30 ott 2018

FOTO | Piazza San Domenico trasformata in parcheggio ad uso esclusivo


Anni di battaglie civili, di ordinanze, di manifestazioni… Tutto sparito in una mattinata…

Piazza San Domenico è stata trasformata, a totale insaputa di tutti, in un parcheggio.
Si avete letto bene, un parcheggio.

Non sappiamo chi, perchè, da chi sia stato autorizzato; sta di fatto che le fioriere ancorate alla pavimentazione sono state divelte, perché smontarle era impossibile e la piazza inizialmente è stata riempita di auto blu e auto di polizia e carabinieri e successivamente è stata resa carrabile non avendo rimpiazzato le fioriere e consentendo dunque il transito ad auto e motocicli, come da foto.

Nel sito del comune non esiste alcuna ordinanza comunale che autorizza la sosta di auto nella piazza, non esiste alcuna delibera che autorizzi lo spostamento delle fioriere, chi ha dunque permesso tutto questo?

È accettabile che una piazza pedonale e che dopo anni di incuria ed abbandono venga anche se per un solo giorno trasformata in un parcheggio solo per il capriccio di qualche “autorità”?

Ci aspettiamo un chiarimento da chi è a conoscenza della questione, che sia il comune o chi sappia darci una spiegazione in merito.

La galleria fotografica, che lascia poco spazio all’immaginazione:


apertura piazza indipendenzaAree pedonaliarredibazzicommercianticomune di palermodissuasoriinfrazioniisola pedonaleisola pedonale piazza san domenicoisole pedonalilavori piazza san domenicomobilita palermomuovityorlandopedonalizzazionepedonalizzazione piazza san domenicopiazza san domenicopolizia municipaleposteggiatori abusiviprotestaricostruiamo piazza san domenicosantuzzavigili urbani

3 commenti per “FOTO | Piazza San Domenico trasformata in parcheggio ad uso esclusivo
  • huge 2221
    31 ott 2018 alle 8:44

    Come al solito c’è sempre qualcuno che pensa di essere al di sopra delle regole.
    Ottima segnalazione di Mobilita. Si potrebbe dire un ritorno alle origini. Speriamo che altre testate riprendano la notizia facendo abbastanza “rumore” da obbligare il Comune e l’autorità coinvolte a venire allo scoperto.
    E’ intollerabile che continuino a esserci certi privilegi con totale disprezzo per la cosa pubblica, viste le condizioni in cui è stata lasciata la piazza.


Lascia un Commento