24 apr 2018

La nuova ciclabile di via Roma


Il progetto che oggi vi presentiamo è frutto di svariati incontri, confronti e sopralluoghi effettuati a cura dei componenti del tavolo tecnico sulla mobilità cittadina e di cui fanno parte Fiab-Palermo Ciclabile, Mobilita Palermo, UniPa, Amat, Comune di Palermo-Assessorato alla Mobilità.

Perchè?

L’esigenza di creare un nuovo percorso ciclabile  alternativo a via Maqueda scaturisce proprio dalla “saturazione” dell’intera area pedonale fra piazza Verdi e i Quattro Canti durante gli orari di chiusura al traffico creando (purtroppo) conflitti sociali da parte di chi disconosce ordinanza e segnaletica verticale posta lungo quest’asse stradale.

Ricordiamo che l’attuale corsia ciclabile di via Maqueda vige durante gli orari di apertura al transito veicolare fra le 7:00 le 10:00 e monodirezionale dal Teatro Massimo fino ai Quattro Canti. Al di fuori di questi orari è possibile percorrerla in bici ma prestando attenzione ai pedoni e senza “scampanellare”.

Oggi se si vuole utilizzare la propria bicicletta per una passeggiata, via Maqueda si presta bene per questo utilizzo. Ma per gli spostamenti di lavoro vanno ricercati altri itinerari. Ed è proprio su questo che il tavolo tecnico ha focalizzato la propria attenzione puntando i riflettori su via Roma.

Capita quasi giornalmente vedere persone in bici percorrere l’attuale corsia preferenziale contromano  su via Roma in direzione Stazione Centrale. Un tragitto “naturale” per chi vuole evitare la fitta presenza di pedoni su via Maqueda…ma rimane un comportamento errato e pericoloso che infrange  il C.d.S.

Ponendo l’obiettivo di creare un’alternativa ciclabile per gli spostamenti, si è andati a convergere su un itinerari ciclabile protetto lungo via Roma.

Come?

L’eliminazione della corsia preferenziale da piazza G. Cesare fino a via Cavour. Dagli attuali flussi di traffico, il bus 101 non incontra grosse difficoltà lungo questo tratto, complice soprattutto la Ztl che ha diminuito il carico veicolare in quest’area. Auto e bus possono pertanto circolare sulla stessa sede.

Il mantenimento della corsia preferenziale contromano da via Cavour fino a piazza G. Cesare.  Per norma, la discesa dei passeggeri va sempre garantita sul marciapiede.

La creazione di una pista ciclabile bidirezionale da m 2,50 regolamentare e protetta da cordoli, traslata alla corsia contromano. Su via Cavour il percorso ciclabile si snoderebbe da un lato in direzione via Crispi per ricongiungersi con l’attuale ciclabile, sul lato opposto andrà a chiudere un “anello” su via Maqueda attraverso la creazione di apposite corsie ciclabili su via Cavour.

pista ciclabile via roma-2

Misure a norma, con rilievi effettuati in loco, da prevedere l’installazione di appositi cordoli per delimitare l’ampiezza della corsia e offrire un adeguato livello di sicurezza, opportuna segnaletica in prossimità degli incroci. Burocrazia permettendo, riteniamo il progetto estremamente utile e che potrebbe incentivare notevolmente l’utilizzo delle due ruote in quest’area della città.

Lasciamo a voi ogni commento e/o suggerimento affinché quanto illustrato possa essere terreno fertile per un dibattito costruttivo.


comune di palermomobilitapista ciclabile via romaPiste ciclabiliSegnalativia roma

66 commenti per “La nuova ciclabile di via Roma

Comment navigation

  • Normanno 333
    30 apr 2018 alle 13:21

    A mio parere bisognerebbe vedere in maniera unitaria,il progetto del tram,il progetto della ztl2 ,il progetto della via amari e il progetto del futuro della via roma che attualmente versa in cattive acque in contrapposizione al rifiorire del cassaro alto e basso e della via maqueda grazie alla vittoria culturale delle pedonalizzazioni.I quattro progetti devono essere visti insieme.Considerando che la ztl2 partiva da piazza alberigo gentile e considerando che anche il tratto piazza croci-piazza alberigo gentile non ha attraversamenti,si potrebbe ipotizzare a) chiusura di via amari al traffico con progetto rambla ma senza macchine e con il tram,b) tratta piazza alberigo gentile- stazione con tram o lateralmente o al centro e con due piste ciclabili SERIE!!!! ai fianchi del tram.Ci si sposterebbe in questa tratta solo con biciclette e tram che dovrebbe pero passare con regolarità svizzera come una metropolitana di superficie.Con questo progetto si avrebbe 1) una vera ZTL2,2) la via amari sarebbe la nuova porta di ingresso della città proveniendo dal porto 3) il tram sarebbe una metropolitana di superficie 4) Ci si potrebbe spostare da piazza alberigo gentile alla stazione in bicicletta SENZA PERICOLI e in modo rapido.

  • friz 1032
    30 apr 2018 alle 13:58

    Ciao Punteruolorosso… ora ti rispondo…. Purtroppo, “grazie” ai pessimi politici che hanno governato Palermo, questa città risulta sottosviluppata non solo da un punto di vista imprenditoriale, ma anche da un punto di vista turistico… ma credimi, se dovesse cambiare il “vento” e se dovessero arrivare anche a Palermo le grandi ondate di turisti (stile Venezia, Roma, Milano, ecc…) credimi che le attuali zone pedonali non avranno la capacità di contenere tutti quei turisti… e a quel punto anche via Roma potrebbe apparire piena di gente e piena di turisti… tranne se… tranne se… tranne se su Via Roma passerà il tram e allora a quel punto i turisti dovranno andare altrove…. spero che non dovranno andare su viale Strasburgo perchè strade di quel tipo in giro per il mondo ce ne sono migliaia… belle, ma niente di speciale….
    Pedonalizzare i piccoli vicoli sarebbe una buona cosa… pedonalizzare con gli anni via Roma, facendola curare da architetti in gamba, sarebbe una cosa Grandiosa… potrebbe diventare una Via Strepitosa… potrebbe diventare la nostra Rambla… e credimi che non sarebbe la brutta copia di quella di Barcellona… sarebbe anche meglio… ma ovviamente per una Rambla (stile Barcellona) ci vuole una strada larga…

    • punteruolorosso 1823
      30 apr 2018 alle 15:28

      via emerico amari è la prima candidata a diventare una rambla col tram, in via roma si potrebbe fare lo stesso.
      il problema non sono i turisti, ma le macchine. se levi le macchine, c’è spazio per tutti.
      viale strasburgo è una strada orribile.

      • friz 1032
        30 apr 2018 alle 16:00

        …..ripeto…. per me nessuno (bambino, anziano o adulto) si dovrebbe fare 4 passi lungo i binari del tram di via Notarbartolo…. perchè sarebbe molto pericoloso…. e se i binari passano su via Emerico Amari o su Via Roma la cosa non cambierebbe… escludendo le rotaie la parte rimanente non sarebbe troppo larga… ripeto Punteruolortosso, se levi le macchine e sulle strade fai passare il tram non hai risolto Nulla e la zona continua a non essere pedonale…. se su via Maqueda passasse il tram sarebbe una Cagata….
        ….invece sarebbe molto bello un centro a dimensione d’uomo…. senza macchine e senza tram…. e con la metropolitana sotto terra…. un centro di Palermo di questo tipo attrarrebbe un casino di turisti… un casino di soldi…
        Capisco il perchè alcuni non vogliano levare il Tram a Milano, infatti riconosco che in quel caso è un pezzo di storia con un suo valore…. ma non capisco perchè una parte della città (in fin dei conti una minoranza di palermitani) provi tanto entusiasmo nei confronti del nostro tram… il tram palermitano (bombardier) ha la stessa originalità di un Mac Donald… globalizzazione… niente di più…. appiattimento…. massificazione… mah…. lo trovi in ogni angolo del mondo… ha la stessa originalità di Viale Strasburgo…
        Speriamo che il vento su questa città possa cambiare… questa è la speranza di uno che è convinto che se le Migliori Menti della città andassero al potere, Palermo potrebbe pure diventare Ricca… molto Ricca…
        ….ma se si continua così non si va da nessuna parte….. continueremo ad essere una delle tante cittadine in giro per l’Europa con il tram bombardier… niente di più…. niente di meno… mediocrità….

  • se68 397
    30 apr 2018 alle 16:26

    sempre con ‘sto dibattito tram/metro……
    Sono mezzi diversi, servono entrambi.
    E’ sbagliato pensare che il tram è più bello perchè ti consente di ammirare il panorama..
    Se si vuole veramente dare una svolta alla mobilita’ di una citta’ la metro è imprescindibile, perchè come dice giustamente fritz, la metro è veloce e serve a coprire lunghi tragitti, il tram è lento e serve per le medie/brevi distanze. Ma questo, sempre come afferma giustamente fritz, in altre citta’ lo hanno compreso da oltre cento anni…
    Recentemente sono stato ad un dibattito organizzato dall’ordine degli architetti sul futuro delle citta’. Erano presenti Orlando e Arcuri. Non vi era contraddittorio, dunque..Orlando è stato tutto il tempo ad autoincensarsi sul fermento culturale di Palermo, sulle innumerevoli mostre…etc,etc. Nella tana del lupo, nessuno ha potuto dire alcunchè.
    Ma mi è sembrato oltremodo paradossale che non si sia fatto alcun cenno da parte dei relatori al progetto ( ormai insabbiato) della MAL. Sembra, questo della metropolitana, con progetto esecutivo approvato, un tema ormai marginale..nemmeno meritevole di dibattito. Avremo i tram dunque…e la gente continuera’ a spostarsi in auto.

  • friz 1032
    30 apr 2018 alle 21:45

    Ciao Punteruolorosso…. escludendo le piccole vie, abbiamo circa 4 “grandi” strade che potenzialmente si possono pedonalizzare nel centro storico di Palermo… due già sono state pedonalizzate (anche se non valorizzate), ma le altre due sarebbe sbagliato “bruciarle” con il tram… in altre parole non avrebbe senso portare i turisti nella parte nuova della città perchè purtroppo è abbastanza banale…. e se per assurdo visitassero la parte moderna potrebbero tornare nelle loro città pensando che Palermo è una città come tante…. quindi si dovrebbe incoraggiare i turisti a camminare nel centro storico… e “preparare” altre strade per un futuro che si spera sarà migliore…
    P.S1 Condivido al 100% quanto scritto da Se68!
    P.S2 Filotranviaria se tu vuoi pensare che il tram è come Tav sei libero di farlo… ma ti faccio notare che lungo il percorso della TAV non ci sono passaggi pedonali e tieni presente che la TAV non attraversa incroci condivisi con macchine ed autobus… di solito il tram, attraversando le strade, per motivi di sicurezza viaggia lentamente… oltretutto la TAV fa poche fermate…. di certo meno del tram….

  • punteruolorosso 1823
    30 apr 2018 alle 22:41

    amico friz,
    ne abbiamo discusso tante volte.
    il problema è che dagli altri candidati non è arrivata nessuna indicazione sulla metro. al contrario, volevano togliere i binari del tram per far spazio alle auto (ferrandelli), e come massimo della modernità proporre il bus elettrico che in città esiste da alcuni decenni. e per la circonvallazione? la sopraelevata. quello dei cinquestelle, invece, voleva prendere i soldi del patto del sud e darli alle imprese antimafia di cui lui è avvocato. caro amico friz, ma in che mani siamo? tanti giovani che sono più vecchi del più vecchio di tutti, cioè leoluca.
    o più semplicemente luca. ti prego di amarlo e di odiarlo, il tuo sindaco che cambia senza cambiare mai.
    arriverà il sindaco dei sogni? non lo so. a livello nazionale si vedono solo personaggi provinciali che stanno trasformando l’italia i una frazione di carrapipi.
    la metro la voglio anch’io, ma è stato detto tremila volte che non si può fare perché siamo cretini. perché via amari, il passante che rischia di fermarsi ecc.
    ci vorrebbero i cinesi, gli arabi o non so che. ogni tanto arrivava un sultano e donava milioni alla città. cos’è successo dei soldi dei sultani? degli alberi promessi al parco cassarà? dell’acquario?

    • friz 1032
      01 mag 2018 alle 10:47

      Ciao Punteruolorosso…. Buongiorno e Buon Primo Maggio… …..certe volte i miei sono semplici sfoghi dettati dal fatto che vorrei una città radicalmente diversa, e governata in maniera Brillante…. non ho niente di personale contro Orlando e certamente non lo odio, dico solo che da troppi anni in maniera sistematica prende le decisioni sbagliate… decisioni poco lungimiranti, che sembrano guardare solo al breve periodo… punta spesso alla quantità e raramente alla qualità…. e se devo essere onesto spesso anche la “quantità” è limitata perchè le emergenze cittadine a cui non viene data nessuna risposta sono tantissime…
      Capisco le tue perplessità sui 5stelle, ma tieni presente che in Italia esistono i cinque stelle proprio perchè precedentemente abbiamo avuto al potere la peggiore classe politica d’Europa… forse del mondo… una classe politica inutile e conservatrice come il centro sinistra…. dannosa come il centro destra… e penso ai Cuffaro…. ai Lombardo…. ai Berlusconi… ai Leoluca Orlando… ai Crocetta (mosso da ottime motivazioni, ma bocciato nei fatti)… penso agli Alfano… penso alla DC (che non ha mai rilanciato il Sud)…. penso a Bossi…
      Non so che strada prenderanno i 5stelle, ma da italiano spero che non faranno tutti i madornali errori dei loro predecessori…. spero che potranno fare qualcosa di utile per questo paese… dal mio punto di vista peggio dei loro predecessori è difficile… abbiamo un debito pubblico tanto alto da farci rischiare la bancarotta…. e abbiamo un sud Italia che invece di puntare su infrastrutture moderne butta i soldi nel tram…
      …e se tu mi chiedessi se il PD con Orlando hanno la Forza e le Idee per fare ripartire la città, la mia risposta è ovvia… NO, purtroppo non sono all’altezza…. per come la vedo io orlando faceva discorsi SUPEPRATI già 20 fa…. ma ora è Veramente incapace di portare nel futuro questa città, la tiene ancorata al passato… al massimo sistemerà un poco di ex gesip… tutto qua…. ma li sistemerà dentro aziende che se verranno gestite da lui rischieranno di fallire…. quindi in fin dei conti non sta risolvendo nulla… non sta risolvendo neanche i problemi degli ex gesip… perchè se confluiranno dentro l’Amat tra un paio di anni si potrebbero trovare in difficoltà…. e questo non lo dico solo io… lo dicono in tanti…
      Onestamente non conosco i particolari del programma di Ugo Forello, ma mi è sempre sembrato una Brava persona… di certo più trasparente rispetto all’attuale sindaco… in quanto al fatto che ne Ferrandelli ne Forello abbiano parlato di Metropolitana questa di certo è stata una loro mancanza…. è il loro tallone d’Achille…
      ….in realtà Ferrandelli ne aveva parlato 5 anni fa ma nell’ultima campagna elettorale che io sappia non ha detto nulla a riguardo… ma può essere che mi sbaglio… Forello ha detto delle cose interessanti, ma per quel che riguarda il servizio di trasporto pubblico è stato conservatore rimanendo nella linea dell’attuale sindaco… dal mio punto di vista sarebbe dovuto essere più coraggioso e avrebbe preso più voti se avesse speso delle parole in favore della metropolitana…
      In realtà c’è stato un’altro candidato sindaco che ha parlato della Metropolitana (a mio avviso una persona in gamba), ma non ha attratto molti consensi perchè già si sapeva che non avrebbe avuto i numeri per vincere, infatti era appoggiato da un piccolo partito… purtroppo….

    • friz 1032
      01 mag 2018 alle 10:52

      Ciao Punteruolorosso…. Buongiorno e Buon Primo Maggio… …..certe volte i miei sono semplici sfoghi dettati dal fatto che vorrei una città radicalmente diversa, e governata in maniera Brillante…. non ho niente di personale contro Orlando e certamente non lo odio, dico solo che da troppi anni in maniera sistematica prende le decisioni sbagliate… decisioni poco lungimiranti, che sembrano guardare solo al breve periodo… punta spesso alla quantità e raramente alla qualità…. e se devo essere onesto spesso anche la “quantità” è limitata perchè le emergenze cittadine a cui non viene data nessuna risposta sono tantissime…
      Capisco le tue perplessità sui 5stelle, ma tieni presente che in Italia esistono i cinque stelle proprio perchè precedentemente abbiamo avuto al potere la peggiore classe politica d’Europa… forse del mondo… una classe politica inutile e conservatrice come il centro sinistra…. dannosa come il centro destra… e penso ai Cuffaro…. ai Lombardo…. ai Berlusconi… ai Leoluca Orlando… ai Crocetta (mosso da ottime motivazioni, ma bocciato nei fatti)… penso agli Alfano… penso alla DC (che non ha mai rilanciato il Sud)…. penso a Bossi…
      Non so che strada prenderanno i 5stelle, ma da italiano spero che non faranno tutti i madornali errori dei loro predecessori…. spero che potranno fare qualcosa di utile per questo paese… dal mio punto di vista peggio dei loro predecessori è difficile… abbiamo un debito pubblico tanto alto da farci rischiare la bancarotta…. e abbiamo un sud Italia che invece di puntare su infrastrutture moderne butta i soldi nel tram… in Germania in pochi anni hanno portato la Germania est alla velocità di quella Ovest… noi dopo più di cento anni siamo ancora a parlare di tram…
      …e se tu mi chiedessi se il PD con Orlando hanno la Forza e le Idee per fare ripartire la città, la mia risposta è ovvia… NO, purtroppo non sono all’altezza…. per come la vedo io orlando faceva discorsi SUPEPRATI già 20 fa…. ma ora è Veramente incapace di portare nel futuro questa città, la tiene ancorata al passato… al massimo sistemerà un poco di ex gesip… tutto qua…. ma li sistemerà dentro aziende che se verranno gestite da lui rischieranno di fallire…. quindi in fin dei conti non sta risolvendo nulla… non sta risolvendo neanche i problemi degli ex gesip… perchè se confluiranno dentro l’Amat tra un paio di anni si potrebbero trovare in difficoltà…. e questo non lo dico solo io… lo dicono in tanti…
      Onestamente non conosco i particolari del programma di Ugo Forello, ma mi è sempre sembrato una Brava persona… di certo più trasparente rispetto all’attuale sindaco… in quanto al fatto che ne Ferrandelli ne Forello abbiano parlato di Metropolitana questa di certo è stata una loro mancanza…. è il loro tallone d’Achille…
      ….in realtà Ferrandelli ne aveva parlato 5 anni fa ma nell’ultima campagna elettorale che io sappia non ha detto nulla a riguardo… ma può essere che mi sbaglio… Forello ha detto delle cose interessanti, ma per quel che riguarda il servizio di trasporto pubblico è stato conservatore rimanendo nella linea dell’attuale sindaco… dal mio punto di vista sarebbe dovuto essere più coraggioso e avrebbe preso più voti se avesse speso delle parole in favore della metropolitana…
      In realtà c’è stato un’altro candidato sindaco che ha parlato della Metropolitana (a mio avviso una persona in gamba), ma non ha attratto molti consensi perchè già si sapeva che non avrebbe avuto i numeri per vincere, infatti era appoggiato da un piccolo partito… purtroppo…. ma aveva idee interessanti… onore al merito…

      • Normanno 333
        01 mag 2018 alle 12:26

        Buon primo maggio a tutti.Vorrei fare alcune considerazioni su quello che hai detto.Brevemente non ho votato per Orlando la penultima volta quando ha avuto un plebiscito, ma ho votato per ferrandelli (grande delusione al pari di crocetta ) per due motivi a) non aveva fatto la mal entrando in contrasto con il presidente Musotto quando c’erano i finanziamenti b) aveva riempito di precari socialmente INUTILI una partecipata del comune di Palermo ingolfando il bilancio comunale con provvedimenti assistenziali e non produttivi. Ho votato per Orlando e Giusto Catania alle ultime elezioni per due motivi a)Pedonalizzazioni del centro storico e mobilità in generale b) ASSOLUTA mancanza di candidati credibili alternativi visto che ferrandelli (centrodestra) era inquisito per voto di scambio e proponeva gli autobus elettrici (ridicolo) al posto del tram e la riapertura del traffico nella ztl e Fiorello (cinquestelle) che poteva essere un buon candidato, ma che era chiaramente impreparato su tutto (come tanti allievi che giudico quotidianamente intelligenti, ma che non hanno toccato libro o appunti e che non sanno niente) e che l’unica cosa che proponeva di serio era il progetto della rambla in via amari copiato da un architetto palermitano che lo aveva proposto mesi prima.Ora penso che Orlando non si presenterà più alle prossime elezioni e comunque credo che nonostante abbia commesso degli errori e fatto dell valutazioni sbagliate e nonostante che quanto a narcisismo sia secondo solo a Renzi, debba essere ringraziato da tutti palermitani perchè ha dato molto alla città di palermo nel disastro totale di chi si è alternato a lui nel fare il sindaco ( Cammarata e compagnia varia). In conclusione mi aspetto che alle prossime elezioni il centrodestra presenti un candidato valido e che Fiorello si presenti preparato alla prossima interrogazione almeno su Mobilità,Gestione dei rifiuti,Costa sud senza scopiazzare progetti degli altri.

        • friz 1032
          01 mag 2018 alle 20:39

          Ciao Normanno…. condivido molte tue considerazioni, ma da altre prendo le distanze….
          Io Orlando non lo ringrazio… chiunque a Palermo è stato così folle da rallentare o frenare la realizzazione della Metropolitana a mio avviso non va ringraziato ma fischiato…
          Concordo con te che il Passante ferroviario (voluto dal centro destra) è forse l’opera più importante fatta negli ultimi decenni in città…. in quanto all’anello ferroviario a binario unico mi sembra folle costruire nel 2018 una “metro” a binario unico…… e sulle nuove linee tram lo sai come la penso…. aggiungo che prima di intasare il “prezioso” centro di Palermo con rotaie bisognerebbe accendere il cervello e fermarsi a riflettere…. a riflettere tanto… perchè nel momento in cui fai passare le rotaie su Via Roma probabilmente neghi a Via Roma la possibilità futura di diventare pedonale come via Maqueda…
          Cammarata ha fatto tantissimi errori e tantissime stronzate, ma escludendo le tre linee tram che ha realizzato e alle quali non attribuisco grande valore, per il resto ha fatto anche tantissime cose utili… il parco del Foro italico (poi abbandonato da Orlando)… la riqualificazione della Cala… ha trovato i finanziamenti per il Parco di via Basile (che Orlando è incapace di riaprire)… ha trovato a Roma i finanziamenti per restaurare il castello della Zisa…. i sovrappassi di Viale Regione… e aveva presentato il progetto per la Metropolitana automatica (poi bocciato da Orlando)… ecc… se dobbiamo essere onesti Cammarata è stato molto migliore e molto più utile dell’attuale sindaco… ma se dopo ci volgiamo raccontare le favole, nessuno ce lo impedisce….

          • Normanno 333
            01 mag 2018 alle 20:58

            Ciao friz,premesso che le discussioni politiche non mi appassionano e che preferisco parlare di progetti concreti per questa città,sei libero di pensare che Cammarata sia stato un ottimo sindaco, il migliore del dopoguerra,io ricordo che negli ultimi anni si è dato alla latitanza abbandonando la città al suo destino ed è l’artefice del contratto del passante ferroviario e dell’anello fatto tanto bene che impiegheranno venti anni a finirlo (se lo finiranno e non lo lasceranno a metà) senza che il comune possa intervenire per mettere fine a questo scempio.Se accetti un consiglio, se ti preme il bene del centrodestra, lascia perdere il ricordo di Cammarata, è un doloroso ricordo per tutti tranne quelli che hanno interessi precisi nel centrodestra desiderano rimuovere anche a livello incoscio.

  • Normanno 333
    01 mag 2018 alle 13:14

    Più che contro Orlando in questo momento dovremmo indignarci con RFI e tecnis per lo scandalo dell’anello ferroviario e del passante ferroviario che mi fanno sentire di vivere in una città del terzo mondo.Cerchiamo di concentrarci sui VERI RESPONSABILI delle attuali nefandezze palermitane.Fortunatamente sta indagando la procura della repubblica di palermoe spero solo nella magistratura per una soluzione del problema. Il contratto con rfi e tecnis è stato fatto dalla giunta Cammarata (prima di inutili critiche a Orlando). Effettuo copia incolla di articolo di oggi apparso su live sicilia:
    ALERMO – Passante ferroviario: le segreterie provinciali di Cgil, Fillea, Fiom e Filt ribadiscono il no al recesso del contratto annunciato dalla Sis. La Cgil e il il coordinamento delle sue tre categorie, edili, metalmeccanici e settore trasporti, chiedono che l’opera venga interamente completata, per consegnare una grande infrastruttura alla città e favorire nuovi sbocchi occupazionali.

    “L’opera rischia di fermarsi e di restare incompleta. Il recesso del contratto sarebbe deleterio per la città. Così come sarebbe disastrosa l’ipotesi di una consegna parziale dell’opera, che rimanendo incompleta non sarebbe fruibile – dichiarano Enzo Campo, segretario generale della Cgil Palermo, Francesco Piastra, segretario generale Fillea Cgil Palermo, Francesco Foti, segretario provinciale Fiom Cgil Palermo e Salvatore Ferrito, responsabile Filt Cgil Palermo per il comparto ferrovie – Il completamento di tutte le opere previste (passante, anello, tram e nuove linee del tram, appalto per la chiusura dell’anello ferroviario e doppio binario per il collegamento in 45 minuti da Cefalù a Punta Raisi) è necessario per definire il sistema intermodale dei trasporti di Palermo. Sono opere programmate per essere interconnesse, che cambierebbero l’immagine della città. Un percorso virtuoso che consentirebbe anche a Rfi di rendere moderni i mezzi e potenziare l’occupazione. L’investimento sui trasporti può segnare una svolta nella politica industriale di Palermo, con la riattivazione di un tessuto imprenditoriale, una crescita in termini di infrastrutture e il raddoppio dei posti di lavoro”.

    Al cantiere del Passante ferroviario e dell’Anello ferroviario attualmente lavorano 600 operai tra edili e metalmeccanici. Ci sono i 250 edili della Sis, altri 100 edili dell’indotto e più di 200 metalmeccanici tra Eds Infrastrutture, Soitec, Bombardier e Telco. Se i lavori dell’anello ferroviario andassero a regime, gli attuali 40 operai tornerebbero a 120 unità. Un altro cantiere che stenta è il raddoppio della tratta ferroviaria Ogliastrillo-Castelbuono: l’opera consentirebbe il collegamento di Cefalù con Palermo, l’interconnessione prima alla zona urbana e poi con l’aeroporto e con Trapani. A regime, potrebbero essere assunti altri 500 lavoratori. Il mancato collegamento da Palermo centrale a Punta Raisi comporterebbe anche una modifica del contratto di servizio appena firmato.

    “Si creerebbe un processo virtuoso per Sis e Rfi, che consentirebbe di dare lavoro per qualche anno a un migliaio di persone tra edili, metalmeccanici, autisti e addetti al trasporto autoferrotranviero. Il mancato completamento delle opere – aggiungono Cgil Palermo, Fillea, Filt e Fiom – spezza la possibilità di avere un sistema di trasporto urbano connesso al tram e al treno. Non possiamo aspettare altri 50 anni per avere il sistema di trasporti integrato a Palermo”.

  • Normanno 333
    01 mag 2018 alle 13:29

    In sintesi opere che in Cina si farebbero in sei mesi, a milano in tre anni qua ci stanno dieci anni e la lasciano pure incompleta dopo avere distrutto la casa con i loro lavori in via bernava a un congruo numero di Palermitani?.Poi uno adotta il pessimismo verghiano,ma tutto questo a milano sarebbe successo????? Qualcuno vuole essere cosi gentile da spiegarmi perchè a Palermo succede e a Milano no? Perchè la signora in giallo con il bassotto di striscia, invece di occuparsi delle cretinate che succedono a Palermo, non fa un bel servizio sui ritardi dell’anello e del passante? Forse perchè fa parte pure Lei del sistema del potere e gli unici servizi che passano sono quelli che mettono in cattiva luce i palermitani?Perchè la trasmissione report si occupa di bellolampo e non di questo?

  • Normanno 333
    01 mag 2018 alle 13:42

    Risposta alle mie domande precedenti: Perche di quello che succede a Palermo interessa solo ad una minoranza di palermitani, a tutti gli altri la nostra città interessa solo per non perdere l’occasione di buttare fango a palate per far godere e compiacere il resto della nazione che adora le fiction della mafia come forma di spettacolo e qualunque cosa metta in cattiva luce i palermitani

  • ermanno 3
    02 mag 2018 alle 8:41

    nei primi del 900 coesistevano carrozze auto e tram in queste strade. anche a mondello il tram insisteva sulla stessa via e nessuno si preoccupava. oggi basterebbe eliminare le auto per far rinascere qualsiasi strada del centro e anche di mondello.

  • friz 1032
    02 mag 2018 alle 9:42

    Ciao Normanno, ciao Francescovozza…. probabilmente non sono stato chiaro, ma rimedio subito…
    Non ho mai detto che Cammarata è stato un Grande sindaco… ho detto piuttosto che ha fatto un mare di stronzate…. ma al netto di tutte le sue Incredibili Stronzate ha fatto diverse cose utili per la città ed è Chiaramente stato molto molto Migliore del sindaco Orlando…
    Ho pure detto tra l’altro che non sono e non sono mai stato di centro destra, infatti non mi sono mai piaciute Forza Italia e Lega Lombarda…. ma con tutta la sincerità di cui dispongo, devo ammettere che il centro sinistra ha fatto anche peggio…. sembra incapace di esprimere gente di valore e dotata di carisma… il centro sinistra sembra privo di idee e di uomini convincenti…. il centro sinistra è incapace di fare le infrastrutture giuste per rilanciare il sud Italia…
    No, Normanno, hai capito male, non sono di centro destra e non ho mai votato e mai voterei per Cammarata… ma ovviamente dobbiamo ammettere tutti che Cammarata si è dimostrato nei fatti molto Migliore di Orlando…
    Spero questa volta di essere stato più chiaro!

    • francescovozza 117
      02 mag 2018 alle 10:45

      Che il centrosinistra sia oramai un pallido riflesso di se stesso, o peggio una caricatura di se stesso, non lo metto in dubbio. Orlando secondo me ha fatto meglio nel primo mandato, ma in questo secondo mandato sta dando il peggio di se, ed è evidente come oramai sia cotto e stracotto e per di più con una compagine amministrativa degna di un armata Brancaleone. Abbiamo bisogno di un nuovo sindaco che dia una spinta energica e convinta alla nostra città, sopratutto ora che sta avendo un innegabile boom turistico

      • friz 1032
        02 mag 2018 alle 17:59

        Ciao Francescovozza…condivido diverse cose che hai scritto… che ci sia un aumento del turismo a Palermo non si può negare… ma in relazione alla potenzialità turistica di Palermo siamo ancora in forte ritardo…. se fossimo ben governati a livello locale, come giustamente dici anche tu, e con i giusti investimenti, il turismo a Palermo potrebbe rendere ricche una marea di persone….
        …..l’aumento del turismo a livello mondiale è un dato di fatto, e anche Palermo lo si avverte… così come è anche vero che a causa dell’impoverimento italiano molti italiani piuttosto che andare all’estero preferiscono fare qualche giorno di vacanza in Italia per risparmiare…. e in fin dei conti questa è una cosa buona per questo paese… ma resta il fatto che Palermo potenzialmente potrebbe crescere un casino da un punto di vista turistico… ma ci dobbiamo preparare….
        Buona serata Francescovozza!

        • punteruolorosso 1823
          02 mag 2018 alle 21:15

          amico friz,
          capisco il turismo ma facciamo le cose per i palermitani. le opere pubbliche il lavoro ecc.
          non possiamo dipendere dalle magliette del padrino, non se ne puo’ piu’ di questa turistizzazione che ha trasformato i vecchi negozi di libri del cassaro in rivendite di spazzatura cinese, bandierine, plastiche a forma di marlon brando. anche nei mercati storici le botteghe stanno cominciando a lasciare il posto a bancarelle di cattivo gusto, fatte per i turisti.
          ecco perche’ son contrario ai turisti, e favorevole all’economia dell’accoglienza e dell’integrazione.

  • friz 1032
    02 mag 2018 alle 9:48

    Voglio aggiungere una considerazione Normanno…. se ti preme il destino del centro sinistra, evita di citare Leoluca Orlando perchè non gli fa una grande pubblicità… è il tipico esempio di sindaco incapace di risolvere problemi… è l’ultimo pezzo della DC, niente di più, niente di meno… persone della DC molto migliori di Lui sono ormai state dimenticate…

    • Normanno 333
      02 mag 2018 alle 15:43

      Ciao Friz,una considerazione,non mi preme per niente il destino del centrosinistra, anche se io idealmente sono un socialdemocratico Keynesiano che si ispira alle socialdemocrazie del nord europa e per questo Normanno, anzi spero che questo PD sparisca alle prossime elezioni e con lui tutti i burocrati dirigenti che lo gestiscono.Però oggi ho letto su un altro sito che ferrandelli, dopo la brillante intuizione degli autobus elettrici al posto del tram,siccome l’amat ha un buco di 10 milioni per risolvere il problema, invece di cercare di rendere efficiente l’azienda magari trasferendo ad altra società i non autisti o scorporando la gestione del tram ad altra società magari privata, propone con un lampo di genio di non fare le quattro linee del tram e di affidarsi ai suoi affezionati autobus.Non solo niente MAL ma nemmeno niente tram ad induzione solo i mitici 101 ex 1 (Statua -via oreto) ricordi della mia infanzia.Poi dice che uno vota Orlando a ottant’anni.

  • friz 1032
    02 mag 2018 alle 18:08

    ….condivido le cose che hai detto sul PD…. Deludente a livello nazionale, e Nullo a livello locale…
    …..su Ferrandelli non so che dirti… come sai neanche io ritengo strategico l’investimento in tram…. ma a differenza di Ferrandelli ritengo che ci si dovrebbe muovere per investire nella Metropolitana…. ma una cosa è certa, non si deve fare fallire l’Amat… perchè se venisse privatizzata molte persone perderebbero il posto di lavoro ed il servizio non sarebbe garantito in ogni angolo della città, ma solo nelle zone economicamente produttive…. in altre parole con un’Amat privata alcune zone della città potrebbero ritrovarsi senza mezzi pubblici…. e come al solito ne pagherebbero i danni i più poveri…
    P.S. Keynes era un grande….infatti è l’Offerta che genera la domanda, e non il contrario…. e per questo motivo si deve Offrire al turista una Palermo moderna e con una Veloce Metropolitana…e si deve Offrire al turista una Palermo più Bella…. e poi i turisti verranno…

  • Normanno 333
    02 mag 2018 alle 19:00

    Da socialdemocratico ho a cuore la sorte di tutti i lavoratori, ma il fatto che un azienda sia pubblica non vuol dire che debba essere amministrata con criteri diversi da quelli di una privata, altrimenti l’alternativa è che la collettività si sobbarca il peso delle inefficienze e degli sprechi pagando più tasse,piu tari piu irpef eccetera e questo fa chiudere le aziende e impoverisce la collettività,questo è quello che l’italia ha fatto per quindi anni dal 75 al 90 accumulando un mostruoso debito che graverà per non si sa ancora quanti decenni, ma adesso non si può fare più. Io non ho elementi per dare un giudizio approfondito sulla azienda Amat,rilevo con sicurezza che in pochi facciamo il biglietto e non credo che tutti gli altri siano abbonati,leggo anche che il personale Amat è anziano che molti non sono più idonei alla guida o hanno la 104,ma non si potrebbe tornare alla mia infanzia quando si entrava nell’autobus da dietro e si faceva il biglietto e poi ci si sedeva? E anche il capitolo manutenzione mezzi probabilmente andrebbe posto sotto attenzione.Ti faccio contento e faccio una critica anche io ad Orlando; i presidenti delle partecipate dovrebbero essere scelti a seguito di invio di curriculum-vitae esclusivamente per merito e all’Amat e alla Rap bisognerebbe sceglierli con molta attenzione.Orlando in questo dovrebbe copiare i cinque stelle non scegliere in un ambito ristretto di conoscenza personale.

  • friz 1032
    03 mag 2018 alle 12:35

    Ciao Normanno, ciao Punteruolorosso…
    …ma iniziamo con Normanno… come evidenzia la faccina sorridente ho trovato interessante e simpatico il tuo ultimo commento…
    ….ma ora rispondo a Punteruolorosso… capisco il tuo punto di vista sui turisti, ma sbagli a vedere in conflitto i loro interessi con gli interessi dei cittadini…. il turista in fondo è un essere umano come tutti, ne più ne meno… anche Lui vorrebbe trovare negozi di qualità e servizi di trasporto veloci e puntuali…. il turista non viene qui per mangiare in un Mac Donald (che trova ovunque, non viene qui per usare un tram Bombardier (che trova ovunque in Europa), non viene qui per comprare una maglietta Zara o HM (che sono ovunque nel mondo)…. il turista vorrebbe cose che trova Soltanto qui… forse vorrebbe trovare delle fermate della Metro “artistiche” come quella di Napoli… vorrebbe mangiare cose tipiche…. vorrebbe trovare souvenirs interessanti e cose tipiche del luogo (come il vetro di Murano a Venezia)….
    ….io penso che se al turista venissero offerti negozietti con manufatti artigianali di qualità del luogo (in legno, in ceramica, in ferro battuto, ecc), il turista in questione sarebbe più contento…. certe schifezze il turista le compra perchè non può regalare ad amici e parenti un pantalone Levis che potrebbe comprare anche a casa sua….il turista spesso compra certe schifezze per mancanza di alternative…. purtroppo l’artigianato sta sparendo e la politica tanto per cambiare non sa cosa fare per innescare un cambio di tendenza… facci caso Punteruolorosso, nei Mac Donald e nei Burger King ci vanno in gran parte i palermitani, infatti i Mac Donald non generano nessun tipo di entusiasmo nei turisti… ovvio…. li trovi ovunque nel mondo……
    ….il turismo porta soldi ed arricchisce un posto…. lavorano alberghi… ristoranti… musei… negozi di ogni tipo…
    Con questo non voglio dire che il turismo non abbia i suoi aspetti negativi… infatti, se per assurdo domani Palermo dovesse avere un Vero e grande boom turistico, le poche zone pedonali del centro diventerebbero affollatissime ed invivibili…. ma se con gli anni il centro dovesse essere coperto da qualche fermata di metro sotto terra e se dovessero diventare pedonali nuove strade, allora anche Palermo potrà affrontare i Grandi flussi turistici senza grossi traumi…

  • friz 1032
    03 mag 2018 alle 20:54

    Normanno voglio aggiungere ancora una cosa…. come ho scritto prima ho trovato interessante il tuo ultimo commento, però voglio puntualizzare una cosa… è giusto, come dici tu, che un’azienda di trasporto pubblico venga gestita in una maniera simile ad un’azienda privata, e questo va fatto per evitare di perdere troppi soldi, però da un’azienda pubblica io mi aspetto che ci sia una visione più ampia… io mi aspetto che venga garantito il trasporto pubblico nell’intera città, anche nelle zone più povere, dove magari c’è meno gente che si può permettere di comprare il biglietto… altrimenti le zone povere diventeranno sempre più povere ed isolate…. e proprio per questo motivo mi auguro che l’AMAT continuerà a rimanere pubblica…. ma non è il solo motivo per cui me lo auguro, ce ne sono tanti altri…
    Buona serata Normanno, Buona serata a Tutti!

  • Normanno 333
    04 mag 2018 alle 0:07

    Si potrebbero scorporare le tre linee private del tram esistenti e le quattro che si faranno tra poco con finanziamento già acquisito e progetto fatto, e cederle ai privati in concessione al miglior offerente magari anche con la rete di bike sharing e car sharing inclusa,lasciando tutto il resto in mano pubblica:autobus ,zone blu eccetera,oppure creare una holding che possieda amat,amap,amg per compensare le perdite del trasporto pubblico con i guadagni di gas energia e acqua che non possono non esserci sempre provando a gestire al meglio l’amat.I maggiori costi del tram nella prima ipotesi sarebbero bilanciati da una gestione privatista e da contratti con il personale basati sulla produttività effettiva.

    • friz 1032
      04 mag 2018 alle 7:20

      …..i costi di gestione del settore tram sono molto superiori ai costi di gestione del settore autobus… dubito che un privato abbia interessi a gestire i tram…. semmai per assurdo avrebbe interesse a convertire le attuali linee tram in linee autobus per abbassare i costi di gestione… e riconosco che dopo aver speso tanti soldi un’ipotesi simile sarebbe assurda… per questo dico che prima di realizzare le altre 4 linee tram bisogna fermarsi a riflettere e accendere il cervello, non si può agire d’istinto… in una città normale e ben gestita politicamente, per facilitare la realizzazione del biglietto unico, autobus metropolitane e tram sono nelle mani della stessa azienda, come ad esempio a Milano…. a Palermo se si realizzasse la cosa che proponi si creerebbe una situazione difficile da gestire e il “valore” dell’Amat andrebbe a “zero”…. perchè un’azienda di trasporto pubblico di una “grande” città che non ha linee metro, e che non gestisce le linee tram, dal mio punto di vista vale molto poco…. oltretutto se si dividesse il settore tram dal settore autobus si sancirebbe il TOTALE FALLIMENTO della “visione” Orlando… ….ho messo tra parentesi la parola “visione” perchè a mio avviso non c’è mai stata una visione… vanità e cecità assoluta…. incompetenza estrema… vani spot da campagna elettorale…
      Se per evitare di far fallire l’Amat si dovesse valutare la cessione a privati delle tre linee tram esistenti, sarebbe DOVEROSA un’immediata dimissione di orlando…. e ovviamente i dipendenti Amat farebbero benissimo a scendere in piazza perchè la “loro” azienda varrebbe molto molto meno…. e un domani sarebbe anche difficilmente vendibile…. se dopo si realizzasse anche la prospettiva di sostituire le linee più remunerative dell’Amat, che presumo sono la 101 e la 102, con linee tram, a quel punto l’Amat non varrebbe un fico secco, perchè le rimarrebbero “nelle mani” le linee meno produttive…. e se un domani, con il tempo, venisse venduta, salterebbero molti posti di lavoro…
      Se le ipotesi in campo sono queste, ripeto, è giusto che Orlando si scusi con l’intera cittadinanza, e si dimetta…. e si rivada alle elezioni… e a mio avviso le scuse sarebbero doverose…

      P.S. …forse mi sbaglio, ma il quando il Progetto della MAL fu abbandonato (o sabotato) da Orlando, probabilmente era in stato più avanzato delle ipotetiche 4 linee tram da realizzare, di cui non si conosce ancora con precisione il progetto…
      P.S2 …..la priorità resta non fare fallire l’Amat e non privatizzarla…. se Orlando non è in grado di realizzare la cosa si dovrebbe dimettere… e lo dovrebbe fare per il bene della città…

    • peppe2994 2995
      04 mag 2018 alle 14:58

      Un privato NON può gestire il trasporto pubblico locale.
      Il tram è in perdita e lo sarà per sempre. Il TPL si basa sui finanziamenti pubblici regionali, finanziamenti in costante calo e che subiranno un ulteriore taglio del 18 % quest’anno e del 26 % per i prossimi due anni.

      Non è immaginabile pensare che la regione paghi per la produttività reale, perché la regione NON paga. Paga quanto vuole, quando vuole ed in quantità irrisoria, tant’è che i crediti sono saliti a 60 milioni di euro.
      Se domani la regione versasse i crediti spettanti l’AMAT andrebbe di lusso, ma ciò non avverrà mai. All’orizzonte ci sono solo tagli su tagli.

      • francescovozza 117
        04 mag 2018 alle 17:21

        Versissimo; nessun servizio di trasporto pubblico puòà farcela senza trasferimenti.
        A Grenoble tutte le aziende pagano una tassa per finanziare il trasporto pubblico che viene scontata in proporzione all’uso dei mezzi dei loro dipendenti.


Lascia un Commento

Ultimi commenti