Articolo
06 lug 2017

RAP | Ecco il calendario delle derattizzazioni di Luglio

di Mobilita Palermo

Troppe zanzare o presenza di topi in giro per Palermo? La Rap ha stilato il piano di disinfestazione e derattizzazione per il mese di Luglio. In azione due squadre sia in turno antimeridiano (dalle ore 6 alle 12), per quanto concerne le derattizzazioni, che in turno notturno (dalle ore 22 alle 4) per le disinfestazioni. “Oltre al calendario mensile redatto dall’azienda che abbraccia nel dettaglio tutte le 8 circoscrizioni e i quartieri del capoluogo con cadenza quindicinale - spiega il presidente della Rap Roberto Dolce – sono previsti in aggiunta degli interventi dedicati. In questo caso i cittadini possono segnalare, in modo semplice, pratico e veloce eventuali avvistamenti di topi o zanzare tramite la nuova App “Rap Palermo" scaricabile da telefonino, compatibile con i sistemi operativi mobili di Android, Apple IOS”, scrivendo la via , il servizio richiesto, ad esempio: “Disinfestazione o Derattizzazione”. Ecco il calendario: Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Segnalazione
05 lug 2017

Tavoli abusivi nel salotto di Palermo (Via Ppe. di Belmonte)

di shaitoo

Due locali mettono tavoli abusivamente fuori dai limiti autorizzati riducendo il passaggio pedonale. Varie telefonate (da circa un mese), e anche una email con foto ai vigili urbani non ha risolto niente. Ogni volta dicono che passeranno a fare controlli ma i locali continuano a mettere tavoli dove non dovrebbero. Ma a che servono i vigili se quando uno li chiama (varie volte) non vengono?    

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
27 giu 2017

Occasione straordinaria, solo per oggi….

di Giulio Di Chiara

Via Volturno la conosciamo benissimo. Oltre ad essere una via di accesso al mercato del Capo e perimetrale al centro storico, è quotidianamente una strada caotica, sporca, e abusiva. Caotica perchè i flussi verso il Teatro Massimo, la doppia fila e i posteggiatori abusivi la rendono tale. Sporca perchè i marciapiedi non vengono spazzati a sufficienza (o non vengono spazzati proprio). I frutti degli alberi cadono copiosi e calpestati dai pedoni come se si camminasse sopra una marmellata. Camminare è insicuro perchè soprattutto la sera le chiome degli alberi oscurano la luce dei lampioni. Abusiva perchè nei marciapiedi sono più le bancarelle che i centimetri per mettere un passo davanti l'altro. Se l'avete immaginata pulita e ordinata come nella foto iniziale, potete ringraziare i reali di Olanda venuti in visita qualche giorno fa a Palermo... Viceversa, ricordatela per come è ogni giorno. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
20 giu 2017

Raccolta differenziata, consegnati nuovi mezzi alla Rap

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa della Rap circa l'operatività dei nuovi automezzi dedicati allo svuotamento delle campane per la raccolta di plastica e carta. Da oggi sono operativi a Palermo tre nuovi autocompattatori grandi ad alimentazione a metano (monoperatori) che saranno dedicati allo svuotamento delle campane stradali di plastica e carta. Gli stessi, dopo una prima fase di test avvenuta questo fine settimana, sono già in azione in alcuni quartieri della città dove si erano riscontrati rallentamenti dovuti ai guasti dei vecchi mezzi oramai vetusti. Nello specifico, i nuovi mezzi stanno intervenendo nei quartieri 5, 14 (Calatafimi) e 13 (Villagrazia - Falsomiele)  e continueranno a tappe forzate per recuperare l’arretrato. I suddetti mezzi a caricamento laterale sono stati acquistati attraverso l’utilizzo dei fondi Jessica Energia Sicilia (bando regionale con fondi ministeriali) deliberato dal precedente CdA e finalizzato dall'attuale Governance. Il finanziamento è destinato anche all'acquisto di 60 autocarri con vasca, per i quali la consegna è prevista in autunno, dopo un lungo iter che ha visto ricorsi al TAR e al CGA. Tutti mezzi sono rigorosamente a metano e contribuiranno a contenere l’inquinamento dell’aria in città. Il progetto oltre ad avere lo scopo di ridurre l’impatto ambientale, ha come priorità il rinnovo del parco automezzi oramai vetusto ereditato dall’Amia fallita. Con l’avvio al servizio di questi mezzi monoperatori l’azienda potrà nuovamente procedere alla corretta programmazione e gestione del servizio di svuotamento delle campane puntando alla regolarità. Ancora in tema di sensibilizzazione dei cittadini e potenziamento della raccolta differenziata, nell'ambito del progetto " Questa Estate Cambia Costume...fai la differenziata", partirà in diversi lidi balneari nel fine settimana il servizio a Mondello e a Sferracavallo. Oltre 60 i carrellati consegnati. I lidi coinvolti sono: Albaria, La Marsa, il Trinacria, Le Lunette, l'Ombelico del Mondo, il Circolo Lauria comprese le spiagge attrezzate della “Mondello Mare”. Sempre la prossima settimana si avvierà progressivamente la Raccolta Differenziata in alcuni alberghi come: “Addaura Hotel residence” e  “Hotel la Torre”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
16 giu 2017

Perchè il progetto porticciolo di Sant’Erasmo è sfumato? Nel 2017 ancora attendiamo…

di Giulio Di Chiara

Di questo progetto se ne parlò diversi anni fa, quando uscirono anche le prime immagini di cosa "sarebbe diventata" un 'area oggi abbandonata a se stessa e facente parte di quella Costa Sud sempre al centro del degrado e di tante belle parole. In effetti poi tutto è caduto nel dimenticatoio, ma l'accantonamento del progetto sembra un dato di fatto. In questo articolo raccontavamo l'iter della progettazione che prevedeva la riqualificazione dell'area, ma le opposizioni nate da ambientalisti e dallo stesso Comune di Palermo avevano interrotto il percorso. L'ultima notizia che riportavamo era quindi la seguente: P.S Bisogna dare atto al Comune che, più che con le parole, ci ha risposto con i fatti.  Qualche settimana fa, e precisamente il  29/9/16, l’assessore comunale alla Cittadinanza sociale, Agnese Ciulla, ha comunicato che sorgerà ,di fronte al Porticciolo di Sant’Erasmo, un dormitorio pubblico, con ben 40 posti letto Ma le belle notizie non vengono sole, infatti giorni dopo un gruppo di ROM, con i loro camper dotati di tutti i confort, si sono accampati di fronte al Porticciolo. Vista mare.  Tra l’altro, davanti all’Istituto di Padre Messina da tempo dormono alcuni senza tetto e alcuni immigrati, tra la sporcizia e il degrado. Nel 2017, con la conferma della sindacatura Orlando, non conosciamo quale sarà il futuro di quest'area dalle mille potenzialità. E allora vale la pena rinfrescare la memoria ai nostri amministratori affinchè ci dicano qual'è la loro visione del porticciolo. Possiamo comprendere che le motivazioni della bocciatura siano motivate, ma vogliamo sapere anche l'alternativa. Una delle ultime dichiarazioni a riguardo furono dell'allora assessore Gini, che nel 2015 dichiarava: sono in cantiere imponenti opere per restituire qualità alle acque del mare e restituirlo potenzialmente alla balneabilità . Con questi interventi vogliamo restituire alla città l’antico rapporto visivo e percettivo con il mare e implementare la fruizione della costa.”Tra i diversi interventi promessi c’era anche  un  progetto di “riqualificazione” del Porticciolo di Sant’ Erasmo.  Tale progetto prevedeva :” oltre la pulizia e bonifica, alcuni arredi e strutture per la fruizione pubblica con un’area giardino, un’area pavimentata ed un area a verde con installazioni scultoree- architettoniche nella ex porzione del piano di Sant’Erasmo a fianco del bastione settecentesco oggetto di interramenti successivi Due anni dopo è tutto immutato. Dalla nuova amministrazione vogliamo sapere se questi interventi sono confermati e da quali fondi si attingerà per realizzarli. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 29
Articolo
15 giu 2017

Ci meritiamo le spiagge libere? NO.

di Giulio Di Chiara

Giusto qualche giorno fa mi sono recato a Isola delle Femmine con amici per passare una giornata al mare. Alla ricerca di un spazio più grande per poter giocare a pallavolo, abbiamo optato per la spiaggia libera immediatamente dopo il lungomare. Giunti in loco, volevamo scappare via. La vista era terribile: una distesa enorme di immondizia, cumuli di sacchetti, plastiche, carte e qualsiasi altro genere di rifiuto accatastati e abbandonati da presunte "persone", ma soprattutto tantissimo vetro. Bottiglie rotte ovunque e frammenti che sbucavano dalla sabbia in ogni dove. Una scena impressionante se commisurata alla dimensione della spiaggia stessa. Le uniche aree parzialmente accessibili erano quelle ripulite dalle famiglie per poter posizionare i propri ombrelloni. Senza voler elencare tutti i suppellettili e significare ulteriormente il rischio di farsi male, la domanda mi è sorta spontanea: quando ci lamentiamo dei lidi che occupano gran parte dei nostri litorali, siamo veramente nella ragione? La mia è una provocazione ma anche una amara riflessione: davvero meritiamo di avere le spiagge libere se tanti trogloditi poi la riducono in un luogo di pericolo da cui scappare? E ancora: il comune di riferimento in tutto questo dove si colloca? La dimensione e l'estensione dei cumuli lascia intendere che quella zona non è pulita da mesi e mesi. Quindi l'altra domanda è: se un comune non SA garantire un decoro al suo territorio, fa bene ad affidarlo ai privati per le loro attività economiche? Ripensando alla mia ultima esperienza, ci sarebbe da consegnare le chiavi del mare ai privati, perchè di una spiaggia stuprata dal degrado non ce ne facciamo niente e dunque meglio preservarla attraverso attività terze piuttosto che trasformarle in discarica. Certa gente fa schifo. Oltre il danno, la beffa generazionale: il parcheggio adiacente non poteva essere più pulito della spiaggia. Dunque, il bambino con il sacco di immondizia in mano lo lancia a bordo della strada, insieme a tanti altri accatastati lì: tanto uno in più cosa cambia. I genitori lo guardano, aspettano che salga in auto e vanno via. Senza proferire parola. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
13 giu 2017

MAPPA | Palermo si riscopre ricca di Street-Art anche tramite un Bot

di Fabio Nicolosi

Spesso dovremmo guardare la città più con gli occhi e la curiosità del turista che con quello di cittadino che la vive ogni giorno. Sapevate che a Palermo sono stati realizzati oltre 250 opere di street-art? La street-art consiste nell'abbellire uno spazio pubblico con dei disegni caratteristici, una pratica più raffinata rispetto ai classici graffiti, anzi diametralmente opposta. Perché la prima è un'arte, la seconda è solo un modo di imbrattare la città. A qualcuno però è sorta la necessità di catalogare tutte queste opere per mostrarle al turista appassionato e hanno quindi creato Street Art Factory, una piattaforma che consente di localizzare le opere di street art, ottenere informazioni sugli artisti e comprare stampe e serigrafie firmate per supportare progetti artistici e sociali sul territorio. Inoltre per conoscere tutti le opere lo sviluppatore palermitano Gabriele Dell’Aria ha dato vita ad un nuovo servizio utile a tutti gli appassionati di arte urbana: un bot di telegram che fornisce informazioni relative alla Street Art del capoluogo in modo semplice ed interattivo. Cercando tra gli utenti di telegram @StreetArtPaBot e avviando il bot si accede ad un semplice menù dal quale è possibile filtrare i contenuti in base al nome delle oltre 250 opere contenute, dei 30 artisti rappresentati, o dei 7 progetti scelti. Per ogni opera sono presenti informazioni sugli autori e sui singoli progetti, con la segnalazione della fonte da cui sono tratte. Inoltre è anche possibile richiedere di visualizzare la mappa delle opere scegliendo tra 18 aree distinte, o in modo ancor più semplice, utilizzando la sezione “cerca opere” si può indicare la propria posizione ed ottenere direttamente l’elenco dettagliato di quelle più vicine. Questa è la cartina realizzata da Street Art Factory e disponibile online oppure in versione cartacea:

Leggi tutto    Commenti 0