Articolo
20 apr 2019

Svincolo Bagheria: partiti i lavori per la realizzazione di un nuovo svincolo autostradale

di Fabio Nicolosi

2 rotatorie, 5 uscite per ciascuna rotatoria, 6 mesi di lavoro, 1.143.707,50 euro per realizzarlo: sono i numeri del progetto del nuovo svincolo autostradale che è stato presentato il 15 aprile, in conferenza stampa dal sindaco Patrizio Cinque, il progettista nonché direttore dei lavori il professor Giovanni Tesoriere, il Rup Onofrio Lisuzzo. Sono stati consegnati alla ditta esecutrice, la D.E.G. s.r.l di Mussomeli in provincia di Caltanissetta, ed iniziati, i lavori che dureranno all’incirca 6 mesi. La domanda che interessa di più la cittadinanza, oltre al valore in sé dell’opera che decongestionerà del 60% il traffico della zona, è: “che tipo di impatto sul traffico avranno i lavori?”. A rispondere il Rup, responsabile unico del procedimento, il geometra Rino Lisuzzo, che ha spiegato che la maggior parte dei lavori riguardano nuove opere che verranno realizzate non intaccando la circolazione attuale dal momento che si tratta di nuove strade. I problemi potranno verificarsi sono quando si dovrà effettuare l’aggancio con l’autostrada, direzione Palermo – Catania, tali disagi potranno durare non oltre la settimana, prevedendo, solo per quel periodo, l’uscita a Casteldaccia per chi proviene da Palermo. A raccontare la storia del progetto; come ci si è arrivati e quali sono stati i vari passaggi, il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque. Il progetto, in alcune parti rivisto su indicazioni dell’ANAS, risale al 2005, è realizzato con fondi comunali grazie all’approvazione del bilancio previsionale 2018, per un costo totale di 1.143.707,50 euro, per effetto di un ribasso del 38,1908% sull’importo a base d’asta pari a 1.740.365 euro, e grazie ad un muto contratto dall’amministrazione comunale. Sono seguiti anni di studi geologici, contatti con ANAS, Soprintendenza, studi propedeutici che hanno dato vita al nuovo progetto che prevede che chi proviene da Catania non dovrà più percorrere l’attuale uscita (Zona ex Ipab) ma uscirà sulla tangenziale presso la quale verrà creato un adeguato nuovo acceso, il quale taglierà contrada Ranteria. Tutto ciò produrrà anche un effetto di riqualificazione della zona periferica e ed un maggior controllo di tutta l’area spesso soggetta ad abbandoni indiscriminati di rifiuti. Tutti i lavori preparatori non daranno dunque intralcio al traffico. Le due rotatorie saranno una a monte e una a valle dell’autostrada, come spiega il progettista e direttore dei lavori il professor Giovanni Tesoriere. La vera novità, oltre alle rotatorie, sarà che si eviteranno i punti di conflitto in entrata ed in uscita che si verificano oggi, proprio grazie alle due rotatorie, eliminando le intersezioni tra flussi di traffico. In questo modo si intercettano e anticipano i flussi di traffico riducendo il numero dei veicoli che confluiscono in un unico punto. In sostanza si anticiperà l’ingresso in uscita direzione Catania > Palermo grazie ad una mobilità importante che è la tangenziale grazie ad una nuova viabilità di collegamento, mentre in direzione Palermo > Catania, con la Mare Monti, non appena sarà possibile realizzare il sottopasso, si migliorerà anche quell’ingresso. Sembra dunque vicina la soluzione al decongestionamento del traffico nella zona dello svincolo autostradale, arteria fondamentale per il collegamento tra la parte alta ed il resto della città. Il progetto: Le immagini della conferenza stampa:

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 feb 2017

FOTO | A20 Palermo – Messina: Proseguono i lavori di messa in sicurezza della Galleria Tindari

di Fabio Nicolosi

Sono in corso i lavori di messa in sicurezza della galleria Tindari sull'autostrada Palermo - Messina. I lavori riguardano il consolidamento delle pareti, delle calotte e la riqualificazione ed adeguamento degli impianti tecnologici alla normativa vigente: impianti di ventilazione, illuminazione, antincendio e gestione automatizzata della galleria. La gara è stata vinta dall'A.T.I. LUIGI NOTARI S.p.A. - capogruppo mandataria e COSTRUZIONI BRUNO TEODORO S.p.A. che si è aggiudicata l'appalto con un importo del contratto di € 8.764.127,32 La ditta ha 455 (quattrocentocinquantacinque) giorni di tempo per completare le opere senza ricorrere a penali. Ringraziamo Anna S. per le foto: Come possiamo osservare dalle foto i lavori che al momento si stanno effettuando riguardano il consolidamento delle pareti e delle calotte con reti elettrosaldate che verranno successivamente ricoperte di malta, opportunamente trattata e infine tinteggiate.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 giu 2016

Il nostro monumento all’illegalità alla porte di Palermo

di Alessandro Baol

Avete mai notato che arrivando a Palermo dall'autostrada Palermo-Catania, una delle più trafficate in assoluto da turisti, "forse dell' ordine", operai, ANAS e via dicendo, all'altezza del centro commerciale Forum (a sinistra), è ben visibile una discarica abusiva con ogni sorta di materiali che vanno dall'eternit alla carcassa di un'auto....abbandonata? Rubata? "Rottamata"? Via libera alla fantasia. La cosa è stata già segnalata alla Rap Palermo la quale dichiara che la polizia municipale di Palermo deve fare un sopralluogo per dare il "permesso" agli operatori ecologici di intervenire. La Polizia Municipale di Palermo invece ritiene sia stato più che sufficiente inviare un FAX alla stessa RAP informandola dell' accaduto (FAX n.2785 del 20 u.s., ente RAP-Direzione) per poi disinteressarsi della cosa. Sta di fatto che tutto è ancora lì, immutato e non vi è minimo segno di intervento; in più fino alla scorsa notte è stato facile notare dei figuri che tranquillamente scaricavano materiale di risulta da un camion nel medesimo punto. Una riflessione... questa discarica è li da tempo immemore, è in bella vista su una della autostrade più trafficate della Sicilia, in entrata nel capoluogo della regione e sotto gli occhi di chiunque... mai nessuno si è accorto di nulla ed ha ritenuto opportuno intervenire e/o segnalare  zona?

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
16 dic 2012

Lavori in corso sulla Palermo-Messina

di Fabio Nicolosi

La tratta autostradale tra gli svincoli di Tusa e Castelbuono rimarrà chiusa fino alle ore 24 del 22 dicembre per potere ripristinare la pavimentazione danneggiata a seguito del sinistro verificatosi il 12 dicembre all'interno della galleria "Cipollazzo" (lato mare della tratta autostradale) con sversamento di oltre 10.000 litri di carburante da una autocisterna. Pertanto, gli utenti diretti a Palermo dovranno obbligatoriamente uscire allo svincolo di Tusa e rientrare in autostrada da quello di Castelbuono. La deviazione e l'uscita obbligatoria sono regolarmente segnalate.

Leggi tutto    Commenti 1