01 mar 2020

FOTO | Primo sabato con Ztl notturna


Palermo – Primo sabato con la Ztl in notturna, e ne approfittiamo per riportare qui la testimonianza di Giacomo B. supportata da ampio reportage fotografico. Le zone sono fra le più note, piazza S.Anna, via Paternostro, piazza Aragona, Lattarini, vicolo dei Corrieri, via Meli, piazza Caracciolo, piazza G. Meli.

Le foto, scattate tra le 22:00 e mezzanotte, documentano una tendenziale riduzione del caos nelle zone della movida (non è dato sapere se per la ZTL oppure se è la psicosi da contagio collettivo a farla ancora da padrone), ma nulla che possa far pensare a un fallimento imminente dei locali, almeno di quelli in cui mi sono ritrovato a passare.

Osservazioni sparse:

- il parcheggio del Tribunale, attorno alle 22:00, contava ancora 185 posti liberi;

- passeggiando, la sensazione era quella che il “delirio da sabato sera” fosse leggermente attenuato (il che, a mio modesto avviso, non è affatto un male, anzi, rende una serata in centro storico un po’ più godibile);

- accenni di parcheggio selvaggio in zona Cala, fuori dal perimetro della ZTL.

P.s. Si precisa – a scanso di equivoci – che quelle sopra, supportate da documentazione fotografica, restano comunque sensazioni personali e come tali vanno trattate.

 

 

 


lattarinimovida palermopiazza s.annaztl notturna palermoztl palermo

6 commenti per “FOTO | Primo sabato con Ztl notturna
  • Normanno 464
    01 mar 2020 alle 14:03

    Passo dopo passo (anche se di passi bisogna farne ancora milioni) Palermo diventa una città europea.
    Questa è la giusta direzione.

  • friz 1264
    01 mar 2020 alle 15:46

    A mio avviso questo è un pessimo provvedimento messo in atto nel momento sbagliato!
    Se già i commercianti stavano pagando caro il prezzo della paura Coronavirus, è stato Stupido e Irresponsabile attuare un provvedimento di questo tipo in un momento simile…. hanno dimostrato miopia… per non dire peggio….
    Nel weekend i commercianti, tra venerdì e sabato, hanno perso una mare di soldi…. non lo dico io, basta chiedere a loro… si parla di dimezzamento degli incassi… in certi casi un terzo…. alcuni hanno già detto che se si continua così o chiuderanno… o licenzieranno….
    Solitamente le Grandi città d’Europa, e del mondo, nei loro centri storici sono vive ed Affollate fino a tarda notte… quelle più civili e lungimiranti (ma non è il caso di Palermo) hanno stabilito regolamenti per insonorizzare meglio i locali che fanno musica, ma non hanno di certo fermato la musica…. nella Movida di Parigi, di Londra di Berlino c’è movimento fino a notte fonda…. a Barcellona fino alla mattina…. non a caso la Spagna attrae più turisti dell’Italia…. e più turisti significa più soldi….
    Andrebbe benissimo mettere una ZtL notturna se ci fosse un trasporto pubblico che Velocemente dalle periferie ti porta verso il centro…. ma diciamo la verità, il trasporto pubblico palermitano fa Cagare di giorno e di notte è pure peggio…. e oltretutto, essendo il trasporto pubblico notturno tanto deficitario, con un provvedimento simile obblighi nei fatti le persone anziane e i disabili (che non si possono permettere di pagare il pass) a non andare più in centro di sera….
    Oltretutto bisognerebbe contestualizzare il provvedimento con le tasche dei cittadini…. c’è gente che a Palermo ha i soldi contati, magari alcuni possono destinare ad un’uscita non più di 10 euro, e se per ipotesi tu gli levi dalle tasche i 5 euro del pass per la ZTL, magari gliene rimangono solo 5…. e il ristoratore ne ha persi 5, se gli va bene… se gli va male, la persona in questione si sposta verso la periferia ed allora il ristoratore del centro storico ne ha persi 10 di euro….
    Ora bisognerebbe essere razionali, ma a mio avviso nessuna delle persone che stanno governando Palermo attualmente mostra Razionalità… se sei Milano, e quindi hai la ricchezza che ti deriva dal settore bancario finanziario e industriale, magari ti potresti anche permettere il Lusso di “uccidere” la Movida notturna… ma se sei Palermo, e non hai un settore industriale e non hai la sede centrale di nessuna grossa banca…. prima di Ridimensionare la Movida notturna ci dovresti pensare su cento milioni di volte…. di solito il turismo si muove verso le città in cui oltre ad esserci vita diurna, c’è anche vita notturna….. ma se poi tu, comune di Palermo, cerchi di limitare anche la vita notturna sei un comune cieco… che ridimensioni nei fatti il turismo…. e dimostri di non riuscire a comprendere dove sta andando il mondo…
    Purtroppo questa è la direzione sbagliata…. ci stiamo allontanando dall’Europa!
    Oltretutto mi chiedo che senso abbia levare lo schiamazzo notturno nel centro per poi spostarlo verso la cala? Cosa hai risolto se poi crei potenzialmente il delirio e il traffico attorno alla Ztl?
    In una cosa sono d’accordo col precedente commento di Normanno… perchè Palermo diventi una città europea occorrono ancora milioni di passi…. ma si spera passi in avanti e non indietro come in questo caso….

    • punteruolorosso 2349
      01 mar 2020 alle 20:23

      sono d’accordo sul traffico nella zona perimetrale della ztl, che potrebbe aumentare a dismisura. non ci sono infrastrutture come parcheggi o linee tram che percorrono il centro, quindi la gente si ammasserà con le macchine nei pochi parcheggi disponibili in centro: piazzale ungheria, piazza marmi, foro italico. quest’ultimo dovrebbe essere un lungomare privo di auto, ma è un’autostrada con parcheggio. la ztl ha migliorato moltissimo la qualità della vita del centro storico, che è percorribile tutto a piedi, anche da parte di una persona anziana. i disabili hanno il pass e possono entrare, quindi niente problemi. forse bisognerebbe fafre un parcheggio sotto piazza croci, uno a piazza sturzo, uno alla stazione e uno sotterraneo al foro italico, non prima di aver fatto il tunnel porto-circonvallazione e pedonalizzato il lungomare.
      aspettiamo dunque i parcheggi multipiano, i tram in centro e la fine dei lavori di anello e passante. aspettiamo la metro, magari. insomma aspettiamo quello che aspettavamo quando è nato questo sito. si tratta di opere costosissime che richiedono anni di lavori, ma di alcune si avvicina il traguardo, ed altre ne potrebbero nascere. intanto aspettiamo.
      e speriamo che nel frattempo venga inventata l’auto elettrica, perché l’inqunamento fuori dalla ztl è diventato impossibile.

  • Orazio 1367
    01 mar 2020 alle 22:45

    Io mi continuo a domandare: ma ZTL o non ZTL in centro dove si posteggia? Risposta da nessuna parte oppure in maniera selvaggia. Si posteggia ai margini. Tra l’altro quei pochi posti che piazza Marina e piazza Magione offrono sono appannaggio dei residenti.

    Quindi la polemica contro la ZTL è solo e unicamente strumentale oppure, più correttamente, si basa sulla tolleranza di comportamenti selvaggi.

    Io non ho diritto (allo stato dei fatti) ad acquistare un pass ma ZTL o non ZTL la sera al centro ci andavo e ci andrò: mai pensavo, ho pensato o penso, nè penserò, di posteggiare dove posteggio non c’è.

    • simbar 34
      02 mar 2020 alle 7:45

      Siamo in minoranza. Anch’io il weekend e ogni altro giorno preferisco parcheggiare distante (anche in via Libertà o parallele, se riesco) e andare a piedi piuttosto che parcheggiare come un cane “perché tanto posto non ce n’è”. Credo siano scelte di vita, per essere drastico.
      Attendo convenzioni e la costruzione dei nuovi parcheggî che possano snellire un po’ il traffico.

  • punteruolorosso 2349
    02 mar 2020 alle 8:48

    in alcune traverse di corso vittorio emanuele e di via maqueda stanno piazzando le basole, ciò che rende ancora più vastaso colui che ci sale su col suv. le basole si rompono, i marciapiedi non sono fatti per salirci con le macchine. stesso dicasi delle borgate in estate, invase da incivili che vengono da ogniddove. spero che il comune riesca a far cassa facendo pagare multe salatissime a chi contravviene alle regole. no mi piace la giustizia sommaria, ma fra un marciapiede distrutto e un crasto che paga prefeirisco far pagare il crasto.


Lascia un Commento