Articolo
11 mar 2020

L’aeroporto di Palermo costretto a varare un piano per fronteggiare il crollo del traffico passeggeri

di Fabio Nicolosi

A seguito della drastica riduzione del traffico aereo, che ha già fatto segnare in questi primi dieci giorni di marzo una contrazione del 50 per cento del numero di passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2019, Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino, ha varato un piano straordinario che servirà a ridurre i costi di gestione, per tentare di mitigare in parte i danni economici causati dal crollo del traffico aereo di queste ultime settimane. Si punta principalmente alla razionalizzazione dell’efficienza energetica e alla rimodulazione delle operazione nel terminal, a partire dalla concentrazione e dall’accorpamento dei banchi check-in e dei gate partenze e arrivi. La società ha previsto anche la pianificazione dell’apertura dei varchi dedicati ai controlli di sicurezza e una serie di azioni che riguardano il personale, come lo smaltimento delle ferie residue, che i dipendenti dovranno fruire proprio in questo periodo, e il blocco delle prestazioni straordinarie. in aggiunta, per venire incontro ai lavoratori, l’azienda ha varato un programma di lavoro a distanza (smart working). Il piano garantirà la riduzione dei costi operativi e il mantenimento dell’efficienza dei servizi. “Dopo aver visto un periodo di forte crescita negli ultimi anni, l’aeroporto sta combattendo questa pesante crisi globale con l’unico scopo di garantire le attività e salvaguardare i posti di lavoro - afferma Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap - In questo clima surreale, è stato necessario varare un piano straordinario per il contenimento dei costi, augurandoci di superare rapidamente questo periodo e riprendere le attività con più forza”. Ci teniamo a precisare che misure simili, se non peggiori, sono state adottate da tutti gli aeroporti italiani. Ti potrebbe interessare anche: Alitalia riorganizza voli su aeroporti Milano e Venezia a seguito misure nuovo Dpcm Ryanair sospende completamente tutti i voli da e per l’Italia e tutti voli domestici all’interno del Paese.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 feb 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | Il 2020 inizia con l’incremento dei passeggeri

di Fabio Nicolosi

Inizio anno positivo sul fronte del traffico passeggeri e voli. Gennaio si è chiuso con 425.911 viaggiatori (+6,97% rispetto a gennaio 2019), mentre i movimenti sono a +2,62% (3.285). Internazionali in ottima forma: a gennaio si contano 80.736 passeggeri (+15,23%) e 570 movimenti (+14,92%) Numeri interessanti che confermano la necessità di continui investimenti per ampliare lo scalo che ha numeri in costante crescita.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
25 gen 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | I dati del 2019 da record

di Fabio Nicolosi

Pubblicati i dati Assaeroporti per l'anno 2019. L'aeroporto di Palermo ha superato i sette milioni di passeggeri (+400mila) ed è eccezionalmente ottavo (l'aeroporto di Linate è stato chiuso da fine luglio a fine ottobre 2019) nella top ten degli aeroporti italiani con maggior traffico passeggeri. Riguardo la percentuale di crescita, l'aeroporto di Palermo si colloca al quinto posto con +5,9% rispetto al 2018, migliore performance in Sicilia, così come la crescita del 15,5% di passeggeri internazionali. Comunicato stampa Assaeroporti: AEROPORTI ITALIANI: NEL 2019 IL TRAFFICO AEREO CRESCE DEL 4% E RAGGIUNGE I 193,1 MILIONI DI PASSEGGERI PER IL CARGO CONTRAZIONE DEL 3,2% Roma, 24 gennaio 2020 – Traffico aereo in crescita per il sistema aeroportuale italiano che chiude il 2019 con 193,1 milioni di passeggeri, il 4% in più rispetto al 2018, e 1,6 milioni di movimenti aerei, pari al +2,7%, sempre sull’anno precedente. Continua, invece, la contrazione del traffico cargo iniziata nel 2018: nel 2019 il calo è stato del 3,2% con 1,1 milioni di tonnellate di merci trasportate. Secondo i dati raccolti da Assaeroporti, i passeggeri transitati nei 39 scali italiani monitorati sono stati 193.102.660, ovvero 7,4 milioni in più rispetto all’anno precedente. L’incremento del 4% risulta in linea con il trend positivo degli ultimi anni (2014-2019), pur evidenziando una crescita a ritmi meno sostenuti rispetto a quelli registrati nel 2018 (+5,9%) e nel 2017 (+6,4%). Si conferma trainante il traffico internazionale che supera i 128 milioni di passeggeri, con un incremento del 5,8% rispetto al 2018. All’interno di questo segmento, si segnala una crescita del 4,5% per il traffico UE e del 9,9% per quello extra UE. Brusco rallentamento, invece, per i voli nazionali che si attestano ad un +0,7% contro il +3,3% del 2018. In termini di traffico passeggeri, si posizionano, tra i primi 10 aeroporti italiani, gli scali di: Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Bergamo, Venezia, Napoli, Catania, Bologna, Palermo, Milano Linate (chiuso da fine luglio a fine ottobre 2019) e Roma Ciampino (Tabella 1). Tabella 1 – Primi 10 scali nazionali per numero di passeggeri Significativi gli incrementi di traffico registrati negli scali di Crotone (+102,5%), Rimini (+28,3%), Malpensa (+16,7%), Bologna (+10,6%) e Bari (+10,2%). Da segnalare i risultati positivi raggiunti da sistemi e reti aeroportuali: il sistema romano (Fiumicino e Ciampino) ha sfiorato i 50 milioni di passeggeri, assetandosi a 49,4 milioni; quello milanese (Malpensa e Linate) ha raggiunto i 35,4 milioni; il polo aeroportuale del Nord Est (Venezia, Treviso, Verona e Brescia) i 18,5 milioni; il sistema campano (Napoli e Salerno) i 10,9 milioni; il sistema della Sicilia orientale (Catania e Comiso) i 10,6 milioni; quello toscano (Pisa e Firenze) gli 8,3 milioni; la rete pugliese (Bari, Brindisi, Foggia e Taranto) gli 8,2 milioni e il sistema aeroportuale calabrese (Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone) i 3,5 milioni. Analizzando i dati dei movimenti aerei, che ammontano complessivamente a 1.644.150, si conferma il trend di crescita degli ultimi anni, segnando nel 2019 un +2,7% rispetto al 2018, con un incremento delle destinazioni internazionali, + 3,9%, e in particolare di quelle extra UE, cresciute del 7,4%. In contrazione, invece, il traffico cargo la cui flessione, iniziata già nel 2018, è proseguita anche nel 2019: lo scorso anno sono state movimentate, in totale, 1.103.663,74 tonnellate di merci, con un calo del 3,2%. Di seguito i primi 10 aeroporti per volume di merce trasportata nel 2019: Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Bergamo, Venezia, Bologna, Brescia, Roma Ciampino, Pisa, Napoli e Taranto-Grottaglie. Tabella 2 – Primi 10 scali nazionali per volume di merce trasportata Secondo Assaeroporti, la crescita del traffico aereo, che conferma un trend positivo iniziato nel 2014, segna nel 2019 un rallentamento riconducibile a diversi fattori legati alla crisi economica, alle tensioni geopolitiche e ad una sempre maggiore concorrenza da parte di scali insistenti sull’area del Mediterraneo, oltre che ad una serie di eventi contingenti, quali la sospensione della licenza di volo dei 737MAX e gli scioperi dei controllori di volo in Francia e Germania. La sensibile riduzione del traffico cargo e il rallentamento della crescita del traffico passeggeri che emergono dai dati del 2019 impongono, in una fase storica caratterizzata da una forte competizione nel mercato del trasporto aereo, di valutare con estrema attenzione l’impatto degli interventi normativi, fiscali e regolatori sul settore, i quali, se non adeguatamente ponderati in tutti i loro possibili effetti, rischiano di comprometterne la solidità del settore. “Il rilancio del piano cargo, l’aumento delle rotte e dei collegamenti aerei, la riduzione della pressione fiscale, la semplificazione delle procedure, lo sviluppo intermodale delle infrastrutture del Paese – dichiara Valentina Lener Direttore Generale di Assaeroporti - sono solo alcune delle possibili azioni da portare avanti per dare nuovo impulso alla crescita di un settore strategico che contribuisce significativamente all’economia italiana, con un’incidenza sul PIL del 3,6%”. Per ulteriori informazioni: www.assaeroporti.com/statistiche/

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
13 set 2018

Aeroporto Falcone Borsellino | Un agosto scoppiettante lo spingono al secondo posto della classifica di crescita stilata da assaeroporti

di Fabio Nicolosi

Un agosto sensazionale per lo scalo palermitano che ha fatto segnare una crescita passeggeri davvero importante, balzando al secondo posto della classifica riservata alla crescita degli scali stilata da assaeroporti e consolidando il nono posto nella classifica generale. Sarà la bella stagione, saranno le numerose manifestazioni di Palermo Capitale della Cultura, sarà l'ottima gestione messa in atto da Gesap, sarà un misto delle precedenti cause, ma era finalmente ora. Da inizio anno i passeggeri che hanno volato dallo scalo palermitano hanno superato i 4,4 milioni, circa 610 mila in più rispetto al periodo gennaio-agosto del 2017 (3.799 mila passeggeri). Numeri importanti che fanno alzare la crescita del traffico passeggeri a +16,1%, una tra le migliori performance dei principali aeroporti italiani. Lo stesso si può dire per i voli: +10,8%, con 32.321 movimenti rispetto ai 29.173 del 2017. E per offrire ai passeggeri sempre più numeri più spazio e servizi migliori la superficie dell'aeroporto sarà ampliata. "I lavori sul terminal - spiega Giambrone - partiranno tra gennaio e febbraio 2019 e avranno tempi certi: dureranno tre anni. Il terminal si estenderà, di circa 10 mila metri quadri, lato pista e lato mare". Previsto anche un intervento antisismico. "I numeri dell'aeroporto sono la conferma del grande interesse che suscita la nostra città e sono - dice il sindaco Orlando - esaltanti. L'anno prossimo contiamo di raddoppiare anche le presenze dei turisti che arrivano a Palermo con le navi da crociera. Un giorno è abbastanza per farsi un'idea della città e tornare a visitarla". “L’aeroporto - afferma Fabio Giambrone - si conferma porta d’ingresso della Sicilia. Il suo ruolo è far crescere i passeggeri e le rotte ma anche quello di condividere questo percorso con le istituzioni e i soci. Siamo a quota 98 rotte. La conferma di un lavoro importante e oggi consolidato con le compagnie aeree (33). Abbiamo una crescita a doppia cifra rispetto all'anno scorso". Record assoluto per lo scalo palermitano ad agosto: i passeggeri sono stati 732.091, il 15,63% in più di agosto 2017 (633.117). Ottimi anche i risultati raggiunti a luglio: 721.156 (+13,63%). Il traffico internazionale di voli e passeggeri è cresciuto a un ritmo serrato. Da gennaio a febbraio la percentuale dei passeggeri è aumentata fino a toccare +23,9% (1.167.020), circa 226 mila passeggeri in più rispetto allo stesso periodo del 2017 (941.697). Vale lo stesso per i voli internazionali: cresciuti del 21,55%. Aumenta anche il traffico delle compagnie aeree che operano nello scalo palermitano: dal +17% di Ryanair fino al +70% di Air Malta. Per quanto riguarda le rotte nazionali, il volo da e per Malpensa si trascina un massiccio aumento del 100%, che mette in evidenza l’aumento dell'offerta su Milano a favore dei viaggiatori in partenza da Palermo. Altri incrementi significativi sono il +39% su Venezia e, una notizia che fa molto piacere, il+52% del traffico da e per Genova. Infine, tra le rotte internazionali, il Parigi Orly torna nuovamente ad essere la rotta internazionale più affollata, con oltre il 21% di aumento (+82mila passeggeri da inizio anno). In evidenza anche Lione, che segna un aumento del 123%, con oltre 42 mila passeggeri in più da inizio anno.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
04 set 2017

Aeroporto Falcone Borsellino | Nuovo record passeggeri ad Agosto rispetto al 2016

di Fabio Nicolosi

Il mese di agosto si è chiuso con un +4% di traffico passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2016. I transiti hanno superato anche questo mese quota 600mila (633.117), circa 25mila in più di agosto 2016. Da inizio anno l’incremento è di quasi 196mila passeggeri: +5,43%, per un totale di 3.799.363. I movimenti aerei di agosto sono stati 4.763, con un aumento di quasi un punto e mezzo percentuale. Ottime performance sul traffico internazionale, che dallo scorso gennaio ha avuto un incremento del 13%, raggiungendo i 944mila passeggeri alla fine di agosto: oltre 110 mila transiti internazionali in più rispetto gli otto mesi del 2016. Nel solo mese di agosto i passeggeri internazionali sono stati circa 213mila (+8,5%). La Gesap stima che nei prossimi mesi ci sarà una crescita molto sostenuta, a due cifre, del segmento internazionale. Le rotte nazionali La crescita delle rotte nazionali appare abbastanza stabile nei primi otto mesi dell'anno, coerente con la media generale, con l'eccezione di alcune rotte in grande espansione: Torino (+39%), Treviso (+18%), Napoli (+15%). Ad agosto la crescita di queste rotte è stata ancora più sostenuta con un +55% Torino, +30% Treviso e +28% Napoli, seguiti anche da un +12% su Milano Malpensa, dove c'è stato un aumento di posti disponibili (anche su Linate) come risposta alla domanda della fase estiva. Le rotte internazionali Fra le rotte più importanti si segnala ormai Monaco di Baviera, al terzo posto assoluto (prima di Londra Gatwick), con una crescita da inizio anno del 36,4%, seguita, in termini di crescita da inizio anno, sia da Madrid (+22%) e Marsiglia (+27%). Subito dopo troviamo Bucarest (rotta non presente nel 2016), che ha già totalizzato oltre 23mila passeggeri da inizio anno. Inoltre, Londra Heatrow di British Airways con il 98% di aumento di passeggeri, circa il doppio dello scorso anno; Malta, con il 220% di aumento, grazie all'incremento delle frequenze di Air Malta. Anche la rotta per New York di Meridiana fa segnare oltre l'11% di aumento passeggeri, diventando la quinta rotta in assoluto per numero di viaggiatori ad agosto. Notevoli sviluppi per le rotte su Madrid, Lione, Nantes, Berlino e Marsiglia, tutte fra il 35 ed il 45% in più rispetto allo scorso anno. Francoforte (Lufthansa) con il 134% di aumento su agosto 2016. “C’è molta soddisfazione per la crescita costante del numero di passeggeri. Entro pochi giorni toccheremo quota quattro milioni - dicono Fabio Giambrone e Giuseppe Mistretta, presidente e amministratore delegato della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino - L’organizzazione e la gestione dei servizi ha funzionato molto bene. Tra luglio e agosto abbiamo avuto una media giornaliera di presenze in aerostazione che ha oscillato tra 21 e 26mila passeggeri. E’ importate anche il segnale di crescita degli arrivi internazionali - concludono Giambrone e Mistretta - un numero destinato a crescere nei prossimi mesi grazie alla conferma delle rotte estive anche nella stagione invernale e al richiamo culturale e artistico della città”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ago 2017

Aeroporto Falcone Borsellino | Record di presenze a Luglio

di Fabio Nicolosi

E’ record di passeggeri all’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino. A luglio, per la prima volta in questo mese, è stato superato il tetto delle 600mila presenze (634.661). L’anno scorso solo nel mese di agosto era stata superato tale soglia, con 608mila passeggeri. La buona performance nel mese di luglio ha portato la percentuale di crescita a +6% rispetto allo stesso mese del 2016. In termini assoluti, l’incremento è stato di 36.147 passeggeri nel solo mese di luglio, mentre da inizio anno si registrano 170.968 presenze in più rispetto al 2016. Resta alta la percentuale del traffico internazionale, che da inizio anno è aumentato del 14,5%, con circa 730mila passeggeri, centomila in più rispetto al totale nei sette mesi dello scorso anno. Il traffico extra UE è in aumento di oltre il 25%. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
04 giu 2016

Falcone Borsellino | Attivati quattro nuovi varchi di controllo e i passeggeri crescono

di Fabio Nicolosi

Quattro varchi di controllo in piu’ per accedere nell’area imbarchi. Zona ex uffici gesap trasformata in spazio per servizi a passeggeri Si aggiungere un altro tassello al progetto di ristrutturazione e ammodernamento del terminal, che negli ultimi tre anni ha visto nascere nuove infrastrutture (viabilità arrivi e partenze, fronte terminal a vetri e pensilina area arrivi, palazzina direzionale, centrale termica, ampliamento piazzale aeromobili, aree a verde e decoro) e che sta trasformato gli spazi prima occupati dagli uffici di rappresentanza della società di gestione - adesso trasferiti nella nuova e operativa palazzina direzionale - in aree dedicate ai servizi per i passeggeri. I quattro varchi di controllo sono ospitati in un’area di 700 metri quadrati che lambisce la terrazza panoramica. Dopo i controlli di sicurezza, i passeggeri si troveranno nel cuore dell’area commerciale della sala imbarchi, così come succede nei maggiori aeroporti di tutto il mondo. I controlli di sicurezza saranno effettuati con macchine radiogene e portali metal detector di ultima generazione. Per accedere nell’area pre-filtri, completata da barriere di interdizione in vetro, sarà necessario, a partire dai prossimi giorni, validare la carta d’imbarco nei lettori installati in tre tornelli automatici. Dalla prossima settimana, invece, saranno installati altri due tornelli per l’accesso ai controlli attualmente attivi. L’intervento infrastrutturale, realizzato in quattro mesi e costato circa 300mila euro, porta a dodici il totale dei varchi di sicurezza al terzo livello. A completare gli ingressi verso i gates ci sono anche due passaggi secondari al secondo livello per l’accesso riservato prioritario (fast track). Con i nuovi varchi cresce la sicurezza e la possibilità di gestire facilmente gli ingressi agli imbarchi durante i picchi di traffico. Negli ultimi due anni e mezzo i lavori di ristrutturazione e ammodernamento del terminal sono andati avanti senza sosta. Sono ben otto le nuove scale mobili a risparmio energetico che hanno sostituito i vecchi impianti. Dopo l’apertura della nuova sala dedicata ai passeggeri a ridotta mobilità (PRM) e della nursery, in fase di definizione ci sono la cappella multireligione e l’area dedicata ai più piccoli. Nella scaletta degli interventi c’è anche la sostituzione del pavimento al secondo livello del terminal. L’opera più attesa è la nuova hall arrivi, che fra poco più di un mese sarà inaugurata dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. A maggio quasi mezzo milione di passeggeri: +8,2%. nei primi 5 mesi dell’anno 220 mila transiti in piu’ rispetto al 2015 Il mese di maggio si è chiuso con l’aumento dell’8,2% del traffico passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2015. I transiti sono stati 488.851, circa 37mila in più di maggio 2015, pari a una media di 1200 passeggeri in più al giorno. Crescono del 10,7% anche i voli (3824). Nei primi cinque mesi dell’anno il traffico passeggeri ha toccato quota 1.879.653, cioè il 13,3% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un aumento di circa 220mila viaggiatori. Segno positivo (+10,8) anche per i voli: 15.421 Nel periodo gennaio-maggio, il traffico internazionale complessivo è stato di 381.081 passeggeri (+23,3%), con una crescita di circa 60mila transiti rispetto al 2015. Nel 2016, Roma, Bergamo e Milano Linate sono le prime tre rotte nazionali per crescita, tra l’8% e l’11%, mentre Londra Stansted, Parigi Orly e Dusseldorf Weeze risultano essere le rotte internazionali più battute. Crescono del 6% Londra e Dusseldorf; Parigi ha raggiunto un aumento del 33%, grazie anche all’estensione delle frequenze anche nel periodo invernale.

Leggi tutto    Commenti 4