Articolo
20 mar 2017

Genius loci: il progetto che vi apre le porte dei beni confiscati

di Andrea Baio

Il progetto Genius Loci, in collaborazione con l'associazione Libera (ed altri supporter), tratta il riuso dei beni confiscati e mira in particolare alla sensibilizzazione e consapevolezza dei giovani professionisti sul tema. La nascita delle normative per il riutilizzo sociale dei beni confiscati rappresenta un momento cruciale nell’impegno dello Stato nella lotta alle mafie, concretizzato nell’atto di sottrarre quella ricchezza simbolo di potere e prestigio sui territori. Questi beni, tornando “comuni” possono costituire una grande opportunità per il consolidamento e lo sviluppo di iniziative attraverso cui costruire modelli socio-economici alternativi e liberi dalle mafie. In tal senso, la conoscenza delle norme e procedure che regolano tali processi rappresenta anche un dovere civile e culturale. Le azioni dell'iniziativa sono due: - un ciclo di quattro incontri sui beni confiscati (aperto a tutti gli interessati) per affrontare diverse tematiche: la normativa vigente, le procedure di accesso ed assegnazione ai beni, le tipologie di riuso possibili, buone pratiche di riattivazione dei beni, casi studio, metodologie di intervento per il riuso ed il recycling. Prime date a Palermo: 22/03/2017 - 15:30 presso l'aula Savagnone - Edificio 9 dell'ex-facoltà di Ingegneria in viale delle Scienze 4/04/2017 - 16:30 presso la Bottega dei Saperi e dei Sapori di Libera, piazza Castelnuovo 13 - un contest di progettazione aperto a giovani professionisti e studenti UNDER 30 (età 18-30 anni). Attraverso il sito www.geniuslocipalermo.it saranno resi disponibili dei documenti inerenti casi studio selezionati (foto, rilievi, informazioni, etc) di beni confiscati ed i partecipanti potranno elaborare una proposta di riuso (il bando sarà presto online con i dettagli). La proposta dovrà essere illustrata sinteticamente inviando online in formato pdf la documentazione richiesta da bando (in fase di bozza il bando prevede due tavole ed una relazione di 3 cartelle max). Tutte le proposte saranno incluse nella pubblicazione degli atti dei seminari, è previsto un piccolo premio all’idea pari a 250 euro. Per tutte le informazioni ed aggiornamenti si faccia riferimento al sito e alla pagina facebook

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
16 mar 2017

Canile Municpale: entro metà Aprile via ai lavori

di Fabio Nicolosi

Dopo campagne per l'adozione, anni di battaglie, sembra intravedersi la luce in fondo al tunnel. I lavori già promessi un anno fa non erano partiti proprio a causa degli animali, che non si sapeva dove collocare durante i lavori. E' stato quindi pubblicato un bando dove chi avrebbe adottato un animale avrebbe ricevuto anche dei soldi per agevolare e velocizzare le operazioni. Tra le altre note negative, il canile negli ultimi anni è andato avanti grazie alle associazioni di volontari che giornalmente si prendono cura degli animali. Da un comunicato stampa del comune di Palermo è stato dichiarato che entro il 22 Marzo termineranno le attività di svuotamento delle gabbie del canile municipale e potranno essere avviati i tanti attesi lavori che permetteranno una vita e una gestione migliore alla struttura da anni, con gravi carenze. Cala il silenzio più assoluto sull'altro canile di via Bonafede. Ecco il comunicato stampa: Cominceranno entro la metà di aprile i lavori di ristrutturazione e manutenzione straordinaria del canile municipale di via Tiro a Segno. Si concluderanno, infatti, entro il 22 di marzo le attività di svuotamento della gabbie e di trasferimento degli ultimi cani rimasti presso altre strutture temporanee, idonee a offrire spazi adeguati per gli animali. "In questi giorni - spiega il capo area Gabriele Marchese - stiamo completando la sistemazione di gabbie temporanee presso l'ex mattatoio comunale, dove ciascun animale avrà uno spazio pari a circa il doppio di quello attualmente disponibile in via Tiro a Segno". Terminato lo svuotamento, entro pochi giorni necessari per verifiche tecniche e amministrative, i lavori saranno consegnati alla ditta che si è aggiudicata l'appalto. "Finalmente - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - si avvia a soluzione un problema annoso e grazie a questi lavori, uniti alla programmazione di nuove strutture intercomunali, in collaborazione con il Comune di Monreale, ci apprestiamo a dare risposte alle esigenze sanitarie e di vivibilità del territorio e degli animali". Un invito a non cadere in quelli che appaiono tentativi di lucro sulla buonafede degli animalisti viene rivolto da Marchese ai cittadini. "Ci è stato segnalato - dice - che ancora una volta, con l'approssimarsi della soluzione dei problemi del canile, alcuni sedicenti animalisti lanciano campagne di raccolta fondi di cui è dubbia la destinazione finale. Invitiamo tutti coloro che hanno a cuore il benessere degli animali a non foraggiare tali attività lucrative, segnalando comportamenti poco trasparenti alle Forze dell'Ordine".

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
07 mar 2017

Via Maqueda: apre la galleria commerciale in area Quaroni

di Andrea Baio

Da qualche giorno ha aperto al pubblico la nuova galleria commerciale all'interno del palazzo nell'area Quaroni. Solo un negozio presente al suo interno al momento, in aggiunta a quelli già presenti nel prospetto esterno. Lo spazio si presenta elegante e luminoso. Il cortile interno è ampio e gradevole. Qualche perplessità riguardo la tipologia di negozi: ci si aspetterebbe qualcosa di maggior prestigio per il nuovo salotto cittadino, al posto di rivendite gadgets, tshirt e quant'altro. In ogni caso, rimane pur sempre un tassello in più verso la consacrazione di una delle vie più apprezzate in città, nell'attesa che la pedonalizzazione venga resa definitiva, e vengano attuati gli interventi di riqualificazione previsti dal piano triennale delle opere pubbliche.

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
20 feb 2017

Facciamo il punto sulla mobilità elettrica

di luigi77

Si è svolto qualche giorno fa a Roma l’ultimo meeting sulla mobilità elettrica al quale erano presenti cento tra inventori, aziende e start-up che si occupano di disegnare il futuro del mondo dei trasporti. Tra questi, un team di studenti del Politecnico di Milano sta lavorando alla trasformazione di un motore termico in elettrico. Un inventore di Padova ha creato un sistema senza fili per ricaricare la batteria dell’auto senza scendere; un gruppo dell’Università della Tuscia sta studiando un sistema roaming di ricarica internazionale (come per i telefonini); un’azienda di Reggio Emilia ha realizzato il cuore di un minibus elettrico che porta in giro i turisti in Svizzera;  un’azienda friulana ha realizzato stazioni di ricarica mobili e condivisibili; un’azienda di Teramo ha ideato un sistema di sostituzione rapida tra batterie scariche e batterie cariche. Erano presenti anche gli inventori dell’unica app al mondo per registrarsi contemporaneamente a più sistemi di car sharing. L’Italia è indietro nelle vendite, ma è avanti nel campo della ricerca. Le auto elettriche in giro per l’Italia sono soltanto 6000, pari allo 0.01% del parco veicolare circolante, numeri di gran lunga inferiori a quanto avviene in Norvegia (lì 1 auto su 4 è elettrica) ed in Olanda (1 auto su 10), Paesi che, assieme alla Cina ed agli Stati Uniti costituiscono il 70% del mercato mondiale. Alla fine del 2015, nel mondo circolavano soltanto un milione di auto elettriche. Si tratta di un mercato ancora di nicchia, poiché vi sono dei punti deboli ancora da superare, come la durata delle batterie, la velocità di ricarica e la bassa presenza di colonnine di ricarica. I ricercatori inventano, mentre le aziende - in attesa delle vendite - scommettono e rilanciano. L’Enel, secondo quanto afferma il suo AD, punta a diffondere il numero di colonnine di ricarica anche nei pressi delle case dei proprietari di auto elettriche, in modo da ricaricare le batterie e operare come centri di stoccaggio e di trasformazione di energia sulla rete e costituire un vantaggio economico per i proprietari. Per maggiori informazioni, potete consultare il video pubblicato al seguente link: http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-dcca289d-8996-46f5-879c-53289edc20b4.html (dal minuto 10:28 al minuto 12:57)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 set 2016

ZTL | Pronto il nuovo ricorso, oggi assemblea cittadina

di Fabio Nicolosi

Ancora una volta le associazioni Bispensiero, Vivo Civile e il movimento politico Siciliani Liberi sono pronti a "dichiarare guerra" alla nuova Ztl “La nuova delibera amministrativa è una mossa da consumato politico di vecchia scuola – spiega Massimo Merighi di Bispensiero, primo firmatario e promotore del ricorso. - Con questa delibera, sostanzialmente, si istituiscono di fatto nuovamente le stesse Ztl ma si avvia solo la prima (la 1). Il comunicato stampa del Comune, che annunciava il provvedimento, è fuorviante e ingannevole, e in merito andremo in fondo alla questione. Nel comunicato si parla di una “Ztl Centrale” che andrebbe da Porta Felice a Porta Nuova e dalla Stazione Centrale a via Cavour. Leggendo attentamente la delibera, si scopre invece che il confine della Ztl Centrale, le cui modalità di accesso vengono instituite con la delibera, non è assolutamente via Cavour ma via Notarbartolo. In sostanza, le Ztl sono le stesse di quelle cancellate. Se non impugnassimo questo nuovo atto, dal giorno successivo l’amministrazione sarebbe legittimata ad avviare anche la seconda Ztl, quella che si estende fino a via Notarbartolo e noi cittadini non potremmo più fare nulla per impedirlo. Noi andiamo avanti. Presenteremo un ricorso per motivi aggiunti contro la nuova delibera”. Bispensiero, Vivo Civile e Siciliani Liberi hanno indetto una assemblea cittadina che si terrà a Palazzo Pantelleria giovedì 29 settembre alle 18.30. Alla presenza dell’avvocato Dagnino tutti i cittadini, indipendentemente se residenti o meno nel perimetro delle Ztl, muniti di fotocopia del documento di riconoscimento, del codice fiscale, del libretto di circolazione e del certificato di proprietà del veicolo, potranno firmare per aderire al ricorso. Vedremo dunque se il nuovo provvedimento verrà bloccato, come accaduto già qualche mese fa, a pochi giorni dall'attivazione. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

Leggi tutto    Commenti 6
Proposta
26 set 2016

Svolta a destra continua tra viale strasburgo e viale francia?

di manu66

Buongiorno, vorrei fare una porposta per ottimizzare l'uso del semaforo tra viale strasburgo e viale francia: se venendo da viale strasburgo andando verso il centro città (direzione sud) si potesse girare in viale Francia con una svolta a destra continua, cosa per cui il semaforo è già predisposto, si eliminerebbe un traffico notevole su viale strasburgo senza alcun problema. Grazie Manuela

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
23 set 2016

Grandi Stazioni: la nuova area prende forma

di Andrea Baio

Proseguono i lavori presso il cantiere Grandi Stazioni a Palermo Centrale. Le pale meccaniche continuano gli scavi nell'area di quello che sarà il nuovo terminal per i bus extraurbani. E' stata inoltre delimitata una zona in corrispondenza di un manufatto dalla forma circolare. Supponiamo sia stato chiesto il parere della sovrintendenza in merito, in quanto da diversi giorni degli operai sono a lavoro per riportarlo alla luce. Ecco una galleria fotografica, per ulteriori informazioni sui lavori cliccate QUI

Leggi tutto    Commenti 9