Articolo
22 lug 2016

Inquinamento | Presentato il piano comunale contro quello atmosferico e acustico

di Fabio Nicolosi

Ieri mattina a Palazzo delle Aquile, il sindaco Leoluca Orlando insieme agli assessori alla Mobilità e all'Ambiente, Giusto Catania e Sergio Marino e ai presidenti della partecipate ed al Capo area dell'Innovazione ha presentato il piano di azione contro l’inquinamento in città, redatto anche dopo un recente studio che ha compreso alcune rilevazioni sul traffico cittadino fino alla fine di giugno. Il risultato dell'indagine, effettuata dall'amministrazione comunale in collaborazione con Arpa, Asl e Università, ha tracciato un quadro scientifico sulle criticità dell'inquinamento su tutto il territorio palermitano, da cui è appunto scaturito il Piano d'azione per il contrasto del fenomeno a difesa della salute pubblica. La ricerca condotta ha evidenziato in particolare alcuni importanti elementi tra cui certamente spicca la presenza pressoché costante di smog sul centro storico, l’alto inquinamento atmosferico ed acustico sovrapposto alle aree di maggior transito veicolare, l’abuso dell’auto privata (usata dal 51% dei cittadini per la mobilità personale). E' stata quindi stilata la mappa delle aree a più alta densità di inquinamento atmosferico, che corrispondono quasi sempre con quelle a maggiore traffico automobilistico, ed è stato redatto un piano di intervento su tre settori strategici: trasporti, ambiente e verde. Il Piano adottato dalla Giunta mira quindi ad individuare azioni congiunte, organiche e multidisciplinari sia nel breve che nel lungo periodo, programmando gli interventi e le sinergie di tutti quei soggetti che sono chiamati a dare risposte al problema. Non a caso, si istituirà un Tavolo di coordinamento che coinvolgerà diversi settori dell’Amministrazione e soggetti esterni ad essa: Ambiente, Verde, Mobilità/Traffico, Urbanistica, Polizia Municipale, RAP, ARPA, ARTA, ASP, UNIPA, CNR. Ogni anno si farà il punto della situazione a seguito del costante monitoraggio della qualità dell’aria in città. In particolare, l'introduzione della Ztl, con un contestuale ampliamento delle piste ciclabili, il rafforzamento della mobilità dolce ed il potenziamento del servizio pubblico e un netto potenziamento anche delle piantumazioni in città. Sul fronte del potenziamento del trasporto pubblico, oltre agli interventi già messi in campo col tram, l’acquisto di nuovi bus anche scolastici e la riorganizzazione delle linee, entro i prossimi tre anni saranno acquistati 100 nuovi autobus di cui 58 a metano, così suddivisi: 2016: 21 bus Euro 6 a Gasolio 2017: 58 bus a Metano 2018: 21 bus a Euro 6 a Gasolio Per quanto riguarda il Tram è stato richiamato quanto annunciato nei giorni scorsi circa l’avvio della fase progettuale per la realizzazione delle nuove linee e la consultazione pubblica Sul fronte della mobilità dolce, il piano prevede di ampliare dagli attuali 19 km ad oltre 144 km la rete complessiva delle piste ciclabili o corsie protette/accessibili ai ciclisti Il piano prevede anche alcuni passaggi eventualmente da programmare nel caso in cui gli sforamenti nei livelli di polveri sottili dovessero essere ripetuti per più giornate. Si andrà dalla limitazione alla circolazione in centro anche per mezzi Euro 3 al potenziamento del servizio di lavaggio strade fino al blocco totale della circolazione. Sul piano degli interventi sul verde urbano, oltre alla lista di quelli già effettuati negli anni e alla loro sistematizzazione grazie alla introduzione del Catasto urbano degli alberi, è stato presentato il piano delle piantumazioni, che prevede che entro dicembre 2016 siano in totale oltre 2.000 i nuovi alberi messi a dimora in città. “Gli alberi apportano benefici all’ambiente urbano sotto diversi profili tecnici – dall’assorbimento di Anidride carbonica alla riduzione della temperatura – ma anche sotto il profilo psicologico per il miglioramento della vivibilità delle aree interessate.” Per il sindaco Orlando “il livello di inquinamento atmosferico e acustico a Palermo, determinato dal traffico, tocca ormai una soglia di assoluto allarme. La radiografia che emerge dal Piano è impietosa e ci dice che Palermo è tra le città italiane ed europee che presentano situazione emergenziale di inquinamento atmosferico necessitando l'attivazione di adeguate azioni per tutelare la salute dei cittadini. Per questo – prosegue il sindaco di Palermo – bisogna intervenire per limitare e scoraggiare l'utilizzo del mezzo privato , liberando alcune zone del nostro territorio dal traffico con un contestuale aumento delle aree pedonali e con una più ampia programmata piantumazione di alberi in città. “Abbiamo avuto una ulteriore conferma scientifica - ha detto Catania - di quanto già rilevato dalle centraline della RAP circa la diffusione in aria di numerosi inquinanti ed abbiamo avuto conferma della corrispondenza fra inquinamento atmosferico e acustico e traffico veicolare. Sono dati che impongono di rafforzare le politiche di contrasto all'inquinamento connesse alle limitazioni del traffico. Continueremo quindi sulla pedonalizzazione, sulla mobilitò dolce. La Ztl è una di quelle misure che ci consentirà di limitare la pressione dei mezzi privati in città” Per l'assessore all'Ambiente, Sergio Marino, “il piano è di grande importanza che non solo perché certifica il lavoro già effettuato dall'amministrazione comunale ma soprattutto detta le strategie future sulla sostenibilità ambientale che riguarda il traffico, il verde e il sistema di gestione ambientale.” Dal link in basso è possibile scaricare il PIANO integrale: LINK

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
20 giu 2016

DIRETTA VIDEO | ZTL e inquinamento: l’assemblea cittadina del Comune di Palermo

di Giulio Di Chiara

Era stato annunciata all'indomani dell'annullamento della sospensiva per le ZTL da parte del CGA. Oggi va in scena l'assemblea cittadina, è stata chiamata così, organizzata dal Comune di Palermo per affrontare il tema dell'inquinamento in città. Abbiamo manifestato tutti i nostri dubbi sulle modalità dell'evento e vi rimandiamo a questo articolo per gli approfondimenti. Siamo presenti in loco e vi proponiamo una diretta video dell'evento, sperando che la connessione messa a disposizione dell'Università di Palermo sia sufficiente. Purtroppo la location non favorisce riprese e audio ottimali. A voi i commenti e le conclusioni.

Leggi tutto    Commenti 35
Articolo
29 mar 2014

Palermo continua a soffocare nello smog

di Antony Passalacqua

Problema smog in città, e ne parla Repubblica Palermo con Sara Scarafia. Tanti annunci, molti dei quali senza alcun riscontro. Piazze sulla carta pedonali ma che attendono i paletti dissuasori, piste ciclabili (quelle poche presenti) invase dalle auto, molte strade senza corsia preferenziale per garantire una maggiore velocità ai bus, l'assenza del biglietto unico bus/ferrovia (e tram), il silenzio sulla ristrutturazione della nuova rete bus. Infine il provvedimento di ampliamento dei marciapiedi via Maqueda, che ancora oggi dopo vari mesi, attendono gli interventi. Un'attesa che rischia di diventare un nuovo bluff che offre  spazio a facili populismi,  e che vedono nelle strade chiuse alle auto la causa del fallimento di tanti negozi   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
20 nov 2010

Cosa respiriamo all’incrocio Perpignano….

di Antony Passalacqua

Come ben sapete, ieri mattina siamo stati a monitorare la chiusura dell'incrocio di via Perpignano pe; abbiamo pertanto lasciato le nostre biciclette lungo il marciapiede che costeggia la corsia laterale (lato scuola), giusto il tempo di monitorare la situazione durante i lavori all'incrocio. Alle 12.30 circa  ritorniamo e con grande stupore, troviamo qualcosa che fa veramente  riflettere. Una patina di polvere bruna si era depositata sui parafanghi delle biciclette. Ma ci rendiamo davvero conto di ciò che si respira in quella zona? Davvero l'ignoranza può avere il sopravvento sulla nostra salute? Ma davvero c'è gente che nega tutto ciò? E immaginate chi lavora quotidianamente lì:  il fioraio ed il giornalaio, entrambi contrari alla chiusura... Ma non dimentichiamo gli agenti di Polizia Municipale, che ieri (ma anche altri giorni) erano dislocati all'incrocio nel bel mezzo del traffico e senza alcuna protezione per le vie respiratorie. Non soffermiamoci alle volte a criticare la P.M. che non eleva multe a tempesta, ma domandiamoci  anche sul  perchè l'Amministrazione non munisce di mascherine i propri Vigili Urbani... Vi chiediamo di guardare  ancora l'immagine e di RIFLETTERE!

Leggi tutto    Commenti 75
Articolo
11 nov 2010

Smog ed inquinamento in città, le vostre proposte

di Paco

In questo thread vogliamo raccogliere tutte le vostre idee e proposte (a costo zero) per ridurre lo smog in città. Anche proposte semplici, tutte le idee sono importanti e possono dare un contributo. Piccole migliorie che possono snellire il traffico, senza costi infrastrutturali, e abbassare i livelli di smog cittadini. Tutte le idee verranno presentate al nuovo assessore all'ambiente, l'on. Marianna Caronia, che si è resa disponibile a valutarne la fattibilità e proporle al consiglio comunale. Se questa iniziativa avrà successo potremmo portare avanti altre iniziative simili, quindi datevi da fare, le rivoluzioni partono sempre dal basso.

Leggi tutto    Commenti 36
Articolo
29 giu 2010

Il punk è morto, e le centraline dell’inquinamento a Palermo pure!

di sandman

http://151.1.183.204/archimedia/amia/fe_nuovo.php3?art=39&tabella=h_bacheca&livello3=36&sezione=259&livello4=39 Qualche decina di anni fa si diceva: il punk è morto. Prendiamo spunto da quella frase per dire che a Palermo la maggior parte delle centraline del monitoraggio della qualità dell'aria, anche loro sono morte, e poche altre sono in agonia. Prove alla mano: clicchiamo sul link dell'AMIA di sopra (il percorso di navigazione è www.amianet.it e poi cliccare su "servizi", quindi click su "archivio storico"). Andiamo al Bollettino del 28/06/2010, poi andiamo ad un qualsiasi bollettino di febbraio 2010, ad es. prendiamo il 26 febbraio 2010. Apriamo i due documenti pdf e vediamo le differenze. Nel bollettino più recente mancano molti dati (n.d.). In quello meno recente vengono riportati molti più dati sugli inquinanti. E se vediamo i bollettini di mezzo, notiamo un costante decremento dei dati riportati dalle centraline. E che significa? Che le centraline stanno morendo, alcune sono ancora in agonia, ma la maggior parte sono già morte, altrimenti perché non dovrebbero riportare i dati nei database quotidiani ? Desta molta meraviglia un fatto: nell'edizione del 29 giugno 2010 della trasmissione radio "ditelo a RGS" il direttore del GDS chiede al vicesindaco di Palermo di fargli pervenire nel pomeriggio i dati sull'inquinamento atmosferico per fare i confronti tra i periodi pre e post provvedimento "targhe alterne" (cioè marzo 2010), su vivido sollecito del consigliere comunale Faraone anche lui al telefono in collegamento in trasmissione. I dati dell'inquinamento atmosferico di Palermo rilevati dalle centraline sono da una vita sul sito web dell'AMIA!!! (altro…)

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
26 set 2008

PASS ZTL, il rimborso delle somme sarà affidato con gara d’appalto

di Paco

Dal sito del comune: Sarà affidato mediante asta pubblica il servizio di rimborso delle somme che i cittadini avevano versato per acquisire i pass da utilizzare nelle Ztl. Gli uffici comunali, infatti, hanno individuato nell'indizione di una gara d'appalto il percorso più idoneo sotto il profilo giuridico-amministrativo. Il bando, già quasi definito nei dettagli, sta per essere ...Continua a leggere

Leggi tutto    Commenti 0