Articolo
22 ott 2018

Vandalizzata l’indicazione della stazione di Palermo Lolli

di Fabio Nicolosi

La mamma degli idioti è sempre incinta... Purtroppo non possiamo commentare diversamente, uno dei tanti atti vandalici che ci troviamo a raccontare e che purtroppo trovano spazio in queste pagine Abbiamo già provveduto ad avvisare i tecnici affinché si possa provvedere alla pulizia dell'insegna nel minor tempo possibile Gesti simili non possono che essere duramente condannati ed è per questo che vi chiediamo massima collaborazione, perché speriamo che qualcuno abbia visto e abbia avuto il coraggio di denunciare. Non possiamo tollerare atti simili, gesti che danneggiano l'intera collettività

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
20 ago 2018

Reportage fotografico | Lo stato dei ponti sul fiume Oreto

di Fabio Nicolosi

La tragedia di Genova non può che aver creato un certo allarmismo. Sono sicuri i ponti su cui transitiamo? C'è un modo per prevenire crolli o cedimenti strutturali? Come sempre la soluzione a questi problemi è la manutenzione, infatti ogni esperto intervistato in questi giorni non a caso ripete che basta una costante e corretta manutenzione per evitare grandi disastri. Palermo ha la necessità cosi come Genova di alcuni ponti che permettono l'ingresso e l'uscita della città lato Messina, ma in che condizioni sono questi ponti su cui giornalmente transitiamo? Non siamo esperti in materia e anche se lo fossimo non è questa la sede per effettuare delle valutazioni, con questo articolo vogliamo quindi lasciare voi giudicare lo stato dei nostri ponti e agevolare il lavoro di tutti gli esperti che avranno voglia e tempo per esaminare le varie foto e i video e trarre le conclusioni. Abbiamo volutamente soffermato l'attenzione solo sui ponti sul fiume Oreto, perché sono i ponti che in caso di crollo taglierebbero la città in due. "Nei prossimi giorni, in occasione della pubblicazione di importanti gare d'appalto, cui si è lavorato negli ultimi mesi -dichiarano il Sindaco, Leoluca Orlando e l'Assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana, Emilio Arcuri - terremo una conferenza stampa per ricordare e descrivere quanto fatto dal 2013 ad oggi, in termini di ricerca fondi, progettazione ed esecuzione, materiale di lavori per la sicurezza ponti". Ponte di mare Costruito tra il 1777 e il 1778 Il Ponte unisce Via Ponte di Mare con Via Messina Marine e permette l’attraversamento della foce dell’Oreto. Fino agli anni 50 era affiancato da un Ponte ferroviario che permetteva al treno , della tratta a scartamento ridotto Palermo Corleone, di arrivare alla Stazione di Sant’Erasmo ( totalmente distrutta nel 1953 ) Ponte Oreto Il ponte collega le due parti di via Oreto. Concepito alla fine del Settecento, il Ponte Oreto è stato realizzato negli anni trenta del Novecento, in pieno ventennio fascista. Per questo motivo, sui suoi piloni si trovano alcuni fasci littori. Ponte Guadagna e Ponte Bailey Il ponte Guadagna è il ponte, pedonale, che permette alla via Guadagna di attraversare il fiume accanto alla Chiesa di Madonna Assunta già chiesa di Santa Maria delle Grazie. Realizzato originariamente in legno, negli anni cinquanta è stato sostituito con una struttura in cemento armato. Il ponte Bailey aperto il 9 aprile 1997. Voluto dal sindaco Leoluca Orlando, si trova nella zona della Guadagna ed è stato concepito per alleggerire il traffico nella zona fra l'ospedale Civico e il cimitero di Sant'Orsola. Prende il nome dall'ideatore, Donald Bailey. Ogni anno il comune corrisponde all'esercito italiano un canone di affitto per il noleggio della struttura. Un canone che si aggira intorno ai 1000euro/annui. Ponte Corleone È fra i più antichi, forse il più antico dei ponti che attraversano il fiume, ma le sue origini sono sconosciute. Collega le due parti di Viale Regione Siciliana. Fu costruito nel 1962. Nei mesi scorsi è stato interessato da importanti lavori di manutenzione ai giunti di dilatazione. Il 19 Marzo 2007 fu stipulato con la Cariboni il contratto per il raddoppio dello stesso e – “a seguito di grave inadempimento contrattuale” – la Giunta Comunale (epoca Cammarata) deliberò la rescissione dell’appalto il 30 maggio 2008. Il 6 ottobre 2010 viene notificato al Comune un atto di citazione in cui l’impresa chiede i danni poiché ritiene illegittima la risoluzione contrattuale. Il primo grado si conclude nel 2014 con ottimi segnali per Palazzo delle Aquile: il Tribunale civile di Palermo rigetta le domande avversarie e dispone una Ctu per la quantificazione del danno patrimoniale subìto dall’Amministrazione Comunale. Il costo iniziale era di 14 milioni di euro, mentre oggi ne servono 21. Qui la Cariboni lasciò i lavori al 15%, realizzando le “spalle” (vedi Foto) sul lato di fronte al Baby Luna. L’opera è importantissima poiché servirebbe a eliminare la strozzatura sul viadotto che attraversa il fiume Oreto. Nel 2005 una perizia di un tecnico avrebbe attestato la necessità di provvedere ad una manutenzione straordinaria (dal costo di altri 20 milioni). Sono stati trascurati i due ponti di recente costruzione e cioè il ponte bimodale costruito durante la realizzazione della linea 1 del tram di Palermo e il ponte ferroviario sopra la guadagna che è stato realizzato durante il raddoppio del passante ferroviario di Palermo

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
12 apr 2016

Passante Ferroviario | Lolli: Installata la macchinetta per l’emissione dei titoli di viaggio

di Fabio Nicolosi

Dopo l'apertura della fermata avvenuta qualche settimana fa e dopo le richieste di numerosi passeggeri è stata collocata a Lolli la macchinetta per l'emissione dei titoli di viaggio Dopo l'apertura della fermata Lolli, avvenuta il 16 Febbraio, ci eravamo subito accorti della mancanza di una macchinetta per l'emissione dei biglietti. Era stato apposto sul pannello con gli orari un avviso su un foglio bianco che indicava dove poter comprare i biglietti, un disagio non da poco per chi arrivato all'ultimo momento in stazione spesso si è dovuto fare di corsa un tratto di strada per non rischiare di prendere il treno. Le numerose segnalazioni e proteste però sono servite, infatti è stata installata la nuova macchinetta che servirà all'emissione dei biglietti. Al momento la stessa non risulta attiva, ma da quello che ci hanno riferito, verrà attivata entro il fine settimana. Teneteci informati in merito. Vogliamo anche far notare che la fermata, nonostante sia stata aperta da quasi due mesi al momento si presenta come il giorno dell'inaugurazione, infatti è pulita e non sono presenti atti di inciviltà come scritte o danneggiamenti provocati da qualche vandalo. Segno che quando qualcosa risulta bello, è nel rispetto di tutti mantenerlo così e non peggiorare la situazione. Ringraziamo Dali La per le foto:

Leggi tutto    Commenti 5
Segnalazione
22 feb 2016

Ponte Bailey alla Guadagna, le “promesse del Comune”

di belfagor

Da “LIVE SICILIA” 11/12/2015 Il ponte Bailey alla Guadagna resterà chiuso almeno fino a gennaio, con buona pace degli automobilisti che saranno costretti a fronteggiare ancora per un mese gli ingorghi di via Oreto. Nessuna buona notizia per chi abita nella periferia est di Palermo e ogni giorno, per lavoro o studio, deve recarsi in centro. Da qualche giorno, infatti, il ponte costruito dal Genio militare è stato interdetto alla circolazione: il piano presenta troppi danni e la sicurezza di chi lo attraversa è a rischio. Così il Comune ha deciso lo stop alle auto e attende che una delle squadre del Coime, impegnate per riparare i danni del maltempo in scuole e asili nido, si liberi per intervenire sul ponte. La struttura in sé è solida, ma il piano di legno è degradato e l’intervento eseguito a ottobre non ha risolto il problema: serve un intervento più radicale che durerà almeno un mese e che quindi si protrarrà fino a gennaio, spiegano dal Comune. Il problema è che il blocco della circolazione causa code e ingorghi in via Oreto, tanto da avere spinto alcuni incauti ignoti a rimuovere le barriere sul ponte data l'assenza di operai. Palazzo delle Aquile ha ordinato l'immediato ripristino delle barriere………. Il ponte costituisce l’unica alternativa a via Oreto e a viale Regione Siciliana per collegare la periferia con il centro città .   DA “LIVE SICILIA” del 18/02/2016 PALERMO - Buone notizie per il ponte Bailey della Guadagna, chiuso dallo scorso novembre per la disperazione degli automobilisti: il Comune, nel corso di una conferenza di servizi indetta dal capo area alle Manutenzioni Mario Li Castri, ha infatti deciso di programmare gli interventi per la riapertura, anche se è difficile dire quanto le auto potranno tornare a circolare sulla struttura montata dall’Esercito nel 1996. La Reset dovrà occuparsi di pulire le sponde del fiume, consentendo così ai tecnici e al Coime di effettuare le verifiche sui bulloni e sul manto stradale: a quel punto si avrà un quadro chiaro della situazione e dei lavori previsti, per i quali potrebbero volerci 30-40 giorni o anche di più. Palazzo delle Aquile è comunque intenzionato a piazzare un semaforo, che impedisca la circolazione in caso di piena del fiume, ma soprattutto attende i dati dell’ufficio Traffico per studiare l’allargamento del ponte in modo da consentire il doppio senso di circolazione. Verifiche verranno effettuate anche sulla passerella pedonale che copre un tubo dell’Amap, in modo da ripristinarla e renderla più fruibile. Giovedì prossimo si terrà una nuova conferenza di servizi, ma intanto è partito l’iter per chiedere nuovamente tutti i pareri agli enti interessati fra cui la Sovrintendenza: il ponte è infatti nato vent’anni fa come soluzione tampone e quindi provvisoria. I pareri consentiranno di stabilire se considerare invece la struttura come definitiva ed eventualmente come potenziarla.   P.S. Abbiamo messo a confronto i due articoli per dimostrare la totale disorganizzazione dell’amministrazione comunale. In parole povere hanno chiuso il ponte senza organizzare niente. Non esiste nemmeno un progetto , infatti ancora” studiano “ se devono allargare il ponte oppure no. Siamo nelle mani di “dilettanti alla sbaraglio”.

Leggi tutto    Commenti 7    Proposte 0
Articolo
17 feb 2016

VIDEO e FOTO | Ecco il reportage dell’ inaugurazione di Lolli e della visita all’ACC di Palermo

di Fabio Nicolosi

E' stato un intenso pomeriggio quello che ieri ha seguito l'inaugurazione di Lolli e Guadagna. Abbiamo visitato l'ACC di Palermo e successivamente tramite treno ci siamo recati a Lolli. Per motivi probabilmente di tempo da programma era prevista anche la sosta a Guadagna, ma il treno si è semplicemente fermato pochi secondi per ripartire alla volta di Lolli. A Lolli insieme al presidente della regione Crocetta e del ministro alle infrastrutture e trasporti Delrio è stato tagliato il nastro simbolico di inaugurazione della fermata. Al momento tra Palermo C.le e Giachery sono in movimento? 29coppie di treni al giorno con frequenza 30’ dalle 6.06 alle 20.05 Tutti i treni effettuano servizio nelle nuove fermate di Lolli e Guadagna, ad eccezione di 4 coppie che in prima fase non fermano a guadagna Ma andiamo alla descrizione di dettaglio delle fermate: Fermata Maredolce Realizzata in superficie, posizionata fra Brancaccio e Bivio Oreto sulla bretella ferroviaria che collega le linee Palermo - Messina e Palermo - Trapani/Punta Raisi, è attrezzata con: due banchine lunghe 125 metri, coperte per circa 52 m con pensilina; un sottopasso di collegamento delle due banchine; fabbricato tecnologico; impianto di illuminazione (marciapiedi, vani scala, rampe per persone a ridotta mobilità e con disabilità e parcheggio antistante); parcheggio pavimentato per complessivi 20 posti auto, di cui 3 per persone a ridotta mobilità. Al momento la fermata non è ancora operativa in quanto si attende che vengano attivati dei treni che da Cefalù o Termini by-passino la Stazione Centrale per dirigersi direttamente verso Palermo Notarbartolo. Probabilmente ciò avverrà a fine 2016 quando verrà riattivata la tratta Palermo Notarbartolo - Aeroporto Falcone Borsellino Fermata Guadagna Guadagna realizzata fra Palermo Centrale e Notarbartolo, sulla linea Palermo - Trapani/Punta Raisi è interrata e articolata su due livelli: due accessi indipendenti sui marciapiedi di Via Fichidindia, attrezzati con scale fisse e ascensori per raggiungere le banchine della fermata; due banchine interrate lunghe 125 metri, realizzate in unica galleria artificiale. Fermata Lolli Posizionata fra Palermo Centrale e Notarbartolo, sulla linea Palermo - Trapani/Punta Raisi, si sviluppa su quattro livelli, di cui tre interrati. Realizzata in una zona centralissima di Palermo, in corrispondenza della omonima antica stazione (non più in esercizio) a poche centinaia di metri da Piazza Politeama. I livelli sono così distribuiti: area esterna pavimentata e munita di impianto di illuminazione da cui si accede alla scala di ingresso alla fermata ed al blocco ascensori; androne di ingresso, al primo livello interrato (quota - 5,30 m) da cui con scale fisse, scale mobili e ascensori si raggiungere quota - 11 m dove c’è la banchina del binario. A quota -17,80 m è ubicata la banchina del binario che sarà attivato nel 2017, a conclusione dei lavori della galleria Giustizia-Lolli. Tra le critiche che dobbiamo fare c'è quella di non aver prevista alcuna rastrelliera per le bici nonostante l'ampio spazio libero, ma sopratutto la mancanza dell'emettitrice automatica di biglietti! Fondamentale per una fermata così centrale. Fortunatamente entrambi i problemi sono risolvibili in ben poco tempo. Ecco un video che mostra gli attuali lavori e che cita alcuni dati significativi di questa importante opera da oltre 1,1 miliardi di euro: Ed ecco una carrellata di fotografie da noi realizzate: Tra le novità da segnalare vi è la nuova nomenclatura della fermata Imera che si chiamerà Imera - Papireto proposta da noi nel lontano 2011 e non più Giustizia.

Leggi tutto    Commenti 22
Articolo
16 feb 2016

DIRETTA | Inaugurano le fermate Lolli e Guadagna: foto “live” e tutti i dettagli

di Fabio Nicolosi

Immagini in diretta in continuo aggiornamento, restate sintonizzati! Dopo molti anni di lavori e disagi finalmente possiamo goderci i primi risultati. Era il 23 febbraio 2008 quando venivano avviati i cantieri della tratta A del passante ferroviario. Oggi, con l'entrata in servizio di queste due nuove fermate, si conclude una parte dei lavori. Per completare infatti l'effettivo raddoppio manca ancora la risoluzione della criticità incontrata durante lo scavo della galleria tra Imera e Lolli esattamente sotto Vicolo Bernava. Abbiamo letto un avviso di esproprio pubblicato online e su alcune testate locali per le oltre 60 famiglie che da anni vivono fuori casa, costretti ad abbandonare le case per problemi di incolumità pubblica visto che una parte delle loro case durante lo scavo sono state danneggiate e rischiano il crollo. Al momento il servizio quindi tra le stazioni di Palermo Centrale e Notarbartolo verrà effettuato a binario unico, il che comporterà una frequenza di un treno ogni mezz'ora. Nuovi avvisi e cartelli alla Stazione Centrale Vi portiamo a conoscenza che a causa del viaggio inaugurale verranno soppresse alcune corse: Il programma di oggi prevede una visita all'ACC di Palermo, successivamente saliremo su un treno che fermerà alla stazione Guadagna e dopo una breve pausa ci recheremo a Lolli dove avverrà il taglio del nastro e dove vi sarà un discorso da parte di tutte le autorità presenti. Cos'è un ACC? ACC - Apparato Centrale Computerizzato L'ACC è il più moderno sistema di controllo e gestione della circolazione dei treni nelle stazioni. Comprende una unità di elaborazione delle logiche di movimento, una unità interfaccia operatore, dotata di video terminali, e da una funzione di supporto che gestisce la diagnostica, la manutenzione e le funzioni di servizio. Vantaggi tecnico-operativi dell'ACC: miglioramento del servizio alla clientela; maggiore regolarità dell'esercizio; massimo livello di sicurezza; aumento delle potenzialità di traffico dell'impianto; riduzione dei tempi di fuori esercizio dell'impianto; semplicità operativa; ottimizzazione delle fasi di manutenzione; gestione delle anormalità e delle emergenze con il massimo livello di sicurezza. Se volete invece consultare gli orari, vi invitiamo a dare una lettura a questo articolo Ecco gli ultimi ritocchi a Guadagna foto di Giuseppe P. e Filippo G. Ecco alcune foto di G.C. presso Lolli, qui i binari sono collocati a livelli differenti In merito alla tratta C del Passante Ferroviario è stata individuata nella fine dell'anno 2016 la data della prevista riapertura.

Leggi tutto    Commenti 38
Articolo
09 dic 2015

Passante Ferroviario | Slitta la riapertura di Guadagna, Maredolce e Lolli

di Fabio Nicolosi

EDIT: Aggiunto il video dell’intervento di RFI Qualche mese fa si era parlato della possibile riapertura delle fermate Guadagna, Maredolce e Lolli per Dicembre 2015. A seguito della conferenza sulla mobilità che si è tenuta Lunedì 7 Dicembre presso la Fiera Del Mediterraneo dov’è stato presentato il bikesharing abbiamo avuto modo di apprendere anche che, per quanto riguarda i lavori del passante ferroviario e la consegna delle tre fermate, tutto è stato posticipato di qualche settimana, all’incirca entro fine Gennaio 2016. Grazie alle foto che ci avete inviato infatti sappiamo che a Guadagna sono stati effettuati nei giorni scorsi delle prove di carico su un tratto di galleria, a Lolli è stata già installata la scala mobile e anche durante il fine settimana si vedono lavoratori in azione e che anche a Maredolce ( ex Brancaccio residenziale ) si sta lavorando senza sosta per rispettare questa ulteriore scadenza. Inoltre per quanto riguarda l’intoppo di Vicolo Bernava, l’Ing Palazzo di Rfi ha dichiarato che i progettisti stanno mettendo a punto il progetto definitivo che sarà pronto entro la fine dell’anno. Prima lo visioneranno gli ingegneri e poi lo presenteranno a tutti gli enti interessati, compreso il Comune. L’idea di massima è quella di intervenire con uno scavo dall’esterno ma è tutto ancora in fase di definizione. Ecco il video girato dall’amico Salvo Galati, proprio durante l’intervento dell’Ing Palazzo di Rfi

Leggi tutto    Commenti 21