Articolo
01 feb 2021

Manutenzione dei ponti e cavalcavia da febbraio il via ai lavori

di Fabio Nicolosi

Riportiamo il comunicato stampa del comune di Palermo circa la firma dopo un anno del contratto quadro per la manutenzione dei ponti e cavalcavia. Il contratto era stato aggiudicato a Febbraio 2020 e solo dopo un anno lo stesso sarà finalmente formalmente consegnato all'impresa vincitrice che si è aggiudicata i lavori. Non è minimamente tollerabile un ritardo di un anno per delle opere che hanno estrema urgenza di essere effettuate. Occorre sicuramente trovare chi è responsabile di tali ritardi e provare a porre rimedio. Sarà firmato il prossimo 9 febbraio il contratto quadro per la manutenzione dei ponti e cavalcavia, all'interno del quale sono previsti i lavori che riguardano anche il sottopasso di via Crispi. Ne dà notizia l'assessore Maria Prestigiacomo che sottolinea che proprio quello di via Crispi sarà fra i primi interventi, essendo il progetto dell'intervento già pronto. Venerdì mattina intanto operai del Coime su disposizione del vicesindaco hanno effettuato la messa in sicurezza dell'area, dove a causa del vento, alcune barriere di protezione erano cadute. L'Amap è intervenuta per la verifica e manutenzione delle pompe di sollevamento del sottopasso che servono ad evitare allagamenti della depressione.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
19 dic 2020

Parte la progettazione della fognatura in via Cruillas

di Fabio Nicolosi

L’intervento eviterà gli scarichi abusivi nel canale Mortillaro. E’ partita in mattinata la progettazione della fognatura di via Cruillas a Palermo. Si tratta di uno dei tredici interventi gestiti in città dal Commissario Unico per la Depurazione Maurizio Giugni, che concorrono al superamento dell’infrazione comunitaria in tema di acque reflue urbane, per la quale l’Italia è condannata (sentenza C-565/10) al pagamento di una sanzione pecuniaria. Alla consegna formale delle attività erano presenti il Subcommissario per la Depurazione Riccardo Costanza, il Comune di Palermo con l’assessore ai Lavori Pubblici Maria Prestigiacomo, il Presidente di AMAP Alessandro Di Martino, il responsabile del Procedimento Cecilia Corrao (Sogesid) e il raggruppamento vincitore dell’appalto (C.&S. Di Giuseppe Ingegneri Associati S.r.l. Socio Unico). Nei prossimi 45 giorni (per un importo di circa 166 mila euro) dovrà prendere forma il progetto esecutivo, incentrato sulla regolamentazione della rete fognaria in via Cruillas e nelle zone limitrofe, con l’eliminazione degli scarichi abusivi di liquami nel canale Mortillaro che hanno determinato notevoli inconvenienti igienico-sanitari. Nuovi collettori intercetteranno gli scarichi e convoglieranno i reflui nelle esistenti reti fognarie di via Cruillas e via Badia. “L’avvio della progettazione – spiega il  Subcommissario Costanza, resopnsabile per gli interventi in Sicilia– è uno step importante per un intervento che vale circa sette milioni di euro e rappresenta una vera priorità per la depurazione cittadina. Lo step successivo – ricorda Costanza - sarà la gara per affidare la vera e propria realizzazione dell’intervento, sulla base del progetto esecutivo redatto”.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 dic 2020

AMAP | Interruzione temporanea dell’acquedotto jato: da San Lorenzo a Boccadifalco senz’acqua

di Mobilita Palermo

Amap informa che, non essendo ancora tornati alla normalità i valori della torbidità delle acque, prelevate dall’invaso Poma, aumentati per il maltempo di domenica 6 dicembre, potranno continuare i disservizi, consistenti in una forte riduzione delle pressioni in rete, fino all’interruzione totale dell’erogazione idrica, nella rete cittadina del Comune di Palermo, in particolar modo nei distretti pedemontani: Villagrazia, Borgo Molara, Boccadifalco, Borgo Nuovo e nei distretti: sottorete 11 “Noce – Uditore”, Strasburgo, Resuttana – San Lorenzo, Calatafimi. Inoltre si prevede l’interruzione totale del servizio distribuzione idrica nel distretto Bandita favara.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2020

AMAP | Interruzione erogazione idrica circuiti Notabartolo, Libertà e Politeama

di Fabio Nicolosi

L’AMAP informa che, per una perdita della condotta di trasporto, in via Notarbartolo, è stata sospesa l’erogazione idrica, nel distretto Notarbartolo, Libertà, Politeama. La strada è stata al momento chiusa al transito veicolare per copiosa uscita d'acqua che potrebbe mettere in pericolo gli utenti L’intervento di manutenzione è previsto nella giornata di oggi, lunedì 30/11/2020 e l’approvvigionamento verrà ripristinato al  termine dell’intervento. L’erogazione si normalizzerà, salvo imprevisti, nelle 24 ore successive. Per qualsiasi informazione si potrà telefonare al numero 091.279111 (risponditore automatico) o al numero verde 800-915333 (esclusivamente da telefono fisso).

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
18 nov 2020

Viale Regione Siciliana | Attivati i sensori anti-allagamenti

di Fabio Nicolosi

La foto di copertina ce la ricorderemo in tanti, era il 15 Luglio quando a causa di una bomba d'acqua la città si era allagata. Milioni di danni, polemiche, richieste di risarcimento. Il comune di Palermo insieme ad Amap non sono peró rimasti con le mani in mano e si sono subito attivati per rimediare e imparare dagli errori. Sono entrati in funzione i primi sette sensori, nei sottopassi di corso Calatafimi, viale Leonardo da Vinci e viale Lazio. Altri stanno per essere installati in via Belgio e corso Pitrè, dove per una migliore alimentazione elettrica è stato necessario installare anche dei pannelli fotovoltaici. Il sistema di sensori, installato dall'Amap è stato testato nelle ultime 24 ore, in occasione dell'allerta gialla diramato dalla Protezione civile. I sensori rivelano l'eventuale presenza di allagamenti nei sottopassi, inviando in tempo reale l'aggiornamento della situazione a una centralina unica, mentre alcune telecamere riprendono la situazione con aggiornamenti ogni 20 minuti. Nei prossimi giorni si procederà a installare la segnaletica in corrispondenza di ciascun sottopasso in entrambi i sensi di marcia che riporterà la situazione di tutti i punti di attraversamento della circonvallazione. Nel caso in cui anche in uno solo dei sottopassi dovessero essere riscontrate criticità, la segnalazione sarà inviata a tutti i segnalatori luminosi. "In presenza di un allerta meteo - dice Alessandro Di Martino - l'Amap deve monitorare i punti più sensibili e soggetti al rischio di allagamento. Tramite questo sistema potremo effettuare il controllo da remoto con una migliore organizzazione del lavoro e un risparmio di energie, offrendo allo stesso tempo un tempestivo servizio di informazione ai cittadini per evitare che possano trovarsi bloccati all'improvviso". Per il sindaco Leoluca Orlando è "un importante passo per la sicurezza del principale asse viario della città, consci del fatto che purtroppo eventi estremi sono destinati a ripetersi e che quindi è necessario attrezzarci quanto più possibile per informare e prevenire. Mi auguro che Amap con la consueta professionalità porti a termine l'installazione del sistema, ancora più necessario con l'avvicinarsi del periodo più piovoso dell'anno". Il costo complessivo del sistema è stato di poco meno di 200 mila euro (Società EnterMed individuata con gara sul Mercato Elettronico) e alla fine della prossima settimana si avvia l'installazione dei segnalatori luminosi

Leggi tutto    Commenti 27
Articolo
10 set 2020

Completati e collaudati i lavori di realizzazione della rete fognaria nelle vie Ripellino e Carmine

di Fabio Nicolosi

Si conclude un altro cantiere per la depurazione a Palermo: sono stati infatti completati e collaudati i lavori di realizzazione della rete fognaria nelle vie Ripellino e Carmine, che va da via Pomara a via Messina Montagne, con recapito finale nella fognatura dinamica già esistente. Un’opera dal valore di circa un milione di euro realizzata dalla Struttura del Commissario Unico per la Depurazione, Maurizio Giugni. La consegna delle opere all’ente di governo d’ambito, la partecipata del Comune di Palermo AMAP, è avvenuta nella mattinata del 7 settembre, dopo un anno di cantiere che è servito alla società affidataria (Edil Aurora Strade) per concretizzare il progetto esecutivo della nuova fognatura a sistema separato: circa 800 i metri di rete per le acque nere e altrettanti quelli per le acque bianche, che dunque permetteranno anche il collettamento e lo smaltimento delle acque meteoriche. L’intervento sulle vie Ripellino e Carmine è il secondo in ordine di tempo (dopo quello in via Valenza nel quartiere Villagrazia) a concludersi nel Comune di Palermo, tra quelli individuati per superare la procedura d’infrazione comunitaria, sfociata nella condanna dell’Italia alla Corte di Giustizia Europea (C-565/10) e al pagamento di una sanzione pecuniaria. Per questo motivo l’opera, come le altre tredici previste nel comune di Palermo, è affidata al Commissario Unico Maurizio Giugni e alla Struttura composta dai Subcommissari Stefano Vaccari e Riccardo Costanza. “A Palermo – osserva il Commissario Giugni – si stanno vedendo i risultati di un lavoro articolato, frutto di un percorso condiviso con l’amministrazione comunale per costruire un sistema di gestione delle acque reflue efficiente, in linea con gli obiettivi nazionali ed europei”. "Questo intervento frutto della proficua collaborazione con il Commissario - sottolinea il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando - ha un duplice valore perché oltre a permettere di fare un passo avanti per chiudere la procedura di infrazione dotando la città di un completo e adeguato sistema fognario, contribuirà ad una migliore gestione delle acque piovane, integrandosi con gli interventi previsti nella stessa area per la riduzione del rischio idrico e idrogeologico." Al sopralluogo e alla successiva consegna delle opere, avvenuta presso l’Ufficio Operativo per l'attuazione degli interventi in Sicilia del Commissario Straordinario Unico alla presenza del sindaco Orlando, ha partecipato la Struttura Commissariale con il Subcommissario Riccardo Costanza, il Responsabile Unico del Procedimento Cecilia Corrao (Sogesid), l’Ufficio di Direzione Lavori, il presidente dell’Assemblea Territoriale Idrica di Palermo, il soggetto gestore AMAP che attiverà adesso la necessaria attività di informazione agli utenti per l'allaccio obbligatorio al nuovo sistema, curandone poi l'esecuzione e dunque permettere il funzionamento della nuova opera.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
07 ago 2020

Foto | Che fine ha fatto la vasca di prima pioggia al Foro Italico?

di Fabio Nicolosi

Purtroppo ci abituiamo spesso alle lamiere e alle recinzioni di cantiere senza peró pretendere spiegazioni esaustive. E' il caso dei lavori in corso al Foro Umberto I nei pressi dell'impianto di sollevamento Porta Felice. Da anni ormai conviviamo con un'area invalicabile, una zona riservata a pochi. Nel 2018 vi portavamo degli scatti dell'area, ma distanza di due anni i progressi visibili non sono notevoli, anzi sono minimi. I lavori dovevano concludersi a fine 2018, ci troviamo a metà 2020 e dalle foto non é difficile dire che siamo ancora lontani dalla conclusione. Ma cosa ostacola il loro completamento ? Perché l'acqua presente e accumulata all'interno della vasca non viene asportata? Questi gli interrogativi che ci piacerebbe avessero una risposta. Magari tra i nostri lettori ci sará qualche tecnico o qualche addetto ai lavori che potrà aiutarci a trovare delle risposte. Il progetto della vasca di prima pioggia dell’impianto di sollevamento del Foro Italico di Palermo prevede la realizzazione di una vasca della superficie di circa 3.500 mq e di profondità circa 7 metri, localizzata in zona Foro Umberto I in prossimità dell’impianto di sollevamento esistente, a breve distanza dal mare. La vasca ha lo scopo di accumulare le acque meteoriche ricadenti sulle superfici impermeabili e di trattarle al fine di evitare il recapito in mare o nell'impianto di depurazione di sabbia, terriccio, idrocarburi, residui oleosi, particelle di materiali di consumo provenienti dagli autoveicoli circolanti, eccetera.

Leggi tutto    Commenti 9

Ultimi commenti