16 lug 2011

Sondaggio: “I palermitani fanno da sé” – una campagna possibile?


Tempo fa, stanchi delle condizioni ignobili in cui giaceva (e giace tuttora) la nostra città, organizzammo un evento che ebbe un successo notevole, e che riscontrò un’eco anche tra i politici locali e la stampa. “Puliamo il salotto della città” ha avuto valore puramente simbolico; tuttavia, si è saputo dimostrare che esiste una Palermo che dice no. Questa Palermo viene fuori ogni giorno di più, soprattutto a causa della sordità dell’amministrazione, che si rinchiude nei palazzi ignorando di fatto i bisogni della città e dei suoi cittadini. Arriva oggi una nuova proposta dell’utente Francesco Guadagna

Spett. Mobilita Palermo,attraverso questo splendido sito avete dimostrato di amare la nostra città. Perchè non facciamo un ulteriore passo in avanti? Mi spiego: ci sono alcune zone di Palermo, come l’ Addaura, che sono piene di rifiuti. Il comune spera che volontari possano presentarsi per ripulire la zona dato che gli operai della Gesip non possono svolgere al momento tale mansione. Perchè non promuoviamo attraverso il sito una giornata di volontariato a favore di questa causa? Cominciate a lanciare anche un sondaggio per sapere cosa ne pensano gli altri lettori ed eventualmente gettiamo le basi per una cooperazione che possa liberare Palermo dai rifiuti. Grazie


E voi cosa ne pensate? Al di là delle ingiustizie, al di là del fatto che paghiamo una Tarsu tra le più care di Italia senza ricevere un minimo servizio in cambio…al di là del fatto che il comune di Palermo riceve 45 milioni di euro dal governo per salvare società fallimentari come la Gesip, nate col solo scopo di distribuire “posti” di lavoro per meri interessi di partito e che quindi non siamo assolutamente tenuti a fare tutto questo; pensate che sia arrivato il momento di dimostrare che i palermitani, nonostante tutto, FANNO DA SE? Pensate che siamo in grado di dare questo forte segnale, costringendo di fatto i nostri politici a non potersi più tappare gli occhi? Già bellissime iniziative come il Guerrilla Gardening dimostrano ogni giorno che i cittadini stanno venendo fuori, e che lo sanno fare con molta ironia e tanto amore per la città. Qui vogliamo lanciare il sondaggio proposto dal nostro utente, e capire quanti di noi sono disposti a metterci le braccia, oltre che le idee. A voi la parola

[poll id="10"]


amiacammaratacomune di palermodiego cammaratagesipi palermitani fanno da seimmondiziainiziative dei cittadinimobilita palermopartecipazionerifiuti

Articolo successivo

19 commenti per “Sondaggio: “I palermitani fanno da sé” – una campagna possibile?
  • Fabion54 48454
    16 lug 2011 alle 10:20

    La mia risposta è stata si. Sono disposto ad armarmi di scopa, guanti e paletta e partecipare ad eventi di “pulizia collettiva” della città a patto che il comune non stia immobile e guardando queste iniziative pensi: “Beh visto che riescono benissimo a fare la pulizia da soli, perchè dobbiamo pagare i netturbini?”
    Il messaggio che deve passare è che abbiamo un’amministazione comunale che non riesce mantenere pulita una città e noi cittadini dobbiamo arrangiarci per far si che i turisti e anche gli stessi palermitani possano girare per la città fieri di avere una città mediamente pulita e tristi nel vedere continui fazzoletti, cicche, bottigliette d’acqua e via dicendo nei marciapiedi e negli spazi comuni!

  • NINNI 153
    16 lug 2011 alle 10:59

    ciao io mi chiamo Prestigiacomo Antonino e faccio parte di un associazione chiamata Athos che si occupa di queste cose a Vergine Maria , quindi vicino l’Addaura, sono disponibile a collaborare e potrei portare delle persone facenti parte di quest’associazione, specie ragazzi, per aiutarvi a ripulire la zona, possiamo metterci in contatto….sono su face book o sotto il nome di Unione giovanile Athos, oppure con il mio nome e cognome Antonino Prestigiacomo(ma attenta che ce ne sono tanti, perciò assicurati che sia io) poi come dici tu e come sarebbe disposto fabion, se riuscissimo riuscissimo a fare questo gemellaggio anche con chi fa parte di mobilita Palermo sarebbe meraviglioso…

  • Andrea 0
    16 lug 2011 alle 15:46

    voglio proprio vedere con che costanza… comunque sono sempre pronto ad armarmi di pazienza e scope e quant altro. dico solo che è assurdo che in una città con tasse alle stelle, siamo costretti a scendere in strada per pulire la città… bah

  • Freddie 1052
    16 lug 2011 alle 19:56

    L’ho già fatto in Via Magliocco e lo rifarei volentieri, è bello dare l’esempio e soprattutto è bellissimo a fine lavoro rendersi conto di avere liberato dalla sporcizia un angolo della tua città. Speriamo solo di essere numericamente un pò di più stavolta…

  • NINNI 153
    16 lug 2011 alle 20:53

    Sono d’accordo con Freddie, dare l’esempio è bello, pulire parte della nostra città, documentarlo e spiattellarlo in faccia a chi avrebbe dovuto farlo, non è soltanto fare il lavoro che dovrebbe fare il comune, viste tutte le tasse che paghiamo, ma è anche un modo per non far rientrare tutti i palermitani all’interno dello sfascio del sistema amministrativo, permettendo di non farci automaticamente classificare come abitanti di una città sporca abitata da sporcaccioni…

  • trunk 73
    16 lug 2011 alle 22:21

    Mi piacerebbe conoscere il numero dei netturbini addetti al servizio di spazzamento manuale e meccanico, ritengo che siano più che adeguati per tenere pulita questa infelicissima Palermo. La scorsa settimana mi sono dedicato al diserbo da piante infestanti cresciute lungo il marciapiedi della mia abitazione, non lo farò più. Pensando a quello che paghiamo di Tarsu dobbiamo essere noi a fare questi lavori ?
    L’assenteismo, il lassismo, la qualità del lavoro, la scarsa organizzazione del servizio è ai livelli stratosferici. Sindaco se ci sei batti un colpo…

  • Otto Mohr 47
    16 lug 2011 alle 22:58

    Lo rifarei volentieri anche stavolta. Così come pulisco la mia stanza, posso anche pulire il resto della mia casa, cioè la mia palermo…

  • blackmorpheus 54519
    17 lug 2011 alle 8:50

    @trunk

    infatti ho specificato che non ci spetta assolutamente, ma è un’occasione per dimostrare che c’è una Palermo che nonostante tutto reagisce…e non si aspetta che ci pensi qualcun altro, anche se così dovrebbe essere. A tutto c’è un limite, e penso che sia il momento di dire basta. Visto che nessuno ci ascolta, allora mi sa che è arrivato il momento di riappropriarci noi della città. In attesa di tempi migliori, i tempi migliori ce li dobbiamo creare noi….perché la città è nostra, noi ci viviamo, e non possiamo farci rovinare la vita da questi quattro buffoni di palazzo

  • tano 41
    17 lug 2011 alle 18:02

    straquoto trunk…non vedo perche altri si fottono i soldi e io che muoio di fame devo pure pulire oltre che pagare le tasse.scordatevelo il volontariato non fa per me buona domenica

  • Irexia 675
    18 lug 2011 alle 20:38

    @ castido
    Io sono palermitana e mi merito una città ben migliore di quella in cui è si è ridotta la mia Palermo!

    Sono d’accordissimo con Ninni. E’ un’ottima iniziativa per dire al mondo intero che la città è amministrata da INCOMPETENTI e NULLAFACENTI, ma che i palermitani non sono ingrasciati nè godono a vivere così, insomma che i palermitani non avallano ma SI INDIGNANO!
    Per anni ci hanno considerato tutti mafiosi, confondendo i carnefici con le vittime: sono stufa!
    Si potrebbero chiamare i mezzi di informazione per dare risalto alla manifestazione?

  • politicifannulloni 59
    18 lug 2011 alle 21:10

    Io ci sto. Lo farei per dare un esempio di civiltà e per tutti quei turisti che se ne vanno sempre con lo stesso commento:”bellissima città, ma sporca da fare paura”. E la risonanza che potrà avere sarà a svantaggio di chi “lavora” nei vari palazzi.

  • NINNI 153
    19 lug 2011 alle 13:31

    Ritorno a dire che sarebbe veramente bello unire ragazzi che non si conoscono ma che sono accomunati dall’amore per la propria città. Se fossero iniziative costanti, questa cosa avrebbe una risonanza non indifferente…e non soltanto agli occhi di chi ci governa, ma anche fuori dall’Italia…visto che siamo diversi a pensarla allo stesso modo, passiamo ai fatti…diamoci un bell’appuntamento…e cambiamo il sistema agendo fuori dal sistema…

  • Freddie 1052
    20 lug 2011 alle 20:43

    @ninni
    @antony
    daccordissimo per l’appuntamento…però se lo facciamo in settimana di mattina quelli che lavorano non potranno venire credo.


Lascia un Commento