19 dic 2018

Linea Palermo – Punta Raisi | Modifiche alla circolazione per interventi infrastrutturali tra il 18 e il 29 dicembre


Dal 18 dicembre fino al 29 dicembre per attività notturne di potenziamento infrastrutturale nell’ambito del raddoppio fra Palermo Centrale e Palazzo Reale Orleans alcune corse subiranno delle modifiche.

Gli interventi, che saranno eseguiti nelle ore notturne (fra le 23.10 e le 5.10) comporteranno la sostituzione con autobus dei primi 3 treni del mattino (con partenza alle ore 4.00, 4.30 e 5.00 da Palermo Centrale) e degli ultimi 3 convogli della sera (con partenza alle 22.27, 22.42 e 0.25 da Punta Raisi) da ieri sera fino a lunedì 24 dicembre e nella notte tra il 27 e il 28 dicembre.

Sabato 29 dicembre i lavori dureranno l’intera giornata, con un servizio sostitutivo di autobus.

 


aeroportoamatbiglietto unico integratocomunicato stampafalcone e borsellinoinaugurazionemobilita palermomobilità sostenibilenotarbartolonuove linee trampalermocentralepunta raisirfiTramtrenitalia

20 commenti per “Linea Palermo – Punta Raisi | Modifiche alla circolazione per interventi infrastrutturali tra il 18 e il 29 dicembre
        • janmaris 12
          19 dic 2018 alle 16:45

          Questa è la mia prossima speranza…. Da Centrale a Orleans se non sarà entro dicembre è comunque cosa di poco, se attivassero il raddoppio Notabartolo Lolli e accelerassero la sistemazione del secondo binario fra S.Lorenzo e Notabartolo, il cui tratto in galleria è ormai terminato, anche se per il malnato tratto Lolli Orleans con l’intoppo di via Bernava i tempi sono indefiniti, spererei che attivando dppio binario per tutto tranne Lolli Orleans -quindi gestione di un solo incrocio per un tratto a binario unico di tre minuti- si possa pensare presto ad un frequenza un po’ maggiore, magari ogni 20 minuti

          • Metropolitano 3431
            19 dic 2018 alle 17:00

            Il tunnel tra Notarbartolo e Francia è stato scavato con la Marisol tutto quanto e permette di fare il raddoppio tra Notarbartolo e Lamalfa. Mentre vergognosamente il tunnel con lo scavo tradizionale tra Notarbartolo verso Orleans non è ancora pronto. Cioè hanno perso diversi anni per la variante ferroviaria di Viale Delle Alpi, il montaggio della TBM, lo scavo, lo smontaggio della Marisol e alla fine hanno coimpletato lo scavo verso Via Alcide De Gasperi; invece l’altro tunnel, ironia della sorte, non è stato completato tra le fermate Orleans e Lolli. Nessun incentivo amminnistrativo per far completare quegli ultimi 58 metri con questo stesso appalto. Mah…
            Demenziale.

          • Metropolitano 3431
            20 dic 2018 alle 14:24

            Allora basterebbe abbattere quei palazzi; solo che Orlando non lo farà, perchè da la colpa di RFI per l’imprevisto tecnico ed idrogeologico, e ovviamente per non scucire altri bigliettoni o assegni per gli indennizzi degli sfollati; per me se per completare il raddoppio si deve abbattere qualche palazzina gia espropriata tralaltro, benvenga. IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI e a mali estremi, estremi rimedi.

          • Orazio 1102
            20 dic 2018 alle 14:37

            Metropolitano: ma che c’entra Orlando in un appalto di RFI? Ma com’è che si continua acadere sempre nello stesso errore?

          • Metropolitano 3431
            25 dic 2018 alle 7:46

            Orazio, allora come mai tu cadi nell’errore di continuare a negare cose ovvie ?
            Secondo te chi la deve dare l’autorizzazione nell’abbattere palazzine per continuare lo scavo sotto ?

          • Orazio 1102
            26 dic 2018 alle 10:08

            Metropolitano, sono palazzine ormai di proprietà di RFI, non hanno alcun valore storico o paesagistico, non rientrano in aree di tutela, quindi il loro abbattimento non è soggetto ad alcuna autorizzazione o limite.

          • Metropolitano 3431
            19 dic 2018 alle 16:56

            Anzi direi il raddoppio specificatamente nel tratto Notarbartolo-Lolli-Imera-Orleans. Non ricordo quanti km sono.

          • janmaris 12
            19 dic 2018 alle 18:49

            Ma lo sai senz’altro che lì cè stato il problema dell’acqua sotterranea e del movimento dei palazzi sopastanti.. Il problema non è stato tecnico per i 58 metri di galleria, è che hanno dovuto rivedere tutto il progetto, e ancora non si sa come finirà, considerando che l’ipotesi prevalente mi pare sia quella di buttare giù i palazzi soprastanti e scavare quindi a cielo aperto: cioè….tempi indefinibili!!
            Per questo mi contenterei intanto se attivassero doppio binario in tutto il resto e gestissero solo questo unico collo di bottiglia: se nn si possono far partire treni ogni 10-15 minuti, forse, con un solo incrocio da gestire, ogni 20 si potrebbe

          • janmaris 12
            19 dic 2018 alle 19:00

            sì, hai ragione,parzialmente rettifico: il problema non è solo lolli-orleans, ma è notarbartolo-orleans, perchè a Lolli non c’è possibilità che io sappia di incanalare entrambi i binari ai due livelli sul binario unico che per ora funziona verso orleans…

    • janmaris 12
      19 dic 2018 alle 16:37

      Speriamo! L’ultima informazione da una persona seria in ferrovia che conosco mi ha detto che sarà prossima ma non pensa ce la facciano entro il 31 dicembre :(

  • bongio50 2
    19 dic 2018 alle 15:25

    Quello che parte dalla stazione centrale alle 4,00 tramite pulman sostitutivo a che ore arriva a punta raisi..

  • Ignazio Lo Presti 182
    21 dic 2018 alle 12:35

    Metropolitano, ma ancora con questo Orlando? Ma ancora non hai intuito che il comune di Palermo con quest’appalto non c’entra nulla?


Lascia un Commento