Articolo
30 lug 2020

RAP | Testate mini spazzatrici elettriche presso alcune aree pedonali

di Fabio Nicolosi

La Tenax International ha presentato al presidente della RAP Giuseppe Norata e al direttore Generale Roberto Li Causi tre nuove spazzatrici elettriche di piccola dimensione. La presentazione dei mezzi completamente elettriche è avvenuta a villa Bonanno, a piazza Pretoria e lungo l’isola pedonale di Corso Vittorio Emanuele. “Nel piano integrato di spazzamento meccanizzato – fa sapere il Presidente della RAP Giuseppe Norata - è previsto un nuovo e più incisivo strumento dedicato alle zone pedonali e riguarda proprio l’immissione al servizio di spazzatrici elettriche, ecologiche e a zero inquinamento, silenziose ed efficaci idonee anche per disinfettare le strade durante il loro passaggio. Viene testata oggi lungo il centro storico di Palermo l’efficienza delle macchine - continua Norata - e se i risultati, dopo i test, saranno soddisfacenti si potranno avviare le procedure per l’acquisizione e la messa in servizio”. La mini spazzatrice presentata da 2mc (vedi foto ) assieme alle “sorelle” idrolavanti portano ad un abbattimento sostanziale dei costi di manutenzione ( al massimo 3.000/4000 euro all’anno inclusa l’energia energia), sono interamente elettriche, non hanno circuiti idraulici, con al massimo una capienza di un litro di olio da utilizzare durante i travasi tra mezzi . Le due idrolavanti, con 5 augelli sotto, possono essere utilizzate con la barra o la lancia con un tubo estendibile fino a 12 metri e può lavorare in modalità lavaggio o di sanificazione con capienza rispettivamente di 210 litri con 10 litri di disinfettante. Da utilizzare come aspiratore e in alternanza come soffiatore, comodo per aspirare cicche e raggiungere angoli dove l’operatore non riesce a arrivare con lo spazzolone riuscendo a confluire in un sacco tutto lo sporco (capienza di 110 litri).

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
13 gen 2020

Aree pedonali, via P. di Granatelli si rifà il look

di Antony Passalacqua

Palermo - Al via oggi i lavori coordinati e realizzati dal Coime, per realizzare una nuova pavimentazione in via Principe di Granatelli e in via Salvatore Vigo. E' stata infatti pubblicata venerdì l'Ordinanza dell'ufficio traffico che autorizza la messa in opera del cantiere. I lavori, che saranno divisi in cinque "lotti" per rendere sempre parzialmente fruibile l'accesso ai residenti e ai commercianti della zona, prevedono la sistemazione di una pavimentazione più idonea all'utilizzo prevalentemente pedonale e la collocazione di elementi di arredo urbano. Tutti gli interventi sono stati concordati con la Sovrintendenza per i beni culturali. Al termine dei lavori, previsto entro l'estate, la zona sarà inoltre dotata di punti di accesso alla rete del wi-fi gratuito comunale, come già fatto nella vicina via Principe di Belmonte e in altre zone della città. A supervisionare l'intervento sarà l'Assessorato al decoro guidato dal vicesindaco Fabio Giambrone, che sottolinea "l'importanza di un intervento realizzato interamente in house, con progettazione a cura degli Uffici comunali e materiale esecuzione tramite le maestranze del Coime".

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
12 gen 2020

Dissuasori in via Maqueda, da lunedì riprendono i lavori

di Fabio Nicolosi

Il cantiere per i dissuasori mobili - o a scomparsa - che dovrebbero essere installati in via Maqueda di fronte al Teatro Massimo di Palermo, é fermo da qualche settimana. I lavori iniziati a Novembre sono stati rallentati prima da oltre quattordici sotto-servizi di vario tipo che passano proprio da lì (tra Enel, Amap, Fibbra ottica, etc etc), successivamente dal rinvenuto canalone la cui costruzione è datata attorno al 1600, subito dopo il medioevo per intenderci. Si tratta dell'antica fognatura della città costruita insieme alla via Maqueda. La soprintendenza ha dunque effettuato tutti i controlli del caso e da lunedì i lavori, dopo aver ricevuto il via libera, dovrebbero ripartire e si prevede il completamento entro una ventina di giorni. Sará cosí? Vi terremo aggiornati Ti potrebbe interessare anche: Aree pedonali, al via i lavori per l’installazione dei dissuasori automatici

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
18 nov 2019

Aree pedonali, al via i lavori per l’installazione dei dissuasori automatici

di Antony Passalacqua

Palermo - Prenderanno il via domani i lavori di installazione dei “bollards” - i dissuasori stradali automatici “a scomparsa”, utilizzati per impedire il passaggio o la sosta ai veicoli - che andranno a sostituire i “new jersey”, gli antiestetici blocchi di cemento collocati a protezione delle isole pedonali in funzione antiterrorismo. “I dissuasori – spiega il vice sindaco ed assessore al Decoro Urbano, Fabio Giambrone - si abbasseranno automaticamente alla lettura della targa del veicolo autorizzato. I lavori partiranno da Piazza Verdi/via Maqueda per poi continuare su via Vittorio Emanuele - sia in alto, all'altezza della cattedrale, che in basso all'altezza dell'incrocio con Piazza Marina - fino alla completa eliminazione di tutti i “new jersey”. Si tratta di un ulteriore passo che allinea Palermo con le più moderne città europee e che contempera le esigenze connesse alla sicurezza ed ai controlli delle forze dell'ordine, con quelle del decoro e della salvaguardia dell’armonia artistica ed architettonica.  Cittadini e turisti potranno così godere al meglio dei tesori della nostra città, senza la sgradevole sensazione di sentirsi sotto assedio”. I lavori verranno effettuati dal personale del COIME.  

Leggi tutto    Commenti 26
Articolo
27 apr 2019

Aree pedonali, in arrivo i dissuasori a scomparsa

di Antony Passalacqua

Palermo - Faranno la loro "comparsa" fra un paio di settimane circa, con l'obiettivo di migliorare il decoro salvaguardando al tempo stesso la sicurezza nelle aree pedonali. Sono i dissuasori oleodinamici a scomparsa che il Comune si appresta ad installare. Studiati per l'interdizione ai passaggi veicolari e regolare gli accessi urbani in generale, verranno installati agli ingressi delle aree pedonali andando ad eliminare i new jersey (blocchi di cemento) tutt'ora visibili su via Maqueda e corso V. Emanuele.  Quindici complessivamente i dissuasori acquistati. Ci saranno novità sul fronte basolato in via Maqueda, che approfondiremo con un successivo articolo per capire meglio le attuali criticità delle zone chiuse al traffico veicolare.

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
12 apr 2019

Riders e aree pedonali, un rapporto platonico

di Antony Passalacqua

Palermo - Il mantenimento del decoro urbano è un tema abbastanza importante e sensibile per una città che vuol proiettare un'immagine più elegante in ambito internazionale: turismo, promozione culturale. Uno fra gli elementi che oggi andiamo a focalizzare riguarda proprio il mantenimento del concetto di "pedonalizzazione" nelle aree pedonali e la loro costante "invasione". A quanti di voi sarà capitato di vedere sfrecciare scooter all'interno di aree pedonali, o anche contromano, durante le operazioni di "food delivery"? Ne sono un esempio le immagini che ci inviano da piazza Olivella con scene che si presentano quasi con cadenza giornaliera. Ma non solo qui, ed altre segnalazioni ci giungono da piazza San Domenico, corso Vittorio Emanuele e persino via Maqueda. Tutte aree pedonali dove bisognerebbe salvaguardare la sicurezza e il decoro. Tralasciamo la questione igiene a chi di competenza e senza volerne fare di tutta l'erba un fascio (c'è già chi effettua questo lavoro in bici), riteniamo che siano necessari dei provvedimenti quali telecamere e presidi affinché si possano evitare scene come in foto e salvaguardare anche la sicurezza dei pedoni. Foto: F.C.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
30 ott 2018

FOTO | Piazza San Domenico trasformata in parcheggio ad uso esclusivo

di Fabio Nicolosi

Anni di battaglie civili, di ordinanze, di manifestazioni... Tutto sparito in una mattinata... Piazza San Domenico è stata trasformata, a totale insaputa di tutti, in un parcheggio. Si avete letto bene, un parcheggio. Non sappiamo chi, perchè, da chi sia stato autorizzato; sta di fatto che le fioriere ancorate alla pavimentazione sono state divelte, perché smontarle era impossibile e la piazza inizialmente è stata riempita di auto blu e auto di polizia e carabinieri e successivamente è stata resa carrabile non avendo rimpiazzato le fioriere e consentendo dunque il transito ad auto e motocicli, come da foto. Nel sito del comune non esiste alcuna ordinanza comunale che autorizza la sosta di auto nella piazza, non esiste alcuna delibera che autorizzi lo spostamento delle fioriere, chi ha dunque permesso tutto questo? È accettabile che una piazza pedonale e che dopo anni di incuria ed abbandono venga anche se per un solo giorno trasformata in un parcheggio solo per il capriccio di qualche "autorità"? Ci aspettiamo un chiarimento da chi è a conoscenza della questione, che sia il comune o chi sappia darci una spiegazione in merito. La galleria fotografica, che lascia poco spazio all'immaginazione:

Leggi tutto    Commenti 3