Articolo
15 mag 2020

Passante Ferroviario | Ripresi i lavori di realizzazione di realizzazione della nuova bretella su viale Francia

di Fabio Nicolosi

Cinque alberi ad alto fusto saranno abbattuti per permettere il completamento dei lavori del passante ferroviario nella zona di viale Francia. In particolare, per la realizzazione di nuovo tratto viario di collegamento di circa 130 metri a due corsie per senso di marcia e due marciapiedi laterali in corrispondenza dell'incrocio tra viale Francia con la via Monti Iblei e l'innesto di piazzale Gaspare Ambrosini, si rende necessario l'abbattimento di alcune piante che si trovano su suolo pubblico o all'interno della corte di abitazioni private. In un più ampio progetto di riqualificazione, ovvero al completamento delle opere di ricoprimento della galleria ferroviaria che affianca parallelamente via Monti Iblei, la zona sarà dotata di un ampio spazio verde pubblico con la piantumazione di 265 tra essenze di basso e ad alto fusto, di melograno, oleandro, mirto, lentisco, ginestra e lagerstroemia con relativo impianto di irrigazione e pubblica illuminazione oltre alla realizzazione di un percorso pedonale parallelo alla stessa via Monti Iblei con relativi elementi di arredo urbano. "L'abbattimento di uno o più alberi - afferma l'Assessore Sergio Marino - è sempre un fatto triste, ma in alcuni casi è necessario o per motivi di sicurezza o per poter completare importanti lavori pubblici. La nostra politica è quella di chiedere sempre, nel momento in cui autorizziamo gli abbattimenti, che siano realizzati interventi di compensazione quanto più possibile vicino il luogo originario, possibilmente realizzando aree fruibili dai cittadini".

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
14 mag 2020

Passante Ferroviario | Visita dentro la nuova stazione di Capaci

di Fabio Nicolosi

Si è svolto stamane il sopralluogo dell'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone al cantiere della futura stazione ferroviaria di Capaci, nel Palermitano. Erano presenti il sindaco Pietro Puccio e il dirigente territoriale di Rete Ferroviaria Italiana Filippo Palazzo. L'opera, dal valore di oltre tre milioni di euro assegnati dal Governo Musumeci, rientra nell'ambito dello sviluppo del Passante ferroviario sulla linea Palermo-Punta Raisi. A febbraio vi avevamo mostrato i progressi dei lavori nelle aree esterne. Oggi vi portiamo invece all'interno della nuova fermata che, almeno per quanto la porzione lato monte, risulta strutturalmente completata e adesso bisognerà completare le rifiniture, installare gli impianti mancanti e ultimare l'accesso in superficie con pavimentazione, tettoia e tutto il necessario. Vi lasciamo con le dichiarazioni dell'assessore Falcone che si sbilancia anche su una possibile data di apertura, che al momento non é peró confermata da RFI. "A otto mesi di distanza dalla nostra ultima visita a Capaci - ha spiegato Falcone - ritorniamo al cantiere di un opera che fino a poco tempo fa sembrava lontana, proiettata a chissà quando. Oggi invece registriamo una significativa produzione e un importante sviluppo dell'infrastruttura, malgrado i ritardi dovuti all'emergenza coronavirus. Ci auguriamo di poter consegnare entro l'anno alla comunità di Capaci e a tutto il Palermitano un moderno e strategico snodo ferroviario nell'ambito della rivoluzione del Passante ferroviario fra Palermo e l'aeroporto di Punta Raisi. Voglio rivolgere - conclude l'esponente del Governo Musumeci - un ringraziamento agli uomini di Rfi, Italferr, alle imprese e alle maestranze a lavoro per il loro impegno quotidiano".

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
24 feb 2020

Passante Ferroviario | I progressi della fermata di Capaci

di Fabio Nicolosi

A distanza di 6 mesi torniamo a parlarvi del cantiere per il completamento della fermata di Capaci. Sono in corso le ultime opere civili. Infatti posizionate le strutture provvisorie di sostegno delle carpenterie e predisposte le armature sarà effettuato nei prossimi giorni il getto. La fase successiva sarà l'impermeabilizzazione la posa del massetto e la stesa del sottofondo per la pavimentazione, i marciapiedi e le aiuole previste in progetto. Ringraziamo giovanni75 per gli scatti Nell'attesa di completare le varie opere civili si sta lavorando contemporaneamente alle strutture in superficie. Come si nota dalla foto in copertina è in corso di installazione la pensilina che costituirà copertura della fermata.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
21 feb 2020

Passante Ferroviario, riapre al traffico la nuova via Lungaro

di Antony Passalacqua

Palermo - E' stata riaperta al traffico la via Lungaro. Chiusa per via dei lavori di interramento della linea ferroviaria, la nuova strada vede oggi  luce dopo ben sei anni fra lavori e vicissitudini legate alla rescissione del contratto con la Sis. Per chi non la conoscesse via Lungaro è un tratto di strada di circa 150m compreso tra via Maltese e via Enzo Biagi (ex via Nuova). Prima dei lavori la strada affiancava la ferrovia in superficie ed era compresa tra due passaggi a livello. La strada adesso è a doppio senso di marcia, conta circa 60 stalli di sosta libera a spina di pesce, e 3 stalli riservati ai portatori di handicap. Manca ancora del verde ma soprattutto dei percorsi ciclabili che possano favorire l'interscambio con il treno, vista la vicinanza con la fermata San Lorenzo e la futura fermata Belgio. Ricordiamo infatti che il trasporto delle biciclette ai bordo dei treni regionali è gratuito. E grazie anche alla pazienza dei residenti che hanno sopportato un cantiere non proprio di breve durata. Foto: F.P.  

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
17 feb 2020

Passante Ferroviario | Via Lungaro dal rendering alla realtà: le differenze

di Fabio Nicolosi

L'immagine che vi mostriamo ritrae via Lungaro nel Luglio 2013, qualche mese prima dell'inizio dei lavori della tratta C del raddoppio del passante ferroviario. Per chi non la conoscesse via Lungaro è un tratto di strada di circa 150m compreso tra via Maltese e via Enzo Biagi (ex via Nuova). Prima dei lavori la strada affiancava la ferrovia in superficie ed era compresa tra due passaggi a livello. Oggi la ferrovia è stata interrata e la suo posto è stata ampliata la strada. Ma perché stiamo dedicando un articolo ad un tratto di strada di appena 150 metri? Perchè a nostro avviso questo è il classico esempio di come il risultato finale poteva essere migliorato se qualcuno al comune, ma non solo avesse visionato i progetti e proposto le modifiche nelle varie conferenze dei servizi. Ma di cosa parliamo? Questa è la planimetria di come sarebbe dovuta essere la strada. Sia a monte che a valle sarà presente una marciapiede. Lato monte il marciapiede sarà notevolmente largo, nonostante la totale assenza di accessi, abitazioni, attrattive. Un marciapiede che dovrà seguire quello proveniente dalla fermata Francia. Lato mare invece la larghezza del marciapiede sarà lasciata quello esistente. Notate voi stessi che il marciapiede esistente è molto stretto e non permette ad esempio il passaggio di due carrozzine in contemporanea. La panoramica mostra la differenza di larghezza dei due marciapiedi: Non sarebbe stato meglio allargare il marciapiede esistente e realizzare il nuovo lato monte leggermente più stretto? Inoltre lato monte erano previste delle sagomature del marciapiede per "guidare" la sosta a spina di pesce, dove sono finite? All'interno di queste rientranze vi erano delle piccole aiuole che avrebbero spezzato la striscia di grigio e nero, invece si è preferito abolirle, come mai? Infine un piccolo dettaglio: ma le strisce pedonali non devono avere tutte la stessa lunghezza? Eppure la striscia centrale sempre leggermente più lunga, come mai? Si tratta di un errore?

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
04 feb 2020

Passante Ferroviario | Proseguono i lavori di riqualificazione della fermata Punta Raisi

di Fabio Nicolosi

Nei giorni scorsi ci siamo recati in treno all'aeroporto Falcone Borsellino e con sorpresa abbiamo notato dei lavori in corso lungo la banchina 3. Abbiamo quindi chiesto spiegazioni e ci é stato risposto che si tratta di lavori di adeguamento della stazione che RFI ha iniziato lo scorso anno, con la realizzazione dell'impianto antincendio. Adesso tocca alle banchine, con il rifacimento della pavimentazione e l'integrazione con i percorsi tattili per le persone a ridotta mobilità. Sì procede a settori per non interferire con la circolazione ferroviaria. Dopo quello del binario 3, quindi, toccherà anche agli altri marciapiedi. L'importo complessivo dell'investimento è di circa 1 milione di euro. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
27 gen 2020

Passante Ferroviario | Come saranno via Monti Iblei e lo svincolo Francia

di Fabio Nicolosi

La foto di copertina risale a dicembre 2018. Oggi a distanza di un anno via Monti Iblei è cambiata. Il cantiere sta finalmente riducendo gli spazi che occupava e le aree sono state restituite ai cittadini e alla città. Nei giorni scorsi vi abbiamo riportato la notizia che sono stati consegnati i lavori per la realizzazione della nuova viabilità su Viale Francia. Grazie al Cifi Palermo, nella figura dell'ing Filippo Palazzo, siamo in grado di mostrarvi il progetto finale e lo stato finale dei lavori Le tavole che vedete sopra infatti illustrano lo stato dei lavori ad intervento concluso. Tante le aree verdi che saranno realizzate. In particolare si vede che anche su via Monti Iblei cambieranno nuovamente i parcheggi che non saranno disposti parallelamente al senso di marcia, ma saranno a lisca di pesce per permettere un maggior numero di posti auto a disposizione. Tanto il verde che arricchirà le aree al momento grigie. Insomma finalmente i cittadini potranno avere qualcosa di bello da vedere, ma anche da vivere. Adesso tocca a noi, community di Mobilita Palermo, vigilare affinché questo che adesso é solo un progetto diventi reale e concreto.

Leggi tutto    Commenti 8