Articolo
14 dic 2016

Primi autobus AMAT in TEMPO REALE su un’app: un’altra sperimentazione, diventerà realtà?

di Giulio Di Chiara

L'azienda AMAT da circa un anno e mezzo è in contatto costante con MOOVIT, azienda che gestisce e sviluppa app e software per una migliore fruizione dei trasporti pubblici nel mondo, al fine di avviare la sperimentazione che oggi viene ufficialmente presentata. Di cosa si tratta? Di REAL TIME, o tempo reale. In buona sostanza le richieste (e le preghiere) di tanti cittadini che per decenni hanno auspicato un servizio di info-mobilità, cominciano a ricevere le prime risposte. Attraverso l'app MOOVIT infatti, da oggi sarà possibile controllare in ogni momento sullo schermo del proprio smartphone, tablet o pc, la posizione esatta di una precisa vettura AMAT lungo il suo spostamento nel tracciato cittadino. Più precisamente verrà restituita su una mappa la posizione in tempo reale di una particolare linea di trasporto pubblico. Un esempio è la città di Merano: clicca qui. Inutile sottolineare l'importanza di tale servizio, che in altre città è già presente da diversi anni a completo carico dell'amministrazione locale. In questo modo, qualsiasi utente che intende usufruire del mezzo pubblico potrà verificare la vicinanza dell'autobus rispetto alla propria posizione corrente e calcolare quando recarsi alla fermata più vicina, senza dover attendere svariate decine di minuti sotto la pensilina. Come funziona? Attraverso dei rilevatori GPS installati sulle vetture dell'AMAT verrà costantemente inviata la posizione esatta del mezzo ad un server che poi lo visualizzerà su mappa attraverso l'app Moovit. E' una sperimentazione Così come per il biglietto elettronico, anche questa operazione non è purtroppo definitiva, al momento. L'AMAT si è affidata ad un'azienda esterna per la creazione e gestione di questo servizio che da oggi verrà in qualche modo testata dagli utenti e dall'azienda stessa. Terminata questa fase, l'azienda di via Roccazzo dovrebbe indicare a MOOVIT le proprie intenzioni sull'estensione del servizio e definire, immaginiamo, una collaborazione più concreta e definitiva. Dicevamo che in altre città, la maggior parte di aziende di trasporto pubblico, hanno sviluppato e gestito tale funzionalità con risorse proprie e internalizzando dunque ogni aspetto del servizio. Probabilmente la deficitaria situazione dell'AMAT, soprattutto dal punto di vista finanziario, comporta questa costante ricerca di partner a cui affidarsi per migliorare e erogare nuovi servizi per i propri utenti. Al contrario del biglietto elettronico, speriamo che questa collaborazione non muoia dopo pochi mesi e che venga dato seguito a questo percorso che può rivoluzionare il modo di fruire i mezzi pubblici in città. Staremo a vedere. Quali autobus verranno tracciati in tempo reale? Al momento questo servizio  sarà sperimentato sull'intero parco vetture AMAT ma le linee visualizzate sull'app saranno le principali, comprese quelle di tram. Il servizio, lanciato in questi giorni in via sperimentale, è già attivo sulle linee 101, 102 e 109, le Navette gratuite Centro Storico ed Express   Dove posso scaricare l'app? L'app MOOVIT è disponibile per i seguenti dispositivi: - ANDROID - IoS (Apple)   Che fine fanno i dati rilevati sulle vetture? In quanto azienda privata, i dati rilevati da MOOVIT rimarranno riservati ad essa. Un peccato se pensiamo che altrove, le pubbliche amministrazioni pubblicano gratuitamente e liberamente i dati, offrendoli a chiunque voglia sviluppare altre app e altre funzionalità a partire da quelle stesse informazioni. Una panacea per gli utenti finali che vedrebbero incrementati i servizi da altre aziende o cittadini, senza aggravi economici per la pubblica amministrazione. Vedremo cosa accadrà intanto con la sperimentazione.   E il Pon Metro? Il sindaco Orlando, nella nostra recente intervista, ci aveva annunciato che diversi servizi di info-mobilità, tra cui il REAL TIME degli autobus, sarebbero stati oggetto di appositi progetti e finanziamenti attraverso i fondi del PON-METRO. Parliamo di milioni di euro a disposizione dell'amministrazione comunale. A questo punto non capiamo se questa sperimentazione si stia muovendo comunque verso la direzione delineata dal sindaco oppure è un'attività estemporanea totalmente slegata dai prossimi finanziamenti. Infatti, attraverso i fondi PON METRO si dovrebbe pianificare e realizzare tutta l'infrastruttura hardware e software per consentire all'AMAT di gestire il proprio sistema di tracciamento in tempo reale. Dunque, in quel caso, che fine farebbe MOOVIT ? Verrebbe accantonata tale collaborazione? O forse c'è la possibilità che nonostante i fondi pubblici, una parte del servizio rimanga a carico di MOOVIT? Anche qui, vedremo. Intanto proviamo tutti insieme questa nuova funzionalità e contribuiamo a migliorare la nostra esperienza di utenti fruitori del trasporto pubblico.  

Leggi tutto    Commenti 29
Articolo
05 dic 2016

VIDEO | I turisti impazziscono davanti il totem turistico che “non sa quel che dice”

di Giulio Di Chiara

Abbiamo spesso sentito parlare di provvedimenti per incentivare il turismo in città e l'istituzione dell'itinerario arabo-normanno in tal senso ha significato un potenziale arricchimento dell'offerta culturale. Città intere vivono di turismo, ma il livello di "benvenuto" varia, la qualità con cui un comune guida e coccola il turista è direttamente proporzionale alla qualità dei servizi che offre.   Oggi vogliamo mostrarvi questo video reperito in rete, in cui i protagonisti sono dei turisti inglesi alle prese con un totem informativo davanti la cattedrale. Oltre a un servizio di trasporti in cui le pensiline cadono a pezzi, gli autobus non rispettano gli orari e le strade sono piene di buche, questa città riesce a partorire dei depistaggi per i visitatori, sempre più costretti a "sopravvivere" nella nostra giungla. Colui che al Comune ha commissionato quei totem non ha controllato la funzionalità degli stessi o forse non gliene importava nulla del risultato finale. Chi ha concepito concettualmente quella grafica non si è calato nei panni di un turista ma al contempo non ha ricevuto nessun controllo dalla committenza. Tante cose sono fatte giusto per completare la pratica sul tavolo, non per apportare un reale miglioramento alla collettività. Stessa identica cosa successa per il sito dell'AMAT o per il portale della mobilità sostenibile, che vi abbiamo raccontato ampiamente. Nessuno paga negli uffici. Soltanto la nostra immagine e coloro che decidono di scoprire la nostra fantastica città. Ci scusiamo con questi signori, a nome di tutti i cittadini palermitani a cui sono cadute le braccia per terra.

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
30 nov 2016

AMAT | In arrivo i nuovi parchimetri

di Fabio Nicolosi

Saranno installati in alcune zone della città i parchimetri Amat. Quello che vedete in foto ce l'ha segnalata Giorgio B. e si trova in zona Notarbartolo. Al momento le macchinette, realizzate dalla ditta Parkit, risultano fuori servizio. Probabilmente si attende la completa installazione di tutte le altre previste per attivarle. Cercando sul sito Amat, abbiamo trovato che i parcometri saranno in totale tredici e sono noleggiati ad Amat per diciotto mesi. L'importo con cui la ditta si è aggiudicata il noleggio è di € 82164.42 Non sappiamo a chi compete la manutenzione in caso di malfunzionamenti o vandalizzazione alle stesse. Le macchinette presentano non solo la possibilità di pagare con contanti, ma anche tramite carte di credito. Una novità non di poco conto. Sarà inoltre necessario digitare la targa della macchina per ottenere il biglietto così da non poter riutilizzare lo stesso biglietto per più auto come spesso invece accaduto con i vecchi ticket. Vi terremo aggiornati sull'entrata in servizio delle macchinette Fateci sapere se ne vedete altre e se vi piacciono questi nuovi parcometri.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
28 nov 2016

Abbonamenti Carsharing? Con Mobilita acquisti online e ricevi a casa!

di Mobilita Palermo

Da oggi Mobilita è rivenditore autorizzato di abbonamenti Carsharing Palermo, con la comodità di poter acquistare direttamente online. Abbiamo fortemente voluto far partire questo esperimento per valorizzare un servizio pubblico e dare la possibilità ai palermitani di sperimentarne tutti i vantaggi rispetto al mezzo privato. Col carsharing infatti, hai: - Accesso libero alle corsie riservate AMAT - Stalli di sosta riservati - Parcheggio gratuito in zone blu AMAT - Zero costi bollo - Zero costi assicurazione - Zero costi diretti carburante - Disponibilità furgoncini a metano per carichi ingombranti - Piú modelli di auto in funzione della necessità del momento - Libera circolazione in ZTL e in regime di targhe alterne - Utilizzo in comuni convenzionati con il circuito ioGuidoCarsharing - Assistenza tecnica AMAT gratuita - Fatturazione mensile sul proprio conto corrente   Per effettuare l'acquisto vi basta accedere all'area "Shop" nella Home Page: Da lì, cliccate sul pulsante "ABBONATI" e compilate i dati richiesti. Questa la procedura: Compila il form qui sotto con i tuoi dati personali; Riceverai un'email di conferma con allegato il contratto del servizio; Stampa il contratto, firmalo e scannerizzalo (nel contratto ti verranno richiesti anche gli estremi del tuo conto corrente bancario); Allega la scansione del documento di identità e della patente di guida, valida per la Comunità Europea, rilasciata da almeno 12 mesi; Manda la scansione del contratto firmato, del documento di identità e della patente di guida a shopmobilitaorg@gmail.com. Come oggetto dell'e- mail inserisci: "[NOME COGNOME] - Abbonamento Carsharing"; Dopo la verifica dei dati, riceverai al tuo indirizzo email la richiesta di pagamento tramite PayPal (a beneficio di Demetra società cooperativa a r.l.); A pagamento effettuato riceverai conferma tramite email sul buon esito della transazione; Attendi conferma di attivazione dell'abbonamento. Puoi scegliere la consegna a domicilio o il ritiro presso sede AMAT. In quest'ultimo caso, ti verranno comunicate tutte le istruzioni per il ritiro direttamente da Amat Palermo S.p.A. Qualora qualche dato fosse stato comunicato in maniera errata potete mandare una mail: shopmobilitaorg@gmail.com con oggetto: "Assistenza acquisto carsharing" Il costo dell'abbonamento è di € 25,00, ed è possibile specificare che lo stesso venga spedito a casa o ritirato presso le sedi Amat. Il pagamento dovrà essere effettuato ESCLUSIVAMENTE ONLINE tramite conto Paypal. Buon viaggio!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 nov 2016

Aeroporto Falcone Borsellino | A spasso con google street view all’interno dello scalo

di Fabio Nicolosi

Riportiamo il comunicato stampa di Gesap che annuncia la possibilità di "girare" virtualmente all'interno dell'aeroporto Falcone Borsellino, grazie a Google Street View Sarà possibile visitare l’interno dell’Aeroporto di Palermo direttamente da un computer, smartphone o tablet grazie a Google Maps. L’aeroporto di Palermo è il quarto scalo aereo italiano – dopo Linate, Malpensa e Bergamo – primo nel Centro Sud, ad essere mappato dal Google. Gli strumenti utilizzati da Google per la mappatura sono il Trekker di Street View, uno zaino tecnologico dotato di 15 fotocamere e indossato da un operatore, e il Trolley, un carrellino dotato di fotocamera ad alta risoluzione. Le riprese, realizzate nel mese di luglio, riguardano la viabilità esterna e i tre livelli interni dell’aerostazione. Gli utenti avranno la possibilità di scoprire in anticipo il percorso da fare da un settore all’altro dell’aeroporto: dal check-in ai varchi d’imbarco, l’area commerciale, la biglietteria, la zona dove noleggiare un’auto. Google ha pensato proprio a tutto, perché con le funzioni di Maps sarà possibile calcolare il percorso che vi separa dall’aeroporto, aprendo poi la porta d’ingresso, per dare inizio alla visita in anteprima dell’aerostazione. Ma c’è di più. E’ presente anche la funzione “Time Machine” (si attiva cliccando sul piccolo orologio che appare sotto del nome dell’aeroporto) che permette di tornare indietro nel tempo e visionare contemporaneamente anche le immagini del 2008. “Ci fa piacere che Google abbia scelto l’aeroporto di Palermo per continuare a sviluppare il progetto di mappatura degli scali aerei italiani – dicono Fabio Giambrone e Giuseppe Mistretta, presidente e amministratore delegato della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino – Per una settimana i tecnici di Google hanno passato nei dettagli tutte le aree dello scalo, comprese le zone esterne, la viabilità, la costa. La bellezza di questo progetto sta nel fatto che, oltre a visitare gli spazi interni, sarà possibile comparare le immagini dell’esterno tra passato e presente – concludono Giambrone e Mistretta – per avere ben chiara la rivoluzione infrastrutturale che stiamo portando avanti”.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
15 nov 2016

i-Mobility l’app per la valutazione degli spostamenti casa – lavoro

di Fabio Nicolosi

Il Comune di Palermo, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con la @euromobilityassociazione, sta sviluppando l’App per la valutazione di spostamenti casa-lavoro Ci hanno segnalato questa applicazione per smartphone per monitorare gli spostamenti casa - lavoro. Noi l'abbiamo provata, ecco cosa ci dice l'app: Una volta installata sul proprio smartphone l'app richiede la registrazione e una volta loggati all'interno basta inserire il percorso da effettuare e lasciare l'app aperta. Giunti a destinazione andrà fermata la registrazione e verrà calcolata la spesa complessiva in euro, la quantità di CO2 prodotta, la distanza percorsa e un punteggio. Se siete curiosi registratevi e provatela anche voi, fateci sapere se vi è stata utile. Riportiamo una nota allegata: Partecipa anche tu alla sperimentazione! Cerca “Euromobility” o “i-Mobility App” nello store del tuo smartphone o tablet, scarica l’app e utilizzala quando ti sposti: vedrai quanto puoi risparmiare muovendoti in modo più sostenibile e darai un contributo allo sviluppo della nostra app.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
03 nov 2016

BiciPa | Esteso il servizio fino alle ore 24

di Fabio Nicolosi

Ecco un comunicato rilasciato dal servizio BiciPa, sull'estensione del servizio di noleggio delle biciclette fino alle ore 24. Dopo la notizia di qualche settimana fa sulla possibilità di abbonarsi online anche tramite l'utilizzo di carte prepagate ecco un'ulteriore mossa dell'azienda per aumentare non solo il numero di abbonati, ma anche quello di utilizzatori del servizio. Ecco il comunicato: Visto l’elevato numero di utilizzi del servizio di bike sharing nelle ore serali, la durata di utilizzo giornaliero del servizio bicipa viene prorogata, a grande richiesta, fino alle ore 24,00, per tutto il corrente mese di novembre. Intanto è stata dal 26 ottobre è stata ripristinata la ciclostazione di piazza Giulio Cesare, temporaneamente chiusa per atti vandaliche che avevano causato danni tecnici alla struttura. Si ricorda che nella ciclostazione sono disponibili 10 postazioni bici.

Leggi tutto    Commenti 4