13 ago 2015

Tram linea 1: il catalogo delle infrazioni sopra i binari


Il cantiere della linea 1 del tram si avvia alla conclusione, ma già da tempo le vetture circolano fino a piazza Scaffa i giorni lavorativi per formare i conducenti, ed al contempo effettuare le migliaia di chilometri di collaudo su strada obbligatori.

I cittadini mostrano interesse per questo grande treno che sfreccia per le strade.

Purtroppo però non tutti rispettano quel paio di semplicissime norme necessarie per garantire l’esercizio della linea e la sicurezza propria ed altrui.

A volte si verificano casi clamorosi che fanno notizia come i rifiuti ingombranti sui binari, ma giornalmente si presentano problemi.

Nella foto in copertina potete vedere ad esempio un tram fermo a causa di un new jersey in cemento armato spostato sui binari da uno dei tanti motociclisti che effettuano l’inversione di marcia sulle strisce pedonali invece che sulla sicura rotonda,regolata da impianto semaforico 130 metri più avanti.

Andando ad analizzare invece i malcostumi quotidiani, possiamo facilmente osservare automobilisti che percorrono le corsie tranviarie
Foto0907

ed a testimonianza di quanto le infrazioni siano frequenti, possiamo intravedere due macchine sopra i binari all’incrocio con il semaforo rosso.

Tanti cittadini non conoscono il significato di striscia di arresto, e come fosse una gara assistiamo un po’ ovunque al giochino di chi si piazza più avanti al semaforo, eseguendo una serie di manovre pericolose.

Spesso ciò causa disagio alla circolazione, ma quando ci si va a fermare sopra dei binari percorsi da vetture dal peso di tonnellate, la vicenda assume contorni allarmanti.

Chiaramente non sono solo le auto ad occupare indebitamente i binari. Un altro classico è il venditore abusivo che fa quel che gli pare ignorando completamente la differenza tra un marciapiede, una strada ed una corsia tranviaria. Di certo lo spazio agli angoli non manca per continuare la propria attività illecita, ma secondo una mentalità che va per la maggiore nella nostra città con o senza tram l’abusivo non si muove da lì, come se quel metro quadrato fosse di sua proprietà. Chiaramente non sto difendendo il commercio abusivo, solo un paragone tra luoghi.

Foto0936

Infine si passa a quello che la nota inviata palermitana di Striscia la Notizia ha definito “parcheggio creativo”.

Binari o non binari, tram o non tram, dove c’è un buco libero in poco tempo arriva un’auto che vi si “parcheggia” . Ogni incrocio è un parcheggio, soprattutto in corrispondenza di attività commerciali quali bar e tabacchi.

 

Al momento le vetture tranviarie vengono scortate dalla polizia municipale che eleva multe ogni qualvolta necessario, ma per quanto ancora si dovrà andare avanti così?

Mi chiedo, cosa accadrà quando la linea sarà operativa per la sua interezza? Sfido chiunque, soprattutto adesso con il caldo a trovare meno di 15-20 macchine sui binari all’incrocio tra via Paolo Balsamo e Corso dei Mille. Tutte di gente che consuma gelati nei due locali poco più avanti. Va precisato che il vicino parcheggio all’interno della stazione centrale è chiaramente, come sempre libero. Il paragone tra un posto auto a pagamento ed uno libero poiché non destinato a tale uso non sussiste, perché i parcheggiatori abusivi sono arrivati pure sui binari, sia in quella zona che presso il centro commerciale Forum Palermo.

Possiamo solo sperare che con il tempo la città accetti questo grande cambiamento del trasporto pubblico, anche se sulle invasioni di corsia, senza una adeguata videosorveglianza, le aspettative non sono tra le più rosee.


infrazioniparcheggi creativiTram

14 commenti per “Tram linea 1: il catalogo delle infrazioni sopra i binari
  • Orazio 789
    13 ago 2015 alle 8:17

    Interrompere la corsa di un tram può costituire reato si interruzione si pubblico servizio, basterebbe fare scattare le denuncie documentate dai filmati degli impianti di sorveglianza per risolvere il problema.

    Leggo su Repubblica che il centro destra dopo aver spolpato la città con cammarata e i suoi sodali adesso vuole espropriare l’AMAT per fare gestire ai loro amichetti privati la tranvia. Vigilate, gente, vigilate

    • ligeiro 248
      13 ago 2015 alle 23:46

      ci vuole immediatamente la certezza della denuncia! non i vigili che fanno spostare le auto!! altrimenti epreferisco che ai tram venga montato il un puntale di acciaio dei treni e via a tirare dritto portandosi tutte le auto, vedrete che in due giorni non ci sarà più nessuno parcheggiato.. questo si meritano questa gente di Mxxxx!! purtroppo siamo nella repubblica delle banane e non si può fare…

    • Siciliano 2
      14 ago 2015 alle 10:22

      Il giorno che smettiamo di dare sempre le colpe a chi sta dall’altra parte senza farci suggerire le strutture ideologiche di sistema allora questa benedetta terra crescerà. A parte il commento politico condivido.

  • basilea 594
    13 ago 2015 alle 9:25

    Sinceramente mi auguro che il tram venga gestito da chiunque ma non dall’AMAT…..perche’, visto come funzionano gli autobus ( MANUTENZIONE ZERO e servizi a dir poco schifosi) ,i tram nelle loro mani,dopo i 4 anni in cui per fortuna la manutenzione la curera’ la Bombardier, chi sa che fine faranno !!! e sarebbe un vero peccato ! Si e” visto che fine hanno fatto i tram di Messina in mano dell’ATM……………….oggi ne circolano solo 7 su 15 !!! gli altri sono stati cannibalizzati !!! A Firenze la tramvia non e’ gestita dall’ATAF ma dalla GEST (Gestione TRAM ); quindi perche’ a Palermo dovrebbe averlo in mano l’amat ??? ripeto chiunque altro fara’ meglio di loro !!!

  • Angelo64 143
    13 ago 2015 alle 9:37

    A Roma gli autisti dei mezzi pubblici possono segnalare le auto che ostruiscono il loro percorso alla polizia municipale che eleva la multa.

  • matteo O. 156
    13 ago 2015 alle 9:42

    A Milano per vigilare sulle entrate all’area C (ztl) hanno installato delle telecamere che in automatico multato le targhe non autorizzate. Non sarebbe possibile fare una cosa simile per le corsie del tram?

  • Orazio Perna 3
    13 ago 2015 alle 13:53

    matteo O. quali telecamere automatiche e telecamere……….quà purtroppo se vogliamo insegnare a quelle BESTIE di Palermitani, che gli secca farsi 100 metri per posteggiare meglio l’auto e andarsi a prendere il gelato……..che la macchina la prendono pure a casa per andare a gabinetto, a comportarsi civilmente, attivando il cervelletto e rispettando il Codice della Strada, che se sbagliano verranno puniti non solo con una multa MOLTO SALATA, ma con il Carroattrezzi……così vedi come gli comincia a prudere il culetto quando devono andarsi a ritirare l’auto al parcheggio comunale.

  • basilea 594
    13 ago 2015 alle 14:18

    Cominciare a RIMUOVERE COL CARRO ATTREZZI le auto posteggiate sui binari fin da ora !!! con multe pesantissime ! solo cosi’ potranno capire che sui binari non si posteggia. MAI !

  • drigo 404
    13 ago 2015 alle 15:08

    Per questo tipo di infrazioni, sarebbe molto semplice modificare il CdS in maniera tale da fare scattare la confisca immediata del mezzo e successiva demolizione.
    Per quanto riguarda i varchi ztl videosorvegliati, bisogna sempre considerare che dietro c’è un lavoro d’ufficio di vaglio e selezione delle foto scattate. Con il corpo di PM che ci ritroviamo, incapace e corrotto, dubito che il sistema funzionerebbe come dovrebbe.

    • Jerax 33
      26 ago 2015 alle 9:24

      Si…e magari uccidiamo pure il proprietario dell’auto con impiccagione in piazza… ma dai su…demolizione dell’auto…. !!!

      Basta una multa salta e rimozione coatta del mezzo… Stop.

    • ligeiro 248
      13 ago 2015 alle 23:48

      vedi, il concetto è sbagliato questa notizia dovrebbe essere la normalità non argomento di un articolo

      • Enrico57 120
        15 ago 2015 alle 10:44

        Ovviamente non si può non concordare. Tuttavia, nel caso specifico, la notizia è che quella che poteva essere considerata una “semplice” sosta in doppia fila, è stata correttamente interpretata come un vero e proprio reato, essendosi poi realizzata l’interruzione di pubblico servizio. Questo è il punto: che chi occupa i binari del tram impedendone la circolazione, non infrange solo il codice della strada, ma anche il codice penale. E questo dovrebbe far riflettere gli illustri concittadini oltre che amministratori e tutori dell’ordine.


Lascia un Commento