Articolo
06 gen 2018

Aeroporto Falcone Borsellino | Un anno da RECORD!

di Mobilita Palermo

E’ tempo di record all’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino. Il 2017 è stato un anno da incorniciare sia per l’aumento del traffico passeggeri sia per la crescita infrastrutturale. Dai dati elaborati dall’ufficio statistiche della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo, nei dodici mesi appena trascorsi i passeggeri da e per l’aeroporto sono stati 5.753.045, cioè l’8,35% in più (+443.365 passeggeri) rispetto al 2016. Anche nei voli c’è stata la crescita del 4,77% (+1.989 movimenti). Il traffico nazionale è cresciuto del 6,3%, mentre quello internazionale è aumentato a velocità più che doppia, con il 15,6% di passeggeri in più, per un totale di 1.353.354 transiti. A questo si aggiunge il traffico extra UE che ha segnato un aumento del 13,2%. Durante il 2017 si conferma il radicamento delle compagnie aeree di base nello scalo: Ryanair rimane la prima compagnia (+10,6%, 2,59 milioni di passeggeri) seguita da Alitalia e dalle altre compagnie maggiori, quasi tutte in crescita. Si segnala in sesta posizione Transavia e il deciso incremento di Meridiana (+32%), Lufthansa (+13%), British Airways (+150%), Air Malta (+104%). Tra le maggiori rotte nazionali con oltre 100mila passeggeri si nota una sostanziale stabilità su Roma, mentre gli scali milanesi sono in discreto aumento: Malpensa (+17,7% e Linate (+7%), Bergamo in misura minore. Il traffico su Milano ha così raggiunto 1,15 milioni di passeggeri rispetto al 1,58 milioni di Roma. Per le rotte Internazionali si segnala la preminente posizione del traffico su Londra (STN, LGW e LHR) con oltre 205mila passeggeri complessivi ed ottimi tassi di crescita (Gatwick +7,8%, Heatrow +160%). Spiccano inoltre Madrid (+37%), Monaco di Baviera (+31,7%), New York (+9,7%). Dicevamo dei record: per sei mesi di fila il traffico passeggeri è stato al di sopra del mezzo milione al mese, due volte oltre i 600mila; per la prima volta i mesi di novembre e dicembre hanno registrato oltre 400mila passeggeri al mese. L’incremento a due cifre dei transiti e dei voli negli ultimi tre mesi dell’anno indica la volontà della società di gestione dell’aeroporto di equilibrare i flussi anche durante la stagione invernale: a dicembre, a fronte di un aumento del 18% totale dei transiti, il 15,7% ha riguardato il settore dei passeggeri nazionali, mentre il traffico internazionale è stato di ben il 46,3% in più rispetto allo scorso anno. Nel 2017 l’aeroporto di Palermo ha collezionato una serie di successi nel campo delle infrastrutture e delle certificazioni. Per prima cosa la riqualifica della pavimentazione delle piste volo, lavori durati appena cinquanta giorni, con l’aeroporto sempre operativo, e costato circa 23 milioni di fondi Gesap. Il Falcone Borsellino è stato il primo aeroporto siciliano ad ottenere la nuova certificazione europea rilasciata dall’Enac che conferma la sicurezza delle operazioni a terra (safety), a garanzia degli operatori aeronautici e dei passeggeri. La scorsa estate c’è stata l’inaugurazione del nuovo duty free Lagarderè Travel Retail con un’area espositiva tra le più grandi nel panorama aeroportuale italiano. E sempre in estate è stata aperta la terza sala check-in in area arrivi, con dieci banchi. “La crescita dei voli e dei passeggeri internazionali, anche nei mesi invernali, ci proietta verso la destagionalizzazione dei flussi turistici - dicono Fabio Giambrone e Giuseppe Mistretta, presidente e a.d. della Gesap - che fanno il paio con il grande interesse monumentale e culturale che suscita la città, con l'itinerario Arabo Normanno dichiarato dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, anche alla luce del riconoscimento di Capitale italiana della Cultura e dell’appuntamento con Manifesta. In quest’ottica, da anni lavoriamo per rendere più sicuro e moderno lo scalo aereo palermitano. Dopo la riqualifica della pavimentazione delle piste di volo toccherà all’adeguamento sismico dell’aerostazione e al completamento delle aree del terminal passeggeri”. Ringraziamo Arturo Rizzo per la foto Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
28 nov 2017

Aeroporto Falcone Borsellino | Completata la ri-asfaltatura della pista 02-20

di Fabio Nicolosi

Da ieri mattina risulta nuovamente operativa la pista 02-20 dell'aeroporto Falcone Borsellino, dopo aver effettuato le lavorazioni come da schema allegato: Interventi FASE 1 - riqualifica delle caratteristiche superficiali e strutturali delle pavimentazioni della pista di volo RWY 02/20, dell’area di incrocio con la RWY 07/25 e del raccordo G; - riqualifica delle opere civili degli impianti AVL (cavidotti) delle infrastrutture di volo (RWY 02/20 e area di incrocio con la RWY 07/25); - sostituzione di tutti i segnali luminosi AVL di tipo alogeno con segnali luminosi AVL LED della RWY 02/20 e dell’aerea di incrocio con la RWY 07/25; - spostamento dei segnali luminosi AVL di bordo verso il limite della pavimentazione portante della RWY 02/20; - realizzazione di scivoli di transizione in cls per tutti i manufatti presenti nella Strip della RWY 02/20; - ripristino della segnaletica orizzontale della RWY 02/20 e del Raccordo G. Ringraziamo Arturo R. per gli scatti: L'appalto é stato aggiudicato a RTI: Mandataria Bacchi S.r.l. - Mandanti: 1) Gemmo S.p.A. - 2) Mosmode s.a.s. di Giuseppe Cannavale & C. per un importo totale di circa 23 milioni di euro. I lavori hanno avuto una durata di circa 42 giorni. I prossimi interventi alla pista previsti nella FASE 2: - completamento della riqualifica delle caratteristiche superficiali e strutturali della pavimentazione della RWY 07/25; - completamento della riqualifica delle opere civili degli impianti AVL (cavidotti) della RWY 07/25; - completamento della sostituzione di tutti i segnali luminosi AVL di tipo alogeno con segnali luminosi AVL LED della RWY 07/25 ad eccezione dei segnali luminosi del sentiero di avvicinamento; - spostamento dei segnali luminosi AVL di bordo verso il limite della pavimentazione portante della RWY 07/25; - realizzazione di scivoli di transizione in cls per tutti i manufatti presenti nella Strip della RWY 07/25; - ripristino della segnaletica orizzontale della RWY 07/25. Sono inoltre previste una fase preliminare (pre fase 1) e una successiva (post fase 2), propedeutiche alle lavorazioni, della durata di sei giorni ciascuna, per le attività di montaggio e smontaggio delle aree logistiche di cantiere. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
20 ott 2017

Aeroporto Falcone Borsellino | Primo scalo siciliano con certificazione europea

di Mobilita Palermo

L’aeroporto di Palermo è il primo scalo aereo siciliano ad ottenere la nuova certificazione europea rilasciata dall’Enac, l’ente nazionale per l’aviazione civile. Ieri mattina, il direttore Centrale Vigilanza Tecnica di Enac Roberto Vergari ha consegnato a Fabio Giambrone e Giuseppe Mistretta, presidente e amministratore delegato della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino, il nuovo certificato di aeroporto. Il documento attesta che l’organizzazione della società di gestione, le procedure delle operazioni a terra, le infrastrutture e gli impianti aeroportuali rispondono ai requisiti contenuti nel regolamento europeo 139/2014, che stabilisce i requisiti tecnici e le procedure amministrative relativi agli scali comunitari. Dopo gli aeroporti di Roma Fiumicino, Venezia, Bergamo, Napoli, Milano Malpensa e Milano Linate, certificati tra dicembre 2016 e gennaio 2017, tra fine luglio e inizio agosto l’Enac ha consegnato i certificati anche agli aeroporti di Bari, Bologna, Roma Ciampino, Torino, Treviso, Verona. A seguire quelli di Alghero, Cagliari e Palermo. Con questa tornata l’ente ha ormai completato la conversione di oltre il 40% degli aeroporti, ovvero di tutti gli scali principali che gestiscono circa l’84% del traffico aereo nazionale. “La consegna del certificato è un passaggio fondamentale che adegua l’aeroporto agli standard europei - dicono Giambrone e Mistretta - perché fissa il ruolo di coordinamento della società di gestione e riconosce gli elevati livelli operativi, il miglioramento degli aspetti che riguardano la sicurezza e le infrastrutture. Un risultato arrivato dopo mesi di intenso lavoro da parte dei nostri tecnici, grazie anche alla collaborazione dei funzionari Enac”. La nuova certificazione, che va a convertire quella preesistente con ulteriori requisiti, conferma la sicurezza delle operazioni a terra (safety), a garanzia degli operatori aeronautici e dei passeggeri. “E’ un grande risultato per l’aeroporto di Palermo - ha detto Vergari -, un passo importante che, oltre alla rispondenza agli standard europei su temi come la sicurezza e le infrastrutture, evidenzia anche il cambiamento organizzativo della società di gestione, che adesso assume un ruolo di gestore nel senso più ampio del termine”. Ieri invece è arrivata la firma sul contratto d’appalto che dà l’avvio alla riqualifica della pavimentazione delle piste di volo 07/25 e 02/20, il cui progetto esecutivo prevede un impegno di spesa interamente a carico di Gesap spa per un importo complessivo di oltre 23 milioni di euro. Il prossimo 31 ottobre è previsto l’inizio dei lavori, che si concluderanno in un tempo stimato in 42 giorni. Durante i lavori, l’aeroporto rimarrà sempre operativo. Il progetto, nel suo complesso, si articola in due fasi esecutive: Interventi FASE 1 - riqualifica delle caratteristiche superficiali e strutturali delle pavimentazioni della pista di volo RWY 02/20, dell’area di incrocio con la RWY 07/25 e del raccordo G; - riqualifica delle opere civili degli impianti AVL (cavidotti) delle infrastrutture di volo (RWY 02/20 e area di incrocio con la RWY 07/25); - sostituzione di tutti i segnali luminosi AVL di tipo alogeno con segnali luminosi AVL LED della RWY 02/20 e dell’aerea di incrocio con la RWY 07/25; - spostamento dei segnali luminosi AVL di bordo verso il limite della pavimentazione portante della RWY 02/20; - realizzazione di scivoli di transizione in cls per tutti i manufatti presenti nella Strip della RWY 02/20; - ripristino della segnaletica orizzontale della RWY 02/20 e del Raccordo G. Interventi FASE 2 - completamento della riqualifica delle caratteristiche superficiali e strutturali della pavimentazione della RWY 07/25; - completamento della riqualifica delle opere civili degli impianti AVL (cavidotti) della RWY 07/25; - completamento della sostituzione di tutti i segnali luminosi AVL di tipo alogeno con segnali luminosi AVL LED della RWY 07/25 ad eccezione dei segnali luminosi del sentiero di avvicinamento; - spostamento dei segnali luminosi AVL di bordo verso il limite della pavimentazione portante della RWY 07/25; - realizzazione di scivoli di transizione in cls per tutti i manufatti presenti nella Strip della RWY 07/25; - ripristino della segnaletica orizzontale della RWY 07/25. Sono inoltre previste una fase preliminare (pre fase 1) e una successiva (post fase 2), propedeutiche alle lavorazioni, della durata di sei giorni ciascuna, per le attività di montaggio e smontaggio delle aree logistiche di cantiere. L’appalto è stato aggiudicato, dopo una complessa procedura di gara aperta, in favore dell’RTI Raggruppamento Temporaneo di Imprese - Capogruppo Impresa Bacchi srl. mandataria, mandante GEMMO spa. mandante MOSMODE sas di Giuseppe Cannavale & C. - mandante cooptata: Impresa Lo Monaco Costruzioni srl, con un ribasso del 33,63% sull’importo a base di gara al netto degli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso d’asta. Il relativo contratto di appalto è stato stipulato ieri (35 giorni dopo la comunicazione di aggiudicazione avvenuta il 12/09/2017) e l’ingresso in air side delle maestranze (in aree non aeronautiche) sarà immediato. Con ulteriore procedura ad evidenza pubblica, la Gesap spa ha affidato il Servizio di Direzione dei Lavori e Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell’intervento di “Riqualifica delle pavimentazioni, al RTP ERRE.VI.A. Ricerca Viabilità Ambiente srl impresa capogruppo mandataria, MCI INFRASTRUCTURES ENGINEERING srl. impresa mandante, PRO ITER PROGETTO INFRASTRUTTURE TERRITORIO srl impresa mandante, Ing. GOFFREDO VERI' mandante. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
24 apr 2017

Cittadella della Polizia in corso la sistemazione delle aree esterne

di Fabio Nicolosi

Torniamo a parlarvi del cantiere della cittadella della polizia che è in corso di realizzazione a Boccadifalco dopo circa un anno dal precedente articolo. Le novità sono tante, sicuramente risulta rimossa la gru, il che significa che hanno terminato i lavori alla struttura esterna. Hanno inoltre iniziato a dare una sistemata alle aree esterne e piantando le prime piante e seminando il prato. Risulta completato anche l'edificio principale. Non siamo a conoscenza dei lavori all'interno dello stesso, ma essendo iniziata la sistemazione delle aree esterne è possibile dedurre che i lavori internamente siano anch'essi quasi del tutto terminati e che quindi il trasferimento e l'apertura sia imminente. Foto di Giuseppe T. La cittadella della polizia prevede la possibilità di ospitare all’interno la questura, la polizia stradale, l’autocentro, il reparto prevenzione crimine e il reparto mobile, telecomunicazioni, l’ufficio sanitario provinciale, il nucleo operativo di protezione e la polizia di frontiera. Sono previsti tra i servizi comune gli alloggi, un poligono di tiro, una cappella, un auditorim, una palestra, mensa, cucina, bar Verranno realizzati anche rimesse, un distributore di carburante e un autolavaggio. Una vera e propria «cittadella» tecnologica con gli strumenti più sofisticati a disposizione dell’ intelligence impegnata in prima linea nella lotta alla mafia. La costruzione occuperà un lotto di 153.211 mq di cui solo 51.785,80 coperti. Avrà un’altezza massima di 25 metri. Saranno previsti 65 nuovi posti auto all’estero del complesso. Per quanto riguarda la viabilità della zona è previsto l’ampliamento della Via Belvedere da proseguire a valle dell’area aeroportuale sino a confluire con la Via Ruggeri che ne assicura lo sbocco in Via L. Da Vinci Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 22
Articolo
15 mar 2016

Cittadella della Polizia, in fase di ultimazione l’edificio principale

di Fabio Nicolosi

Sono in corso i lavori per la costruzione della cittadella della polizia, un polo dove verranno trasferiti gran parte degli uffici e dei reparti che al momento si trovano dislocati in città La cittadella della polizia prevede la possibilità di ospitare all'interno la questura, la polizia stradale, l'autocentro, il reparto prevenzione crimine e il reparto mobile, telecomunicazioni, l'ufficio sanitario provinciale, il nucleo operativo di protezione e la polizia di frontiera. Sono previsti tra i servizi comune gli alloggi, un poligono di tiro, una cappella, un auditorim, una palestra, mensa, cucina, bar Verranno realizzati anche rimesse, un distributore di carburante e un autolavaggio. Una vera e propria «cittadella» tecnologica con gli strumenti più sofisticati a disposizione dell' intelligence impegnata in prima linea nella lotta alla mafia. La costruzione occuperà un lotto di 153.211 mq di cui solo 51.785,80 coperti. Avrà un'altezza massima di 25 metri. Saranno previsti 65 nuovi posti auto all'estero del complesso. Per quanto riguarda la viabilità della zona è previsto l'ampliamento della Via Belvedere da proseguire a valle dell'area aeroportuale sino a confluire con la Via Ruggeri che ne assicura lo sbocco in Via L. Da Vinci Ringraziamo Giuseppe T. per le foto

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
28 dic 2015

La nuova Cittadella della Polizia a Boccadifalco | Che ne sarà della viabilità locale?

di Mobilita Palermo

Oggi vogliamo parlare di una nuova infrastruttura in fase di realizzazione in città e che ha suscitato la personale riflessione di questo lettore (che ci scrive per email). La condividiamo con voi perchè crediamo abbia degli spunti interessanti, soprattutto in riferimento alla mobilità che sarà: Salve, in questi giorni confrontandomi con un dirigente del comune di Palermo, ho capito che a molti sfugge quello che sta succedendo dentro l’aeroporto di Boccadifalco, o meglio nell’area che fino a qualche anno fa apparteneva all’Aeroporto ma che adesso è stata ceduta al Ministero dell’Interno. Nel confine “lato mare” dell’Aeroporto si sta costruendo un mostro di cemento armato che dovrà ospitare Questura ed uffici della Polizia di Stato, un palazzo di 7 piani circondato da strutture abnormi in cemento armato. Giusto per cronaca, dopo che l’ENAC ha ceduto l’area al Ministero, il progetto è stato approvato dalla giunta Cammarata ed ha ricevuto le autorizzazioni dall’assessorato Territorio e Ambiente, assessore Aricò. Tralascio i commenti sulla cessione dell’area aeroportuale, sulla concessione edilizia e sull’impatto ambientale….siamo in Sicilia e questo scempio ce lo ricorda. Ma considerato che il progetto per la pedemontana è stato scartato dalla Giunta Orlando, sapete se ci sono altri progetti per la realizzazione di infrastrutture stradali, mezzi pubblici, etc.?  Oltre alle centinaia di persone che devono quotidianamente raggiungere la sede, non capisco come si possa pensare di far funzionare un reparto operativo, qual è la squadra mobile, se gli unici 2 percorsi possibili sono via Pitrè e via Bonanno (Conigliera). F.G.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
06 giu 2013

Novità per l’aeroporto di Punta Raisi: rifornimento con passeggeri a bordo

di Andrea Baio

Riceviamo il seguente comunicato stampa da Gesap: COMUNICATO STAMPA AEROPORTO DI PALERMO: L’ENAC CERTIFICA LA NUOVA PROCEDURA DI RIFORNIMENTO CARBURANTE CON PASSEGGERI A BORDO Palermo, 05/06/2013 - Dopo un lungo iter normativo e regolamentare iniziato nel 2011, anche in Italia, come da alcuni anni nel resto d’Europa, sarà possibile rifornire gli aeromobili anche durante le fasi di imbarco/sbarco dei passeggeri o con i passeggeri già a bordo, senza la necessità di un presidio sottobordo dei mezzi dei vigili del fuoco, per di più a pagamento. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 24