12 feb 2015

Piazza San Domenico non ha pace: ecco il panormosaurus motoriensis


L’isola pedonale di piazza San Domenico non ha pace. Dalla sua nascita, nell’ormai lontano 2013, è stata oggetto di attacchi vandalici da parte commercianti, posteggiatori abusivi, frequenti infiltrazioni veicolari e teppisti di varia estrazione. Nonostante la precarietà dell’intervento, piazza San Domenico continua a resistere, forte dell’apprezzamento dei palermitani, che hanno riscoperto il piacere di viverla. Eppure, le aggressioni non finiscono.

Ecco una compilation di imbecilli che, in barba ai cartelli e ai dissuasori, si infilano col motore per tagliare corto. In 15 minuti sono passati più di 6 scooter. Non spenderemo una parola di più perché è storia saputa e risaputa…vorremo però chiedere all’amministrazione che fine abbia fatto la promessa, fatta dall’ex assessore Bazzi, e ormai vecchia di due anni, di estendere il marciapiede sino a chiudere completamente l’ingresso della piazza.

piazzasandomenico

E’ superfluo evidenziare come le fioriere non si prestino a questa funzione, date le limitate capacità mentali di parte degli abitanti di Palermo, che un po’ come le mosche col vetro, non arrivano a percepire l’invalicabilità di uno spazio.

Da parte nostra, continueremo a non considerare pedonalizzazioni, interventi spot a carattere assolutamente reversibile come questo. Pertanto, possiamo concludere che a Palermo non esistano in realtà spazi pedonali VERI, fatte rare eccezioni.


Aree pedonalibazzicomune di palermoinfrazioniisole pedonalimobilita palermoorlandopiazza san domenicopolizia municipalevigili urbani

7 commenti per “Piazza San Domenico non ha pace: ecco il panormosaurus motoriensis
  • alvarezlimao 150
    12 feb 2015 alle 13:29

    Adesso avete capito che le pedonalizzazioni così come sono fatte non servono a nulla! Dissuasori magnetici sono l’unica soluzione

  • tokysan@hotmail.it 0
    12 feb 2015 alle 15:53

    “date le limitate capacità mentali di parte degli abitanti di Palermo” e che il buon pensante di turno non si metta a dire che non è cosi.

  • Luca S. 129
    12 feb 2015 alle 16:43

    Come ho scritto parecchie volte sia qui sul blog che sul vostro gruppo FB, la soluzione a molti dei problemi della città passa attraverso un serio investimento di video sorveglianza capillare del territorio.
    Ogni atto vandalico, ogni violazione come questa, ogni discarica abusiva cesseranno nel momento stesso in cui gli autori degli illeciti verranno identificati e processati per direttissima, dopo aver pagato delle multe indimenticabili si intende!

  • Andrea Bernasconi 12
    12 feb 2015 alle 17:38

    videosorveglianza, parigine o panche in marmo unite con catena e ferro di fondazione, e dissuasori oleodinamici (sempre con catena tra i due cilindri).
    questo occorre. tutto qui.

  • alvarezlimao 150
    13 feb 2015 alle 2:43

    Concordo pienamente con Andrea contro i panormosauri ci vogliono catene! Oltre alle aree pedonali cosa aspettano a realizzare la ZTL approvata 2 anni fa? Il parassitismo di quest’ amministrazione comunale è vergognoso. Le navette ( lg-lr) senza ZTL non servono a nulla sono solo spreco! Ztl in tutto il perimetro della città muraria, permessi solo ai residenti, chi vuole continuare ad entrare in macchina 50€ al mese. Discutiamone


Lascia un Commento