Articolo
25 gen 2021

Aeroporto Falcone Borsellino | Proseguono i lavori di ampliamento del terminal passeggeri

di Fabio Nicolosi

Continua il progetto di ampliamento del Terminal all'aeroporto di Palermo. Dopo la rimozione dei gate, grazie alle foto pubblicate sui social dello scalo, vi mostriamo un ulteriore step delle lavorazioni per aumentare lo spazio viabilità per il passaggio dei carrelli portabagagli. E' in corso di realizzazione un nuovo muro di sostegno a una profondità di 3,35 metri. Si allargherà la superficie dell'aerostazione verso la pista aumentando quindi gli spazi a disposizione del pubblico ma anche dei servizi interni  

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
15 dic 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | Temporaneamente rimossi i gate di imbarco remoti 1-8

di Fabio Nicolosi

I lavori proseguono a ritmi serrati cercando di recuperare anche il ritardo iniziale. Sfruttando le ore notturne e il poco traffico (purtroppo) di velivoli in azione nelle ore serali sono state effettuate delle operazioni con l'ausilio di una gru Carpengru Marchetti MG. 150.5 (Portata Max 150 Ton, Braccio Telescopico mt 56+18) e sotto l'azione degli uomini della ditta Savoca Sabatino. Sono state smontate le passerelle che collegavano i torrini, all'interno dei quali vi erano dei piccoli montacarichi ad uso interno (rifornimento aree commerciali) e quasi tutte le passerelle dei gate di imbarco remoti 1-8, per permettere la realizzazione dell'avancorpo. Tali rimozioni si sono rese necessarie per realizzare le fondazioni della nuova struttura. I prossimi step prevederanno la dismissione del pontile afferente al gate 12, che a fine lavori verrà realizzato ex novo. Vi lasciamo ad una galleria con qualche immagine. Ringraziamo il gruppo Savoca:

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 ago 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | Ripresi i lavori di adeguamento e ristrutturazione del terminal passeggeri

di Fabio Nicolosi

Nei giorni scorsi ci siamo recati all’aeroporto internazionale Falcone e Borsellino (Punta Raisi), per mostrarvi l’avanzamento dei lavori di adeguamento e ristrutturazione del terminal passeggeri. I lavori si stanno svolgendo nel rispetto della piena operatività dello scalo e sono al momento ancora poco visibili ai non addetti ai lavori. La prima e visibile struttura che abbiamo visionato è l’intelaiatura dei nuovi vani ascensori e montacarichi che sostituiranno ed integreranno quelli esistenti, e che permetteranno anche ai diversamente abili di potersi spostare dal piano 2 al -1. Questi lavori erano previsti in una fase operativa più avanzata, ma sono stati anticipati. I lavori hanno previsto lo scavo di una fondazione al quale è stata ancorata questo telaio di acciaio che costituirà l’armatura. I motori saranno collocati in uno spazio esterno al vano. Il Gate 8 e 15, in occasione dei lavori sono stati temporaneamente inibiti alle operazioni d’imbarco e messi fuori servizio per poter consentire i lavori in sicurezza evitando le interferenze tra le lavorazioni stesse e il traffico di mezzi e passeggeri. Il sopralluogo è proseguito all’interno dell’aerostazione dove si sta procedendo all’adeguamento sismico delle strutture esistenti dell’aerostazione e dove sono stati demoliti delle pareti e dei locali di servizio, per raggiungere la parte più interna. Una parte fondamentale dei lavori riguarda infatti l’adeguamento sismico delle strutture , infatti come visibile in foto si è scavato per raggiungere le fondazioni che verranno ampliate e rinforzate con l’inserimento di armature metalliche e getti di calcestruzzo di completamento. Un aspetto interessante è stato notare come gli spazi molto angusti dove si deve lavorare necessitano di mezzi adatti, ma anche di particolare accortezza così come l’utilizzo di mezzi a propulsione che permettano di operare in spazi ristretti senza inquinare l’aria. Sono stati anche predisposti dei condotti per permettere il costante ricircolo di aria pulita. Il vano di accesso temporaneo che una volta conclusi i lavori verrà ripristinato Abbiamo visto come si rinforzano le fondazioni, ma si stanno ovviamente rinforzando anche i setti in calcestruzzo con due tecniche distinte. La prima prevede l’utilizzo di fibre di carbonio che aderiscono alla parete tramite l’utilizzo di malte speciali, la seconda prevede l’utilizzo di una griglia metallica. Le differenze tra i due metodi di lavoro è stabilita dal tipo di parete e dagli ingombri, nel corso della visita abbiamo più volte visto l’applicazione delle tecniche sulle varie pareti. Un paio di foto che aiutano sicuramente la comprensione di ciò che vi raccontiamo Interessante anche notare come si stanno realizzando ulteriori setti in calcestruzzo che daranno ulteriore stabilità in caso di sisma all’edificio. In particolare la vasca in foto servirà alla realizzazione di pali di fondazione profondi 30m che permetteranno di raggiungere gli strati più profondi e duri del terreno. L’attività verrà svolta con l’utilizzo di una macchina per la realizzazione di micropali e a lavorazione ultimata sarà realizzato un plinto sopra il quale verrà realizzato il nuovo setto di irrigidimento. Interventi uguali verranno realizzati in altre aree previste da progetto. Si stanno rinforzando anche i vani scale tramite l’utilizzo di rete elettrosaldata sulle pareti, potete notare lo strato di malta rimosso e la parete preparata alla posa in opera della rete e dei segni colorati sulla parete che indicano le varie tipologie di pali di fondazione che andranno realizzati a diverse profondità (20m e 30m) Ultimo ma non per importanza, si sta lavorando all’ammodernamento di numerosi impianti, tra i quali l’impianto antincendio. Durante la visita l’impianto sprinkler dell’area smistamento bagagli in partenza (BHS) già installato era in fase di collaudo e si stava verificando che l’impianto non avesse perdite tramite l’utilizzo di una serie di manometri che misurano la pressione all’interno dell’impianto. Ecco l'intervista all'amministratore delegato di Gesap, Giovanni Scalia:

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 giu 2020

Aeroporto di Palermo | Ryanair torna a volare verso 26 diverse destinazioni

di Fabio Nicolosi

Dopo il lungo periodo di stop anche Ryanair, la compagnia aerea numero uno in Italia, il 20 giugno ha annunciato la ripresa dei collegamenti da e per l’aeroporto di Palermo, con il ripristino dei voli su Roma Fiumicino, Pisa, Bologna, Milano Malpensa, Venezia, Marsiglia da domenica 21 giugno, il giorno successivo su Verona e dal 23 giugno su Milano Bergamo e Torino. Inoltre, dal 1° luglio Ryanair incrementerà ulteriormente il numero di rotte e la loro frequenza, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020. Con l’allentamento delle restrizioni negli spostamenti, la voglia di viaggiare si fa sempre più forte, come confermano i recenti dati di traffico sul nostro sito. L’Italia risulta essere tra le destinazioni turistiche più ricercate dai visitatori europei e tra gli utenti italiani tra le mete più popolari, oltre al Bel Paese, ci sono sicuramente UK, Germania, Belgio, Francia, Romania, Ungheria, Irlanda, Polonia, Spagna. Ryanair è lieta di ricominciare a collegare Palermo con il resto dell’Europa, permettendo a tutti i viaggiatori di vivere una vacanza indimenticabile tra percorsi enogastronomici, capolavori artistici unici al mondo, percorsi nella natura e un mare meraviglioso. La ripresa dei collegamenti, oltre a sostenere l’economia e il turismo regionale da cui dipendono migliaia di posti di lavoro, offrirà anche l’opportunità di favorire i flussi di passeggeri business e leisure dall’aeroporto di Palermo verso le altre regioni italiane, con collegamenti diretti tutto l’anno, e verso le più importanti e gettonate destinazioni europee. L’operativo da e per l’aeroporto d Palermo include in tutto 26 rotte, di cui 8 nazionali - Roma, Milano Bergamo, Pisa, Bologna, Milano Malpensa, Torino, Verona, Venezia e 18 internazionali - Londra-Stansted, Bruxelles-Charleroi, Madrid, Marsiglia, Parigi-Beauvais, Francoforte-Hahn, Düsseldorf-Weeze, Bucarest-Otopeni, Valencia, Budapest, Colonia-Bonn, Dublino, Memmingen, Cracovia, Manchester, Norimberga, Berlino-Schönefeld, Breslavia.* Chiara Ravara - Head of International Communications di Ryanair - ha dichiarato: “Ryanair è lieta di annunciare che verranno ripristinate ben 26 rotte da e per l’aeroporto di Palermo, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020. I collegamenti con 9 di queste, saranno operativi già da fine giugno. Siamo fieri di poter riprendere i collegamenti per l’estate 2020 e di contribuire alla ripresa dell’economia e del turismo regionale, permettendo a parenti ed amici di ricongiungersi e a milioni di turisti, nazionali ed internazionali, di scoprire il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese e dell’Europa”. Leoluca Orlando, il sindaco di Palermo, ha dichiarato: “La ripresa dei collegamenti è la conferma della ritrovata attrattività internazionale della città e della credibilità della Gesap da parte di una importantissima compagnia low-cost. Ancora un segnale di ripartenza del nostro territorio che ha saputo offrire e sempre più dovrà sapere offrire accoglienza a servizio delle proprie bellezze e dello sviluppo economico”. Giovanni Scalia, amministratore delegato Gesap, ha dichiarato: “Riprendiamo l’attività con uno storico e affidabile partner con cui da anni condividiamo un percorso di crescita. Tantissime rotte nazionali e internazionali che testimoniano la vocazione turistica di Palermo e del suo territorio”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 giu 2020

Aeroporto di Palermo | Riprendono i voli con 70 destinazioni

di Fabio Nicolosi

All’aeroporto di Palermo è tornata l’estate. Riprendono i voli per la stagione estiva con una programmazione decisamente interessante, che consentirà di viaggiare in lungo e in largo in Italia grazie alle 19 rotte domestiche, e di riaffacciarsi in Europa già da luglio. Finora, oltre ad Alitalia che ha garantito durante la pandemia i voli da e per Roma e, successivamente, ha attivato il giornaliero per Milano, la novità è stata l’arrivo della compagnia Air Dolomiti con il volo da e per Firenze, attivo già dallo scorso 5 giugno con quattro frequenze settimanali. Anche EasyJet ieri ha riaperto i voli su Palermo con la rotta da e per Malpensa e si prepara, tra luglio e agosto, ad attivare diverse rotte internazionali. Il clou dei voli si avrà a partire dal 18 giugno, quando saranno attive anche le destinazione operate da Volotea, e poi il 21 giugno con Ryanair che azionerà i voli nazionali e, dopo una decina di giorni, le rotte internazionali, che saranno per la maggior parte attive a luglio o all’inizio di agosto. Gesap, la società di gestione dell’aeroporto internazionale Falcone Borsellino, incassa anche il via libera ai voli operati dalle due corazzate Air France (dal 13 luglio, Parigi Charles de Gaulle) e British Airways (dal 4 luglio, Londra Heathrow). La Francia è la destinazione più gettonata con dodici collegamenti. Seguono la Germania con dieci destinazioni e l’Inghilterra con sette. Gesap conta di far volare per la stagione estiva circa 400mila passeggeri al mese. Sarà un’estate per certi versi intensa, considerato che saranno attivi 70 collegamenti tra voli di linea e charter. “Dopo mesi difficilissimi, si torna a volare con una programmazione di sostanza - afferma Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap - che dimostra la tenuta del lavoro svolto negli ultimi anni da Gesap e la continuità dei rapporti commerciali con le compagnie aeree. Ciò significa che Palermo, il suo territorio - conclude Scalia - rimane al centro dei progetti di business delle più importanti Compagnie, che con noi hanno l’obiettivo di ampliare sempre di più il ventaglio delle destinazioni offerte ai viaggiatori”. La società è in attesa di conoscere le decisioni delle compagnie su alcuni voli che al momento rimangono sospesi. “Una ripresa o meglio un potenziamento delle attività mai interrotte per garantire servizi ai cittadini - dice il sindaco di Palermo Leoluca Orlando - Speriamo che si possa proseguire in tutta sicurezza per recuperare soprattutto sul fronte turistico questi lunghi mesi di difficoltà e lutti. Sappiamo che Palermo e la Sicilia potranno contare sulla professionalità di Gesap e di tutti i suoi operatori per garantire sicurezza”. Per ciò che riguarda le misure anti Covid19, l’aeroporto di Palermo - che in questi mesi è rimasto sempre aperto - applica tutti i protocolli stabiliti dal governo, per accogliere in piena sicurezza i passeggeri: obbligo di indossare la mascherina, costante azione di sanificazione degli ambienti del Terminal, percorsi diversificati tra passeggeri in entrata e in uscita, termoscanner e termometri a infrarossi per il controllo della temperatura corporea, erogatori di disinfettanti installati lungo i percorsi, segnaletica per il distanziamento fra passeggeri. Tornando ai voli estivi, le rotte nazionali sono 19: Ancona (Volotea), Napoli (Volotea, EasyJet), Bari (Volotea), Olbia (Volotea), Cagliari (Volotea), Pescara (Volotea), Roma Fiumicino(Alitalia, Ryanair), Firenze (Vueling, Air Dolomiti), Pisa (Ryanair), Genova (Volotea), Bologna (Ryanair), Venezia (Volotea), Verona e Torino (Volotea e Ryanair), Milano Malpensa(Alitalia, EasyJet, Ryanair, Neos), Bergamo (Ryanair), Trieste (Volotea), Pantelleria e Lampedusa (DAT). 12 i collegamenti con la Francia: Parigi Charles de Gaulle (Air France, Enter Air, Travel Service) - Parigi Orly (EasyJet, Transavia), Lione (EasyJet, Transavia, Travel service), Tolosa(Ryanair, Travel service), Parigi Beauvais (Ryanair), Bordeaux (Ryanair, Enter Air), Marsiglia (Ryanair, Enter Air), Deauville (Enter Air), Nantes (Transavia, Enter Air, Travel Service), Mulhouse (Travel Service), Montpellier (Transavia), Lille (Travel Service); 10 rotte per la Germania:  Colonia (Ryanair, Enter Air, Eurowings), Stoccarda (Ryanair, Enter Air, Eurowings), Francoforte (Lufthansa), Monaco (Lufthansa), Dusseldorf(Ryanair/Lauda), Norimberga (Ryanair), Berlino Schoenefeld (Ryanair), Memmingen (Ryanair), Francoforte Hahn (Ryanair), Dusseldorf Weeze (Ryanair); 7 rotte fra Gran Bretagna e Irlanda: Londra Heathrow (British Airways), Londra Stansted (Ryanair), Londra Gatwick (EasyJet), Londra Luton (EasyJet), Liverpool (EasyJet), Manchester (Ryanair), Dublino (Ryanair); 6 rotte per Polonia, Romania, Ungheria: Cracovia (Ryanair, Enter Air), Wroclaw (Ryanair, Enter Air), Katowice (Enter Air), Varsavia (Enter Air), Bucarest Otopeni (Ryanair), Budapest(Ryanair); 4 rotte per la Spagna: Madrid (Ryanair, Air Nostrum-Iberia), Valencia (Ryanair), Siviglia (Ryanair), Barcellona (Vueling); 4 rotte per Belgio, Olanda e Lussemburgo: Bruxelles (Brussels, Travel Service), Charleroi (Ryanair), Rotterdam (Transavia), Lussemburgo (Luxair); 3 rotte fra Svizzera e Austria:  Ginevra (EasyJet), Zurigo (Swiss), Vienna (Austrian, Ryanair/Lauda); 3 rotte per Norvegia, Svezia e Danimarca: Oslo (Scandinavian), Stoccolma (Scandinavian, Norwegian), Copenhagen (Scandinavian); Tunisia:  Tunisi (Tunisair Express) Malta:  Malta (Air Malta).  

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
19 feb 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | ANTEPRIMA: i lavori di adeguamento strutturale per l’ampliamento terminal passeggeri

di Fabio Nicolosi

Siamo in grado di mostrarvi in anteprima le foto di CMSA Società Cooperativa che mostrano la riqualificazione e l'ampliamento dell'aeroporto Falcone Borsellino. I lavori sono stati inaugurati a Luglio 2019 con un investimento per il primo lotto di 48 milioni. Gli interventi riguarderanno complessivamente: l’adeguamento alla normativa antisismica; la ristrutturazione architettonica del terminal passeggeri; la realizzazione di impianti elettrici, idrici, meccanici, speciali, antincendio e fotovoltaici; opere accessorie, come rampe pedonali, pontili di collegamento al piazzale aeromobili, per garantire la piena funzionalità dell’edificio nell’assetto finale; omogeneità da un punto di vista architettonico, sia per gli esterni sia per gli interni; aumento del numero dei gate d’imbarco, dei varchi di sicurezza e dei banchi check-in. Saranno riconfigurate le sale per i passeggeri e per i viaggiatori a ridotta mobilità (Prm); saranno creati nuovi uffici per gli enti che hanno sede in aeroporto, per gli handler e la biglietteria. Sarà ammodernata la sala per la restituzione dei bagagli, così come l’area arrivi Shengen e imbarchi extra Shengen. Fronte unico per i varchi di sicurezza, che passeranno da 14 a 18. Su un unico fronte anche i banchi check-in, che cresceranno di 9 unità: da 35 a 44, mentre i gates passeranno da 14 a 16. Nuovi ristoranti, locali terrazza e lounge vip. L’intervento avrà un impatto positivo sull’area commerciale, che crescerà del 42%: le zone retail passeranno da 10 a 19 e le zone food & beverage da sei a dieci. Lo sviluppo delle aree commerciali porterà benefici in termini di ricavo per almeno 5 milioni di euro all’anno. A fine intervento l’area complessiva del terminal aumenterà del 21%. La superficie complessiva infatti passerà dagli attuali 37.264 metri quadrati ai 44.977 a fine intervento, mentre la superficie commerciale passerà da 2.890 a 4.100 metri quadrati. Il terminal passeggeri sarà ampliato sia verso il mare (land side) sia verso il piazzale aeromobili (air side). Sarà costruito un avancorpo e un impianto fotovoltaico di oltre duemila metri quadrati che produrrà 487 kWh.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
23 lug 2019

Aeroporto Falcone Borsellino | Inaugurati i lavori per ampliamento terminal passeggeri

di Fabio Nicolosi

Adeguamento sismico e ristrutturazione del terminal passeggeri, si parte. All’aeroporto di Palermo è tutto pronto per la prima fase operativa (il primo lotto) del progetto complessivo di quasi 72 milioni di euro per realizzare queste due importanti opere. L’investimento per il primo lotto si aggira attorno ai 48 milioni, tutti fondi Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di palermo Falcone Borsellino, che per queste opere non ha avuto aiuti o contributi né dallo Stato né dalla Regione Siciliana. La società ha inaugurato ieri l’inizio dei lavori alla presenza del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli e del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dei vertici di Enac ed Enav, di Assaeroporti. Gli interventi riguarderanno complessivamente: l’adeguamento alla normativa antisismica; la ristrutturazione architettonica del terminal passeggeri; la realizzazione di impianti elettrici, idrici, meccanici, speciali, antincendio e fotovoltaici; opere accessorie, come rampe pedonali, pontili di collegamento al piazzale aeromobili, per garantire la piena funzionalità dell’edificio nell’assetto finale; omogeneità da un punto di vista architettonico, sia per gli esterni sia per gli interni; aumento del numero dei gate d’imbarco, dei varchi di sicurezza e dei banchi check-in. Saranno riconfigurate le sale per i passeggeri e per i viaggiatori a ridotta mobilità (Prm); saranno creati nuovi uffici per gli enti che hanno sede in aeroporto, per gli handler e la biglietteria. Saràammodernata la sala per la restituzione dei bagagli, così come l’area arrivi Shengen e imbarchi extra Shengen. Fronte unico per i varchi di sicurezza, che passeranno da 14 a 18. Su un unico fronte anche i banchi check-in, che cresceranno di 9 unità: da 35 a 44, mentre i gates passeranno da 14 a 16. Nuovi ristoranti, locali terrazza e lounge vip. L’intervento avrà un impatto positivo sull’area commerciale, che crescerà del 42%: le zone retail passeranno da 10 a 19 e le zone food & beverage da sei a dieci. Lo sviluppo delle aree commerciali porterà benefici in termini di ricavo per almeno 5 milioni di euro all’anno. A fine intervento l’area complessiva del terminal aumenterà del 21%. La superficie complessiva infatti passerà dagli attuali 37.264 metri quadrati ai 44.977 a fine intervento, mentre la superficie commerciale passerà da 2.890 a 4.100 metri quadrati. Il terminal passeggeri sarà ampliato sia verso il mare (land side) sia verso il piazzale aeromobili (air side). Sarà costruito un avancorpo e un impianto fotovoltaico di oltre duemila metri quadrati che produrrà 487 kWh. I contrasti cromatici, il concept grafico, l’interior design che faranno parte del progetto di ristrutturazione del terminal prenderanno spunto dalle caratteristiche naturali della Sicilia: il sole, il mare e l’architettura Arabo-Normanna del tessuto urbano palermitano, nonché della vivacità del folklore dei mercati storici di Palermo. Gli interventi avranno carattere puntuale e diffuso e investono l’intera aerostazione, coinvolgendo contemporaneamente diverse zone nei diversi piani, senza mai investire intere aree funzionali. Le opere progettate, infatti, saranno realizzate secondo una precisa scansione temporale, con l’obiettivo di mantenere costantemente in esercizio aerostazione e di contenere al massimo eventuali disagi. La Gesap infatti predisporrà un adeguato piano di comunicazione (segnaletica e avvisi) per orientare al meglio il passeggero.

Leggi tutto    Commenti 1