30 mag 2018

Passante Ferroviario | Il nuovo parcheggio della fermata Tommaso Natale prende forma


I lavori lungo la tratta C del raddoppio del passante ferroviario sono ormai in fase di ultimazione.

In particolare la fermata Tommaso Natale, che è stata completamente rivista rispetto alla sua origine, vede numerosi cambiamenti.

La fermata infatti, pur mantenendo la sua originaria collocazione, è stata interrata e questo ha permesso di ricavare e sfruttare gli ampi spazi in superficie.

Realizzando la fermata in sotterranea è stato anche possibile abolire i due passaggi a livello di Via Partanna Mondello e Via Sferracavallo, che spesso creavano grandi disagi alla borgata di Sferracavallo e al quartiere stesso.

È stata rilasciata nei giorni scorsi dall’ufficio traffico un apposita ordinanza per regolarizzare la sistemazione superficiale dell’area antistante la stazione.

Viene realizzato un collegamento stradale proprio tra le due arterie sopracitate che permetterà di aggirare il traffico di Piazza Tommaso Natale

Speciale ringraziamento a giovanni75 per gli scatti

I lavori sono in questo stato già da una settimana, complici numerosi scioperi che hanno riguardato gli operai SiS che, giustamente, stanno manifestando contro la scelta dell’azienda di licenziarli in tronco.

Vi terremo aggiornati sull’avanzamento dei lavori e sulla progressiva apertura degli spazi.

Occorre, infine ricordare, che questo potrebbe essere uno dei parcheggi in cui attestare i mezzi provenienti dalla provincia e piuttosto che autorizzare il loro ingresso in città, prevedere delle forme di agevolazione riservate ai pendolari che invece di utilizzare il mezzo proprio si recheranno a lavoro utilizzando il treno.


cardilloferrovia cardillolavori passante ferroviario tommaso natalelavori tommaso natalemobilita palermopassaggio a livello chiusopassaggio a livello crocettapassante ferroviariopassante ferroviario palermopiazza tommaso natalequartiere marinellaSFERRACAVALLOstazione di tommaso nataletommaso nataletraffico

10 commenti per “Passante Ferroviario | Il nuovo parcheggio della fermata Tommaso Natale prende forma
  • arenzana 10
    30 mag 2018 alle 12:13

    Occorre riqualificare l’intera area, cosa se ne vuol fare dello stabilimento della Coca Cola ancora non si è capito. Occorre che Tommaso Natale diventi un punto di interscambio per la città, servizi, parcheggio per i pulmann extraurbani, non ultimo un tunnel in via Nicoletti per sotto attraversare piazza Simon Bolívar.

    • moscerino 267
      31 mag 2018 alle 13:45

      Carissimo arenzana, trovo giuste le tue parole relativamente alla riqualificazione delle aree, aggiungendo la realizzazione di un’area sportiva con parcheggio sotterraneo nell’ex cava troia con i tetti verdi per coibentazione e prato (anche calpestabile), anche per avere una risoluzione definitiva sulla destinazione d’uso della ex coca cola, un pò meno sulla rimodulazione della piazza bolivar, principalmente per evitare nuovi allagamenti.
      Ma non trascurerei i collegamenti interni a Tommaso Natale e a Sferracavallo, che si raggiungono con delle vere e proprie autostrade che finiscono su trazzere asfaltate, è veramente poco dignitoso per centri abitati di importanza rilevante (residenziale, turistica, ludico ricreativa, ecc…) dovere accettare il ruolo di periferia maltrattata.
      Perché si deve alzare per forza la voce per servizi che dovrebbero essere la norma e non l’occasionalità???

  • marco7 36
    30 mag 2018 alle 15:13

    Sapete se la stessa cosa avverà tra belgio e via monti iblei? ovvero che a posto dei binari verrà fatta una strada a doppio senso (c’è ma è a senso unico) tra via monti iblei e francia?

  • wlad 1
    30 mag 2018 alle 16:00

    Vorrei invece chiedervi informazioni sulla fermata di Sferracavallo. Ma in particolare sulle infrastrutture esterne alla stazione. Per capirci: chi esce dalla metro a Sferracavallo si ritrova in “mezzo ad una strada” nel senso più letterale: la cosiddetta bretella, priva di illuminazione, di marciapiede ed ogni altra salvaguardia a tutela dei pedoni. Una “bretella” costruita con poteri emergenziali e poi rimasta definitiva. Sapete se, almeno, verrà adeguata alle norme e al codice della strada? Grazie.

    • punteruolorosso 1846
      03 giu 2018 alle 10:01

      la messa a posto del collegamento fra la stazione di sferracavallo e il paese è inserita nei rendering del tram, in cui sembra di vedere il prolungamento di via catullo e un parcheggio. se questi lavori siano legati al tram o alla stazione non lo so, certo è che a fine lavori del tram ci ritroveremo una stazione collegata e un bel po’ di verde e di marciapiedi, forse anche piste ciclabili.
      molti si chiedono cosa fare in via nicoletti. c’è un problema di inversione per chi esce dallo svincolo tommaso natale e vuole proseguire per sferracavallo. lo svincolo è stato infatti orientato in direzione palermo, sicché chi vuole andare a sferracavallo deve utilizzare il pericoloso varco dello spartitraffico di via nicoletti. la cosa migliore sarebbe fare una rotonda all’uscita dallo svincolo, dimodoché chi volesse andare a sferracavallo non deve fare quella manovra azzardata, che in assenza di segnaletica o di cordolo diventa ancora più difficile.
      cava dell’impiso e cava troia: http://citta-in-rete-palermo.blogautore.repubblica.it/2016/04/13/sferracavallo-vecchie-cave-scatta-la-bonifica/
      sotto ai piloni dello svincolo tommaso natale, al momento ci sono un sacco di tir posteggiati. sarebbe il caso di rimuoverli e di farci un giardino. basterebbe piantare degli alberi e mettere delle panchine, la zona è parzialmente riparata dal sole per via del ponte autostradale. un tal giardino migliorerebbe di molto la vita degli abitanti di tommaso natale, soprattutto quelli che si son visti sorgere il ponte sopra le proprie case.
      prego i comitati di quartiere di tommaso natale e sferracavallo e i consiglieri di fare pressioni al comune perché queste semplici opere poco costose vengano realizzate presto.
      dove mettere i tir? non lo so. probabilmente serve uno spazio, un nuovo parcheggio.

  • Metropolitano 3301
    30 mag 2018 alle 18:23

    La fermata Belgio sarà realizzata ? Alcuni affermano che essa va fatta con un altro appalto ma non credo. Si riferivano alla fermate Lazio e Kennedy. Comunque finalmente altri due passaggi a livello sono aboliti.

    • Joe_Pa 121
      31 mag 2018 alle 16:07

      Non capisco i problemi relativi alla fermata Kennedy di Capaci. Tre anni fa prima della chiusura la fermata era a buon punto, quando si passava con il treno si riusciva a vedere la struttura, cosa è successo in questi tre anni ???? Sempre più perplesso.

  • rudi gi 92
    02 giu 2018 alle 23:39

    Ma quali problemi sono sovravvenuti per completare i lavori nella stazione Kennedy a Capaci?
    Non faceva gia parte di questo appalto?
    Allo stato attuale uno dei due binari (lato mare) ha gia la stazione, sicuramente da definire. Per l’altro binario (lato monte) i lavori si sono fermati dopo ch’e’ stato pilastrato il perimetro.
    Non vorrei andare a Isola delle Femmine per prendere il treno, se è vero che ad Agosto riaprirà la tratta.
    Vorrei chiedere a voi: sapete perche in questi giorni nella Cava Troia, dove viene conferita la terra proveniente dallo scavo della TMB, stanno scavando asportando la terra portandola via?


Lascia un Commento