17 apr 2008

Tariffe ZTL: delucidazioni.


Come ho già accennato nel precedente articolo (Clicca QUI), dal 5 maggio entrano in vigore le ZTL. Ecco quindi esposti i criteri di pagamento delle tariffe a seconda delle zone che vi vedono interessati:

-I RESIDENTI IN ZTL “A” possono ottenere un numero illimitato di pass, per auto sia catalitiche che non catalitiche. Nel caso di veicolo Euro 0 sarà possibile accedere alla ZTL “A” ma non sarà possibile accedere alla ZTL “B”.

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 0 (permesso consentito ai RESIDENTI nella ZTL “A”, vietato l’utilizzo di tale veicolo della ZTL “B”) 15€ annui.
b)Euro 1,2,3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” e “B”) 15€ annui.

-I RESIDENTI IN ZTL “B” possono ottenere un numero illimitato di pass, per auto sia catalitiche che non catalitiche. Nel caso di veicoli Euro 0, 1 e 2 sarà possibile accedere alla ZTL “B” ma non sarà possibile accedere alla ZTL “A”.

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 0,1,2 (permesso consentito solo nelle ZTL “B”) 12€ annui.
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nelle ZTL “A” che “B”) 15€ annui.

-I RESIDENTI IN CITTA` MA FUORI ZTL possono ottenere un numero illimitato di pass, per auto catalitiche (Euro 1 e superiori, VIETATO CATEGORICAMENTE L’ACCESSO AGLI EURO 0).

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito solo nella ZTL “B”) 12€ annui.
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 15€ annui.

-I RESIDENTI FUORI CITTA` MA IN PROVINCIA possono ottenere UN SOLO PASS, per auto catalitiche (Euro 1 e superiori, VIETATO CATEGORICAMENTE L’ACCESSO AGLI EURO 0).

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito solo nella ZTL “B”) 30€ annui.
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 30€ annui.

-I DOMICILIATI IN ZTL A possono ottenere AL MASSIMO 3 PASS per ogni nucleo familiare, per auto catalitiche (Euro 1 e superiori, VIETATO CATEGORICAMENTE L’ACCESSO AGLI EURO 0).

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito solo nella ZTL “B”) 15€ IL PRIMO, 50€ IL SECONDO, 50€ IL TERZO, sempre annui.
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 15€ IL PRIMO, 50€ IL SECONDO, 50€ IL TERZO, sempre annui.

-I DOMICILIATI IN ZTL B possono ottenere AL MASSIMO 3 PASS per ogni nucleo familiare, per auto catalitiche (Euro 1 e superiori, VIETATO CATEGORICAMENTE L’ACCESSO AGLI EURO 0).

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito solo nella ZTL “B”) 12€ IL PRIMO, 50€ IL SECONDO, 50€ IL TERZO, sempre annui.
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 15€ IL PRIMO, 50€ IL SECONDO, 50€ IL TERZO, sempre annui.

-I DOMICILIATI IN CITTA` MA FUORI ZTL possono ottenere AL MASSIMO DUE PASS per ogni nucleo familiare, per auto catalitiche (Euro 1 e superiori, VIETATO CATEGORICAMENTE L’ACCESSO AGLI EURO 0).

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito solo nella ZTL “B”) 12€ IL PRIMO, 50€ IL SECONDO, sempre annui.
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 15€ IL PRIMO, 50€ IL SECONDO, sempre annui.

-I RESIDENTI FUORI PROVINCIA possono ottenere un numero illimitato di pass, per auto catalitiche (Euro 1 e superiori, VIETATO CATEGORICAMENTE L’ACCESSO AGLI EURO 0), con possibile validità inferiore ad un anno.

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito solo nella ZTL “B”) 25 € validità un mese, 50 € validità tre mesi , 70 € validità 6 mesi, 90 € validità un anno
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 25 € validità un mese, 50 € validità tre mesi , 70 € validità 6 mesi, 90 € validità un anno.

-Tutti i cittadini che, per esigente di carattere contingente debitamente documentate (anche in autocertificazione), possono ottenere un numero illimitato di PASS TEMPORANEI, per auto catalitiche (Euro 1 e superiori, VIETATO CATEGORICAMENTE L’ACCESSO AGLI EURO 0).

A titolo puramente esemplificativo, come da Ordinanza Sindacale, si citano i casi di Cantieri Edili, Terapie Sanitarie, Sostituti medici di famiglia, organizzazioni di volontariato.

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito solo nella ZTL “B”) 25 € validità un mese, 50 € validità tre mesi , 70 € validità 6 mesi, 90 € validità un anno
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 25 € validità un mese, 50 € validità tre mesi , 70 € validità 6 mesi, 90 € validità un anno.

-Gli OSPITI DELLE STRUTTURE RICETTIVE potranno accedere ad entrambe le ZTL attraverso l`acquisto di PASS di TRANSITO GIORNALIERO presso le strutture ricettive aderenti all`iniziativa, secondo quanto previsto dall`apposito regolamento allegato in Ordinanza Sindacale (ESCLUSI EURO 0).

Le tariffe per questa categoria sono:
a)Euro 1,2 (permesso consentito in ZTL “A” OPPURE ZTL “B”) 1,5€ al giorno.
b)Euro 3,4 (permesso consentito sia nella ZTL “A” che “B”) 1,5€ al giorno.

-I proprietari di AUTO STORICHE potranno accedere ad entrambe le ZTL attraverso l`acquisto di PASS di TRANSITO SPECIALI del costo di Euro 50, limitatamente ai giorni di manifestazioni, raduni o eventi assimilabili preventivamente autorizzati.

Si ricorda che tutti i veicoli da far autorizzare devono essere in regola con le emissioni dei gas di scarico (Bollino Blu)

Qui sotto, la mappa con le ZTL
ZTL


eurolimitatomobilita palermoSiti PALERMOtariffatariffetrafficoveicoliveicolozoneZTL

25 commenti per “Tariffe ZTL: delucidazioni.

Comment navigation

  • Paco 7942
    28 apr 2008 alle 13:56

    eliminando molte auto, le euro 0, 1 e 2, il traffico diminuirà e di conseguenza gli autobus si muoveranno in maniera migliore diminuendo i ritardi

  • fmik Array 0
    28 apr 2008 alle 21:19

    Diminuirà in centro e si creerà il caos nelle strade perimetrali della zona A, come avvenuto diverse volte in occasioni di chiusure sperimentali del centro.

  • I.I.Oblomov Array 0
    29 apr 2008 alle 17:41

    Un provvedimento sensato sarebbe stato, come avviene altrove, il pass “virtuale”. Le telecamere, infatti, rilevano il numero di targa al semplice passaggio dell’automobile. Il pass cartaceo è quindi perfettamente inutile, anzi dannoso perchè si presta alla falsificazione. Basterebbe che nel database venisse registrato l’avvenuto pagamento da parte degli aventi diritto. Registrazione e pagamento poi, con carta di credito o bonifico, potrebbe benissimo effettuarsi via internet attraverso un portale che un qualunque ragazzino d’oggi saprebbe realizzare in dieci minuti. Ci si collega al sito e si paga. Se non sei legittimato ad avere il pass, perchè non residente e proprietario di un auto Euro0 o Euro1, il sistema lo rileva dal numero di targa e impedisce di procedere col pagamento.
    In questo modo si sarebbero evitate inutili code ai punti Vodafone (che nel 2008, sono una vera e propria assurdità!!)
    Anche i controlli da parte dei vigili, in strada, non ha senso che vengano effettuati verificando la esistenza di un “pass cartaceo” esposto sul parabrezza! In un qualunque palmare da quattro soldi è infatti oggi possibile inserire il relativo database (evitando peraltro in questo modo le falsificazioni).
    Ma come è possibile, mi chiedo, che nessuno osservi cose così intuitive e banali?

  • I.I.Oblomov Array 0
    30 apr 2008 alle 8:23

    Il pass non viene di regola esaminato dal controllore da dieci cm., sotto la lente d’ingrandimento, ma a distanza, sovente velocemente, trovandosi esso dietro un parabrezza, magari sporco o peggio riflettente, in condizioni di luce a volte buone a volte meno. Si ha pertanto fondato motivo per ritenere che a Palermo, diversamente che a Stoccolma, nonostante l’elemento “anticopia” vi saranno dei falsi. Ma tutto ciò, per fortuna, lo sanno bene anche i vigili. Il controllo in strada andrà pertanto effettuato (spero), non tanto verificando la presenza del “pass cartaceo” sul cruscotto, ma la presenza del numero di targa dell’auto nel relativo database.
    Ciò che intendevo dire è che, stando così le cose, è stato inutile far perdere tempo alla gente alle INUTILI code per il rilascio di pass “cartacei”. Tanto sarebbe valso consentire agli automobilisti di richiedere via internet un “pass virtuale”. Ma non dico niente di nuovo. Basta copiare gli altri. Vedi ad esempio Londra:
    http://www.tfl.gov.uk/roadusers/congestioncharging/6743.aspx


Lascia un Commento

Ultimi commenti