24 set 2011

Pronto intervento in via Leonardo da Vinci: spazzini “fai da te”!


Leggete attentamente lo spirito di iniziativa e senso civico che traspare dall’attività di A. Palmisano, un cittadino che ha veramente a cuore la sua città e il suo decoro:

Da un po’ di giorni, passando per via Leonardo da Vinci, mi ponevo sempre lo stesso interrogativo: “quando le raccoglieranno quelle foglie ammonticchiate nel marciapiede?”. I giorni trascorrevano e lo scenario era sempre il medesimo. Mi venne un dubbio: forse che quelle foglie accumulatesi nel marciapiede sono foglie che risalgono, nella più rosea delle aspettative, all’anno passato e nella peggiore delle ipotesi ai Vespri Siciliani?

Non potendo ancora aspettare, decido di acquistare una scopa adatta per l’azione di pulizia che avevo in mente e oggi, 20 settembre 2011, decido di protestare a modo mio: raccogliendo tutte le foglie che potevano entrare dentro un sacchetto nero. Ovviamente, non ho avuto la pretesa di ripulire l’intero viale in un’oretta, ma la mia azione ha suscitato l’interesse di alcuni passanti, che mi hanno espresso i loro complimenti e mi hanno incitato a proseguire e, se possibile, di trovare altre persone disposte a dare manforte ai due temerari spazzini.

Ho deciso di continuare ancora questa mia “protesta del lavoro” per altri giorni e come si suol dire a Palermo “comu finisci si cunta”. Se siete interessati, contattatemi via email (alessio.palmisano@alice.it): ve ne sarei molto grato.

La nostra città ha bisogno di azioni piccole ma concrete: il solito “vuciare” per le strade per reclamare quello che ci spetta non ha prodotto mai gli effetti desiderati e ritengo che dobbiamo cambiare le modalità della protesta facendo noi stessi quello che vogliamo. Grazie per l’attenzione, a presto!

La montagna

All’opera!


Dopo il lavoro..

To be continued…


Segnalatispazzinivia leonardo da vinci

Articolo successivo

21 commenti per “Pronto intervento in via Leonardo da Vinci: spazzini “fai da te”!

Comment navigation

  • franz 199
    27 set 2011 alle 8:18

    In questo momento di crisi, una azione come questa di Alessio, potebbe essere spunto per risolvere in parte il problema del lavoro. Forse sarà utopia, forse non sarà realizzabile ma perchè non provare? E’ da tempo che, guardando marciapiedi e strade sporche, penso: perchè non fare delle società, cooperative o quant’altro che propongano la pulizia straordinaria nei vari quartieri? Rivolgersi soprattutto ai commercianti, ai condomini, per rendere più puliti i loro marciepiedi e le loro strade? Quando il lavoro non c’è perchè non invertaselo?


Lascia un Commento