Articolo
20 mar 2019

Autostrada A20 Palermo – Messina | Chiusura dello svincolo Pollina/Castelbuono fino al 28 giugno

di Fabio Nicolosi

Dalle ore 7:00 del 20 marzo sarà chiusa al traffico la rampa di uscita (per gli utenti provenienti da Messina) dello Svincolo Pollina-Castelbuono sull’autostrada A20. La chiusura – che dovrebbe durare approssimativamente fino al 28 giugno – si è resa necessaria al fine di eseguire tutti i necessari lavori di messa in sicurezza dei luoghi colpiti da dissesto (km 154+600 – Svincolo). Gli utenti provenienti da Messina e diretti allo Svincolo Pollina–Castelbuono dovranno uscire allo Svincolo di Tusa e/o allo Svincolo di Cefalù. Invariata la viabilità autostradale nella carreggiata monte (direzione da Palermo verso Messina) e l’accesso in autostrada dallo Svincolo di Pollina-Castelbuono per gli utenti provenienti dalla S.S.113 e diretti verso Palermo e verso Messina. In loco segnaletica con indicazione la chiusura della rampa. Ditta esecutrice Peloritana Appalti srl di Barcellona Pozzo di Gotto.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
10 gen 2019

Sciopero Trenitalia | I treni garantiti il 10 Gennaio

di Salvatore Galati

La segreteria regionale del sindacato ORSA ha proclamato uno sciopero del personale mobile di Trenitalia Sicilia, dalle 3.00 del 10 gennaio alle 2.00 di venerdì 11. I treni di lunga percorrenza potranno subire cancellazioni o variazioni. Per i treni regionali potranno verificarsi cancellazioni o variazioni, garantendo comunque i collegamenti nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (6.00/9.00 e 18.00/21.00). L’agitazione sindacale potrà comportare ulteriori modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione. Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto,  predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l'attuazione della Legge 146/1990. Poiché in corso di sciopero si potrebbero verificare variazioni non preventivabili (es.: modifica di itinerario per i treni a lunga percorrenza), è importante prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d'informazione. I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un'ora dall'inizio dell'agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale. Nel trasporto regionale sono stati istituiti i servizi essenziali nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali). Dal Comitato pendolari, ci pervengono gli orari della giornata del 10 gennaio, ecco di seguito gli orari linea per linea: Linea Caltanissetta  - Agrigento Linea Caltanissetta - Siracusa Linea Messina - Catania  - Siracusa Linea  Palermo  - Agrigento Linea Palermo  - Caltanissetta- Catania Linea Palermo- Messina Linea Palermo  Trapani

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 nov 2018

Flixbus sbarca a Palermo | Sarà una rivoluzione o un flop?

di Fabio Nicolosi

Dal 3 Dicembre anche in Sicilia e a Palermo sarà operativa FlixBus, la low cost dei viaggi in pullman. Siamo felici di annunciare che dal 15 Novembre 2018 FlixBus arriva in Sicilia, inaugurando collegamenti diretti giornalieri da Agrigento, Catania, Enna e Palermo verso oltre 2.000 destinazioni nazionali ed europee. In particolare, grandi centri come Catania, Enna ed Agrigento potranno beneficiare di collegamenti con oltre 20 città nazionali come Perugia, Siena, Firenze, Pisa, Genova e Roma (collegata sino a due volte al giorno); Palermo invece sarà collegata con Cosenza, Napoli, Urbino, Ancona, Pescara, Genova, ma anche Milano, Torino e Venezia. A beneficiare dell’arrivo di FlixBus nella regione saranno anche i piccoli e medi centri, come Cefalù, Canicattì, Lentini, Milazzo, Modica, Patti, Ragusa, Santo Stefano di Camastra, Termini Imerese, e Taormina che potranno trarre vantaggio da collegamenti diretti con la Calabria, Campania e Abruzzo. Ogni giorno infatti pianifichiamo nuovi collegamenti per rispondere in modo sempre più efficiente alle esigenze di viaggio di chi si sposta in Italia e dall’estero verso l’Italia.Tutto questo si traduce nell’assicurare sempre le migliori fermate e frequenze e nell‘ottimizzare le nostre linee in modo da fornire interconnessioni sempre più comode per ampliare le città raggiungibili e quindi le possibilità di viaggio. Ma sarà una rivoluzione o un flop? Innanzi tutto la politica della low-cost è quella che prima si prenota, più vantaggioso è il prezzo, ma se con gli aerei ancora ancora la cosa può funzionare, il bus è spesso l'ultima spiaggia per chi ha intenzione di spostarsi, soprattutto per viaggi lunghi. Facciamo un esempio reale: Voglio recarmi a Roma da Palermo il 18 Gennaio (preventivi effettuati in data 17/11) Ho messo a confronto volo, aereo, treno Con FlixBus impiegherei dalle 15 alle 21 ore, dipende dalla soluzione che scelgo, con una spesa che varia dai 40 ai 51 euro Con Ryanair impiegherei 1 ora e 15 minuti con prezzi che oscillano tra i 19 e i 34 euro Con Trenitalia impiegherei dalle 11 alle 12 ore con prezzi che variano tra i 33 e i 61 euro Con SaisTrasporti impiegherei 12 ore con una spesa di 34 euro La scelta personale ricadrebbe sicuramente su Ryanair, ma se avessi paura del volo o perdessi la possibilità di acquistare con largo anticipo prenderei Trenitalia che con un prezzo simile mi permette di raggiungere Roma in meno tempo o sceglierei SaisTrasporti. Ecco perchè non ritengo FlixBus l'alternativa che potrebbe fare concorrenza ai vettori locali e nazionali. C'è un però, leggendo la stazione di partenza da Palermo si legge: Palermo (Via Fazello) Il che significa che FlixBus sarà uno dei primi vettori ad usufruire del nuovo terminal bus costruito qualche mese fa proprio a monte della stazione Centrale. Vedremo quindi quando verrà aperto e chi saranno le altre compagnie che lo utilizzeranno

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
31 gen 2018

A20 Palermo Messina | 1 Febbraio: chiuso il tratto tra Cefalù e Buonfornello

di Fabio Nicolosi

Giovedì 1 febbraio 2018, dalle ore 8:00 alle ore 17:00, sarà chiusa al traffico la tratta autostradale Cefalù-Buonfornello (A20) per potere effettuare nella attuale carreggiata di monte - al momento percorsa a doppio senso di circolazione - tutti i necessari interventi nel settore “verde” per eliminare la vegetazione che condiziona la visibilità. Gli interventi programmati dal relativo Ufficio Tecnico consistono nel taglio di alberi pericolanti, nella eliminazione di arbusti e nella sagomatura della siepe antiabbagliante nello spartitraffico, ecc. Pertanto, in quella sola fascia oraria, gli utenti diretti a Palermo dovranno uscire allo Svincolo di Cefalù e rientrare in autostrada utilizzando lo Svincolo di Buonfornello. In loco apposita cartellonistica con indicazione lavori e deviazioni. Spese a carico del Consorzio Autostradale. Ditta esecutrice ASTREA srl di Giarre (CT). Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
03 feb 2017

FOTO | A20 Palermo – Messina: Proseguono i lavori di messa in sicurezza della Galleria Tindari

di Fabio Nicolosi

Sono in corso i lavori di messa in sicurezza della galleria Tindari sull'autostrada Palermo - Messina. I lavori riguardano il consolidamento delle pareti, delle calotte e la riqualificazione ed adeguamento degli impianti tecnologici alla normativa vigente: impianti di ventilazione, illuminazione, antincendio e gestione automatizzata della galleria. La gara è stata vinta dall'A.T.I. LUIGI NOTARI S.p.A. - capogruppo mandataria e COSTRUZIONI BRUNO TEODORO S.p.A. che si è aggiudicata l'appalto con un importo del contratto di € 8.764.127,32 La ditta ha 455 (quattrocentocinquantacinque) giorni di tempo per completare le opere senza ricorrere a penali. Ringraziamo Anna S. per le foto: Come possiamo osservare dalle foto i lavori che al momento si stanno effettuando riguardano il consolidamento delle pareti e delle calotte con reti elettrosaldate che verranno successivamente ricoperte di malta, opportunamente trattata e infine tinteggiate.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ott 2016

Ponte sullo stretto, ci serve? Guardiamo cosa (non) abbiamo in casa

di Mobilita Palermo

Un piccolo excursus sul tema "ponte sullo stretto" che in qualche modo coinvolge l'intera isola dal punto di vista infrastrutturale. Vi poniamo il punto di vista del Comitato Pendolari, che spesso ospitiamo nel nostro sito   Mentre si accende il dibattito sul #PontesulloStretto, visto il rilancio del premier Renzi, e dei benefici che la sua eventuale realizzazione comporterà in termine di occupazione e sviluppo economico-turistico, desideriamo intervenire per fare presente, ancora una volta, che la Sicilia aspetta ancora tutte quelle infrastrutture che in questi ultimi 15 anni sono state acclarate nell’Accordo di programma Quadro del 2001 tra Lunardi e Cuffaro, nel Piano per il Sud (vedi foto allegata), nel Decreto del Fare, nello Sblocca Italia e infine nel Patto per il Sud contenente il Patto per la Sicilia. In tutti questi anni si è sempre parlato di investimenti per oltre 10 miliardi per le sole infrastrutture ferroviarie che ad oggi non sono state ancora realizzate e vengono sempre riproposte. Quali: Il completamento dei raddoppi ferroviari Messina-Palermo, Messina-Catania-Siracusa, Catania-Palermo e Agrigento-Palermo; gli ammodernamenti e velocizzazioni della Palermo Trapani e Siracusa-Ragusa-Modica-Gela; il collegamento con l’aeroporto Fontanarossa di Catania e dei collegamenti con gli aeroporti di Comiso e Birgi. Due aspetti desideriamo evidenziare: il primo su 1378 km di ferrovia solo appena il 14% è a doppio binario e circa 600 km ancora non elettrificate. Il secondo occorre verificare se il gestore dell’infrastruttura ferroviaria RFI Spa (Rete Ferroviaria Italiana) rispetta i tempi di realizzazione e di consegna sulle opere cantierate. Al momento è ancora chiusa la Palermo-Punta Raisi che doveva aprire a giugno 2016;  è ancora chiusa da oltre un anno la Gela-Canicattì; - è ancora chiusa da oltre tre anni la Alcamo-Trapani Via Milo; - è ancora chiusa da oltre cinque anni la Caltagirone-Gela; - è ancora chiuso da oltre quattro anni il raddoppio della Catania Ognina-Catania Centrale (ultima data prevista il 17/04/2016). Tutti questi ritardi e chiusure pregiudicano una programmazione certa dei servizi di trasporto ferroviario tra la Regione Sicilia e l’impresa ferroviaria Trenitalia Spa anche sui canali di vendita. Fatte queste premesse chiediamo all’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti on. Giovanni Pistorio, al dirigente generale del dipartimento infrastrutture e trasporti dott. Fulvio Bellomo di intervenire presso le competenti sedi per fare chiarezza sui tempi dell’effettiva realizzazione, su tutti questi ritardi e sulla eventuale o definitiva apertura alla circolazione ferroviaria, evitando così quei servizi con bus sostitutivi divenuti ormai insostenibili per tutta l’utenza.

Leggi tutto    Commenti 52
Articolo
01 set 2016

Il mondo OpenData si ritrova ad “OpenDataSicilia Summer Edition” il 2, 3 e 4 settembre: il programma

di Giulio Di Chiara

Anche se non direttamente legato a parte dei fatti urbani che raccontiamo giornalmente, il mondo dei dati aperti è più volte entrato nei nostri dibattiti. Ad esempio, quando abbiamo parlato di AMAT e dell'assenza di app informative decenti sul servizio di trasporto pubblico, o sui tempi di attesa in real time alle fermate. Ci piace quindi segnalare questo importante evento, di cui ci pregiamo di essere fedeli sostenitori, che raccoglierà il meglio che c'è in giro sul tema, offrendo una visione a 360 gradi attraverso momenti di formazione, talk, iniziative e progetti tra aziende, coinvolgendo cittadini e pubblica amministrazione. Siete tutti invitati!   Oltre 40 tra workshop e seminari e 30 relatori tra i principali protagonisti del mondo degli OpenData: questi gli ingredienti di #ODS16 Summer Edition, l’evento nazionale gratuito che si svolge a Messina il 2-3-4 settembre nei locali messi a disposizione dal Dipartimento di Scienze Cognitive dell’Università di Messina (via della Concezione, 8). Tutti gli eventi sono disponibili all’indirizzo http://ods16.opendatasicilia.it   Obiettivo dell'iniziativa Imparare a lavorare con i dati, confrontarsi tra pubbliche amministrazioni, aziende e cittadini per capire qual è lo stato dell’arte in Italia sul tema della trasparenza, capire quali opportunità di business possono esserci: questi gli obiettivi dell’iniziativa che vede, peraltro, tra i suoi ospiti professionisti a livello regionale, nazionale ed europeo del mondo dei dati.   Programma degli eventi VENERDÌ 2 SETTEMBRE - Il primo giorno arriva da Bruxelles Wendy Carrara, tra i responsabili delportale OpenData dell’Unione Europea. A seguire uno spazio per le scuole superiori con il progetto A Scuola di OpenCoesione, che propone il monitoraggio civico, da parte delle scuole, dei fondi europei destinati alla realizzazione di opere pubbliche. A seguire si parlerà di trasparenza e tra gli ospiti è prevista la presenza di Ernesto Belisario, tra i promotori del progetto Open.gov.it per il governo italiano, con il coordinamento del Ministero della Semplificazione e Pubblica Amministrazione. Nel pomeriggio si parlerà di dati ambientali, dati sanitari, statistiche antimafia, data journalism nei giornali locali (con giornalisti del gruppo l’Espresso). SABATO 3 SETTEMBRE-Giornata interamente dedicata alla formazione a cominciare da OpenPolis, l’Associazione che si batte da un decennio per la trasparenza dell'operato delle Istituzioni pubbliche, e che in questo caso analizzerà il bilancio del Comune di Messina. In contemporanea e nelle ore a seguire saranno attivati i workshop per imparare ad aprire i dati della Pubblica Amministrazione,  realizzare mappe georeferenziate partendo dall'uso dei dati, usare i dati nel giornalismo, analizzare i dati sanitari, capire come funziona il servizio di OpenStreetMap.   DOMENICA 4 SETTEMBRE - Verrà lanciato il contest Opendatagiustizia.it, iniziativa che prevede l'assegnazione di un premio di € 2.000 agli autori del miglior progetto consistente nella raccolta e visualizzazione dei dati sul tema della giustizia. L'iniziativa è promossa e finanziata da COGruppo, azienda bolognese tra i promotori di "Agenda Digitale Giustizia", con il supporto di associazione Ondata.it. A seguire uno “schiticchio” di comunità, ovvero un pranzo per confrontarsi su quanto fatto e definire le attività future.     Due aperitivi speciali alla "Marina del Nettuno" In collaborazione con la Marina del Nettuno, nella giornata di venerdì 2 settembre dalle ore 19.00 è in programma un aperitivo di comunità "opendata territoriali": sono attesi attivisti dalla Puglia, Sardegna, Trentino, Piemonte, Lazio, Emilia-Romagna ed altre regioni per mettere in comune le best practices e condividere esperienze e progetti futuri. L’indomani, sabato 3 settembre alle 19.00, un aperitivo in compagnia di Federico Badaloni, architetto dell’informazione di Repubblica, che presenterà il suo ultimo libro “Architettura della Comunicazione” (la presenza di Badaloni è gratuita e l’azienda messinese Ids&Unitelm ne ha gentilmente coperto le spese logistiche).   Come partecipare Tutti gli eventi sono gratuiti sia per i partecipanti, che per gli speaker, che hanno gentilmente accettato di svolgere interventi e workshop formativi senza compenso alcuno, al fine di favorire la diffusione della cultura dei dati. Per partecipare, è sufficiente presentarsi sul luogo dell'evento!   Infomazioni: Sito internet http://ods16.opendatasicilia.it Contatti: info@opendatasicilia.it Luogo degli eventi: mappa Hashtag dell'evento: #ODS16   Partner e collaboratori dell’iniziativa: ringraziamenti L’iniziativa di OpenDataSicilia è stata organizzata con il supporto di: Dipartimento di Scienze Cognitive dell’Università di Messina, Lo Stretto Digitale, Associazione Ondata, Mappina, OpenPolis, A Scuola di OpenCoesione, Wiki Loves Monuments, OpenPatti, OpenPuglia, Dataninja, Sardinia OpenData, Parliament Watch Italia. Si ringraziano anche le aziende COGruppo, Ids&Unitelm, Molitec per aver sostenuto sia le iniziative che le sponsorizzazioni.  

Leggi tutto    Commenti 2

Ultimi commenti