Articolo
26 lug 2016

Polizia Municipale | Mercoledì 27 Luglio assemblea sindacale, possibili disagi alla circolazione

di Fabio Nicolosi

La Polizia Municipale rende noto che mercoledì 27 luglio possibili disagi alla circolazione potrebbero derivare per l'adesione del personale della Polizia Municipale, all'assemblea generale indetta dalla organizzazione sindacale Csa Regioni Autonomie Locali. L'assemblea si terrà presso il Comando di via Dogali, dalle ore 10,30 sino a fine turno mattinale e dalle ore 17,00 sino a fine turno pomeridiano. Si ricorda, altresì che gli orari di ricevimento del pubblico negli uffici di via Dogali, saranno garantiti fino alle ore 10,30. Per ogni utile informazione, contattare il centralino allo 091.6954111.

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
23 lug 2016

E questo dovrebbe essere il corpo di Polizia Municipale che dovrebbe dare l’esempio?

di Alessandro Baol

Ottimo esempio da parte di questo agente della Polizia Municipale di Palermo il quale decide in controsenso di posteggiarsi con l 'auto di servizio sul marciapiede (ci troviamo a Bonagia vicino lo "Sporting Club"), entrare in un noto negozio di elettronica della zona (Torres), fare acquisti di carattere del tutto personale, uscire, bere la rimanenza della bottiglietta d'acqua e gettarla a terra una volta vuota, esaminare il recente acquisto, gettare nuovamente a terra lo scontrino ed infine immettersi in strada di nuovo in controsenso. Tutto a due passi dal venditore abusivo di turno più volte segnalato e mai multato. Mi pare non vi sia altro da dire.

Leggi tutto    Commenti 12    Proposte 0
Articolo
27 mag 2016

Polizia Municipale | Trentotto nuove Renault Clio in servizio

di Fabio Nicolosi

Per ammodernare e migliorare il servizio di controllo stradale sono state acquistate dal corpo della polizia municipale 38 nuove Renault Clio Sono già impegnate nei servizi operativi le 38 autovetture Renault Clio, di recente acquisizione nella flotta istituzionale del Corpo della Polizia Municipale di Palermo. Due terzi della nuova dotazione, per un totale di 24 auto sono già assegnate al servizio di controllo stradale per consentire una maggiore presenza sul territorio cittadino comprese le periferie e l'estensione delle ore di servizio penalizzate dal cambio dei turni. Due di esse, in particolare, potenzieranno il nucleo vivibilità decoro ed igiene urbana, per intensificare i controlli sulla raccolta differenziata, conferimento dei rifiuti e deiezioni canine. Altre undici autovetture sono state assegnate al servizio di Staff: due per le esigenze della circoscrizione decentrata di 'Palermo Centro' di via Ramondina Fileti, cinque invece, incrementeranno i controlli dei nuclei Interventi Abitativi, Edilizia Pericolante, Urbanistico-Edilizia, Tutela Patrimonio Artistico e Protezione Ambiente che si occupano in particolare di tematiche del territorio ed ambientali. La polizia amministrativa è stata potenziata con due autovetture in più, rispettivamente destinate ai nuclei antifrodi e di controllo attività economiche e produttive ed infine una ciascuna è stata assegnata al nucleo accertamenti tributari ed alla sezione di polizia giudiziaria. Le restanti tre auto, attendono il completamento delle procedure di messa in strada per essere immesse in servizio. Tutte le 38 auto sono dotate di motorizzazione a benzina, con propulsore di 1200 cc di cilindrata: otto di esse sono cosiddette autocivette, non avranno alcun contrassegno e saranno prive di livrea istituzionale. Le altre trenta autovetture, sono state allestite con i colori d'istituto da una azienda specializzata e dotate dei relativi equipaggiamenti e delle radio veicolari per le comunicazioni con la centrale operativa. 'Questo importante investimento della polizia municipale e dell'amministrazione comunale non è solo utile a riammodernare il parco autovetture - dichiara il comandante Vincenzo Messina - ma ne beneficeranno soprattutto i cittadini perché si potranno disimpegnare al meglio le varie esigenze di servizio e soprattutto incrementare i servizi operativi a beneficio della collettività'. 'Grazie a questa nuova dotazione, che si aggiunge alle altre dotazioni tecnologiche di cui il Corpo si è dotato in questi anni - afferma il Sindaco - sarà possibile aumentare la presenza della Polizia Municipale sul territorio, aumentando la possibilità di controllo degli illeciti in diversi settori e fornendo nuovi servizi per la sicurezza e la tutela dei cittadini.'

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
30 giu 2010

Lettera al comandante Di Peri

di Andrea Baio

Egregio comandante Di Peri, apprendiamo con piacere quanto segue da questo articolo del GDS: Omissione d’atti d’ufficio, indagati 24 vigili urbani a Marsala Contestato anche il mancato contrasto ai parcheggiatori abusivi e il “perdurante stato di decadimento e illegalità nella zona dello stadio". Coinvolto anche il comandante Giuseppe La Rosa MARSALA. Sono indagati per omissione d'atti d'ufficio 24 vigili urbani di Marsala, tra i quali anche il comandante Giuseppe La Rosa. Nell'avviso di conclusione indagini notificato ai 24 vigili vengono contestate varie ipotesi di reato. Dalle mancate contravvenzioni per infrazioni al codice della strada ai mancati sequestri di merce (prodotti alimentari e non) posta in vendita, nelle vie e nelle piazze della città, da commercianti ambulanti privi di licenza, ma ciò nonostante non multati. Contestata, inoltre, il mancato  contrasto ai parcheggiatori abusivi e il perdurante "stato di decadimento e illegalità nella zona dello stadio". Le indagini, coordinate dal procuratore della repubblica di Marsala Alberto Di Pisa, sono state condotte dalla pg della guardia di finanza, che ad aprile aveva acquisito una documentazione negli uffici del comando dei vigili urbani. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
17 mar 2010

I “compromessi” della municipale

di Andrea Baio

Da LiveSicilia: Un ispettore della polizia municipale di Palermo, Vincenzo Virgadamo, è stato condannato a 8 anni (di cui 3 condonati) per una serie di concussioni imposte a titolari di ristoranti e di negozi, costretti a offrirgli pranzi o forti sconti sulla merce per non essere sottoposti a ispezioni e denunce. La sentenza è della terza sezione del tribunale di Palermo, che ha accolto le richieste del pm Maria Forti e ha condannato anche Stefano Cardinale ed Egisto Radicella, colleghi del principale imputato, rispettivamente a 5 e 3 anni di carcere. Anche a loro sarà applicato il condono. Virgadamo è stato interdetto in perpetuo dai pubblici uffici Forse che si tratti di uno dei tanti compromessi di cui si parlava? Palermo ti abitua talmente agli scandali che ormai rischiamo di perdere la sensibilità verso certe schifezze. L'immagine della municipale è devastata, sarebbe positivo vedere qualche segnale di riscatto, un atto d'orgoglio per potere smentire noi cittadini onesti e stanchi di vederci ridicolizzati in questo modo. Vogliamo atti concreti e non risposte pseudo-diplomatiche e lavate di mani alla Ponzio Pilato. Basta con i giri di parole, basta con i partiti che manovrano i fili di questa città martoriata. Sarebbe apprezzabile quanto meno l'onestà di aver ammesso che i palermitani non contano NULLA, e che Palermo è solo un grande bacino elettorale da tenere in più possibile in agonia al fine di creare necessità e ottenere voti. Ma tanto noi restiamo fiduciosi e attendiamo...w Palermo e Santa Rosalia!

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
10 mar 2010

Di Peri risponde, ma il rispetto verso l’intelligenza altrui viene a mancare…

di Andrea Baio

Oggi LiveSicilia.it ha pubblicato la risposta del comandante della municipale Di Peri al reportage di Mobilita Palermo , dove vengono colti in flagrante agenti della polizia municipale che ignorano le attività illecite di bagarini e posteggiatori abusivi, arrivando addirittura a farsi immortalare mentre chiacchierano con questi ultimi. Purtroppo dalle risposte di Di Peri, si evince il poco rispetto verso l'intelligenza della Palermo civile che si ribella a questo schifo. Riporto pertanto le risposte del comandante, con a seguito una nostra replica, alla quale vorremmo ricevere una risposta seria. Innanzitutto Di Peri precisa subito riguardo la questione bagarini: Vorrei precisare che il nostro compito principale è quello della viabilità. Ci occupiamo anche dei venditori ambulanti, ma il problema dei bagarini non è di nostra competenza. Si tratta di reati di natura tributaria, per cui è necessaria una denuncia A questo punto LiveSicilia fa notare come però i parcheggiatori abusivi e i parcheggi siano di loro competenza, eppure è sempre un inferno: E’ un problema che riguarda anche le altre forze. I carabinieri, la polizia. Intorno allo stadio non ci sono parcheggi, la gente non ha un luogo specifico dove lasciare l’automobile. Si è raggiunta una sorta di pax, di compromesso: permettiamo ai cittadini palermitani di andare allo stadio, senza fargli pagare altri 78 euro di multa. E’ inutile nascondere la testa sotto la sabbia. Tengo però a sottolineare che quello di Palermo è uno stadio in cui non è successo nulla di grave. Le bottigliette non entrano, la zona è sicura e questo grazie anche al lavoro dei vigili sotto la supervisione della questura Esattamente ci piacerebbe sapere dal comandante cosa vuol dire  che "si è raggiunto una sorta di compromesso"?. Chi l'ha raggiunto? Chi ha il potere di decidere di mettere la legge da parte? C'è qualche ordinanza speciale per la quale è stato possibile regolarizzare la sosta selvaggia e l'esercizio illecito per la domenica sportiva? Spero che seguano risposte serie a queste legittime domande, altrimenti riterremo la situazione veramente grave... Vorrei anche rassicurare il comandante, data la meticolosità nel definire cosa sia di loro competenza e cosa no, che NON E' DI LORO COMPETENZA preoccuparsi di come il cittadino di Palermo raggiunga lo stadio, loro unico compito è far rispettare le regole. Che poi il cittadino decida di lasciare la macchina in centro e proseguire a piedi o col bus, o che decida di commettere un'infrazione, non è un problema della municipale. Loro ricevono lo stipendio per far rispettare il codice, e tanto devono fare. Lei parla di compromesso nella zona stadio per i tifosi che vanno a guardare la partita. La municipale deve essere garante anche di coloro che in quella zona ci abitano e ai quali della partita non importa nulla. Ogni domenica vedono marciapiedi e aiuole assaliti da vandali della strada, e lei continua a sostenere che si arriva a un compromesso? E aggiungiamo inoltre: perchè è istituita una email di segnalazioni se poi non si riceve nessun riscontro o nessuna possibilità di interloquire con il comando ? (prova ne sono le nostre email inviate e mai degnate di una risposta). LiveSicilia a questo punto fa notare che non è solo un problema dello stadio, l'intera città è in preda all'anarchia. Di Peri risponde: Io cerco di vedere il bicchiere mezzo pieno: qui a Palermo verbalizziamo, facciamo molte multe, cerchiamo di battere l’intero territorio. Il fatto è che il problema è molto diffuso e noi siamo sotto organico. Servirebbero più uomini, da soli non ce la possiamo fare. Stiamo cercando di provvedere con mezzi automatici di rilevazione delle doppie file e dei posteggi abusivi. Però quello del parcheggio è un problema di civiltà, è un fenomeno troppo diffuso, il territorio della città è molto vasto, quindi dipende anche dal cittadino la soluzione del problema Che eravate sotto organico lo sapevamo già da un pezzo, e per questo nessuno può colpevolizzarvi. Ma come spiega tutti quei vigili avvistati ad ogni angolo di strada a far finta di niente di fronte a venditori ambulanti, parcheggiatori abusivi, infrazioni di ogni tipo? Come spiega la diffusa teoria dei vigili interpellati che ammettono di ricevere disposizioni dall'alto a non effettuare determinati controlli o effettuare numerose multe, pena provvedimenti su di essi? Non penso che il comandante non sia informato di questo, visto che è da più di due anni che sbattiamo in prima pagina questo scandalo. Siamo andati a riferire pure all'ex comandante Purpura, senza contare i numerosi interventi da parte nostra sulla stampa locale e non. Vogliamo prenderci in giro? Cosa sono tutti questi misteri? Oramai siete sotto i riflettori e certe cose non possono essere nascoste, altrimenti dovete accettare le severe critiche mosse. Qui il problema non è solo di organico, il problema è la totale indifferenza che moltissimi agenti della polizia municipale manifestano nei confronti del rispetto della legalità, e questa è una cosa GRAVISSIMA. Palermo è una città dove "si arriva a compromesso", dove la legge è un'opinione, dove i cittadini devono insegnare alle istituzioni cosa significhi vivere in modo civile. Quello che ci chiediamo è: non si prova vergogna nel fare certe affermazioni? E' vero che il cittadino è corresponsabile, ma quando l'ordine e la disciplina non consistono in manifestazioni spontanee di civiltà, sono le istituzioni che hanno il DOVERE di educare e mantenere l'ordine. Dalle dichiarazioni del comandante invece, si evince solo un grosso "E ALLORA CHE CI STATE A FARE"? E io paaaago! Caro comandante, considerate le sue risposte, per noi il bicchiere resta tutto vuoto... Ps: invitiamo il comandante Di Peri a interloquire con noi tramite mail o recapito telefonico

Leggi tutto    Commenti 72