Articolo
02 giu 2021

Anello Ferroviario | Riaperta dopo 6 anni via Sicilia

di Fabio Nicolosi

Nelle scorse settimane vi avevamo annunciato la prossima riapertura di via Sicilia. Ancora una volta la D'Agostino ha rispettato i tempi e riaperto la strada entro fine Maggio. Oggi peró vogliamo riportare il pensiero del presidente della circoscrizione Marco Frasca Polara, che su Facebook scrive: C'è poco da esultare. Sei anni di chiusura sono troppi. Il prezzo pagato dai residenti e dai commercianti è davvero alto. Correva l'anno 2015. Penso alle diverse attività commerciali che hanno chiuso i battenti in questi anni e a quelle che hanno resistito. Ai tanti lavoratori licenziati e ai commercianti che ci hanno rimesso. Ai disagi dei residenti che a stento potevano accedere alle loro abitazioni. Alla mancanza di illuminazione, ai rifiuti non ritirati. All'assenza di interlocutori e ai muri di gomma riscontrati. Alle tante richieste fatte, alle assemblee con i cittadini, alle loro proteste e alla loro rassegnazione. Agli insulti presi. Ai comitati che sono nati, ai politicanti che hanno fatto solo passerelle soffiando sul fuoco o prendendosi i meriti. Ma la cosa più importante da fare adesso è far rivivere via Sicilia. Non possiamo che essere d'accordo con il presidente che fa presente come spesso gli appalti pubblici italiani e in particolare modo quelli siciliani subiscano dei notevoli ritardi che mettono in difficoltà le realtà coinvolte, dai cittadini, ai dipendenti, alle imprese che non vengono pagate, alle attività commerciali che vedono ridursi gli incassi. Sarebbe forse il caso di rivedere attentamente il codice degli appalti e la sorveglianza sui cantieri, specialmente su quelli cittadini dove i disagi e le ripercussioni sono notevoli e un minimo ritardo porta gravi ripercussioni al territorio circostante. Ringraziamo Psychotrain per le foto: Ricordiamo che per esigenze di cantiere, è stata mantenuta recintata una limitata porzione di carreggiata sul lato destro della strada, in prossimità dell'incrocio con viale Lazio. Quest'area verrà restituita solo a fine lavori, quando la fermata verrà consegnata a RFI. In questo tratto le auto potranno percorrere la semicarreggiata di sinistra. Come da ordinanza l'immissione su viale Lazio è protetta da barriere in new jersey. Ciò in considerazione della limitata visibilità per la presenza delle barriere di cantiere nell'area degli accessi e per impedire che si prosegua dritto non rispettando l'obbligo di svolta a destra verso viale Campania.

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
24 mag 2021

Anello Ferroviario | Via Sicilia: i lavori volgono al termine, riaprire o realizzare l’area pedonale?

di Fabio Nicolosi

Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di vedere lo stato di avanzamento dei lavori di via Sicilia. I lavori superficiali dell'anello ferroviario si avviano alla conclusione Ringraziamo Adriano V. per le foto: L'ordinanza n° 544 del 19/05/2021 emessa dall'ufficio traffico regola la riapertura della strada, che tornerà ad essere carrabile e viene ripristinata allo stato antecedente l'inizio dei lavori. Rimarranno aree di cantiere due piccole porzioni della strada su Via Sicilia e lungo Viale Lazio, dove sarà inoltre realizzata un restringimento per obbligare solo la svolta a destra proprio sull'arteria principale. Dal progetto del tram però abbiamo estrapolato uno degli interventi che poteva già essere attuato e cioè la pedonalizzazione di via Sicilia: Da quello che si può notare la strada, ad eccezione di una piccola porzione nel tratto iniziale, sarà trasformata in un'area con piccoli giardini, aiuole e aree ricreative. Una sorta di area pedonale sullo stile di via Principe di Belmonte. La chiusura della strada, fatta eccezione per i primi giorni infatti non ha comportato grossi disagi alla viabilità e ci sentiamo di affermare che una pedonalizzazione sarebbe potuta avvenire senza grossi problemi. Voi cosa avreste fatto, se aveste potuto decidere? Aveste riaperto la strada o aveste chiesto la realizzazione dell'area pedonale?

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 mag 2021

ANELLO FERROVIARIO | via Sicilia: ci si avvicina alla fine dei lavori in superficie

di Fabio Nicolosi

Torniamo dopo alcuni mesi a dare un'occhiata all'attuale stato d'avanzamento dei lavori in via Sicilia, dove si trova la rampa di cantiere utilizzata dai mezzi per accedere al camerone sotterraneo della nuova fermata Libertà dell'anello ferroviario. Dopo aver ridotto l'area di cantiere, sono da alcune settimane ripresi i lavori che procedono durante il regime di interruzione notturna della tratta ferroviaria, scongiurando una nuova chiusura della linea. Sul fronte della fermata quindi si stanno preparando le armature della parete che tomberà l'imbocco alla fermata In foto si nota come siano già state predisposte le cassaforme e i ferri d'armatura sul lato interno. Ultimata la parete, si procederà a riempire la rampa fino a quota piano di campagna, per poi ripristinare la carreggiata stradale, che dopo tanti anni potrà finalmente essere restituita alla pubblica fruizione. La consegna della strada è prevista entro fine mese. Ringraziamo Psychotrain per le foto:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2020

UFFICIALE: dal 14 Settembre viene riattivata la Palermo Notarbartolo – Giachery

di Fabio Nicolosi

Lunedì 14 settembre 2020, terminati i lavori di potenziamento infrastrutturale, sarà riattivata la circolazione ferroviaria sulla linea Palermo Notarbartolo e Palermo Giachery. Tutti i canali di vendita di Trenitalia sono aggiornati. La prossima chiusura sarà necessaria per la messa in esercizio delle fermate Palermo Libertà, Palermo Porto e Palermo Politeama

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
25 ago 2020

ANELLO FERROVIARIO | Posato il binario nella nuova fermata Libertà

di Fabio Nicolosi

Un ritorno dalle ferie con importanti novità all'interno dei cantieri dell'anello ferroviario. In linea con le tempistiche che ci erano state comunicate durante il sopralluogo effettuato il 24 Luglio, possiamo mostrarvi le prime immagini storiche dei lavori. Si tratta della posa del binario all'interno della nuova fermata Libertà. Durante la settimana a cavallo del ferragosto é avvenuto il passaggio di consegne tra la D'Agostino Costruzioni che si sta occupando delle opere civili e la Globalferr che si occuperà della posa del binario e di tutto ció che riguarda l'attrezzaggio tecnologico della tratta. Una sfida che ha richiesto tanto lavoro da parte delle due imprese e che ha una scadenze imminente, la riapertura al traffico ferroviario entro il 13 Settembre. Sembra una data lontana, ma in 19 giorni tutta la tratta ferroviaria dalla fermata Palermo Notarbartolo a Palermo Sampolo dovrà essere ripristinata e resa perfettamente idonea al transito di veicoli ferroviari. Ringraziamo il CIFI Palermo per il contributo Intanto, proprio i primi giorni di Agosto, in superficie sono state liberate dalla barriere le aree che sono state utilizzate temporaneamente per permettere i lavori. Ringraziamo giovanni75 per gli scatti:

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
24 lug 2020

FOTO | Anello ferroviario: sopralluogo dentro la fermata Libertà

di Fabio Nicolosi

Questa mattina, su invito di RFI, in occasione della visita del viceministro delle infrastrutture e dei trasporti, siamo entrati per la prima volta all'interno della futura fermata Libertà dell'anello ferroviario. Il sopralluogo è stato l'occasione per dare uno sguardo da vicino ai lavori dell'anello ferroviario che la società D'Agostino Costruzioni sta portando avanti. Al momento la società D'Agostino sta sfruttando il blocco della linea per realizzare la soletta che sarà la base della nuova fermata. Come visibile dalle foto è stata già realizzata la soletta lato monte e si stava gettando quella lato mare. I lavori successivi riguarderanno il rivestimento con cls della paratia di pali dal lato opposto all'ingresso. Tutte le lavorazioni civili dovranno concludersi entro la settimana di Ferragosto, perché da lí in poi le attività verranno svolte da una seconda ditta, la Globalferr, che si occuperà dell'attrezzaggio e della posta in opera del binario. Interessante anche conoscere le vari fasi di realizzazione degli spazi in cui oggi abbiamo avuto la possibilità di entrare. E' stato effettuato un processo di consolidamento preventivo dall'esterno su strada e dall'interno. Ad esso è seguito l'intervento di consolidamento del rivestimento murario della galleria preesistente con un guscio fodera in rete, spritz e chiodi per una decina di metri oltre il nuovo tratto di galleria, per evitare fratture crolli nella fase di demolizione Lo scavo e demolizioni sono stati fatti dall'alto verso il basso, in sezione partendo dalla finestra tra pali realizzata per accedere alla futura fermata, demolendo a partire dall'estradosso della chiave di calotta della vecchia galleria e procedendo fino a quota intradosso solettone di base della nuova galleria. Lo scavo in senso longitudinale ha poi proceduto nei due sensi, verso Notarbartolo e verso Sampolo, fino a raggiungere la progressiva dei timpani frontali di raccordo tra vecchio e nuovo manufatto. Si sono scavati già più di 10.000 mc di materiale fuoriuscito dalla discenderia di via Sicilia Nelle foto abbiamo volutamente dato spazio anche alle maestranze che stanno portando avanti questi lavori con passione e sacrificio e che spesso, sopratutto in queste grande occasioni, non vengono mai menzionate e prese in considerazione. I vari politici oggi presenti, dal viceministro al sindaco hanno sottolineato l'importanza di tali lavori e hanno assicurato la fine dei lavori in superficie entro Novembre 2020. Sarebbe veramente un bel traguardo per la città che ha per anni sopportato disagi dovuti a cantieri iniziati e portanti avanti a passo di lumaca

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
03 giu 2020

Anello Ferroviario | Rimossi temporaneamente i binari dalla stazione “Imperatore Federico”

di Fabio Nicolosi

I lavori che vi mostriamo oggi riguardano degli interventi che RFI e la D'Agostino Costruzioni hanno concordato per permettere il minor impatto dei lavori dell'anello ferroviario sulla città e per permettere il risanamento di parte dell'infrastruttura ferroviaria tra le stazioni di Palermo Notarbartolo e Giachery Le foto sono state scattate nei pressi della stazione Imperatore Federico. Venendo incontro alla richiesta da parte della d'Agostino Costruzioni di utilizzo del sedime ferroviario come viabilità di cantiere per portare lo smarino dello scavo della parte di galleria "Ranchibile" sotto via Lazio verso l'area di stoccaggio a Sampolo (ex scalo ferroviario merci), sfruttando tale opportunità per il risanamento infrastrutturale RFI ha dapprima operato con una risanatrice per la rimozione dei binari, come testimonia la foto risalente a metà Maggio Successivamente ha messo a disposizione della D'Agostino il sedime evitando il continuo passaggio di mezzi pesanti da via Sicilia e zone limitrofe: Ringraziamo Giovanni V. e Giuseppe T. per le foto Quello che vi abbiamo appena descritto è il perfetto esempio di come i lavori possano fare da volano anche per lo sviluppo di altri cantieri, ottimizzando i tempi di blocco della linea e riducendo al minimo i disagi per i pendolari che al momento non possono usufruire del servizio proprio a causa di queste opere.

Leggi tutto    Commenti 12