Articolo
02 mar 2021

Linee tram, il Comune risponde ai rilievi di un gruppo di professionisti

di Mobilita Palermo

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa la risposta dell'Amministrazione Comunale a delle osservazioni e rilievi espressi da un gruppo di professionisti in merito al progetto delle nuove linee tranviarie .  Proprio su un paio di punti che il Comune evidenzia (alimentazione ed emissioni) già a Gennaio scorso avevamo manifestato qualche seria perplessità alla luce di alcune inesattezze lette su un social media. Ma qui ci sono responsabilità del Comune che sul fronte comunicazione non ha di certo brillato. --   Palermo - Il sindaco, Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania, hanno scritto ieri una nota per rispondere, punto per punto, ai rilievi contenuti nel documento curato dall'architetto Teresa Cannarozzo, professore ordinario di Urbanistica presso la Facoltà di Architettura di Palermo e da altri professionisti ed inviato il 1° febbraio scorso all’intero Consiglio comunale e con il quale vengono proposte diverse modifiche progettuali al sistema tramviario di Palermo. Sindaco e assessore hanno precisato che l’attività di gara ha preso spunto dalla Proposta di Studio di Fattibilità posta a base del concorso di progettazione, che includeva sia la linea “A” che il sistema “catenary free” e, dunque, “qualsiasi modifica su tali punti, sarebbe certamente foriera di ricorsi stravolgendo, a posteriori, i cardini del concorso, soprattutto per quanto riguarda le scelte tecnologiche”. Orlando e Catania hanno sottolineato che, contrariamente a quanto scritto, il progetto è completo di tutti gli studi specialistici previsti dalla norma, redatti su solide basi scientifiche, tra cui sono compresi i Piani Economici e Finanziari, le Analisi Trasportistiche, le Analisi Costi Benefici e gli Studi Preliminari Ambientali”. L’Amministrazione Comunale ha già inviato  tutta la documentazione relativa alla verifica di assoggettabilità a procedura Valutazione di Impatto Ambientale condotta dall'Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente. “L’esito positivo della procedura, in stato molto avanzato, auspichiamo possa fugare ogni dubbio residuo sulla qualità ambientale del progetto” -  sottolineano sindaco e assessore che rivendicano, altresì, l’assegnazione di oltre 300 milioni di euro per le linee tram A -B e C e parcheggi d’interscambio e che “il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, proprio apprezzando la qualità delle Analisi Trasportistiche, della Analisi Costi Benefici e dei Piani Economici e Finanziari ha concesso il finanziamento necessario per il completamento del sistema tranviario pari a € 481.000.000,00”, assegnando “il massimo punteggio consentito (300/300) all'analisi trasportistica del progetto, basata sulla robustezza dell’analisi e la rispondenza del progetto stesso alle previsioni di domanda." Per quanto riguarda i tracciati, Orlando e Catania  ribadiscono “la necessità e l’indifferibilità del potenziamento dell’asse portante Nord Sud, al fine di soddisfare la domanda di mobilità” e ricordano che “tra le opere della linea A rientrano, inoltre, estese ripavimentazioni delle sedi stradali e dei marciapiedi che eviteranno l’esecuzione, a carico del bilancio comunale, delle manutenzioni straordinarie urgenti e da più parti richieste. Non appare quindi perseguibile, nell'interesse della città, della mobilità sostenibile, dell’ambiente, della mobilità urbana la proposta di procedere solo con la realizzazione delle tratte B e C rinunziando alla tratta A”. Inoltre il documento dimostra la validità, trasportistica ed ambientale, del sistema “catenary free”, mentre per quanto riguarda le opere accessorie, ”gli svincoli di Einstein, Calatafimi e Basile le previsioni per le aree archeologiche di corso Tukory e nuovi impianti a verde rappresentano una parte qualificante dell’intero progetto”. Ad una delle critiche più rilevanti, e cioè le gravi “carenze progettuali” relative alla gestione dei sottoservizi, sindaco e assessore rispondono che “è stata sviluppata una campagna di indagini documentale, presso tutti i gestori di reti, e sul campo con una campagna di indagini con Georadar al fine di rilevare i sottoservizi interferiti. Questa campagna, la più estesa effettuata nello ambito urbano, ha comportato la redazione di circa 3.000 profili georadar per una lunghezza complessiva di circa 120.000 metri” e, inoltre, che “lo spostamento dei sottoservizi deve essere eseguito dai relativi gestori cui è stato disposto, a conclusione della specifica Conferenza di Servizio indetta dall'Amministrazione Comunale, lo spostamento entro il 31.12.2021”. La nota poi ripercorre le varie tappe della programmazione e della partecipazione e sottolineando che l'Amministrazione Comunale ha improntato la propria azione nel rispetto degli atti programmatori esistenti alla data di avvio delle procedure e successivamente introdotti nell'ordinamento normativo. Il progetto, evidentemente di ampio respiro e di grande complessità e valenza tecnica, è all'esame della Commissione Regionale dei LL.PP. e degli Uffici Ministeriali per l’espressione del parere tecnico di competenza. Riportiamo qui nota integrale.  

Leggi tutto    Commenti 25
Articolo
17 nov 2017

Amg | Inaugurato nuovo impianto di illuminazione a led in Passaggio Pecoraino

di Salvatore Galati

È stato inaugurato martedì sera, alla presenza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dell'assessore alle Infrastrutture, Emilio Arcuri, e dei vertici di AMG Energia, il nuovo impianto di illuminazione a led in Passaggio Pecoraino. I lavori sono stati realizzati da AMG Energia S.p.A. e fanno parte delle nuove infrastrutture indicate dall'Area della Riqualificazione urbana del Comune di Palermo. L'impianto è composto da 4 paline alte 5 metri con corpi illuminanti a forma di piramide rovesciata e 2 pali alti 8 metri con armature stradali a LED. L'accensione e lo spegnimento dell'impianto saranno pilotati da un interruttore astronomico. Grande soddisfazione e apprezzamento per le maestranze AMG è stata espressa dal sindaco Leoluca Orlando e dal presidente Galante che hanno sottolineato come, "attraverso l'utilizzo di soluzioni eco-compatibili, è possibile restituire alla città condizioni di vivibilità e sicurezza nelle strade". Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
10 ago 2017

Tante strade al buio e un utile di bilancio di 1 milione: una grande curiosità su AMG

di Giulio Di Chiara

Qualche giorno fa ho appreso questa notizia da un quotidiano online: "Palermo: Amg chiude bilancio 2016 con 1,3 mln di utili". All'interno dell'articolo si leggeva anche: Si chiude con un utile di esercizio di oltre 1,3 milioni di euro il bilancio 2016 di Amg Energia, società partecipata del Comune di Palermo. Oggi l'assemblea dei soci ha approvato il documento alla presenza dell'assessore comunale alle Partecipate Iolanda Riolo. "Amg conferma anche per 2016 la sua solidità economica mantenendo risultati positivi - afferma il presidente Giampaolo Galante - Sono risultati che ci permetteranno di proseguire nell'opera di ammodernamento e rafforzamento infrastrutturale, nell'estensione della rete del metano e soprattutto negli interventi di efficientamento e contenimento del consumo energetico". Come noto, AMG è la società che si occupa anche dell'illuminazione pubblica e proprio su questo aspetto vorrei concentrare la mia riflessione. Premessa: chi scrive non ha particolare competenza finanziaria e dunque non intende arrivare ad alcuna conclusione, ma soltanto porsi delle domande come qualsiasi altro cittadino. Dunque apprendendo questa cifra, ho voluto confermare a me stesso che l'utile consiste nella differenza tra costi e ricavi.  Pertanto ipotizzo che AMG, nell'anno solare 2016 ha ottimizzato la gestione delle sue attività con una diminuzione delle spese rispetto alle entrate, appunto. La domanda che mi pongo e che pongo all'azienda o a lettori più esperti è la seguente: un'azienda in utile non dovrebbe patire problemi di  carenza delle attrezzature, gestione del personale e quant'altro. Com'è possibile allora che tante parti della città siano al buio, con una infinità di punti luce diffusi spenti, rotti o mal funzionanti? Possiamo essere tutti testimoni del fatto che il solo Viale Regione Siciliana, nel tratto urbano, conta decine o addirittura centinaia di punti luce puntualmente spenti. Alle volte capita che interi segmenti siano al buio. Per non parlare del resto della città, di ogni singola via di quartiere o di viali importanti che diventano dei grandi buchi neri quando anche gli alberi non potati contribuiscono a rendere tutto più tetro e insicuro. Ho provato a fare un paragone con la situazione di Amat, più volte dichiarata critica per i crediti mai riscossi da Comune e Regione. Tale situazione, ci dicono, è la causa di un parco mezzi fatiscente che non può permettersi i ricambi per andare in strada. Provando ad applicare un ragionamento simile su AMG, mi chiedo se la "qualità" del servizio sia contemplata nell'euforia finanziaria proclamata. In altre parole, osservando la città non mi sembra che il servizio sia a regime e totalmente funzionante, tutt'altro. Immagino che un efficientamento del servizio passi dall'acquisto di materiali, di interventi, di personale, etc.  Dunque il rapporto costi-ricavi che ha fatto sorridere i contabili dell'azienda non fa certo sorridere i cittadini, che camminano e guidano in parecchie zone insicure per la scarsa illuminazione. C'è del vero in quanto sostenuto in questo articolo o ci sono dinamiche amministrative e finanziarie che sconfinano ad esempio nelle altre mansioni dell'azienda (ad esempio la gestione del sistema gas)? Rimaniamo favorevolmente aperti a qualsiasi replica e spiegazione che possa fugare i dubbi espressi.

Leggi tutto    Commenti 8