14 dic 2020

Tram Palermo | Presentato da Ministra De Micheli il piano e finanziamento per completamento rete cittadina


E’ di 480 milioni lo stanziamento del Ministero dei Traporti per il completamento della rete tranviaria della città di Palermo Palermo.

A presentare il progetto che di fatto cambierà definitivamente il volto della città in tema di trasporto di massa sono stati in videoconferenza la ministra la Ministra Paola De Micheli, il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità Giusto Catania.

I 40 nuovi chilometri di rete su cui si snoderanno le nuove quattro tratte che dovrebbero essere completate entro il 2026 si aggiungeranno a quelle già esistenti e in via di appalto per un totale di 84 km di rete interconnessa con 12 parcheggi complessivi di interscambio che serviranno circa 80 milioni di passeggeri all’anno con una media fra 100 e 120 mila passeggeri al giorno) e, dato molto importante ad una riduzione di emissioni di Co2 di circa 9.500
tonnellate ogni anno.

SchedaRiassuntiva_MIT

Il progetto si integrerà quindi con le linee già in esercizio dalla Stazione Centrale a Brancaccio e dalla Stazione Notarbartolo a Borgo Nuovo-Cep e a Corso Calatafimi, nonché con le linee in fase appalto per cui si andrà in gara nel 2021 con il finanziamento complessivo di
296 milioni fra Patto per il sud, Comune e Regione (Corso Calatafimi – Basile/Orleans, Stazione Centrale-De Gasperi, Notarbartolo – Giachery, Stazione centrale – Croce Rossa/De Gasperi, Stazione Centrale – Basile/Orleans, De Gasperi-Viale Francia).

OPR D 019

Le nuove tratte finanziate ora dal MIT, servite da 35 vetture, collegheranno le borgate marinare dell’area nord (Mondello e Sferracavallo), i quartieri di San Filippo Neri e Bonagia, il polo
sanitario Civico-Policlinico-Ismett e l’Ismett ed il water front della città con un incremento stimato di circa 35 milioni di passeggeri all’anno. Con esse, naturalmente sono previsti la realizzazione di parcheggi di interscambio (circa 1.400 nuovi posti auto), opere di riqualificazione di strade, spazi urbani e verde e nuove piste ciclabili.

La Ministra Paola De Micheli ha sottolineato l’importanza della collaborazione fra le strutture del Ministero e del Comune: “Abbiamo trovato negli uffici del comune di Palermo la competenza e
l’intelligenza per seguire passo dopo passo il progetto delle nuove quattro linee di tram – ha detto la titolare del Dicastero dei Trasporti.
“Abbiamo assegnato 481 milioni di euro sui 504 mln richiesti dal comune, ma fino al 2026 abbiamo un piano sui trasporti molto ambizioso e chiederemo di finanziare il differenziale anche col Recovery fund e nel primo semestre del prossimo anno contiamo di completare il finanziamento”.

“Con queste linee, 120 mila persone, pari al 39% del totale, passeranno dall’auto al tram: un numero impressionante che testimonia l’impatto sulla qualità della vita urbana che questa opera determinerà per Palermo.

Certo, avremo anni di disagi con i cantieri, ma una volta conclusi i lavori, ad opera finita, i vantaggi saranno evidenti per tutti.”

La Ministra ha anche sottolineato come “la tranvia di Palermo si inserisce in un disegno complessivo per la Sicilia e per il Meridione, di cui fanno parte gli interventi per il rafforzamento infrastrutturale del sistema ferroviario e quelli per la viabilità provinciale.”

“Siamo di fronte ad un progetto storico, destinato a cambiare il volto di Palermo non solo rispetto alla mobilità ma sicuramente rispetto alla vivibilità di intere zone, dalla periferia nord a quella sud, dalle borgate marinare al waterfront centrale. Un progetto, certamente
il più imponente per la rigenerazione urbana mai avviato a Palermo, frutto di una straordinaria collaborazione fra le strutture tecniche del Comune e del Ministero ed una attenta sensibilità da parte della Ministra, che ha creduto fortemente nell’idea proposta dalla nostra città.

Un progetto, infine, che avrà un grande impatto anche sull’occupazione, con la previsione di circa 7000 persone coinvolte nel periodo di realizzazione delle opere.”
Il Sindaco ha anche sottolineato come “questa opera vedrà certamente il suo avvio operativo ben oltre la fine del mio mandato, un motivo in più per esserne orgoglioso come una di quelle opere che fanno la storia della città, ben oltre i tempi di una amministrazione
comunale.”

A sottolineare il positivo impatto sull’ambiente è l’Assessore Giusto Catania, che ricorda come “oltre 100 mila palermitani ogni giorno lasceranno a casa la propria auto, con un contributo determinante alla qualità della vita, alla qualità dell’aria, alla lotta contro le
emissioni inquinanti.
Si tratterà inoltre di un sistema di trasporto che si integrerà con progetti di riqualificazione complessiva, con l’ampliamento delle aree pedonali e verde in tutte le zone cittadine interessate.

Nel dettaglio, la linea “F” si snoderà dalla stazione centrale toccando il Foro Italico, la Cala, via Crispi fino alla stazione Giacher. Il piano di finanziamento prevede anche la riqualificazione della zona con un parcheggio di interscambio al Foro Italico con 397 posti auto. Gli interventi interesseranno anche il lungomare del Foro Italico dove saranno eseguiti lavori di rigenerazione urbana, nuove piste ciclabili e aree pedonali e alla Cala, via Crispi e piazza XIII Vittime dove saranno realizzate opere di verde urbano, aree attrezzate e il miglioramento della mobilità dolce.

La Tratta “D” (innestandosi con la “C” in corrispondenza della stazione Orleans) servirà il percorso del polo ospedaliero e mediante la realizzazione del nuovo ponte sul fiume Oreto consentirà il collegamento anche con i quartieri di Falsomiele e Bonagia.

La tratta “E2″ percorrendo viale Strasburgo, attraverserà via Lanza di Scalea e lo Zen collegando la zona nord della città con la borgata di Mondello. Anche in questo caso, l’intervento prevede importanti opere di riqualificazione in viale Strasburgo, così come allo Zen dove verrà realizzata la nuova piazza del “Mercato”.
Interventi di ristrutturazione saranno eseguiti anche sul lungomare di Mondello dove sarà privilegiata la mobilità dolce e il pedone. In questa ampia zona della città i parcheggi da realizzare saranno tre: Strasburgo con 161 posti auto, Mongibello con 289 e Galatea con 360.

La tratta “G” (innestandosi con la fermata “E” in corrispondenza della fermata di “Cardillo”) raggiungerà Sferracavallo attraversando via Lanza di Scalea, via Nicoletti e via Palazzolo. Il Terminal sarà realizzato al centro della borgata attraverso un nuovo percorso . Qui è previsto anche l’ampliamento del parcheggio di interscambio della fermata del passante ferroviario per un totale di 112 posti auto.

Tutte le nuove tratte saranno realizzate con la tecnologia Catenary Free e senza barriere e le vetture saranno alimentate da batterie ultra leggere e ad alta capacità.


#vogliamoiltramamat palermoamministrazionebalsamobombardiercalatafimicommissione giudicatrice tram palermocomune di palermoconcorrimiCORSO TUKORYgiacheryministero delle infrastrutturemobilita palermomobilitapalermonuove linee tramorari trampatto per palermopercorsi trampiattaforma dibattito tramprogetto nuove linee tramrete tranviaria palermoSegnalatistazione centraleTramtram palermotram stadiotram via notarbartoloTrasporto pubblico bando concorso mituniversità

66 commenti per “Tram Palermo | Presentato da Ministra De Micheli il piano e finanziamento per completamento rete cittadina

Comment navigation

  • Orazio 1719
    14 dic 2020 alle 15:18

    Questo è il completamento della rete. Quindi parliamo della terza fase, quella che prevede le linee per le zone nord, per Bonagia e quella attraverso il Foro Italico.

    Che dire: alla fine sarà meraviglioso.

  • danyel 745
    14 dic 2020 alle 17:59

    I soliti rendering meravigliosi … voglio vedere cosa realizzeranno di tutto questo …. ormai a Palermo ci siamo abituati!

  • loggico 666
    14 dic 2020 alle 18:53

    io immagino la doppia ringhiera inestetica, insicura, pericolosa, invasiva dalla marina all’ucciardone, un lungo muro tutto identico che senza alcun dubbio limiterà l’accesso al mare, immagino al massimo due passaggi, a porta nuova e di fronte la clinica alla cala, si potrà attraversare solo in questi punti

    Sia ben chiaro io non sono contrario alle opere, ma perchè non farle sottoterra?
    peraltro mi risulta che in passato esisteva un collegamento stazione centrale – giachery

    • Orazio 1719
      14 dic 2020 alle 21:58

      Non proprio ma quasi. Nel senso che la linea c’era ma non arrivava a Giackery e non era sotterranea. La linea arrivava al porto ed era a cielo aperto.

      Dalla linea per Trapani si diramava un braccio all’altezza della via Pacini che raggiungeva il porto all’altezza del Piano dell’Ucciardone. Era a cielo aperto e prevalentemente in trincea e passava sotto le strade che attraversava, via Brunetto Latini, via Dante, via Sammartino, via De Spuches, via Villafranca, via Garzilli, via Messina, via XX settembre, via Trapani, via Libertà, via Corleo, via Carli, via Orsini e da lì al porto.

      Sebbene parliamo di opere relativamente recenti (furono dismesse nel 1957 dopo la realizzazione del nuovo anello di circonvallazione che inizia con la galleria Ranchibile), stranamente non esistono praticamente foto ma mappe e qualche sporadico studio da parte di appassionati locali.

      Vi do una dritta per capire quale fosse il percorso. Su google earth cercare via Mario Cutelli (angolo via Pacini) e seguire la linea prima dritta e poi trasversale che attraversa tutte le vie che ho elencate fino appunto al porto. Noterete che a questa linea praticamente quasi non corrispondono vie (tranne la via Scipione Li Volsi) ma si tratta di spazi quasi tutti inglobati in proprietà private. Vedrete pure il tracciato che – sulla linea principale – arrivava in superficie fino a Lolli.

    • peppe2994 3608
      14 dic 2020 alle 23:19

      1)Il tram non avrà barriere. Soltanto muretti di delimitazione. Non avrà neanche la catenaria nelle zone più centrali.
      2) Lavorare in superficie porta al grandissimo risultato della riqualificazione urbana, talmente importante che il tram diventa quasi un extra, vedi ad esempio il solo ponte sull’Oreto, infrastruttura chiave, od anche la rimodulazione della viabilità esistente.

      • punteruolorosso 2722
        15 dic 2020 alle 7:52

        un momento, su altri siti ho letto che la catenaria è stata abolita anche sulle linee periferiche. spero di no, e che almeno quelle ce l’abbiano. non sarebbe possibile chiedere se è così? altrimenti dovrebbero sostituire anche i vecchi convogli.
        mi piace il tram coi fili, la catenaria è l’elemento caratteristico di questo mezzo che altrimenti diventa molto simile a una supposta elettrica. sono sicuro che l’abolizione della catenaria è un arruffianamento nei confronti dei detrattori del tram, che fra i motivi del no mettevano “gli orribili fili che deturperanno per sempre la città”, mentre i centri storici di tutte le altre città hanno il tram coi fili e non si pongono il problema. consideriamo anche le linee abolite nel dopoguerra, che erano tipiche di via roma e di mezza città, e avevano tutte i fili.

        • peppe2994 3608
          15 dic 2020 alle 13:18

          Mai sentito dell’abolizione della catenaria sulle linee periferiche. L’ultimo video di presentazione pubblicato sul canale Youtube Mobilita precisa chiaramente la presenza della catenaria in alcuni tratti.

          • punteruolorosso 2722
            15 dic 2020 alle 22:50

            sembra che nell’ultimo progetto sia stata tolta la catenaria anche dalle linee periferiche. il video di mobilita è di una versione precedente. spero di aver capito male

        • Orazio 1719
          16 dic 2020 alle 22:15

          Perdonami punteruolo ma non è chiaro quale sarebbe la concessione e a chi. E’ un problema di inquinamento visivo. Rispettabililissimo il tuo modo di giudicare esteticamente le catenarie, ma converrai che la tua è una posizione “di nicchia”, essendo il gusto comune orientato diversamente.

          Poi convengo che i fili saranno romantici, daranno pure un tocco di colore, ma belli proprio no o almeno non sono in molti dire che sono belli, fili, pali e quant’altro. Parliamo del centro storico di una città, non del plastico ferroviario. Pure le capanne del presepe sono carine… ma nel presepe.

          Te lo scrivo sempre col massimo rispetto per ciò che tu scrivi.

          • punteruolorosso 2722
            17 dic 2020 alle 18:41

            salve orazio, la mia è una posizione puramente romantica. mi piacciono sia i pali che i fili. non mi piace chi si lamenta del fatto che deturpano, non si accorgono di tutto il resto.
            l’ing. di maria di sicilia in progress, che seguo e commento sul suo blog, ha invtervistato il dott. ferrandelli. quest’ultimo vorrebbe togliere i finanziamenti al tram e comprarci 300 bus.
            mi dispiace per ferrandelli, ma i bus non sostituiscono i tram. sono mezzi differenti.
            la rete tram va bene solo se è completa. e la si integri con passante, anello, metro ecc.
            speriamo che chi verrà dopo orlando non ci faccia rimpiangere il professore

          • Palerma La Malata 590
            18 dic 2020 alle 20:57

            punteruolorosso, esiste la categoria di cittadini che percepiscono la potenzialità della crescita urbana da un punto di vista…come dire? “sentimentale” che include le arti, il design, le percezioni sensoriali, le visioni romantiche, le visioni idealiste e le realizzazioni atte a far sentire bene ed a loro agio i cittadini negli spazi pubblici urbani. Sull’altro piatto della bilancia ci sono invece persone che percepiscono la potenziale crescita di una città esclusivamente da un punto di vista legislativo, burocratico, politico, statistico, numerico, partitico, intra-partitico ed economico.
            Io ti capisco al 101% quando tu dici che i “fili dei tram sono romantici” ma i tuoi tentativi di parlare con Orazio di questi aspetti “urbanistici-sentimentali” sono a mio avviso una totale perdita di tempo.
            Orazio ha la mente, ha i numeri, ha i dati statistici, ha le legislazioni imparate a memoria ma non ha il cuore per queste cose. Tu hai il cuore ma non hai quella mente fredda che richiedono la burocrazia e la legislazione.
            Le bellezze di Barcellona, Siviglia, Tokyo, Londra, Parigi, Firenze, Utrecht, Budapest, Dubrovnik, San Pietroburgo, Siena, Urbino, Edimburgo, Erice, Istanbul sono il frutto antico del “cuore” fiorito decenni e centinaia di anni prima che le legislazioni, i dati statistici, le ordinanze burocratiche, le computerizzazioni e tutta la stupida correttezza politica contemporanea dei nostri giorni assumessero la religiosità che assumono oggi.
            Cumpà, non perdere il tuo tempo prezioso a cercare di far cambiare idea ai tecnocrati-burocrati-legislofili. Non è nella loro natura poter percepire certe cose. Non per cattiveria nei loro confronti. Anche loro hanno le loro qualità ma noi e loro siamo fatti di paste differenti.
            E accetta pure il fatto che al Comune di Palermo “urbanistici romantici” non ce n’è neanche uno. Il romanticismo in Sicilia ci passau m’on ccin pinciu.
            E accetta anche che la Palermo che tu, io, Friz, danyel vorremmo non si materializzerà mai, mai, mai.

          • punteruolorosso 2722
            18 dic 2020 alle 21:30

            palerma la malata, mi piacciono anche i fili dell’elettricità nel cielo di tokyo, un segno caratteristico di quella città, molto fotografato. il cielo di praga è pieno di fili del tram. meno belle le città “europee”, un po’ troppo sterili e piene di quei grattacieli in vetro e acciaio che per noi sono un simbolo di modernità reso scintillante dal detersivo di francoforte e dalla lacca della signora von der leyen. secondo me il tram a supposta è un po’ come quei grattacieli. insomma sta venendo meno una delle ragioni del mio sostegno al tram. i fili. per il resto, ben vengano le nuove linee.

          • Orazio 1719
            18 dic 2020 alle 21:33

            Ammalata, hai preso l’ennesimo granchio..

            Il mio giudizio sui fili è solo e unicamente estetico. Ed è un giudizio comune alla maggior parte delle persone. Mi piace il bello e trovo brutti i fili.

          • punteruolorosso 2722
            18 dic 2020 alle 21:56

            e ti ricordi quando anche via maqueda aveva le luci che pendevano dai fili? ultimamente ho fatto un viaggio nella valle del reno in germania. lì dal treno ho visto tutti quei paesini che coi pali della luce in legno. seguivo i fili che si perdevano fra le case, finendo quasi in acqua. mi piacevano molto. è proprio una bella valle dove bere dell’ottimo vino.

  • Normanno 558
    14 dic 2020 alle 22:00

    Eccellente notizia! .Purtroppo l’attesa sarà lunga ma la prospettiva è chiara. Sperando che i miei concittadini non eleggano un genio di sindaco che blocchi tutto.

  • loggico 666
    15 dic 2020 alle 0:27

    Senza barriere sarebbe molto bello, spero che venga realizzata in questa maniera, ma sopratutto al foro italico mi pare inopportuno, troppi bimbi in giro; a mio parere serve una protezione, come ho scritto non mi piace l’idea ma se devo tra la sicurezza e l’estetica che ben venga pure il muro alto un metro!

    Non lo vedo scritto, il ponte collegherá Piazza Costellazione con via Ughetti?
    Laddove sarà realizzato sarà una manna dal Cielo per tutti coloro che vivono oltre l’Oreto

  • friz 1350
    15 dic 2020 alle 1:35

    Ovviamente, dopo tantissimi anni in cui questa città è stata abbandonata da un punto di vista estetico, fa piacere vedere qualche progetto che la possa abbellire… però dobbiamo capire che Palermo si potrebbe riqualificare da un punto di vista estetico anche senza dover realizzare il tram… io non metto in discussione la volontà di fare un restyling di una città trascurata da decenni, perchè è ovvio che sarebbe necessario ovunque un restayling a Palermo, basti pensare all’orrenda e ridicola pedonalizzazione fatta a Piazza borsa qualche anno fa… quindi ripeto, io e tantissimi altri non mettiamo in discussione il restayling, noi mettiamo in discussione l’intero progetto Tram, un progetto miope e radicalmente sbagliato… basterebbero altre due linee tram, non di più…
    Facciamoci qualche domanda:
    1) Il Tram è più veloce di un Autobus? NO!
    2) La Metropolitana è molto più veloce di un Tram? SI!
    3) Il Tram ha costi di gestione fissi più alti rispetto ai costi di gestione degli autobus? SI!
    4) Il Tram ha costi di gestione più alti rispetto ad una Metropolitana automatica? Si, il Tram ha costi di gestione molto più alti rispetto ad una metropolitana automatica!
    5) Imporre ai palermitani di pagare la ZTL ha coperto i maggiori costi del settore Tram? NO!
    6) Da quando è stato realizzato il Tram non è forse vero che ogni anno l’Amat ha spesso rischiato il fallimento? SI!
    7) Il Tram occupa spazio in superfice? SI!
    8) Il Tram ruba spazio ad eventuali piste ciclabili? SI!
    9) Il Tram ruba spazio ad eventuali aree pedonali? SI!
    10) Il Tram ruba spazio al trasporto privato (macchine ed auto)? SI!
    11) La Metropolitana ruba spazio alle piste ciclabili? No!
    12) La Metropolitana ruba spazio ad eventuali nuove zone pedonali? NO!
    13) La Metropolitana ruba spazio al trasporto privato (macchine e moto)? NO!
    14) A Parigi sono stati stupidi a investire miliardi nella metropolitana quando invece avrebbero potuto risparmiare un sacco di soldi coprendo le stesse linee con il tram? NO!
    15) A Londra sono stati Idioti a spendere miliardi e miliardi per realizzare metropolitane quando invece avrebbero potuto risparmiare montagne di sterline coprendo le stesse zone con il tram? NO!
    16) A New York sono stati degli imbecilli ad investire una montagna di dollari in Metropolitane quando invece avrebbero potuto risparmiare tantissimo ricoprendo la città di tram? NO!
    17) A Dubai sono stati matti da legare a spendere miliardi per realizzare Metropolitane quando invece spendendo molto di meno si sarebbero potuti accontentare del Tram? NO!
    18) A Milano a Napoli e a Torlino sono stati dei Pazzi a sprecare tanto danaro pubblico per realizzare diverse linee della metropolitana invece di risparmiare realizzando il tram lungo gli stessi percorsi? NO!
    19) A Catania sono stati cretini a realizzare una bella linea della Metropolitana, quando invece, risparmiando un sacco di soldi, avrebbero potuto ricoprire la città di tram? NO!
    20) A Brescia sono stati dei coglioni a spendere una montagna di soldi per realizzare una Metropolitana Automatica quando invece realizzando una semplice linea tram avrebbero risparmiato un sacco di danaro pubblico? No, a anche a Brescia hanno fatto Benissimo!

    Vostro Onore non ho nulla da aggiungere, chi vuole usare il cervello lo usi, chi lo vuole spegnere lo spenga! Siamo in un paese libero ed ognuno può fare quel che vuole!
    Buona Serata a Tutti!

    • Orazio 1719
      16 dic 2020 alle 22:32

      Alle tue frottole rispondo con una città a volta. Prima Brescia. Ora Dubai.

      Se tu fossi stato a Dubai (EAU) o se solo avessi impiegato tempo a studiare quella città, sapresti che si tratta di una città dilatata nel deserto pressochè tutta in lunghezza, per almeno 60 km e non interemente urbanizzata ma con centri d’interesse distanti tra loro collocati idealmente lungo un alinea retta. Ovvio che in questo caso si realizzi una metropolitana che corre dritta, parallela a un km dalla costa, e a nord curva verso l’interno per raggiungere l’aeroporto. Quasi tutta di superficie (tranne nella zona cosiddetta storica) e automatica, con km e km tra una stazione e l’altra.

      Proprio a Dubai, in una delle tante città nella città che la compongono, e cioè a Dubai Marina, dove serviva una connessione capillare cosa hanno realizzato? Un bel sistema tranviario!

      Prossima puntata… indovina indovinello, non c’è fretta visto che la tua è una guerra santa e si sa che un crociato combatte per fede cieca.

  • Fabio 60
    15 dic 2020 alle 6:48

    Il tram esiste in molte città Europee come Parigi, Stoccolma, Oslo, Barcellona molto più civili e anni luce avanti nella mobilità urbana: SI.
    Siamo i piou incivili d’Europa e e abbiamo lo stile di guida più assurdo del mondo: SI
    Dovremmo imparare a rispettare la segnaletica stradale (Automobilisti, PEDONI, Ciclisti, monopattinisti, motociclisti): SSSSIII

  • punteruolorosso 2722
    15 dic 2020 alle 8:04

    il prolungamento di via catullo verso la stazione di sferracavallo è previsto? attualmente la stazione del passante di sferracavallo è isolata, su una strada senza marciapiedi né illuminazione, non servita da navette.
    il comune s’impegni a fare le linee tram e a integrarle con il passante, altrimenti le due cose rimarranno isolate fra loro come la maggior parte delle cose di questa città.
    la linea più importante è secondo me quella che da calatafimi (TP) porta alla stazione centrale.

  • punteruolorosso 2722
    15 dic 2020 alle 8:13

    un’altra domanda: la linea costiera escluderebbe l’ipotesi di una trincea o di un tunnel automobilistico al foro italico e di uno svincolo in via perpignano?

    • punteruolorosso 2722
      15 dic 2020 alle 8:18

      le macchine e i camion che da sant’erasmo vanno verso il porto subirebbero enormi rallentamenti a causa dei tram che da via lincoln svolteranno sul foro italico, e che avranno la precedenza. a questo punto conviene veramente mettere tutto il lungomare in tunnel.

  • vanni 19
    15 dic 2020 alle 9:50

    Friz si è scordato una domanda: la metropolitana costa dieci volte più del tram? SI. Coi circa 500 milioni di euro che il governo ci darà potremmo costruire 40 km di linea tramviaria o 4 km di metropolitana. Domanda cosa ci faremmo con soli 4 km di metropolitana? non è meglio arrivare a Mondello praticamente da ogni parte di Palermo mediante il tram?

    • friz 1350
      15 dic 2020 alle 10:58

      ….ciao Vanni…. sì, è vero che la metropolitana automatica ha costi di realizzazione superiori ai costi di realizzazione del Tram, ma è anche vero che la Metropolitana Automatica ha costi di gestione molto più bassi rispetto ai costi di gestione del Tram… e questo non è un particolare in considerazione del fatto che ogni anno, da quando è stato realizzato il Tram, si sono fatti salti mortali per evitare di far fallire l’Amat…
      ….e ti chiedo inoltre come mai, in città più piccole di Palermo, come Brescia e Catania, hanno preferito realizzare la metropolitana piuttosto che riempire la città di linee tram? Sono stati stupidi a Brescia e a Catania? No, sono stati lungimiranti!
      Ancora 4 domande:
      1) Realizzando una linea della metropolitana che copra lungo la sua lunghezza la città, da Mondello, passando per il centro fino a vai Messina marine, si VELOCIZZA e si migliora di molto il trasporto pubblico cittadino? SI!
      2) Coprendo la città di linee tram si migliora e si velocizza il trasporto pubblico cittadino? NO!
      3) Con la metropolitana si alleggerisce il traffico automobilistico in superficie? SI!
      4) Con il Tram si alleggerisce il traffico automobilistico in superficie facendo diminuire gli ingorghi? NO!
      5) Per realizzare la Metropolitana in alcuni casi bisognerà tagliare alberi? No, mai!
      6) Per realizzare il Tram in alcuni casi si dovranno tagliare alberi o ridurre lo spazio destinato al verde? Sì, in alcuni casi sarà necessario!
      Vabbè… per adesso mi fermo qui…
      Buongiorno!

      • Orazio 1719
        16 dic 2020 alle 7:41

        Parli a vanvera. Se fossi andato sul sito del Comune di Brescia avresti letto che a Brescia:

        “È stato elaborato il progetto di fattibilità per la realizzazione di un nuova rete tramviaria. L’ infrastruttura si estenderà per 23 km in ambito cittadino e il 35% sarà collocata su una corsia riservata, separata dal traffico automobilistico.

        La rete si articola su un’ipotesi di tre distinti servizi di linea, di pari frequenza ogni 15 minuti, che permetterà di soddisfare il maggior numero di relazioni dirette possibili (senza interscambi) e di garantire una frequenza obiettivo di sette minuti e trenta secondi su tutti gli assi e le direttrici principali servite, grazie alla regolare sovrapposizione tra le linee.

        Il modello di offerta prospettato complessivamente è così composto da

        linea T2: Pendolina – Centro – Stazione – Fiera (lunghezza: 11,75 km)

        linea T3: Violino – Centro – Sant’Eufemia (metro) (lunghezza: 14,90 km)

        linea T4: Fiera – Stazione – Sant’Eufemia (lunghezza: 8,48 km)​

        Il parco rotabile individuato per l’esercizio è quantificato in 20 tram, comprensivo dei veicoli di riserva.

        E’ prevista l’alimentazione elettrica mediante catenaria, tranne nelle tratte centrali dove i tram transiteranno in autonomia grazie a batterie installate a bordo dei mezzi.

        È stato ipotizzato inoltre uno stralcio, tecnicamente ed economicamente funzionale, che consiste nella realizzazione della sola linea T2 Pendolina – Centro – Stazione – Fiera, con un’estensione di 11,75 km di cui 3,8 km in sede propria separata dal traffico automobilistico.

        La durata dei lavori è stimata in circa quattro anni e l’avvio al pubblico esercizio è previsto a partire dal 2027.”

        • friz 1350
          16 dic 2020 alle 14:44

          ….io faccio discorsi seri e tu rispondi scrivendo stupidaggini… il mio discorso era diverso ma tu come al solito non l’hai capito… o probabilmente non l’hai voluto capire perchè il tuo compito è quello di difendere qualunque cretinata faccia orlando….
          Che dire di più? contento tu…. i palermitani però non sono contenti di come viene governata Palermo… molti palermitani sono giustamente disgustati… siete rimasti in pochi ancora col prosciutto davanti agli occhi…

  • vanni 19
    15 dic 2020 alle 9:56

    Friz si è scordata una domanda: la Metropolitana costa DIECI volte più del Tram? SIIIIII
    La seconda domanda è: conosco qualche politico che è disposto a far finanziare QUATTRO Miliardi di euro per fare quaranta km di Metropolitana a Palermo? NOOOOOO

    • matteo O. 204
      15 dic 2020 alle 11:47

      Questa storia del “se costa troppo mi accontento di una cosa meno utile” è veramente triste… Palermo è l’unica città al mondo dove si ragiona cosi.
      I ogni caso non credo sia questa la motivazione altrimenti il Sindaco non avrebbe detto che comunque è intenzionato a fare anche la MAL.
      Io penso che la cosa migliore era chiudere l’anello tramviario (Giachery, Marina, Stazione, Università e perchè no anche Notarbartolo – Politeama); e questo renderà in effetti le attuali linee tramviarie molto più utili e quindi redditizie.
      Ma la tratta Oreto – Mondello è decisamente meglio in metro. Non capisco perchè si sia deciso di fare prima questa e dopo la MAL e non viceversa se proprio si volevano entrambe le infrastrutture.

      • peppe2994 3608
        15 dic 2020 alle 13:15

        Perché essendoci una rete tram esistente, c’erano possibilità concrete di ottenere un finanziamento rispetto ad un progetto ex novo. E difatti così è stato. 750 milioni di euro ottenuti, peraltro in modo molto celere.
        Non sono per niente d’accordo sul fatto che la tratta per modello fosse stata meglio in metro(tratta per la quale il progetto della metro neanche esiste). Le strade sono larghe, ed il tram a Mondello si porta dietro la totale pedonalizzazione e riqualificazione del lungomare.

        • matteo O. 204
          15 dic 2020 alle 13:43

          Ma la Oreto – Mondello passa anche per tutto il centro storico dove sarebbe stato più bello avere una pedonalizzazione totale con piste ciclabili. E lo stesso vale per tutto il lungomare di Mondello, dove sarebbe stato meglio pavimentare tutto e renderlo completamente pedonale anzichè farci passare in mezzo il tram, che è a mio parere uno scempio seppur fatto senza catenaria (non capisco infatti perchè non lo facciano arrivare solo in via Palinuro anzichè sul lungomare). Penso ad esempio ai lungomare in California che sono molto ampi e dove la gente va con pattini, skate, bici etc….
          Non capisco poi perchè una fermata di metro non potrebbe portare con se ugualmente una pedonalizzazione… anzi la renderebbe ancora più ampia.

          • friz 1350
            15 dic 2020 alle 20:03

            Ciao Matteo… hai perfettamente ragione… le cose che scrivi sono estremamente razionali…. la pedonalizzazione di una strada, non sprecando spazio con il tram, può essere mille volte più bella… più spazio in architettura spesso significa più possibilità… è difficile realizzare una Grande villa con 30 metri quadrati… e allo stesso modo potremmo dire che è difficile realizzare una Meravigliosa Rambla se hai a disposizione pochi metri di larghezza perchè diversi li hai sprecati col Tram…
            Via Roma, senza macchine e senza tram, potrebbe essere uno spettacolo… ma con il tram in mezzo ai piedi sarebbe più o meno simile ad ora, non vedrei grandi progressi… diciamo che Orlando e company hanno deciso di far volare bassa Palermo e ci stanno riuscendo benissimo… in ogni settore…. dalla gestione dei cimiteri, alla gestione della spezzatura…. passando per la gestione delle fognature… fino alla pianificazione del futuro trasporto pubblico….
            In quanto alla reale volontà di Orlando di realizzare la Mal non ci credo neanche un poco… tieni presente che circa dieci anni fa il progetto della Mal era a buon punto… in circa 9 anni Orlando è riuscito a non far nulla per la metropolitana automatica… inoltre tieni presente che già sarà un miracolo (e non è un modo di dire) per il prossimo sindaco non far fallire l’Amat con tutte queste linee tram… figuriamoci se con queste premesse potrà essere finanziata in futuro la Mal… al massimo fanno il progetto per fare “tutti” fessi e contenti… la cosa grave di tutto “l’affare” tram è non solo di non aver migliorato la velocità media del servizio di trasporto pubblico, ma anche di aver bloccato nei fatti la futura realizzazione della Mal…
            Lo sai perchè hanno presentato prima le linee tram del progetto della Mal? Perchè il primo progetto ad essere presentato avrebbe nei fatti ridotto a zero le possibilità di farsi finanziare il secondo… purtroppo, come Orlando ha già dimostrato in tante occasioni, la sua parola non conta molto… promette una cosa e poi fa il contrario… ad esempio aveva promesso un nuovo Central Park ed attualmente abbiamo solo una Favorita in cattive condizioni… e il Parco Cassarà non sono neanche capaci di aprirlo interamente… perchè costa troppo….
            Alcuni sostengono che queste nuove linee tram rimarranno in vita grazie a nuovi soldi che forse arriveranno in futuro dalla regione… ma siamo sicuri che arriveranno? A mio avviso arriveranno solo se la Regione avrà lo stesso colore politico del prossimo sindaco di Palermo…. altrimenti quei soldi non arriveranno… e se non arriveranno l’Amat fallirà e grazie ad Orlando sarà privatizzata…. Non scordiamoci che la Regione Siciliana è la regione più indebitata d’Italia e non ha grandi possibilità di regalare soldi… e semmai per ipotesi dovessero anche arrivare quei soldi è presumibile che poi la Regione non finanzierebbe altri interventi per Palermo… darebbe i soldi per il tram e poi taglierebbe altri settori…. e tutti sappiamo che invece Palermo avrebbe un gran bisogno di interventi regionali, perchè è appesantita da un sacco di dipendenti pubblici, molti dei quali creati dallo stesso Orlando… in altre parole nelle casse comunali non c’è un soldo ed è stupido fare crescere ulteriormente in maniera esponenziale i costi della gestione Amat senza migliorarne di fatto il servizio… è da stupidi…
            Speriamo che le migliori Menti palermitane si possano muovere quanto prima per salvare questa città…. continuando in questa direzione non si va da nessuna parte….
            Nonostante tutto resto fiducioso perchè vedo tanti palermitani che si sono stufati e non si vogliono più fare prendere in giro da questi buffoni… Palermo, malgrado tutto, può sperare in un futuro migliore….
            Buona serata!

          • punteruolorosso 2722
            17 dic 2020 alle 18:46

            il tram è capillare, deve arrivare in piazza, è fatto per questo. non deturpa più di un’auto in seconda fila.

          • matteo O. 204
            21 dic 2020 alle 10:43

            @Punteruolorosso pensare che il tram debba arrivare ovunque è sbagliato. Ti faccio un esempio pratico su Milano: Corso Vittorio Emanuele e Via Torino (entrambe le arterie partono da Piazza Duomo).
            Corso Vittorio Emanuele è servito dalla metro in tutta la sua lunghezza da Piazza San Babila, Duomo, Cordusio, Piazza Castello. E’ completamente pedonale e pieno di negozi. Purtroppo non è lo stesso per Via Torino, la quale seppur anch’essa piena di negozi (e quindi piena di persone) ha le due corsie centrali invase dal tram. Passeggiare li risulta molto difficile e sarebbe sicuramente auspicabile eliminare il tram se ci fosse una linea di metro che coprisse il tracciato….

          • punteruolorosso 2722
            22 dic 2020 alle 6:44

            matteo, tutti si lamentano che un tram ci sta assai ad arrivare dal centro a mondello. certamente più di una metro. e tu dopo 30 minuti di viaggio sul tram vorresti fare scendere le persone in via palinuro e farle continuare a piedi fino alla piazza? anche le navette che tu immagini partano da via palinuro intralcerebbero i pedoni, esattamente come il tram. a questo punto meglio fare arrivare direttamente il tram, evitando cambi, perdite di tempo e tratti a piedi. diverso il discorso metro. se per motivi tecnici non è possibile farla arrivare in piazza, va necessariamente fatta fermare fuori dal paese. e allora avresti lo stesso un popò di navette nella zona pedonale. forse le navette ti danno meno fastidio dle tram, ma a livello di intralcio per i pedoni sono la stessa cosa.

          • matteo O. 204
            22 dic 2020 alle 12:04

            punteruolorosso Non ho mai parlato di nessuna navetta… non capisco a cosa ti riferisci. Se poi parti dal presupposto che la gente non possa fare 100 metri a piedi, mi sa che il concetto di mezzo pubblico non ha nessun senso.
            Il tram potrebbe girare in via principe di scalea (100 metri esatti dal lungomare) e tornare da via palinuro. A quel punto sul lungomare fai sparire l’asfalto e diventa un immenso salotto sul mare.
            Inoltre chi dice che la metro non si può fare?

          • punteruolorosso 2722
            22 dic 2020 alle 14:07

            matteo, non so le distanze di via palinuro dal mare. secondo me il tram una cosa buona ce l’ha, e cioè la sua capillarità e facilità di entrare in centro grazie a vetture snelle e a binari poco invasivi. per questo sarei a favore di un tram che arrivi in piazza. la metro in piazza? sarebbe bellissima, solo che non so se i terreni soffici di mondello lo consentono. nel progetto di metro leggera automatica c’era un capolinea abbastanza lontano servito da navette. sarà per problemi geologici?
            sarebbe bello vedere mondello come un salotto. la pedonalizzazione, già possibile grazie all’apertura di via palinuro, è stata osteggiata dai commercianti. se il tram (o la metro) dovessero arrivare in piazza, non ci sarebbero più scuse. non vedo conflitti fra pedonalizzazione e tram, li vedo semmai fra pedonalizzazione e macchine.
            il lungomare è abbastanza largo, lo spazio c’è. omunque l’importante è che facciano qualcosa!

  • se68 521
    15 dic 2020 alle 13:29

    Si, una linea oreto-mondello di metro sarebbe il perfetto completamento di questo sistema.
    Io vedrei pure un prolungamento della prevista linea costiera F verso mondello, attraverso via montepellegrino e la favorita, e poi bisognerebbe pensare anche a Monreale e c.so calatafimi..

  • se68 521
    15 dic 2020 alle 13:33

    La polemica tram vs metro è inutile. Servono entrambe, una che copre le lunghe tratte una le brevi.
    Ad esempio, ai pendolari di mondello, non credo servirà la prevista linea (tortuosa) per raggiungere il centro.Sarebbe molto più utile una linea di metro ovvero una di tram che attraversi la favorita…

  • Benedetto Bruno 231
    15 dic 2020 alle 23:41

    In Australia, Melbourne (5.000.000 di abitanti) che ha la rete tranviaria più lunga del mondo con 250 kilometri di estensione e 24 linee ha trasportato 206.000.000 di passeggeri nell’anno 2017-2018.
    La previsione che la futura rete tranviaria di Palermo (660.000 abitanti) con 84 kilometri di estensione e con 6 o 7 linee trasporterà 80.000.000 di passeggeri all’anno mi sembra una delle loro solite sparate dette per fare l’ennesimo spettacolino pieno di scintillante fuffa.

    • danyel 745
      16 dic 2020 alle 15:17

      Sono d’accordo con te … fermo restando il fatto che fino a questo momento, a Palermo, il Tram è stato un semi-flop! Ma evidentemente vogliono continuare a fare in modo che sia così!! …

          • peppe2994 3608
            17 dic 2020 alle 14:00

            Il numero di passeggeri non è in alcun modo verificabile, a prescindere dai proclami di chiunque. Il modo migliore e guardare ad occhio, ed i fatti dicono il contrario.

            Per quanto riguarda il discorso debiti, è un discorso molto stupido. Tutto il trasporto pubblico è in perdita. TUTTO. Seguendo questo ragionamento andrebbe abolito, allo stesso modo aboliamo pure i treni no ? È compito della politica destinare le risorse ai servizi, ma questo vale per tutto, mica solo per il trasporto. I soldi vengono spesi per l’utilità sociale dei servizi erogati, lo stato non è una società per azioni.

    • friz 1350
      16 dic 2020 alle 20:47

      Ciao Benedetto… spero che stai bene… sempre bello leggerti…
      Buona serata!

  • Valerio 62
    16 dic 2020 alle 19:21

    Se non sbaglio il bando per l’accesso ai fondi era per la mobilità “leggera”, cioè la MAL restava comunque esclusa da possibili finanziamenti. Quindi non è stata fatta la scelta di finanziare il Tram piuttosto che la MAL.
    La scelta politica (chiaramente errata) di non investire sulla metropolitana venne fatta negli anni novanta, Inutile discuterne adesso.
    Io ritengo che non possiamo permetterci di rinunciare al tram per aspettare 20 anni per la realizzazione di una metropolitana.
    E’ chiaro che servono entrambe perchè si tratta di due mezzi di trasporto complementari.
    Ma in questo momento bisogna cogliere il lato positivo cioè che per la realizzazione del tram occorrerà molto meno tempo e sarà comunque un mezzo di trasporto più capillare. E’ illusorio che la MAL – per quanto indispensabile – possa da sola risolvere da sola tutti i problemi della mobilità di Palermo (non stiamo arlando di tre/quattro line di metro, ma di una sola linea nord/sud con fermate distanziate 7/800 metri l’una dall’altra).
    Invece, senza polemiche, questo sarebbe il momento propizio per attingere dal recovery found per finanziare il primo stralcio della MAL. Ci vorrebbe una volontà politica forte che temo manchi, fermo restando che con tutte le beghe burocratiche e i rischi di un appalto così complesso, i tempi di realizzazione sarebbero molto lunghi.

    • friz 1350
      16 dic 2020 alle 20:46

      Purtroppo ti sbagli… la fase della progettazione della Mal è ferma al precedente sindaco… cioè a circa 10 anni fa… e per questo motivo, dato che non c’era un progetto definitivo, ovviamente era impossibile farsela finanziare…. infatti, nello stesso identico periodo, sono state finanziate altre fermate della metropolitana in tante altre città…
      Oltretutto nessun sindaco pazzo metterebbe in competizione i due mezzi di trasporto perchè non ci sarebbe gara…. se ci fosse almeno una metropolitana che coprisse l’intera lunghezza di Palermo, ovviamente, potendo scegliere, quasi tutti sceglierebbero la metro, perchè offrirebbe un trasporto molto più veloce, disertando in molti casi il tram…. che andrebbe sempre più in perdita….
      Oltretutto se ora questi governi stanno spendendo tanto per il tram, è molto improbabile che nei prossimi anni si spenderanno altri soldi per la Metropolitana automatica a Palermo…. sperando sempre che nel frattempo le nuove linee tram non avranno fatto fallire l’Amat…

  • friz 1350
    17 dic 2020 alle 0:40

    Orazio ,ti giuro, non vi capisco:
    Palermo è in ginocchio e infatti Orlando giustamente è stato nominato il peggior sindaco d’Italia… i marciapiedi della città sono distrutti, l’asfalto delle strade fa schifo, quando piove si formano laghi in ogni angolo di Palermo… i cadaveri, unica città in Europa, non possono essere seppelliti… la città, grazie alla classe politica che rappresenti, quest’anno si è indebitata fino al 2035 per salvare un paio di municipalizzate, tra cui l’Amat… c’è traffico in tantissime zone della città… il trasporto pubblico è semplicemente il più scarso e lento d’Europa… c’è stata un’operazione di polizia, l’operazione Giano Bifronte, che ha coinvolto parecchi esponenti che sostenevano questo il sindaco che sponsorizzi giorno e notte, ovvero orlando… per la Favorita in campagna elettorale avevate promesso grandi cose, ma poi nei fatti avete fatto poco e niente…. lo svincolo del Forum è ancora chiuso…. il Ponte del Baby Luna ancora non è stato raddoppiato…. il lungomare di Sferracavallo sembra una favelas brasiliana…. ecc… ecc…. e in questa situazione, invece di risolvere i tantissimi problemi che affliggono Palermo, il vostro unico pensiero è quello di sponsorizzare il tram… perchè? Come mai?
    Perchè, per te, per Orlando, per l’archietetto Li Castri, per giusto Catania per emiliano Arcuri, è tanto importante questo tram? Orazio rispondi a questa domanda…, facci capire meglio tu…. credimi, io e tante altre persone vorremo capire….
    Cosa vuoi che ti dica sul tram?
    Vuoi che ti dica che Brescia o Catania avrebbero fatto meglio ad investire nel tram piuttosto che nella metropolitana? No, non te lo posso dire…. Brescia e Catania hanno fatto benissimo a dare priorità alla metropolitana…
    Ti dovrei dire forse che a Parigi Berlino Dubai Stoccolma e Londra hanno fatto male a spendere miliardi nella metropolitana quando invece avrebbero potuto risparmiare soldi investendo nel tram?
    Mi dispiace, non te lo posso dire… a Parigi, New York Dubai Londra hanno fatto Benissimo a investire un sacco di soldi per la metropolitana….
    Vedi, Orazio, ci sono tante cose che non comprendi, ma una non la capisci del tutto…. te la spiego meglio, vediamo se almeno questa volta la capisci: nelle città che hanno problemi di traffico intenso nelle ore di punta, come Palermo ad esempio, si cerca di investire nella Metropolitana per alleggerire e svuotare lo spazio in superficie… nelle città che non hanno problemi di traffico e che hanno strade larghissime, e quindi non è il caso di Palermo, in alcune periferie si investe nel tram…. ma poi capita spesso che con gli anni alcune linee del tram vengono sostituite con linee della metropolitana… e questo avviene per velocizzare il servizio e per “avvicinare” le periferie al centro della città….
    Tu e le persone che rappresentate dovreste accontentarvi della poltroncina alla quale siete incollati… evitate di far finta di essere degli esperti di metropolitane, degli esperti di spazzatura, degli esperti di fognature, degli esperti di pedonalizzazioni o di ZTL… dovete essere onesti con voi stessi: siete solo delle persone che portano acqua al proprio mulino… siete dei politici che difendono il loro operato, tutto qua… state facendo semplicemente i vostri interessi… smettetela di fare finta di fare gli interessi di Palermo…. questa città la state affogando, non la state salvando!
    Buonanotte!

    • punteruolorosso 2722
      17 dic 2020 alle 7:21

      orazio, rispondi a questa domanda…
      cui prodest? cerca di rispondere orazio, non nasconderti dietro a una pensilina…
      per caso sei di catania o di brescia? saresti geloso se palermo avesse la metro come queste due città da cui provieni? tu sai che catania e brescia sono collegate fra loro da una linea metropolitana da duemila chilometri senza fermate intermedie?
      rispondi orazio. o forse dovrei chiamarti giusto o leoluca?

      • Orazio 1719
        17 dic 2020 alle 8:10

        … tu quoque… mi è piaciuto solo puntualizzare e correggere il 5% delle frottole che spara quello lì, gli ho spiegato come funziona a Dubai e come funzionerà entro poco tempo a Brescia, sulle reti di metropolitana costruite nell’800 manco vale la pena entrare nel merito. Una cosa sono le opinioni, una le frottole. E io opinioni ne posto davvero poche, in proporzione molti più fatti, rileggiti i miei post e troverai conferma.

        Se ci fosse la metro, bene, ovviamente, non capisco il senso della tua domanda, però con tutta la mia fantasia non riesco a concepire più di una linea, che poi più o meno è quella dell’asse Oreto – Statua e proseguimento verso nord.

        E infine, questa storia che io sarei Orlando o Catania davvero è una delle cose che più mi diverte, il mondo virtuale contribuisce a far sparare cavolate e farle diventare reali, il suggerimento è che non perdiate il senso del reale e la misura della logica. Non perchè me lo dite voi io divento sindaco o assessore, ma dicendolo siete voi a sembrare un po’ strani.

  • Valerio 62
    17 dic 2020 alle 7:26

    Buona parte delle cose che dici è verissima, ma se negli ultimi 30anni Palermo non ha saputo proporre una alternativa di spessore a Orlando di chi è la colpa, se non degli stessi Palermitani…..
    Poi non bisogna trascurare che il panormosauro non fa nulla per attenuare le inefficienze dell’amministrazione. Anzi, ci mette carico. L’amministrazione è espressione di quello che siamo noi e anche il Palermitano più civile non ci pensa due volte a uscire in auto e lasciarla in doppia fila o sulle strisce pedonali.
    Cmq forse l’ultimo vero “treno” per accedere a finanziamenti per la MAL si gioca col ricovero found. Perso questo (e lo perderemo…) ce la possiamo scordare

    • friz 1350
      22 dic 2020 alle 21:02

      Ciao Valerio, scusa se rispondo solo ora: per farsi finanziare la MAL con il Revovery found ormai è dura… tieni presente che tantissime altre città stanno “lottando” per accedere a quei fondi… e noi a Palermo, grazie ad una classe politica SCARSISSIMA, non abbiamo neanche un progetto definitivo per la MAL…. e senza progetto definitivo la vedo difficile… oltretutto, dopo aver spesso (ma sarebbe meglio dire meglio buttato) tanti soldi per il tram, sarà difficile che nei prossimi anni qualche governo finazierà altre grandi opere per il trasporto pubblico di Palermo… le nostre carte le dovevamo giocare ora, e orlando e company le hanno giocate malissimo…
      Proprio oggi leggevo che a Roma moltissimi romani sono incazzati perchè non verranno realizzate delle nuove fermate della Linea C della metropolitana…. infatti in teoria dovevano prolungare la linea C, cioè la loro linea di metropolitana automatica… in pratica in ogni città si sta lottando per farsi finanziare progetti grossi…. e qui, con orlando e giusto catania, siamo a mare…. qui ci dobbiamo accontentare delle briciole, cioè ci dobbiamo accontentare del lentissimo tram, che presenta tantissimi limiti e non risolve alcun problema…
      Buona serata!

  • Salvo68 98
    29 dic 2020 alle 21:23

    Come si fa a dire che il tram è lentissimo? In soli 15 minuti dalla Stazione arrivi al Forum. Io lo trovo comodissimo e senz’alcun dubbio migliore di autobus e auto. Inoltre non inquina a differenza dei mezzi precedenti. In molte città d’Europa ho visto nuove linee di tram, da Ginevra a Firenze, da Dublino a Gent, da Praga a Lisbona. Tutti stupidi? Con la cifra finanziata per lle tante linee di tram a al massimo si sarebbe potuta realizzare una sola linea di metropolitana (in 25-20 anni, vedi Passante Ferroviario)..

    • friz 1350
      30 dic 2020 alle 1:05

      Se prendi un tragitto, qualunque tragitto, col tram lo fai in un tot di tempo e con la metropolitana lo fai nella metà del tempo, e certe volte anche meno… il motivo è semplice: sia il tram sia la metropolitana sono treni e quindi se investono una persona sono molto pericolosi… ma la metropolitana, non incrociando lungo il suo percorso esseri viventi (adulti, anziani, bambini ed eventuali cani), può andare molto veloce… il tram, invece, potendo “incrociare” esseri viventi, deve andare molto lento… infatti purtroppo può capitare che una persona (adulto o bambino) attraversa dove non dovrebbe…. e di conseguenza per motivi di sicurezza pubblica il tram procede lentamente…
      E questo è uno dei tantissimi motivi per cui le Grandissime Città del mondo preferiscono investire nella metropolitana piuttosto che nei tram, infatti ai tram affidano tratte molto più limitate…. ma questo non è il solo motivo per cui la Metropolitana è molto migliore del tram… i motivi sono tanti e dato che sei intelligente li capisci da solo….
      Ad ogni modo ci sono studi scientifici che dimostrano che in una città, in generale, il mezzo di trasporto più lento è il tram, molto più lento della metropolitana… e anche un autobus che corre su corsie preferenziali risulta più veloce di un tram su corsie preferenziali….

      • marcus 224
        31 dic 2020 alle 8:57

        Scusa friz,

        Ti cito:

        “Ad ogni modo ci sono studi scientifici che dimostrano che in una città, in generale, il mezzo di trasporto più lento è il tram, molto più lento della metropolitana… e anche un autobus che corre su corsie preferenziali risulta più veloce di un tram su corsie preferenziali….”

        Porti almeno una fonte autorevole del millantato studio scientifico per ciascuna delle due affermazioni ?

        Grazie

        • loggico 666
          31 dic 2020 alle 9:43

          in frenata e in accellerazione un autobus ha tempi sicuramente migliori, la colpa non è certo del tram, la struttura è diversa.

          ps ad ogni modo news di oggi che non se ne fara piu niente per buona pace di tutti..

          • Orazio 1719
            31 dic 2020 alle 14:16

            E invece si farà, con buona pace di qualcuno. Il progetto in sé è interamente finanziato, il Consiglio Comunale ha votato contro il mutuo che serve per le opere accessorie.

          • peppe2994 3608
            31 dic 2020 alle 16:43

            Sembrano risposte inerenti un mondo immaginario.
            Ma hai mai preso una metropolitana ? (Ovviamente immagino di sì, è chiaro che questi sono discorsi puramente ideologici). Improvvisamente il tempo necessario per scendere e salire da sotto terra non conta più ? Ignoriamo anche la necessità di un trasporto capillare ?
            Il tram non fa concorrenza alla metropolitana, come molti si ostinano a credere. Stiamo parlando di un sostituto dei bus, in modo da offrire un servizio, comodo, capillare, rapido (no traffico) e puntuale.
            Ma niente, qui si va avanti con il paraocchi, come i cavalli, ignorando del tutto gli enormi benefici dei collegamenti previsti dove la metropolitana non arriverà mai, neanche qualora si decidesse di realizzare una linea.
            Concetto troppo difficile da capire, pazienza. Continuiamo con le crociate.

          • punteruolorosso 2722
            31 dic 2020 alle 17:35

            dott. loggico, speriamo invece nelle nuove linee, almeno in quelle della prima fase. che fastidio vi dà, per esempio, il prolungamento della 4 da calatafimi alla stazione passando per l’università e la stazione orleans, con il collegamento fra le linee 1 e 4?
            che problemi avete con l’eliminazione di piazza boiardo, un vero imbuto per chi sale da via notarbartolo, e il prolungamento del tram 2-3 verso via libertà?

  • loggico 666
    30 dic 2020 alle 10:18

    Nella ipotesi che venga realizzata , vederla inaugurare da un sindaco non di sinistra non sarà un bello spettacolo per coloro che l’han pensata e finanziata..
    io non ho dubbi che non ci sara piu spazio per un sindaco di sinistra, certo Orlando e company hanno, forse, ancora un anno, ma temo che orami è troppo tardi..

    Il regalo di fine anno é che neanche coloro che ci han preceduto hanno una degna sepoltura, e noi che siamo ancora vivi dobbiamo convivere con spazzatura, ponti che da un momento all’altro potrebbero cadere, code di 8 chilometri per non staccare due bulloni, tasse comunali non commisurate al redfito medio dei palermitani e con tante belle promesse che ahime, non hanno trovato riscontro

    Auguro a tutti voi, Orazio compreso ( a scanso di equivoci ) un buon 2021 !!!

  • loggico 666
    31 dic 2020 alle 19:16

    caro punteruolo io non sono contrario al tram, ma lo vedo bene solo in via liberta, nel resto della citta preferirei la metro.
    se deve essere tram ad esempio in viale regione sarebbe stata piu opportuna fra le due corsie, ma andare altro traffico come adesso succede in viale regione o in via Leonardo Da Vinci mi pare inopportuno

    • punteruolorosso 2722
      01 gen 2021 alle 9:19

      loggico, se ci pensi il problema non è il tram, ma la circonvallazione. andrebbe messa in trincea, le complanari sarebbero di servizio agli svincoli e sono già abastanza larghi da poter accogliere il tram. in alternativa, si poteva mettere anche il tram in trincea allo stesso livello di una futura circonvallazione interrata, ma ci vorranno decenni prima che la politica capisca che la prima cosa da fare per risolvere il traffico a palermo è mettere sottoterra la circonvallazione e il lungomare, passando per il porto. ogni tanto qualcuno si sveglia e parla di fantomatici tunnel sottomarini, mentre la soluzione più semplice l’ha indicata la dott.ssa cannarozzo. trincea parzialmente coperta su tutto il lungomare. si potrebbe fare lo stesso alla circonvallazione, e lo svincolo perpignano era un’idea di questo tipo, anche se limitata a quella parte di città.

    • Orazio 1719
      01 gen 2021 alle 11:40

      Se avessero scelto di fare il tram tra le due corsie ci sarebbe stato il problema di realizzare, per ogni fermata, sottopassi o ponti pedonali per consentire il flusso e il deflusso dei passeggeri. Il tram sarebbe cioè stato meno facilmente fruibile e l’impatto ed i costi sarebbero stati assai più elevati. Come dice punteruolo il problema della circonvallazione non è il tram quanto una strada che deve essere in buona parte ripensata. Traffico alla circonvallazione c’è, ovvio, però il tappo si forma solo ai semafori pedonali, il tram non c’entra.

      Quanto al tappo di via Notarbartolo, si crea in direzione monte, non valle, per lo più aggravata dal semaforo pedonale all’altezza di via Boito. La nuova linea di tram e l’abolizione del terminal Notarbartolo probabilmente miglioreranno la situazione però va detto che il caos a piazza Boiardo c’è sempre stato, prima del tram spesso era ancora maggiore.

      Se poi realizzeranno l’ulteriore sovrappasso sui binari il tutto andrà ancora meglio.


Lascia un Commento