19 feb 2010

La follia di una città allo sbando


PALERMO (ITALPRESS) – Minaccia un automobilista con un coltello a serramanico, ma era un poliziotto. E’ finito cosi’ in manette Salvatore Di Salvo, 57 anni, pregiudicato palermitano residente allo Zen. Dovra’ rispondere di estorsione aggravata e minacce a pubblico ufficiale. La vicenda si e’ svolta in via Alcide De Gasperi. Il sovrintendente di polizia ha trovato sulla sua strada il pregiudicato che pretendeva di essere pagato per il parcheggio. Dopo che l’agente si e’ qualificato la reazione del parcheggiatore abusivo che ha tentato di colpirlo all’addome con il coltello. Una pattuglia della Digos che stava transitando in via de Gasperi ha bloccato l’uomo che si trova adesso in camera di sicurezza in attesa d’essere sottoposto al rito direttissimo.

Tempo fa, partecipando alla trasmissione “La Tana del Lupo”, abbiamo avuto modo di intervenire sulla questione rom. Dopo interessanti argomentazioni quali “diciamoci la verità, i rom ci danno fastidio perché loro sono sporchi, mentre noi siamo puliti”, ho cercato di replicare facendo notare l’ipocrisia di scagliarsi contro i rom della favorita (che per carità restano sempre un problema da affrontare), quando però in città esiste un problema di sicurezza più generale dovuto all’assenza di forze dell’ordine che, molto spesso, si macchiano pure di omissione d’atto d’ufficio.

Ebbi modo di fare l’esempio dei parcheggiatori abusivi, quando sono stato interrotto con l’ammonizione che non potevo mettere sullo stesso piano ROM e parcheggiatori abusivi e che le mie accuse alle forze dell’ordine erano pesanti. Bene, quello che stavo cercando di ricordare è il fatto che fino a qualche tempo fa la polizia è dovuta intervenire arrestando diversi parcheggiatori che hanno minacciato o picchiato gente che si rifiutava di pagare. Un camionista è stato addirittura preso a colpi di catene, e ora mi tocca leggere notizie del genere! Non è forse questo un gravissimo problema d’affrontare? Certo a molti fa comodo quando si chiude un occhio sulla multa o su altri tipi di infrazione, ma farebbe altrettanto comodo il fatto che questa città sia in mano a dei mafiosi che agiscono impunemente sotto l’occhio miope delle istituzioni? Dov’è il Comune in tutto ciò? Dov’è la polizia? Perché viene permesso che un cittadino subisca estorsione quotidianamente? Si deve aspettare la violenza per intervenire? Perché non vengono effettuati rastrellamenti 24 h su 24 fino a che il problema non viene debellato, o comunque considerevolmente ridotto? Se questi qua arrivano alle minacce e alla violenza, è perché hanno la consapevolezza di avere raggiunto un tale potere intimidatorio da poter agire indisturbati. E’ ora che le istituzioni si facciano carico di questo problema, e si vergognino. In una città normale la gente dovrebbe ribellarsi a queste porcate, e gente come quella che ci governa in questo momento dovrebbe essere sbattuta fuori a calci da palazzo delle aquile. Ma quelli che in primis dovrebbero vergognarsi sono i tantissimi palermitani che vivono nell’indifferenza generale, nella rassegnazione, e nella condizione di riuscire a subire qualsiasi torto e ingiustizia solo perché ci sono abituati. E’ la città del “futti e lassa futtiri”. Si vergognino perché sono i primi a dire che Palermo non cambierà mai, che a Palermo non esiste giustizia, e poi non fanno nulla, né riescono a capire che se questa città non cambierà mai è perché LORO non cambiano mai. Quindi l’augurio che faccio a questi palermitani è di continuare a subire, e continuare ad agire da vigliacchi e indifferenti, finché un giorno i loro stessi figli dovranno vergognarsi del mondo che gli hanno lasciato. Magari a quel punto le cataratte andranno via, ma forse sarà troppo tardi…


comuneestorsionemafiamafiosimobilita palermomunicipaleparcheggiatori abusivipizzopoliziaSegnalati

16 commenti per “La follia di una città allo sbando
  • samir 230
    19 feb 2010 alle 8:55

    dov’è lo Stato?….il comune??…le forze dell’ordine??
    Fin da quando ero piccolo mi raccontavano le favole, le storielle e il bene alla fine vinceva sempre sul male…..ma a Palermo non è’ così…….
    lasciato soli….a farci giustizia da se….a rischiare la vita per un parcheggio….oggi..nel 2010…Italia…Europa…OCCIDENTE CIVILIZZATO…direbbe quancuno……
    Palermo un tempo era capitale di sommosse, proteste e ribellioni poloari che facevano tremare le gambe ai governanti di un tempo……e ora…????…perchè non insorgiamo…..

  • Prometeus 152
    19 feb 2010 alle 9:47

    Condivido ogni virgola del discorso di Blackmorpheus. Come ho detto in passato però, il problema di fondo della lotta ai posteggiatori è che manca una legge adeguata. Intendo dire che attualmente, la sanzione prevista per il posteggiatore abusivo, se non erro, è una sanzione pecuniaria e questo la rende uno strumento inefficace. Un pregiudicato nullatenente ci si pulisce il c**o con la multa. Serve che il legislatore produca una norma che sanzioni penalmente il posteggiatore abusivo assimilando il suo comportamento ad una forma, sia pur lieve, di estorsione mafiosa. A mio avviso i requisiti normativi ci sono tutti: la richiesta più o meno perentoria di denaro, la minaccia implicita o esplicita di un danno grave e ingiusto alla persona o al patrimonio, la collaborazione e la complicità di più soggetti tra loro.
    In questo modo, eventuali tentativi di aggressione alla vittima si configurerebbero come aggravanti del reato di estorsione. Mentre attualmente vanno in galera solo se ti aggrediscono sul serio.
    Emanata la norma, servirà poi che la Forze dell’Ordine la impongano con costanza nel tempo.
    Solo così si può eradicare il fenomeno.
    Quindi il primo passo è creare una bozza di legge e una raccolta di firme per chiederne la discussione in Parlamento e l’approvazione in tempi brevi. denunciare il fenomeno alla stampa e alla tv nazionali per mettere il pepe al c**o al Governo e al Parlamento affinchè legiferi in fretta.

    Quanto al problema ROM, invece, devo parzialmente dissentire.
    Premesso che io non mi ritengo una persona razzista, è vero che i ROm inquinano e sporcano oltre ogni immaginazione. A chi transita dalla parti dello stadio Renzo Barbera, la sera, sarà capitato di sentire una puzza nauseabonda di plastica bruciata. E’ successo fino a ieri (o l’altro ieri) sera. Ora, io non sono andato a ficcare il naso dentro il campo nomadi di Viale del Fante, ma il fumo veniva da quella direzione ed è facile ritenere che siano i ROm a bruciare spazzatura.
    A questo punto mi chiedo perchè un comune cittadino italiano debba essere vessato quotidianamente con limitazioni perentorie alla sua liberà di circolazione, quando c’è gente ABUSIVA, CLANDESTINA, che fà quello che vuole, inquina, sporca, in barba alle leggi e atutti noi.
    Questo, credo alimenti la rabbia e l’odio verso i ROM.

  • freddie80 1052
    19 feb 2010 alle 10:29

    Se non si usano le maniere forti forse non ne usciremo mai. La politica non è interessata a risolvere il problema, forse per tenersi buoni i pregiudicati che hanno scoperto questo business. La polizia fa retate sporadiche, è qualcosa ma non è una soluzione definitiva.
    Forse per mettere tutti con le spalle al muro e costringerli a prendere provvedimenti seri e risolutivi dovremmo scendere in campo noi direttamente ancora una volta.
    Propongo di riunirci in 40/50 persone ed occupare noi una piazza in particolare impedendo ai posteggiatori di chiedere soldi agli automobilisti (l’automobilista scende dall’auto, il posteggiatore si avvicina per chiedere il caffè e noi, circondando l’auto, diciamo all’automobilista di andarsene senza pagare). Sicuramente finirà con l’intervento del 113 perchè il mafiosazzo vorrà usare le mani, noi ci portiamo le telecamere e registriamo tutto (tipo i manifestanti quando riprendono la polizia che carica).

  • SalParadise 60
    19 feb 2010 alle 10:43

    Anch’io riguardo ai Rom vorrei dissentire. L’altro ieri mattina sono andato nella zona di Villa Sofia e dello Stadio per fare qualche fotografia ed ahimè ho seriamente rischiato di essere derubato. Infatti, pur per fortuna non essendomi successo nulla di grave, sono ad un certo momento stato circondato da Rom sia adulti che bambini che davano più di un’occhiata alla macchina fotografica; il senso di totale insicurezza che si avverte nella zona è aggravato dalla presenza di decine di parcheggiatori abusivi che agiscono indisturbati e dal menefreghismo di molti abitanti della zona che non notano neppure più lo stato di degrado umano e materiale che si respira da quelle parti. Dato che penso sia un mio diritto girare sicuro ed indisturbato in città specie di giorno auspicherei un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine e un minor senso di rassegnazione da parte di residenti e commercianti.
    Una cosa ancora più grave è quella che si verifica sotto il ponte dell’ammiraglio: sotto le arcate di questo ponte (del 12° secolo!) stazionano costantemente indisturbati decine di nomadi che riempono il ponte di spazzatura ed accendono fuochi sotto le arcate annerendole. Più di una volta nell’arco di diversi mesi sono andato lì proprio nella speranza di scattare qualche foto a questo gioello di architettura normanna e sempre sono tornato disgustato da questo stato di abbandono e degrado. Ho anche provato a mandare una lettera al Giornale di Sicilia ma non credo che l’abbiano pubblicata. Mi chiedo se è possibile che nel 2010 in una città europea possa succedere tutto questo senza che nessuno intervenga quando basterebbe anche semplicemente mettere una cancellata attorno alla piazza ed un custode a sorvegliare l’area come si fa nei parchi pubblici.
    Per concludere do assolutamente ragione a Prometeus sui rifiuti o non so che altro bruciati e lo posso dire con certezza perchè da casa mia ho una visuale panoramica sul Parco della Favorita e spessissimo, fino all’altro ieri mattina, ho visto alzare una colonna altissima di fumo biancastro proprio in direzione del campo nomadi.

  • grillo79 321
    19 feb 2010 alle 11:15

    Non so se avete mai notato che in Piazza Castelnuovo, proprio di fronte al McDonald e un po piu avanti in via Paternostro, vi sono almeno 5-6 parcheggiatori che operano sotto il naso delle pattuglie di vigili urbani o di polizia che stazionano praticamente tutto il giorno, anche con la camionetta, nella piazza…Nonostante ciò i parcheggiatori continuano a fare il loro “lavoro” indisturbati…avrei voluto varie volte andare da questi signori delle “forze dell’ordine” – fa ridere chiamarli cosi… – e chiedere loro perche non intervengono di fronte ad una palese estorsione, ma ogni volta sono stato fermato da mia moglie (a cui scoccia che devo litigare sempre con tutti per queste storie…)
    In via Paternostro operano i componenti di una stessa famiglia che vi assicuro potrebbero far parte di un film di Cipri e Maresca…grossi, brutti e minacciosi che se non sei cintura nera di karate o con un tesserino di polizia non si possono affrontare a parole…li ho visti minacciare un ragazzo della APCOA che stava facendo le multe alle auto senza tagliando di parcheggio, in un modo così violento che quello si è volatilizzato!!! ovviamente il tutto si è svolto con la compiacenza (o quantomeno con l’indifferenza) dei commercianti che hanno assistito alla scena, molti dei quali anzi ridevano della cosa e scambiavano ammiccamenti con i parcheggiatori, i quali “si stannu vuscannu u pani”…grandissimi pezzi di m…. sicuramente hanno perso un cliente
    Per non parlare di quello che c’è di fronte all’ospedale Buccheri la Ferla in via Messina Marine, dove operano intere famiglie (padre, madre e figli!!) con auto parcheggiata sul marciapiede a mo’ di ufficio e ovviamente siglior vigile urbano che discute amabilmente con loro!!!!!
    la prossima volta che lo vedo gli faccio vedere io quanto fa mi schifo….

  • freddie80 1052
    19 feb 2010 alle 11:17

    Sempre in tema di mafia leggevo un articolo su repubblica, in cui il titolare del bar di via Emerico Amari esprime sconforto per il danneggiamento subito. Se decidessimo un pomeriggio/sera tutti insieme di andare e consumare qualcosa lì sarei felice, sarebbe un bel segnale e daremmo una mano ai proprietari. Ecco l’articolo
    http://palermo.repubblica.it/dettaglio/attentati-in-serie-al-ciros-spritz-prima-delle-fiamme-spari-ai-vetri/1864261

  • AngeloCh 104
    19 feb 2010 alle 11:40

    Mi permetto di citare qualcuno che quando ho scritto che era meglio lasciare stare i vigili urbano dove sono tanto fanno casino così mi rispose:

    #6 The.Byfolk Says:
    febbraio 17th, 2010 at 17:02
    @ AngeloCh:

    In questo blog persone che non hanno perso la speranza fanno commenti e critiche costruttive nell’ottica di proporre soluzioni che migliorino la loro e l’altrui qualità della vita.

    COSA CI FAI TU A GETTARE PESSIMISMO? VADE RETRO!!

    Tra l’altro visto che la situazione di partenza è disastrosa non è difficile per NOI pensare e sperare in soluzioni semplici ed efficaci.

    Non credo che ottenere la collaborazione dei vigili sia qualcosa di irraggiungibile, visto che si chiede loro soltanto di fare il loro dovere.

  • Roberto1 520
    19 feb 2010 alle 11:59

    Ragazzi, se ne fottono di tutto! Se ne fottono dell’ordine pubblico, se ne fottono del traffico, se ne fottono dei parcheggiatori, se ne fottono del parcheggio selvaggio, se ne fottono dell’inquinamento, se ne fottono della munnizza che c’è dovunque, se ne fottono del degrado e dell’incuria. Se ne fotte l’amministrazione, i Vigili Urbani, le forze dell’ordine e, cosa molto più grave, se ne fotte la maggior parte dei palermitani. Finchè non cambierà il senso comune della legalità e della civiltà non ci sono speranze.

  • blackmorpheus 54519
    19 feb 2010 alle 12:21

    non vorrei essere stato frainteso. Il problema dei rom esiste, e andrebbe risolto esattamente come tutti i problemi di questa città. Il mio era un voler criticare l’ipocrisia di certi palermitani che vorrebbero incentrare il problema su degli stranieri, quando la causa principale è la mancanza di ordine pubblico dovuto alla totale carenza di presenza sul territorio da parte del comune e delle forze dell’ordine. Gli zingari sporcano? Vero, ma non mi sembra che siano i palermitani a poter dare lezioni di pulizia agli zingari visto che la città è un continuo mondezzaio. Di sera mi è capitato anche di vedere palermitani urinare per le strade dopo le bevute serali, e basta passare dalla galleria delle vittorie per sentire un tanfo insopportabile. I porci non sono solo gli zingari, così come i furti non sono compiuti SOLO dagli zingari, ma anche da tantissimi avanzi di galera locali. E non volevo certo dire di fare gli eroi e rischiare la vita rispondendo alle minacce di un parcheggiatore, la mia accusa era rivolta al silenzio del palermitano verso la violazione dei suoi più elementari diritti. Nessuno si mette a urlare per queste porcate che succedono, nessuno si indigna più, nessuno si interessa di nulla, c’è solo rassegnazione e abitudine…e dire che Palermo non cambia mai, è solo una mossa astuta per celare le proprie colpe

  • Metropolitano 3347
    19 feb 2010 alle 12:22

    Napoli ! Eh già, la capitale del “Regno delle 2 Siciliae”, non a caso Palermo è la sua sorella.
    Uno per evitare queste tragedie anche solo sfiorate dovrebbe portarsi con sè dello spray al peperoncino.
    Pensate che in altri paesi si usa pure la pistola spara dardi elettrici per l’elettroshock, che stordiscono senza uccidere.

  • Lele 6797
    19 feb 2010 alle 14:31

    Per i delinquenti Palermo è la citta delle opportunità. città senza controlli e totale omertà. il pizzo chiesto agli esercenti e uguale a quello chiesto dai parcheggiatori abusivi. non vedo differenze. quindi se fanno i grandi parlando di antimafia, dovrebbero anche affrontare questo problema. cittadini costretti a pagare il pizzo nel parcheggio pubblico e gratuito. forse sarebbe meglio che l’amministrazione, i vigili, le forze dell’ordine riflettano su questo e decidano di prendere provvedimenti non tampone, ma duraturi nel tempo, fin quando il fenomeno sia del tutto debellato. ricordiamoci che il cambiamento inizia dalle piccole cose.

  • Alexius_87 9
    19 feb 2010 alle 17:28

    Sinceramente a me sembra pure strano che chiedano i soldi dentro il piazzale Ungheria dove chi entra è già obbligato a pagare una tassa oraria!!! Per quanto riguarda la piaga ROM a Palermo ricordiamoci che in quella zona dovrebbe esserci anche un parco dove c’è gente che si allena o che porta i propri figli a godersi un po’ di verde tirando calci ad un pallone…circondati da zingari e prostitute…che bel pomeriggio che si passano quelle famiglie eh??

  • fallen82 1
    20 feb 2010 alle 13:51

    Ciao a tutti, vi leggo da un pò..in merito all articolo c è solo da restare basiti e schifati come al solito..purtroppo basta pensare che fino a ieri sera per fare un giro in città almeno 6 o 7 persone mi hanno chiesto soldi per posteggi vari nn resta che deprimersi e parcheggiare lontano dai loro occhi..da me certo non avrete mai un centesimo!

  • panormus79 311
    21 feb 2010 alle 10:03

    Per risolvere i tanti problemi di Palermo ci vorrebbe il commissariamento di tutti i settori pubblici, comune compreso, per un periodo non inferiore a 50 anni, applicazione della corte marziale, castrazione chimica a tutti i condannati per reati di mafia, domicilio coatto per la gentaglia di Palermo.
    Purtroppo queste soluzioni non possono essere applicate quindi non ci rimane che continuare a vivere questa triste realtà

  • vicio83 7
    22 feb 2010 alle 22:40

    xke non scattiamo fotografie dei posteggiatori abusivi PALERMITANI e facciamo una denuncia alle autorità ?


Lascia un Commento