Articolo
06 giu 2019

All’Unlocked Festival in treno, corse speciali per la fermata San Lorenzo

di Antony Passalacqua

Palermo - Musica e legalità saranno il filo conduttore della due giorni che porterà a Palermo dj e artisti di fama mondiale per l’Unlocked Music Festival Musica & Legalità, i prossimi 8 e 9 giugno al Velodromo. In occasione dell'evento, domenica 9 giugno i treni metropolitani di Palermo faranno fermata straordinaria a Palermo San Lorenzo.  Da lì a piedi il velodromo dista circa  15' ma col vantaggio di evitare lo stress per la ricerca del parcheggio, pizzo ai posteggiatori abusivi e stress da traffico.     

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2016

Ferrovie Kaos – il Treno della Scala dei Turchi

di Fabio Nicolosi

Domenica 22 maggio 2016, Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Ferrovie Kaos, organizza il primo “Treno della scala dei turchi”: da Palermo C.le (ore 7.50) a Porto Empedocle Succursale (arrivo ore 11.00 circa). Per la prima volta sarà offerta ai partecipanti, la possibilità di raggiungere la celebre Scala dei Turchi, resa famosa dai romanzi di Andrea Camilleri (presidente onorario di Ferrovie Kaos) e piu recentemente dalla fiction con protagonista il Commissario Montalbano, interpretato da Luca Zingaretti. Si tratta di un evento, dunque, di importanza nazionale, considerato che consentirà ai visitatori di esplorare uno dei luoghi piu’ belli del pianeta e, al contempo, di trascorrere una giornata nell’incontaminato mare della costa realmontina. In alternativa, sarà possibile fermarsi nel cuore della Valle dei Templi e trascorrere una intera giornata tra il Giardino della Kolymbetra e l’area archeologica! IL PROGRAMMA COMPLETO La partenza è programmata per le ore 7.50 di domenica 22 maggio 2016 dalla stazione di Palermo C.le. Il treno storico, inoltre, effettuerà fermata nelle stazioni di Bagheria, Termini Imerese, Roccapalumba / Alia e Cammarata / San Giovanni Gemini. Prevista anche una fermata presso la stazione di Agrigento Bassa. Da qui inizierà la discesa nella Ferrovia turistica dei Templi. La prima fermata è programmata presso Tempio di Vulcano: i passeggeri che vorranno optare per una visita alla Valle dei Templi, invece che raggiungere la Scala dei turchi, potranno dunque scendere dal treno: saranno accolti dal personale del Giardino della Kolymbetra. Subito dopo il treno ripartirà alla volta della stazione di Porto Empedocle Succursale con arrivo previsto alle 11 circa: dopo una breve pausa di 10 minuti, degli autobus condurranno i visitatori fino alla spiaggia della Scala dei turchi, distante circa 8 minuti dalla stazione. I visitatori avranno dunque quasi 6 ore di tempo libero per godersi lo splendido scenario della scala di marna bianca modellata dal vento e dal mare nei secoli, per fare un tuffo, prendere il sole, o pranzare in uno dei ristoranti della zona. Nel pomeriggio tra le 15.30 e le 16:00 è previsto il ritorno a Porto Empedocle, dove, a cura dell’associazione MariTerra, si svolgerà la manifestazione “Pilaja Project”, che si svolgerà nel piazzale attiguo alla Torre di Carlo V. A disposizione, inoltre, tempo libero per visitare il centro storico di Vigata, con il suo splendido porto e le attività commerciali del centro. Alle 18.05 si torna in carrozza: dalla stazione di Porto Empedocle Succursale, ubicata in pieno centro, il treno ripercorrerà la Ferrovia turistica dei Templi per far ritorno a Palermo C.le, ove giungerà alle 21 circa. PRENOTAZIONI E INFO DI VIAGGIO Il treno fermerà sia all'andata, che al ritorno, nelle seguente stazioni (tra parentisi l'orario di partenza): Palermo C.le (7.50), Bagheria (8:03); Termini Imerese (8:22);Roccapalumba Alia (8:58); Cammarata San Giovanni Gemini (9:26); Agrigento Bassa (10:09),Vulcano - Valle dei Templi (10:18) Porto Empedocle Succursale (11:00). Ecco gli orari relativi al ritorno: Porto Empedocle S.le (18:00), Vulcano - Valle dei Templi (18:35), Agrigento Bassa (18:35); Cammarata San Giovanni Gemini (19:26); Roccapalumba Alia (19:59);Termini Imerese (20:35), Bagheria (20:54) Palermo (21:00) La quota di partecipazione è di EURO 25 per adulti e di EURO 15 per minori di anni 13 accompagnati da un genitore, a prescindere dalla stazione di partenza. Attenzione: l’eventuale discesa a Tempio di Vulcano, per la visita al parco archeologico, va comunicata in sede di prenotazione. Punti vendita (con possibilità di acquisto online tramite bonifico, paypal o carta di credito): PALERMO : GlobalSEM Viaggi – Via Giusino, 51, Telefono:091 784 8420 www.globalsemviaggi.it Il pacchetto comprende: viaggio in treno storico con carrozze del tipo “centoporte” anni ’30 con servizio a bordo; trasferimento in bus GT dalla Stazione di Porto Empedocle Succursale alla Scala dei Turchi nella mattinata e trasferimento in bus GT dalla Scala dei turchi al centro di Porto Empedocle nel pomeriggio; L’accesso alla Scala dei turchi e alle spiagge circostanti è libero e gratuito. Il pacchetto NON comprende: eventuali ticket di ingresso per siti archeologici (Giardino della Kolymbetra, Valle dei Templi, Museo archeologico ecc.), servizi di ristorazione, bar e tutto quanto non esplicitamente riportato nella voce “Il pacchetto comprende”; La manifestazione si svolgerà a prescindere dalle condizioni meteorologiche; il costo del pacchetto non è in alcun modo rimborsabile. N.B. posti limitati: si consiglia di prenotare con largo anticipo INFORMAZIONI E CONSIGLI UTILI – L’accesso al sito della Scala dei Turchi avviene per mezzo di una scala dalla strada panoramica per Realmonte. In alternativa, è possibile raggiungere il sito dalla spiaggia di Punta Grande, percorrendo a piedi circa 2 km. – Si consiglia pranzo a sacco; chi volesse pranzare presso uno dei ristoranti della zona puo’ comunicarlo inviando una mail all’indirizzo [email protected] – Per informazioni sul viaggio e prenotazioni contattare esclusivamente i recapiti 091 784 8420 (Palermo), oppure 348 0894872 (Termini Imerese). Per i servizi aggiuntivi è possibile contattare il 3471024853

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
01 ago 2017

Mercoledì 2 Agosto FlashMob: “A Munnizza ieccala a to casa!”

di Mobilita Palermo

Palermo Indignata organizzerà domani, mercoledì 1 agosto un flashmob, per sensibilizzare tutti i bagnanti della nostra amata mondello verso una maggiore cura della spiaggia. Vogliamo ancora che al termine di ogni giornata la sabbia di mondello si trasformi in una pastoia di lattine, bottiglie vuote di vetro e plastica, cartacce e rifiuti di qualsiasi tipo? Diamoci una mossa!!! Appuntamento alle ore 17:00 alla rotonda di Piazza Valdesi a Mondello. Per partecipare al flash mob sarà necessario portare con sè in spiaggia una maglietta rossa, dei guanti e sacchetti per raccogliere rifiuti. Un coordinatore del flash mob dirigerà le varie fasi del flash mob con un fischietto dopo esserci raggruppati in un punto della spiaggia: -al primo fischio tutti i partecipanti, che nel frattempo si comporteranno da normali bagnanti (magari in costume... ), si metteranno in piedi dando le spalle al mare guardando in direzione spiaggia e indosseranno la maglietta rossa (ci metteremo in fila uno accanto all'altro). -al secondo fischio i partecipanti indosseranno i guanti (porteremo guanti in lattice per raccogliere i rifiuti). -al terzo fischio i partecipanti prenderanno i sacchetti e cominceranno a raccogliere i rifiuti sparsi per la spiaggia, nel frattempo uno fra noi comunicherà ai bagnanti il fine di questo flashmob. -al quarto fischio i partecipanti torneranno sulla battigia, (al punto di partenza) prenderanno lo striscione e lo apriranno estendendolo per la sua lunghezza, mostrando così il messaggio "A Munnizza Ieccala a to casa!". Siete dei nostri? Vi aspettiamo! Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2019

Dal 1 Agosto al via doppio senso di marcia su via Roma e pedonalizzazione via Maqueda

di Antony Passalacqua

Palermo - Scatteranno fra una settimana circa i nuovi provvedimenti sulla viabilità e pedonalizzazione all'interno del Centro Storico. Il nuovo piano di circolazione delle vie interessate partirà in via sperimentale il 1° agosto.  L'attuazione dei singoli provvedimenti avverrà graduatamene nell'arco di 4 giorni, con la Polizia Municipale sul posto per irregimentare i flussi veicolari. La prima ordinanza riguarda la regolamentazione della circolazione nella “ZTL Maqueda SUD”, istituita in via Maqueda, tratto piazza G. Cesare/corso Tuköry e piazza Villena compresa,  la regolamentazione della circolazione veicolare interna ed esterna al tratto stradale interessato dalla ZTL, l’individuazione di alcune aree di sosta e la modifica dell’ordinanza inerente all’istituzione di Zona a Traffico Limitato del Mercato Storico “Ballarò”. Note salienti dell’ordinanza sono: il cambio del senso di marcia in via Maqueda - da Piazza Giulio Cesare ai Quattro Canti (Piazza Villena) dove - fra le 7 e le 10 di mattina - si andrà appunto in questa direzione; cambia la direzione di marcia anche via Calderai, che sarà ora da via Roma verso via Maqueda. Di fatto diventa la via di accesso al mercato di via Ballarò (da via Roma, via Calderai, via Ponticello, Piazza Casa Professa); cambia la direzione di marcia interna al parcheggio di via Spinuzza, che resta esterno alla ZTL, con ingresso da via Roma ed uscita su via Cavour.  La seconda ordinanza riguarda la nuova regolamentazione della circolazione veicolare di via Roma, tratto compreso tra piazza Giulio Cesare e via Cavour, e delle vie Trento, Gorizia, S. Rosalia, Parrocchia dei Tartari, Fiume, Pola, Grande Lattarini, Seminario Italo Albanese, Padre Giorgio Guzzetta, del Poeta, Monte S.Rosalia, Bara all’Olivella, Eliodoro Lombardi, Salvatore Spinuzza, Valenti e le piazzette della Messinese e Due Palme. Sostanzialmente, in Via Roma, nel tratto compreso tra piazza Giulio Cesare e via Cavour, viene istituito il doppio senso di marcia. I veicoli che transitano in via Roma, in direzione via Cavour, potranno svoltare a sinistra in corrispondenza delle seguenti intersezioni stradali: Via Torino, Via Santa Rosalia, Via Divisi, Via Livorno, Via Genova, Via Napoli, Via Epicarmo, Ingresso Posta Centrale (altezza via Seminario Italo Albanese), Via Bara all’Olivella, Via Spinuzza. I veicoli che transitano in via Roma, in direzione piazza Giulio Cesare, potranno svoltare a sinistra in corrispondenza delle seguenti intersezioni stradali: Via Bara all’Olivella, Via Zara (riservata ai soli mezzi di tutela e di scorta), Via Montesanto. Lungo tutto il tratto di via Roma, compreso tra piazza Giulio Cesare e via Cavour, in entrambi i sensi di marcia, sono confermati i DIVIETI DI TRANSITO ai mezzi con massa superiori ai 35 quintali e delle linee di Trasporto Extraurbano. Infine, una terza ordinanza riguarda l’istituzione di una Zona a Traffico Limitato in via Vittorio Emanuele, denominata “ZTL Cassaro Centrale”, tratto compreso tra piazza Villena/Via Maqueda e Piazzetta Marchese Arezzo/Via degli Schioppettieri, la regolamentazione della ZTL di via Vittorio Emanuele, l’individuazione dei varchi di accesso all’area ZTL e degli aventi titolo al rilascio PASS per il transito in via Vittorio Emanuele. In particolare, viene disposta l’istituzione della “ZTL CASSARO CENTRALE”in Via Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra piazza Villena/via Maqueda e piazzetta Marchese Arezzo/via degli Schioppettieri, fatta eccezione  per una corsia di marcia centrale, in senso unico, per il transito dei veicoli autorizzati, con limite di velocità fissato a 10 Km/h. NEL RISPETTO DELLE NORME DELLA ZTL CENTRALE LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI IN VIA VITTORIO EMANUELE, IN DIREZIONE VIA ROMA, E’ REGOLAMENTATA SECONDO LE SEGUENTI MODALITA’: A) Nei  giorni feriali -  dalle ore 7.00 alle ore 10.00, libera circolazione di tutti i mezzi, lungo tutto il tratto stradale da piazza Villena a Via Roma. B) Nei giorni feriali - dalle ore 10.00 alle ore 07.00 del giorno successivo,  chiusura al transito veicolare. C) Nei giorni festivi -  nel tratto da piazza Giulio Cesare a via Calderai/via del Ponticello - dalle ore 0.00 alle ore 24.00, - chiusura al transito veicolare. Viene individuato un varco di accesso, da realizzarsi in Piazza Villena, da cui gli autorizzati potranno accedere e transitare nell’area “ZTL. Cassaro Centrale”.  

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
13 mag 2016

La storia del “Nuovo Statuto di Palermo” e i consiglieri che professano ma non firmano

di Marco Alfano

Nota della redazione: vi presentiamo oggi un'attività che è andata avanti in questi anni senza troppi riflettori addosso e che in questi giorni ha assistito ad una evoluzione. Abbiamo chiesto ai promotori dell'iniziativa di raccontarcela. E' un altro spaccato di come tanti cittadini si spendono per questa città senza spesso ricevere le opportune risposte. Le grandi problematiche che Palermo presenta da decenni sono dovute anche ad un sistema amministrativo che consente che le cose vadano così. Non è quindi soltanto un problema di persone ma anche un sistema di 'regole' che permette, a chi ci amministra, di essere capace o incapace, perseguire il bene comune o interessi personali, ecc. tanto non cambia nulla. E le cicatrici che oggi porta questa città sulla sua pelle ne sono una inconfutabile testimonianza. Su questa premessa è iniziato il lungo lavoro del Comitato di Cittadini per il Bene Collettivo nel 2011, condiviso poi, a partire dal 2012, con decine di altre importanti associazioni e comitati civici, per produrre un nuovo sistema di norme e strumenti, quindi un nuovo 'statuto comunale', che garantisse la massima qualità amministrativa fondandola su nuovi presupposti: - la obbligatorietà di un progetto e di una programmazione chiara e condivisa della città a cui chi amministra deve attenersi; - una informazione costante, completa e ‘aperta’, cioè una seria trasparenza su tutti gli atti e azioni amministrative; - la partecipazione dei cittadini (individualmente e sotto forma di associazioni, comitati, ecc.), con vari livelli di coinvolgimento, alla costruzione delle iniziative e alle scelte amministrative, una attenta valutazione dei servizi pubblici con le azioni conseguenti e la possibilità di revocare gli incarichi a chi non fa il proprio dovere o non raggiunge i risultati necessari. A tal fine è stato effettuato uno studio degli statuti e regolamenti di tanti altri territori comunali e degli strumenti e le esperienze più virtuose che sono stati messi insiemi e fatti interagire in un modello amministrativo assolutamente innovativo e, probabilmente, unico nel suo genere che costituisce la ‘Proposta di modifica dello statuto della città di Palermo’. All’interno di tale proposta troviamo vari strumenti innovativi quali: pianificazione e programmazione strategica partecipata, progettazione ambientale, urbanistica e architettonica partecipata, albo delle associazioni, bilancio partecipativo, referendum abrogativo, referendum propositivo e obbligo di pubblicazione di tutte i dati comunali in formato aperto (open data). Questo laborioso lavoro è stato poi condiviso con l'amministrazione comunale e, in particolare, con il Presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando, e la prima Commissione consiliare, competente in materia, presieduta da Juan Catalano, da novembre 2012 a maggio 2013, con incontri settimanali attraverso una accurata revisione di tutti gli articolati presenti nella nuova bozza e una verifica della loro idoneità rispetto alla normativa vigente. La bozza finale è stata quindi pubblicata sul sito web del comune, per i commenti di cittadini e presentata formalmente, il 4 maggio 2013, alla Fonderia Reale alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alla Partecipazione Giusto Catania e molti altri assessori, con grandi promesse di immediato dibattito in consiglio comunale e ampi elogi su come questo nuovo statuto avrebbe messo in ‘sicurezza’ Palermo rispetto a possibili nuovi 'saccheggi'. Sono passati tre anni e, nonostante solleciti e proteste da parte dei numerosi comitati e associazioni che hanno lavorato al nuovo statuto e della parte di cittadinanza che ci ha creduto e sperato, la bozza è stata seppellita con una inconsistente motivazione ufficiale "Palermo deve diventare città metropolitana" (come se non potesse diventarlo anche con il nuovo statuto che può immediatamente essere adeguato alle nuove esigenze di città metropolitana) e che copriva probabilmente la realtà dei fatti: il timore nei confronti di una reale partecipazione dei cittadini alle scelte amministrative. Quindi, dopo avere assistito ad un gioco di rimpalli, di responsabilità tra sindaco, assessore alla partecipazione, presidente del Consiglio comunale e consiglieri sul perché queste modifiche allo statuto, proposte dalla cittadinanza, non fossero portate in Consiglio per il dibattito, aver ascoltato attoniti a nuovi 'proclami' riguardo la 'partecipazione', in vista anche di nuove elezioni, che promettono di tutto e di più ma ignorano le cose necessarie come il nuovo statuto ma anche le otto consulte civiche (verde, mobilità, beni comunali, parità di genere, opere pubbliche, ecc.) richieste da anni e mai approdate in consiglio comunale per l’approvazione malgrado il regolamento specifico varato e mentre le importanti scelte amministrative (grandi opere, piani urbanistici, verde pubblico, ecc) risultano sempre più imposte dall'alto con totale noncuranza del pensiero e del volere dei cittadini, in una città sempre più sofferente, siamo stati costretti, con grande fatica, a raccogliere più di mille firme per presentare una Istanza, ai sensi dell'art. 15 dell'attuale Statuto, all'interno della campagna 'Ora Decido Io - Il Nuovo Statuto di Palermo - Amministrare con i cittadini', che ha visto coinvolte più di 70 organizzazioni civiche, al fine di chiedere che queste modifiche vengano discusse in consiglio comunale e, speriamo, approvate. L'Istanza a firma di 1064 cittadini/e e 70 associazioni, depositata il 2 maggio 2016, ha ‘smosso’ alcuni consiglieri comunali che si sono dimostrati disponibili a presentare una proposta di delibera per far finalmente approdare in consiglio comunale le modifiche allo statuto per la relativa discussione e approvazione. La proposta di delibera è stata presentata l’11 maggio 2016 dopo che personalmente ci siamo recati dai consiglieri comunali per raccogliere, in modo assolutamente trasversale, il maggior numero di firme. Risultato finale: 22 firme di consiglieri e consigliere, appartenenti a ben otto gruppi consiliari sui nove presenti, e, purtroppo 28 firme mancanti da parte anche di coloro che si sono sempre professati a favore della partecipazione, trasparenza, collaborazione, efficienza, qualità e necessità di cambiamento delle regole. Molti altri passi devono essere ancora fatti, ovviamente noi continueremo a vigilare e ad intervenire ogni volta che sarà necessario nella piena convinzione che la collettività che si muove come un ‘unicum’ può cambiare questo stato di cose una volta e per sempre. Marco Alfano e Fabio Alfano Comitato di cittadini per il bene collettivo - coordinatore della campagna ORA DECIDO IO Il nuovo statuto di Palermo - amministrare con i cittadini

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 set 2017

Vi presentiamo la settimana europea della (S)Mobilità

di Fabio Nicolosi

Il Comune di Palermo aderisce anche quest’anno alla Settimana Europea della Mobilità, in programma dal 16 al 22 settembre 2017, con diverse iniziative, organizzate in collaborazione con LEGAMBIENTE, FIAB e AMAT. Il tema scelto per l’edizione 2017 è quello di una “Mobilità pulita, condivisa e intelligente”. La Settimana Europea della Mobilità, infatti, è una iniziativa finalizzata a stimolare le città aderenti ad adottare iniziative che possano incentivare la mobilità condivisa - car sharing e bike sharing – e valorizzare forme di trasporto innovative e collettive, ad impatto ambientale ridotto, attraverso le quali è possibile ridurre i costi abitualmente sostenuti per gli spostamenti in ambito urbano. Un tema che potrebbe portare a tanti spunti e riflessioni, ma che probabilmente il comune non intende valorizzare. Quando si parla di Settimana Europea della Mobilità mi viene in mente una manifestazione dove tutti gli enti interessati, partendo dai politici, aziende partecipate, associazioni esprimano una proprio opinione in merito ai vari aspetti trattati Mi aspetto una serie di interventi da parte di Sindaco, Vicesindaco, Assessore alla Mobilità, Assessore al Verde / Ambiente, che illustrino quelle che sono le linee guida che il comune, viste anche le recenti elezioni, ha intenzioni di intraprendere nei prossimi anni. Ma sopratutto mi aspetto un programma della manifestazione che abbia lo scopo di avvicinare la cittadinanza ai temi della mobilità e dei trasporti. E invece cosa leggo nel programma? Una manifestazione equestre, l'Amat che applica il biglietto unico, la solita pedonalizzazione del centro e della Favorita e una pedalata organizzata da Fiab. Ma davvero questo è ciò di cui ci dobbiamo accontentare e che ci meritiamo? Una città che ha cantieri sulla mobilità avrebbe potuto sfruttare la manifestazione per fare un punto sui lavori in corso. Parliamo di mobilità verde e pulita? Parliamo di piste ciclabili? Parliamo del nuovo sistema tram? Parliamo di metropolitana? Parliamo di biglietto unico tra Trenitalia e Comune? Parliamo di CarSharing e BikeSharing? Parliamo del transito dei mezzi pesanti? Parliamo dei bus turistici? No, evitiamo di parlare di questi temi che possono creare problemi, adottiamo un profilo basso... Della serie, facciamo qualcosa perché è giusto farlo, ma non abbiamo tempo da dedicare. E per ultimo, secondo voi un intervento dell'assessore Riolo e di Silvestrini che inizia alle ore 11.30 potrà mai durare più di un ora e mezza? E' il tempo che un assessore si sente da dedicare alla cittadinanza? O è stato un intervento che gli è stato chiesto di fare giusto per dire che ha fatto il suo compitino? Vi lasciamo al comunicato stampa “Anche quest'anno – dichiarano il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessora alla Mobilità, Iolanda Riolo - la Settimana Europea della Mobilità vede a Palermo la felice concomitanza con l'iniziativa di Legambiente, "FestAmbiente Mediterraneo, che conferma, qualora ce ne fosse bisogno, il legame inscindibile tra la mobilità sostenibile, la qualità della vita e la qualità dell'ambiente. Il quadro delle iniziative messe in campo dall'Amministrazione comunale mostra il nostro impegno per il sempre maggiore utilizzo della mobilità condivisa e per la promozione della cultura della mobilità dolce. Un modo per unire il miglioramento dei servizi con l'indispensabile promozione culturale di modelli e stili di vita più sostenibili per la nostra città”. Nel dettaglio, gli eventi in programma in città: SABATO 16 SETTEMBRE - a partire dalle ore 9.00, “Equitazione alla Favorita” – manifestazione equestre patrocinata dal Comune con cavalli in fiera, attività assistite di empatia con il cavallo, prove di abilità. DOMENICA 17 SETTEMBRE - l’Amat , al fine di incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici, estenderà la validità del titolo di viaggio ordinario da 90 minuti all’intera giornata. - dalle 8.00 alle 20.00 pedonalizzazione del tratto di via Libertà da piazza Mordini/Crispi a Piazza Ruggiro Settimo, Castelnuovo e via Ruggiero Settimo da piazza Ruggiero Settimo a via Cavour; dalle ore 08,00 alle ore 13,00, chiusura al traffico veicolare di Viale Ercole, da via Mater dolorosa al Piazzale dei Matrimoni compresa la stradina di Case Rocca; dalle ore 08.00 alle 13.00 “Il Parco incontra i cittadini” – apertura ai cittadini di Casa natura e contestuale visita del museo che raccoglie strumenti agricoli dell’Ottocento e dei primi del Novecento; dalle ore 09.00 alle ore 12,00 FIAB Palermo Ciclabile ed AMAT, allestiranno in viale Ercole dei banchetti informativi; dalle ore 09.00 alle ore 14.00, 2^ Giornata della manifestazione equestre “Equitazione alla Favorita”. alle ore 11.30, nell’ambito di “festAmbiente Mediterraneo” (link alla pagina https://www.comune.palermo.it/noticext.php?cat=1&id=15571 Incontro sulla mobilità sostenibile con la partecipazione, tra gli altri, dell’Assessora alla Mobilità Iolanda Riolo. MARTEDÌ 19 SETTEMBRE dalle ore 09,30 alle ore 13,30, presso l’Ecomuseo del mare - ex deposito locomotive Sant’Erasmo,“Muoviti Fermo!Giochiamo con la mobilità sostenibile” - Laboratorio di game design partecipativo a cura di U’Game, GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE dalle ore 06,00 alle ore 10,00 giornata Bike To Work Giretto D’Italia – Iniziativa di Legambiente, VeloLove in collaborazione con Euromobility, finalizzata ad incentivare e promuovere l’uso della bicicletta negli spostamenti casa lavoro. Per l’occasione, l’associazione FIAB Palermo Ciclabile organizza un mini contest fotografico. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2015

Mobilita Palermo patrocina OpenDataSicilia Summer Edition 4|5|6 Settembre #ODS15

di Giulio Di Chiara

Il prossimo 4|5|6 Settembre, presso il Consorzio Arca di Palermo, si terrà il primo raduno di OpendataSicilia, comunità di appassionati al tema dei dati e particolarmente sensibile a favorire rapporti proficui tra pubblica amministrazione e collettività. Negli ultimi anni il tema della trasparenza delle amministrazioni locali sta assumendo importanza sempre maggiore, parallelamente alla consapevolezza pubblica che il patrimonio di informazioni gestito dai comuni è un valore sociale ed economico impossibile da ignorare. Per restare nell'ambito dei trasporti, con la pubblicazione dei dati sui trasporti di Palermo da parte di AMAT, Google ci consente adesso di poter pianificare i nostri spostamenti con i mezzi pubblici, fornendo orari e numero delle linee da prendere. Un esempio veramente basilare per rappresentare la straordinaria varietà di applicazioni realizzabili a partire da una tabella di dati incolonnati. Questo è solo una goccia nell'oceano. Nel mondo esistono milioni di dati attinenti alle più svariate tematiche come la medicina, l'ambiente, l'architettura, la cultura. Immaginate con la tecnologia attuale quante modalità di restituzione delle informazioni esistono: app per smartphone, siti web, infografiche, etc. E chiunque può cimentarsi nel creare qualcosa di utile, partendo dai dati accessibili a tutti. OpendataSicilia Summer Edition promuoverà il racconto e il confronto su esperienze legate a questo mondo che riguarda consapevolmente molto da vicino tutti i cittadini, attraverso due giornate di lavori: venerdì 4 Settembre spazio ai racconti e al dibattito, sabato 5 invece si lavora sui dati: con pc alla mano, gruppi di lavoro proveranno a creare strumenti utili partendo dai dati disponibili. Domenica è previsto un momento più informale dove chiacchierare con gli altri partecipanti. La partecipazione all'evento è gratuito, ma è prevista una registrazione preventiva online. Sono rimasti ancora alcuni posti disponibili che potrete prenotare qui. Consultate il programma dell'evento e individuate la sessione che più vi interessa. Ne varrà sicuramente la pena. Mobilita, da sempre impegnato sul tema della partecipazione e della consapevolezza del cittadino, ha deciso di patrocinare questo evento perchè ne condivide appieno modalità e finalità.  

Leggi tutto    Commenti 0