde 800237713. L’iniziativa regolarizzata dall’ordinanza sindacale n° 36 /2018, nasce nell’ambito della più complessiva riqualificazione del quartiere Albergheria con la precisa volontà, da parte della Amministrazione e della circoscrizione, di avviare un percorso di sostegno alla vivibilità ed al rispetto delle regole. Al fine di agevolare il raggiungimento di questo obiettivo, è stato istituito dal Sindaco, con specifiche direttive,  un apposito gruppo di lavoro tecnico – politico con il compito di analizzare le notorie problematiche del quartiere e proporre adeguate soluzioni che l’amministrazione civica si impegnerà a porre in attuazione. Negli ultimi due mesi ( Maggio e Giugno ) sono 46.000 i pezzi di ingombranti abbandonati illecitamente e ritirati dalla Rap, il doppio di quanto raccolto negli anni precedenti. Nello specifico a Giugno sono strati raccolti in totale 45.816 pezzi di cui 6.142 da utenze domestiche ( 13,41%) , 22.672( 49,48%) da postazione mobile e 17.002( 37,11%) da strada. Nei primi 12 giorni di luglio sono stati raccolti in totale 20341 ingombranti di cui 1842 ( 9,06% ) da utenze domestiche , 10531 ( 51,77%) da postazione mobile e 7968 ( pari a 39.17%) , un andamento ancora in crescita che vedrebbe proiettato a fine luglio oltre 50.000 pezzi.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
25 nov 2016

VOTATE | FAI: I luoghi del cuore: Salviamo il Fiume Oreto!

di Fabio Nicolosi

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo SpA, in partnership, promuovono l’ottava edizione del censimento “I Luoghi del Cuore” che si rivolge a tutti i cittadini italiani e stranieri chiedendo loro di segnalare i luoghi italiani che amano e che vorrebbero vedere difesi, valorizzati, recuperati. Obiettivo del progetto è la sensibilizzazione di cittadini e istituzioni sul tema della tutela e della valorizzazione del patrimonio storico, artistico, naturalistico del Paese. Perché? Nel 2013 a seguito della grande partecipazione registrata alla sesta edizione del censimento, FAI e Intesa Sanpaolo hanno introdotto, in collaborazione con il MiBACT, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del turismo, un nuovo meccanismo di selezione degli interventi. Il Bando offre la possibilità, a tutti i luoghi che hanno ricevuto almeno 1.000 voti, dal 2016 la soglia minima viene portata a 1.500 voti – un risultato importante, frutto di una mobilitazione impegnata e appassionata – di presentare una specifica domanda per beneficiare di un intervento diretto da parte della Fondazione. Cos'è il Bando? Un invito rivolto a tutti i luoghi, con almeno 1.500 voti, per richiedere un intervento, con la condizione che vi siano un preciso programma di azione e certezze sui primi finanziamenti. L’intervento dovrà rientrare in una di queste tipologie: Intervento di recupero/ restauro/ riqualificazione a fronte della presentazione di un progetto o di un lotto di progetto Iniziativa di promozione/valorizzazione Istruttoria presso gli Enti di Tutela per apposizione vincoli o richiesta di verifica di progetti ritenuti lesivi del Luogo del Cuore Chi può partecipare? Tutti i proprietari, i concessionari, gli affidatari o i portatori di interesse dei luoghi che hanno superato i 1.500 voti, secondo la classifica ufficiale, del censimento appena chiuso, presente su questo sito. Tempi e modalità Il nuovo Bando sarà aperto dopo l’annuncio ufficiale dei risultati, a partire da marzo 2017. I documenti necessari saranno scaricabili in questa pagina e andranno compilati insieme agli allegati richiesti, sia in formato digitale che in quello cartaceo. Quando avverrà l'annuncio dei luoghi selezionati? L'elenco dei luoghi selezionati sarà pubblicato sul sito de I Luoghi del Cuore nell’autunno 2017. I luoghi scelti beneficeranno di un intervento diretto da parte del FAI e di Intesa Sanpaolo. Cosa è successo negli anni passati? Il Bando è stato lanciato per la prima volta nel 2013, rivolto a tutti i luoghi che alla sesta edizione del censimento avevano ricevuto almeno 1.000 voti. La prima edizione del Bando per l’assegnazione di contributi ha riscontrato un enorme successo: 128 i luoghi coinvolti, 70 richieste pervenute in 17 diverse Regioni. Comuni, Province, Comitati, Associazioni Fondazioni e Soprintendenze hanno accolto l’invito e si sono attivati rinnovando lo spirito partecipativo che anima l’iniziativa creando sinergie sul territorio per agire concretamente a favore di quei beni così amati dai cittadini. 16 sono stati i luoghi scelti dalla commissione interna del FAI e interessati da un intervento. Nel 2015 il risultato è stato ancora più importante, con 257 luoghi coinvolti e 103 progetti presentanti in 15 regioni. La commissione composta da rappresentanti del FAI, che ha condiviso gli esiti con i Segretariati Regionali del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del turismo, ha valutato le domande ricevute in base ai parametri stabiliti, ha selezionato 19 beni su cui intervenire in 15 regioni. Ma torniamo a noi... Quest'anno il comitato Salva L'Oreto ha inserito il Parco Dell'Oreto all'interno di questo concorso e adesso siamo alla scadenza. Ricordiamo il documentario di Igor D'India di qualche anno fa che mostrò con una videocamera lo stato dei luoghi dalla foce alla sorgente. Mancano pochi giorni, ma anche pochi voti affinché il progetto possa vedere luce. Vi chiediamo dunque di contribuire con dei semplici passaggi cliccando su QUESTO LINK Buona votazione, vi lasciamo con la descrizione del Fiume Oreto presente sul sito del FAI: L'Oreto (chiamato in epoca araba Wadi al-Abbas) è un fiume siciliano che scorre nella Valle dell'Oreto e con un bacino che si estende nei territori dei comuni di Altofonte, Monreale e Palermo. Lungo circa 20 chilometri, ha la sorgente a sud di Palermo, nella cosiddetta Conca d'Oro, lungo la dorsale del Monte Matassaro Renna; da qui in poi scorre verso la periferia sud del capoluogo siciliano per andare a sfociare nel Mar Tirreno. La foce è visibile dal ponte del lungomare Sant'Erasmo. Corso d'acqua a carattere torrentizio, anche nei mesi più caldi conserva un deflusso sufficiente per la presenza di molte sorgive lungo il proprio corso e per la ricchezza della falda che lo alimenta: nel1997, ultimo dato disponibile, la portata media mensile del fiume ha oscillato fra un massimo di 1,87 metri cubi al secondo (registrato in gennaio) e un minimo di 0,116 metri cubi al secondo (registrato in agosto). Dal 1980 al 1997, la portata massima si è registrata nel gennaio del1981 (5,876) e la minima nell'agosto del 1993 (0.031). L'Oreto riceve acqua da tre affluenti principali, il Torrente dei Greci, il Vallone Piano di Maglio e il Vallone della Monaca. Tra le sorgenti principali, Api, Alloro a Vigna d'Api, Villa Renda, Santa Maria e Fontana del Lupo. Il bacino del fiume si estende per circa 129 chilometri quadrati, dal Monte Gibilmesi fino alla foce, nella zona di Sant'Erasmo, a Palermo. Il bacino, secondo l'ultimo piano regolatore approvato dal Comune di Palermo, dovrà diventare un'area protetta: ma fino ad agosto del 2006 l'area era ancora particolarmente inquinata, per la presenza di numerosi scarichi fognari abusivi e di alcune discariche abusive. Dati tratti dal Rilevamento delle caratteristiche dei bacini ideografici comprendenti corpi idrici significativi o di particolare interesse, a cura della Regione Siciliana, anno 2004. Lungo il corso del fiume Oreto sono presenti molti ponti che congiungono le sponde della Valle dell'Oreto, quelli attualmente conosciuti risalgono dal XII secolo in poi: Ponte Corleone, Ponte di Mare, Ponte della Grazia, Ponte di Fiumelato, Ponte Rotto, Ponte delle Teste mozze, Ponte Oreto, Ponte Parco (o di Monreale), Ponti "della Ferrovia", Ponte della Guadagna, Ponte Bailey. Oltre il Ponte dell'Ammiraglio ormai non più percorso dal fiume e risalente al 1113.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
03 lug 2014

Raschiare il fondo: le tristi foto di una “macabra” discarica qualunque

di antony977

Quella che pubblichiamo oggi è sicuramente l'ennesima segnalazione di discarica abusiva in città, ad opera dei soliti ignoti incivili. Le foto che vi mostriamo hanno un particolare che mettono in risalto l'inciviltà a Palermo, nuda e cruda. Queste immagini dovrebbero far riflettere l'opinione pubblica. I nostri occhi sono talmente assuefatti alla visione di questi scenari, che soltanto un dettaglio così macabro riesce a destare scalpore rispetto al contesto. Salve, vi segnalo un evento a dir poco sconcertante che si è verificato nei pressi di Viale della Regione Siciliana Nord-Ovest questa mattina. Alle spalle di un noto complesso di uffici, al civico 7275, è presente un parcheggio pubblico nel tratto di strada che collega Via Tranchina Giuseppe a Via E. Majorana. Questo parcheggio, ormai da anni, versa in condizioni pietose perchè è stato utilizzato come discarica di rifiuti di smaltimento edilizio e di qualsiasi tipo.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
09 set 2013

Rifiuti abbandonati: anche i ricchi piangono

di antony977

Un interessante comunicato del Comune di Palermo circa la recente campagna di controlli avviata nei confronti di chi viene colto a buttare rifiuti per strada. Un ulteriore riprova di ciò che diciamo da anni: quando i controlli sono severi e costanti, i risultati non tarderanno ad arrivare. Ma c'è ancora tanto su cui lavorare e su più fronti. Facendo seguito alle indicazioni impartite dal Sindaco in tal senso, da lunedì scorso, il Comando della Polizia Municipale ha riorganizzato i servizi di controllo del territorio per la repressione e prevenzione dello smaltimento irregolare dei rifiuti e sullo svolgimento dei servizi assegnati da parte del personale della RAP.  Il Comandante Vincenzo Messina ha per questa occasione disposto il servizio di 24 agenti, suddivisi in vari turni, che agiscono in borghese e con l’ausilio di auto civetta.   In questi quattro giorni sono state elevate 22 multe a cittadini che sono stati sorpesi a lasciare i rifiuti lontano dai cassonetti. Ciascuno dovrà pagare un'ammenda pari a 166 euro.  Particolarmente singolare il caso dei marinai di una barca di lusso ancorata a largo di Mondello che sono stati sorpresi a lasciare i sacchetti con i rifiuti sul marciapiede del lungomare che avevano raggiunto a bordo di un gommone. I controlli hanno anche previsto una serie di indagini ed appostamenti che, partendo dall'analisi di alcuni rifiuti rinvenuti in strada, hanno permesso di identificar 4 ditte che smaltivano illegalmente i propri imballaggi. In questo caso scatterà una denuncia ed un'ammenda pari a 600 euro. Sul fronte dello smaltimento illegale, gli appostamenti hanno permesso di sorprendere in flagrante due autotrasportatori che smaltivano degli sfabbricidi. Anche in questo caso è scattata la denuncia ed un'ammenda di 600 euro.  Per quanto riguarda invece i controlli sull'attività dei dipendenti, gli agenti hanno effettuato alcune verifiche sulla regolare presenza e sul regolare svolgimento dell'attività lavorativa da parte degli operatori addetti allo spazzamento e al recupero degli ingombranti. Sui circa 70 controlli effettuati in tutta la città, è stato individuato solo un caso di comportamento irregolare, che ha portato alla denuncia di un dipendete per peculato. Lo stesso dipendente è stato infatti fermato mentre, fuori dall'area di sua competeza, trasportava con il mezzo aziedale alcuni mobili, apparentemente diretto verso la propria abitazione. La Polizia Municiapale ha avviato le necessarie indagini per accertare tanto la provenienza quanto la destinazione del materiale.    

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
27 ago 2013

Rifiuti ingombranti: come smaltirli correttamente

di antony977

Torniamo a parlare di discariche abusive ma soprattutto di rifiuti ingombranti. Una becera abitudine, purtroppo molto diffusa in città. Come smaltire correttamente frigoriferi, mobili e quanto altro dobbiamo disfarci? La RAP ricorda che in tutte le circoscrizioni sono previsti dei precisi giorni e luoghi in cui è possibile effettuare il conferimento di questi rifiuti.I privati cittadini possono conferire i rifiuti indifferentemente presso qualsiasi postazione, a prescindere dalla residenza. La consegna dei rifiuti può essere effettuata solo nei giorni e orari indicati, direttamente ed esclusivamente al personale RAP presente sul posto. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 4