Articolo
05 set 2018

Aeroporto di Palermo | Cosa non si fa pur di risparmiare pochi euro

di Fabio Nicolosi

Qualche giorno fa leggendo le notizie mi sono imbattuto in questo titolo: Si ferma in corsia d'emergenza per non pagare la sosta in aeroporto: incidente sulla Palermo-Mazara A29, si ferma in corsia d'emergenza: riparte e provoca incidente (3 auto coinvolte). Aprendo l'articolo leggo: Incidente sulla bretella dell'autostrada Palermo-Mazara del Vallo intorno alle 17.45 di oggi, poco prima dell'aeroporto Falcone Borsellino. Lo scontro è stato provocato da un'auto parcheggiata in corsia d'emergenza che si è rimessa in marcia. La prima cosa che ho pensato è stata: Ma com'è possibile? Non stavo sognando e purtroppo frequentando spesso l'aeroporto mi stupisco di come non fosse successo prima. L'introduzione delle telecamere all'interno dell'area partenza e arrivi dell'aeroporto Falcone Borsellino ha di fatto costretto tutti i parenti che erano abituati ad occupare la corsia antistante l'aeroporto e la corsia davanti l'uscita della hall arrivi a fermarsi nei pressi della rotonda. MA, si lo scriviamo enorme, quanti sanno che è vietato? MA, non solo è vietato, ma è una tra le cose più pericolose che si possa fare, visto che si tratta di una sosta in uno svincolo autostradale. MA, basterebbe pagare semplicemente 3euro MA, basterebbe semplicemente entrare all'interno della rotonda ed uscire dalla stessa in 15 minuti e fidatevi che se il vostro amico/parente/conoscente è già alla porta bastano 5 minuti tra percorrenza, carico del bagaglio, ingresso in auto e ripartenza. MA, se proprio non volete pagare, perché non vi va a genio, abbiate almeno la decenza di non fermarvi lì, ma in un luogo sicuro. MA, avete mai provato ad utilizzare il servizio bus/taxi sharing? MA, adesso tornerà il treno diretto e ci auguriamo che tutte queste auto possano essere lasciate a casa e perchè no, andiate a prendere in treno chi è appena sbarcato dal volo. Niente è più rilassante di un viaggio in treno senza pensieri, senza traffico, senza stress, senza il pensiero al parcheggio e sopratutto senza correre il rischio di un incidente!

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
03 ott 2012

Incompiute: Lavori in corso per completare la s.s. 626dir/s.s.190

di Lele

Sono stati aggiudicati dall'Anas alla Tecnis spa i lavori di completamento di un tratto della strada statale 626 «Licata-Torrente Braemi» che, pur trovandosi nei comuni di Riesi e Mazzarino, in provincia di Caltanissetta, è fondamentale per i collegamenti di Licata. L'intervento, che sarà localizzato tra la contrada Callara e la contrada Cipolla, per un'estensione complessiva di poco meno di 4 chilometri comporterà un investimento complessivo di oltre 4 milioni e 200 mila euro. I lavori dureranno circa 15 mesi e potrebbero essere conclusi entro la fine del 2012. La strada statale 626 dir Licata-Torrente Braemi, inserita nell'itinerario di collegamento diretto fra la costa centro-meridionale della Sicilia, nel territorio di Licata, e l'Autostrada A19 Palermo-Catania rappresenta un'arteria stradale di notevole rilevanza per la viabilità siciliana. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 2