31 gen 2014

Passante Ferroviario, demolizioni a San Lorenzo


Procede la cantierizzazione delle aree del Passante Ferroviario lungo la cosiddetta tratta b. Ci troviamo a San Lorenzo, dove è stato demolito recentemente l’ex casello ferroviario di via Nuova. In corso anche la cantierizzazione del tratto fra la stazione San Lorenzo Colli e viale Francia. Tutte operazioni che abbiamo già visto in passato durante i lavori a Cardillo e Vespri. Si passerà quindi con la realizzazione delle fondazioni. Ricordiamo che l’intera tratta verrà interrata.

Ringraziamo per gli scatti l’utente Giovanni75

29p4waw 

L’ex casello già demolito.

ser6o5

 

Le aree in fase di cantierizzazioni. Ci troviamo fra l’attuale fermata Francia e via Nuova, proprio alle spalle di villa Pantelleria.

2vxevrr

 

n1wf8k

 

 

 

 


mobilita palermopassante ferroviario palermorfisan lorenzo collisesta circoscrizione palermoSIStratta btratta b passante ferroviariotrenitaliaviale delle alpi palermoviale strasburgo

26 commenti per “Passante Ferroviario, demolizioni a San Lorenzo

Comment navigation

  • Metropolitano 3212
    01 feb 2014 alle 14:02

    Lazio sarà la fermata più profonda (appunto -30 metri), almeno parlando per la sola zona centrale della città.

  • peppe2994 2806
    01 feb 2014 alle 14:57

    Comunque trenta metri sono un’enormità, sostanzialmente è l’altezza di un palazzo da dieci piani!

    Non è un lavoro da tutti i giorni, solitamente i treni viaggiano quasi in superficie, massimo 20 metri sotto terra. Profondità così basse sono rare ed è molto bello che sia stato deciso di realizzare qui un gioiellino tecnico di questo tipo.
    Chissà quante scale ed ascensori serviranno per scendere così in basso, sarà un bel vedere.

  • huge 2135
    01 feb 2014 alle 15:29

    Cerco di rimettere ordine (secondo i dati del progetto definitivo. Possono essere state introdotte variazioni nell’esecutivo, ma in linea di massima le quote dovrebbero essere rimaste le stesse).

    -9 metri è la quota del piano del ferro per la stazione di S. Lorenzo.

    La quota più profonda verrà raggiunta sotto via delle Alpi e in corrispondenza della fermata Lazio. L’attuale binario si trova a circa -10m dal piano campagna. Il futuro binario dispari, che verrà scavato sotto e in asse all’attuale con la TBM, si troverà a -25m dal p.c.

    Fino alla fermata Belgio la quota del binario dispari (quello profondo) dovrebbe restare intorno ai -25m, per poi iniziare a risalire lentamente.

    La fermata Francia vedrà i due binari ancora su livelli sfalsati e da lì il binario dispari continuerà a salire di quota fino ad affiancarsi al pari raggiungendo i -9m in ingresso a San Lorenzo.


Lascia un Commento