30 mag 2015

Il trasporto pubblico a Palermo potrebbe funzionare?


Salve sono un ragazzo di 21 anni di Palermo vivo in periferia, precisamente in via Ciaculli;  mi sposto in città con il bus o con il treno, essendo cosciente che camminare col bus è molto complicato.

Analizzo molti fattori, il perché il servizio autobus a Palermo funziona male e nelle altre città no!

Il mal funzionamento di questo servizio è dovuto a queste problematiche: troppe auto in città, doppie file per le strade, mancanza di linee preferenziali per i bus, guida a casaccio del Palermitano, il non rispetto delle regole stradali.

Se davvero noi palermitani vogliamo che il servizio autobus, funzioni, allora perché non posare la propria auto e prendere il bus? Il bus non è puntuale, perché ci sono troppe auto, se la maggior parte delle auto fossero lasciate a casa, in strada non ci sarebbe tutto questo traffico da poter far arrivare il bus in ritardo.

A Palermo si stanno portando avanti tre grandi opere: il tram, il raddoppio del passante ferroviario e infine la chiusura dell’anello ferroviario. In breve vi spiego queste tre opere e la loro funzionalità integrati tra di loro, insieme alle linee bus urbane.

Il passante ferroviario:
È la linea che unisce la stazione centrale di Palermo con l’aeroporto di Punta Raisi (direzione Trapani), in pratica in questa tratta si stanno svolgendo i lavori del raddoppio del binario, l’interramento di questa linea e nuove stazioni che nell’area urbana di Palermo saranno sedici, funge da metropolitana. Ultimati i lavori, la frequenza dei treni sarà di 15 minuti, il costo del biglietto è di €1,30 nell’area urbana di Palermo.

Anello ferroviario:
la tratta esistente della linea, va da Notarbartolo fino a piazza Giachery. In questa linea i lavori sono i seguenti: prima fase, allungare la tratta da Giachery fino al politeama; la seconda fase prevede la completa chiusura dell’anello, che va dal politeama fino a Notarbartolo, sarà a singolo binario tutto sottoterra. Il costo del biglietto è di €1,30, che è lo stesso del passante ferroviario, la frequenza dei treni sarà di cinque minuti.

Anello ferroviario e Passante ferroviario sono gestiti da Trenitalia.

Il Tram:
comprende tre linee: una che va dalla stazione fino alla zona Roccella; la linea due che va dalla zona castellana fino a Notarbartolo; la linea tre ha un tratto in comune con la linea due e che prosegue verso la circonvallazione, fino al ponte di Corso Calatafimi, per poi risalire dalla circonvallazione e andare a Notarbartolo.

La linea uno sarà con una frequenza di 5 minuti e le linee 2 e 3 con una frequenza di 10/15 minuti il sistema tram sarà gestito da Amat.

Si farà di nuovo il biglietto integrato tra Amat e Trenitalia, per consentire l’utenza di prendere tram/bus/metrò con un unico biglietto.

Tram e metro non inquinano, possono trasportare centinaia di persone in modo veloce e sicuro, senza traffico e con orari regolari, risparmiando sul costo della benzina, del tempo trascorso in auto per cercare il posteggio e il costo del posteggio stesso.

Non perdiamo una buona occasione come questa, rifletteteci, pensateci, non siate duri, vedrete che il trasporto pubblico di Palermo migliorerà, dipende da noi

nodo-ferroviario-palermo Sistema tram/metro integrati

.


amatamat palermolavori tram palermopassante ferroviariotrasporti pubblici palermo

42 commenti per “Il trasporto pubblico a Palermo potrebbe funzionare?

Comment navigation

  • Fulippo1 1343
    31 mag 2015 alle 16:05

    Tutto quello che si sta costruendo, se riuscirà ad entrare a pieno regime, migliorerà sicuramente la situazione in città. Seppur di poco ma lo farà.
    Ma il problema dei bus, sarà difficilmente risolvibile se non con una profonda rivoluzione all’interno dell’Amat.
    Per farla funzionare ci vogliono poche cose, gente seria e professionale, soldi, e mezzi a disposizione. Tutte cose che attualmente mancano.

  • basilea 594
    31 mag 2015 alle 18:52

    A Torino o a Roma,molte linee sono state CEDUTE AI PRIVATI….si faccia anche qui…………..o qualcuno non vuole e preferisce l’attuale servizio inesistente. L’ amat non e’ piu’ in condizioni di gestire il trasporto urbano:La si chiuda !

    • Benedetto Bruno 182
      31 mag 2015 alle 23:19

      Lo sappiamo tutti che i Catanesi sono sempre uno, due, tre passi più avanti rispetto a noi Palermitani. Quello che i Catanesi fanno oggi , viene poi fatto dai Palermitani 10-15 anni dopo, quindi se ci va bene potremo comprare il biglietto integrato nella Palermo del 2025. Fooozza Catania! (il vero Capoluogo della Sicilia)

  • peppe2994 2830
    31 mag 2015 alle 21:57

    Non ricordo chi si chiedeva perché i mezzi nuovi stanno fermi in deposito.

    -Mancano i conducenti. Molti sono andati in pensione e tragicamente ne muoiono almeno un paio l’anno per stress.
    -L’officina dell’AMAT fa pietà. Non hanno i soldi per i ricambi, quindi smontano i pezzi dagli altri autobus

    La miseria assoluta.

  • Piero1994 14
    01 giu 2015 alle 0:14

    Qualche anno fa ero un utente giornaliero dei mezzi amat, ricordo che ogni anno c’era sempre un momento in cui si parlava di “rivoluzione amat” venivano aggiunte più vetture, ne arrivavano anche di nuove, potenziavano le linee e i controlli, e dopo qualche mese ritornava tutto come prima. E questo succedeva ogni anno!
    Invece vorrei sapere se qualcuno ha notizie sulla metropolitana automatica leggera. Non se ne parla più e non trovo notizie recenti a riguardo…

  • jovan123 41
    01 giu 2015 alle 11:35

    per @Salvo. Si concordo effettivamente ci sono delle perdite economiche da parte dell’amat è molti mi dicevano che la regione o chi per loro deve un sacco di soldi all’amat.
    Da un lato posso capire L’amat per i debiti dall’altra però l’organizzazione della linee delle vetture è pessimo. Gli esempi delle linee che ho citato sono la realtà è quindi il fatto che adesso le vetture diminuiranno per dare spazio alle frequenze maggiori per Mondello sottolineerà la reatà dei fatti della scarsa organizzazione da parte loro.
    Adesso con gli orari estivi alle porte verrà priviligiata la zona Mondello mentre il resto della città periferica cito Sperone-Brancaccio-Pomara-Roccella ecc ecc ci saranno lunghe attese vergognose, mentre dobbiamo vedere lo scempio delle navette di Mondello frequentissime lo scempio Linea Gialle e Verde frequenti utili per cosa? Boh.. , Esempio ieri da circa 2-3 ore a Piazza Principe Di Camporeale mancava la 422 gente erano le 17 è c’era gente che aspettava dalle 13:30 circa, è normale una cosa del genere di una linea come la 422 che è principale mancare sotto questo tempo in modo vergognoso? Ecco con questo ho detto tutto sulla reale situazione.

  • phrantsvotsa 462
    03 giu 2015 alle 12:32

    Catania è più avanti…Catania è meglio…..
    Ma quando la finite? Ma ci siete mai stati a Catania? La conoscete davvero?
    A Catania gli autobus fanno schifo come se non peggio che a Palermo!
    La metro (anche se chiamarla così è una audace forzatura) è una ridicolaggine di 3,8 km, per lo più in stato di abbandono con frequenze ridicole e con i lavori di ampliamento a tutt’oggi fermi!
    Una linea di tram non esiste e non è stata neanche pensata!
    Una cosa che aveva (aveva) in più di noi erano i centri commerciali….e mi sembra che da quel punto di vista Palermo, sebbene in ritardo, abbia oramai superato Catania!
    Incominciate invece ad apprezzare quello che si sta facendo a Palermo..un vero e proprio SISTEMA INTEGRATO DI TRASPORTI”!!!

    • Benedetto Bruno 182
      04 giu 2015 alle 15:16

      Mi accodo a quello che ti ha risposto Basilea e aggiungo che su Mobilita Catania puoi vedere mappe e informazioni sui lavori attualmente in corso per la Metropolitana e per il Passante Ferroviario. E al fuori del discorso trasporti pubblici e centri commerciali potrei farti un bell’elenco per dimostrarti che i Catanesi sono più avanti anche in altri settori rispetto a noi sonnecchianti Palermitani, ma perché provare a convincerti del contrario di quello che ancora oggi vuoi continuare a credere?

      • phrantsvotsa 462
        05 giu 2015 alle 12:37

        Io non sono un illuso e non voglio credere nelle favole; Palermo è una città che viene da più di un decennio di totale abbandono, di sciacallaggio e di ruberie da parte della politica. Non è facile ripartire e questo bisogna ammetterlo. Io però sono fiducioso sia sul tram che sull’anello…e non dimenticate che Catania non è Palermo…Palermo è grande più del doppio ed è una città che negli anni passati ha avuto un tracollo peggiore e ben più drammatico!

  • basilea 594
    04 giu 2015 alle 13:26

    Sistema integrato….????? Quando ?? fra VENT’ANNI ? …………..il passante ferroviario DORME,la chiusura dell’anello ….fra poco diranno che i lavori potrebbero far crollare il Politeama….e si fermera’ tutto…….il TRAM ? non c’e’ il direttore………..le linee sono ancora incomplete e chi sa quando le completeranno…………….autobus meglio non parlarne…………..quanto a Catania, ci sono stato ieri….ho preso diversi autobus con attesa alle fermate non oltre 4 minuti….la metro passa ogni 10 minuti ,nella zona pedonale del Duomo e via Etnea GLI AUTOBUS CI PASSANO !!!!! mentre da noi da tempo hanno soppresso gli autobus nel centro di Palermo,Politeama,via Ruggero settimo via Maqueda.A Catania c’e’ il biglietto integrato Metro/bus e costa 1,20 € ,mentre se interessa solo bus o metro costa 1,00 €…………….la realta’ e’ questa………………..Catania e’ pulita e le spazzatrici lavorano in citta’ di continuo……..qui c’e’ il trionfo della munnizza ! mi meravigliop dei turisti che ancora vengono a Palermo………….

  • basilea 594
    04 giu 2015 alle 13:29

    dimenticavo che entro un anno apriranno il prolungamento della metro a p.Stesicoro e dall’altro lato a Nesima..

  • rainon69 28
    05 giu 2015 alle 10:35

    Anch’io abito vicino Croce Verde e il servizio pubblico funziona malissimo la 211 passa ogni ora e mezza con una sola vettura che fa la spola con la stazione centrale, nella speranza, come promesso dall’AMAT con l’attivazione della linea 1 del tram alcune linee che fanno lo stesso percorso del tram, verranno soppresse per incrementare quelle carenti, la zona brancaccio ciaculli è molto vasta quindi meriterebbe più corse; per quanto riguarda il tram dovrebbero progettare altre linee e soprattutto in centro città non solo in periferia per decongestionare il traffico, le idee ci sarebbero,, forse mancano i soldi????? speriamo in una città con un servizio pubblico efficientissimo


Lascia un Commento