Articolo
12 lug 2018

Via Palinuro | Approvata la perizia di variante

di Fabio Nicolosi

La delibera della giunta comunale n. 87 DEL 29/06/2018 approva la perizia di variante. Nei mesi scorsi vi avevamo documentato i lavori di completamento di Via Palinuro. La strada, dall'importanza fondamentale per la borgata di Mondello, si sperava fosse conclusa entro l'estate, ma proprio il seguente imprevisto ha di fatto prolungato i lavori e la fine degli stessi. Vogliamo quindi riportarvi la relazione generale per comprendere in cosa consiste e perché è stata richiesta. La presente relazione si riferisce alla "PERIZIA DI VARIANTE' dei lavori inerenti il "Progetto per H completamento dalla via Palinuro da via Galateo a via Mondello " nel comune di Palermo. Detto progetto è stato approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n° 250 del 30/12/2014, è stata esperita la gara con procedura ristretta semplificata, ai sensi dell'art. 123 del D. Lgs. N° 163/2006 aggiudicando i lavori alla ditta CONDOR S.r.l. di Borgetto, ed i lavori sono stati consegnati in via d'urgenza, sotto riserva di legge, con VERBALE DI CONSEGNA del 04/10/2017. Nell'ambito dell'intervento era previsto l'utilizzo del "Canale Ferro di Cavallo" quale recapito del sistema fognario, dopo che fosse stata effettuata la bonifica del canale e della realizzazione di un pozzetto di preimmissione adiacente. Era, inoltre, prevista la realizzazione di una nuova copertura carrabile nel tratto interessato dalla via palinuro. Tali opere avrebbero dovuto essere realizzati nell’ambito dei lavori di bonifica del suddetto canale, appaltati dall'Amministrazione Comunale all’Impresa A.T.I. GAP Soc. Cons. a.r.l. ed interrotti a causa del mancato accreditamento del finanziamento regionale, a suo tempo decretato nell'ambito del POR 2000-2006 e poi del PO FESR 2007-2013. Si evidenzia che all'atto della Conferenza di Servizio per l'approvazione del presente progetto i lavori di bonifica di cui sopra erano in corso. Viene evidenziato che la bonifica e la conseguente realizzazione di suddetto pozzetto di preimmissione costituivano requisito fondamentale per la esecuzione dei lavori del presente appalto in quanto recapito del sistema di raccolta delle acque meteoriche; quest'ultimo aspetto, peraltro, era stato già messo in evidenza sin dalla Conferenza dei Servizi finalizzata all'approvazione del progetto, e ne costituiva condizione strettamente vincolante. La mancata esecuzione dei lavori appaltati all'A.T.I. GAP Soc. Cons. ari ha, quindi, privato il progetto del completamento della via Palinuro del recapito fognario individuato in fase di Conferenza dei Servizi e della realizzazione di una copertura carrabile (opere indispensabili per il completamento della strada). Nelle fasi preliminari dei lavori si è, quindi, proceduto all'ispezione del "Canale del ferro di Cavallo" appurando la mancata bonifica del canale ed un franco libero, fra pelo libero del materiale accumulatosi al suo interno ed il cielo del canale, pari a circa 100 cm. Se, da un canto, la quota del pelo libero del materiale presente all'Interno del "Canale Ferro di Cavallo" non permette l'immissione delle acque piovane, tramite un pozzetto di preimmissione, nel canale, questo volume libero consentirebbe, comunque, di accogliere e smaltire i volumi delle acque meteoriche. Come anzidetto la realizzazione di una nuova struttura di copertura carrabile del canale “Ferro di cavallo" risulta indispensabile per la realizzazione dell’opera ed a tal proposito, non essendo prevista nel presente appalto, l'Amministrazione ha già provveduto a dare incarico per la progettazione ad un gruppo di funzionari interni all’Amministrazione stessa. Quindi la realizzazione di detta nuova struttura di copertura del canale non rientra nella presente perizia. Si evidenzia, inoltre, che all'interno del “Patto per il SUD" è previsto e finanziato il progetto "Allargamento della via Mondello" che include, nelle aree da trasformare, anche le p.lle 3948 (parte) e 3950 del f .m. 5 intestate alla Società Anonyme Mondello Immobiliare Italo Belga. Nell'ottica di un miglioramento del futuro assetto dell’area e del risparmio di risorse pubbliche è stata firmato, in data 12/02/2018, il Resoconto di riunione fra Comune di Palermo e Società Anonyme Mondello Immobiliare Italo Belga che prende atto della proprietà pubblica del lotto di terreno fra muro di recinzione della scuola e sede stradale e, nelle more della formalizzazione della cessione, la Società stessa, con riferimento alla p.Ila 3950 confinante con via Mondello, autorizza l’Amministrazione "... a svolgere ogni lavoro necessario ed utile per la definizione delle opere complementari all'intervento di via Mondello Infine, considerato che sono stati consegnati i "Lavori di rinnovamento e ristrutturazione degli impianti di Pubblica Illuminazione del quartiere Mondello-Valdesi' e che nell'ambito di detti lavori è prevista anche il rifacimento dell'impianto di via Mondello, al fine di evitare raddoppi di lavorazioni ed interventi successivi sulle opere appena realizzate nell'ambito del presente appalto, si è concordata con il R.U.P. e con la D.L. del suddetto lavoro di realizzare, all'interno del presente appalto, la predisposizione dell'impianto di pubblica illuminazione (fondazioni dei pali, pozzetti d'ispezione e relativi cavidotti). Scopo della "PERIZIA DI VARIANTE' è, pertanto, quello di individuare le soluzioni da adottare per la risoluzione delle problematiche riscontrate e di individuare gli scostamenti economici derivanti. SISTEMA DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE METEORICHE In progetto è prevista una rete fognaria realizzata mediante caditoie di tipo stradale poste ai margini della carreggiata, ovvero tramite canalette con griglia in ghisa, così come riportato nelle planimetrie di progetto. Le acque meteoriche, mediante una rete di scarico in PVC rigido di diametro variabile da 200 mm. a 315 mm. e con una pendenza non inferiore allo 0,6 %, intervallata da pozzetti di ispezione, dovevano trovare recapito in un pozzetto di preimmissione che avrebbe dovuto convogliare le acque al "Canale Ferro di Cavallo". La mancata bonifica del canale comporta, come espresso in premessa, la necessità di trovare una soluzione alternativa per il recapito delle acque meteoriche. Come riportato nella " Tav. B) Relazione rete fognarid' la soluzione proposta è quella di smaltire le acque meteoriche mediante la raccolta delle stesse in una vasca di raccolta, ubicata nell'aiuola spartitraffico in corrispondenza dell'incrocio tra la via Palinuro e la via Mondello, e da questa, mediante un sistema di pompaggio, le acque vengono sollevate in un pozzetto adiacente al "Canale Ferro di Cavallo" avente recapito proprio nel canale stesso. Peraltro tale soluzione era già prevista nella prima stesura del progetto (ante prescrizioni e pareri della Conferenza di Servizio). In detta stesura lo smaltimento delle acque meteoriche veniva assicurato mediante la raccolta delle stesse in una vasca, ubicata nell'aiuola spartitraffico in corrispondenza dell'incrocio tra la via Palinuro e la via Mondello, e da questa, mediante un sistema di pompaggio, le acque venivano sollevate in un pozzetto adiacente al "Canale Ferro di Cavallo" avente recapito proprio nel canale stesso. Detta configurazione, alla luce delle precedenti considerazioni, appare l'unica praticabile. Per i dettagli esecutivi delle vasche di accumulo e del relativo impianto di sollevamento si rimanda alla Tav. B) Relazione rete fognaria. OPERE PREVISTE NELLA PERIZIA DI VARIANTE Le opere previste nella presente perizia, in variante rispetto a quanto indicato nel progetto originario, riguardano principalmente le seguenti opere: 3.1 AGGIUSTAMENTI PLANO-ALTTMETRICI; Nell'ambito dei lavori, rimossi i cumuli di terreno presenti sul canale, è stato possibile rilevare l'esatta conformazione geometrica-strutturale del canale e, eseguiti due pozzi d'ispezione in posizione adiacenti ed opposti al canale stesso, effettuato sopralluogo congiunto con i tecnici dell'AMAP (cui sarà affidata la pulizia e gestione del Ferro di Cavallo) e considerata, infine, la diversa modalità di recapito delle acque meteoriche, è emersa la necessità di aumentare di 20 cm. la quota finita della strada in corrispondenza al canale. Detta, seppur lieve, modifica di quota ha portato al cambiamento dell'ultimo ramo del canale centrale della fognatura (dalla Sez. 12 in poi) ed allo spostamento delle griglie a raso previste in via Mondello onde avere una migliore intercettazione delle acque superf iciali non assorbite dalla rete fognaria esistente. Le modifiche introdotte, seppur di lieve entità, hanno come inevitabile conseguenza la rimodulazione dei Corpi d'Opera C.l Demolizioni, Scavi, Scarificazioni e C.2 opere Fognarie. 3.2 DIVERSO RECAPITO FOGNARIO E SISTEMA DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE METEORICHE; Come indicato in premessa la mancata bonifica del "Canale Ferro di Cavallo" comporta la necessità di reintrodurre, nei lavori, la realizzazione di una vasca di accumulo con relativa stazione di pompaggio. Verrà rimodulato un tratto della rete fognaria nella zona dell'incrocio fra via Palinuro e via Mondello e razionalizzato il posizionamento delle griglie a raso. Come per il capoverso precedente le modifiche introdotte, seppur di lieve entità, hanno come inevitabile conseguenza la rimodulazione dei Corpi d'Opera C.l Demolizioni, Scavi, Scarificazioni e C.2 opere Fognarie e la redazione di un nuovo prezzo a corpo C.8 Vasche di accumulo e stazione di sollevamento. 3.3 MURI DI DELIMITAZIONE CON LE AREE ESTERNE; A seguito della riunione tenutasi in data 12/02/2018 fra Comune di Palermo e Società Anonyme Mondello Immobiliare Italo Belga e delle relative prese d’atto ed autorizzazioni, non essendo più necessario procedere alla delimitazione dell'area fra muro di recinzione della scuola e sede stradale, non verrà realizzato il muro di recinzione previsto in progetto, delimitando il marciapiede, da questo lato, con orlatura in pietrame calcareo. Constatata le precarie condizioni statiche del muro di recinzione esistente in via Monde Ilo, altezza scuola, e del tratto di muro residuo lato cabina ENEL (lato mare) si provvederà alla loro demolizione sino al confine con l'ingresso della scuola e con il muro trasversale di bordo alla cabina ENEL, ed in loro sostituzione verrà realizzato (lato scuola) il marciapiede in prosecuzione con quello di progetto, provvedendo a riallineare la sezione stradale con quella esistente fra ingresso scuola e incrocio con via Stesicoro, allargandola di circa m. 1,50, anche al fine di eliminare la strozzatura esistente in detto tratto, mentre nel lato mare si proseguirà il muretto di confine/recinzione previsto in progetto. Le modifiche introdotte hanno come conseguenza la rimodulazione dei Corpi d'Opera C.l Demolizioni, Scavi, Scarificazioni, C.3 Sovrastrutture Stradali e C.5 Opere di Recinzione. 3.4 IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE; Come anzidetto si provvederà a realizzare in aggiunta a quanto previsto nel progetto originario, all'interno del presente appalto, n° 3 blocchi di fondazione per i pali d'illuminazione e relativi pozzetti, n° 2 pozzetti supplementari per il futuro collegamento al nuovo impianto d'illuminazione previsto nei "Lavori di rinnovamento e ristrutturazione degli impianti di Pubblica Illuminazione del quartiere Mondello- Va!desi' e relativi cavidotti interrati. 3.5 IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO ED IMPIANTO ELETTRICO: Verrà realizzato un nuovo allaccio a servizio dell’impianto di pompaggio. Il collegamento avverrà a partire dal punto di erogazione presente all'incrocio fra via Palinuro e via Circe e, tramite una tubazione inserita all'interno dei cavidotti dell'impianto di illuminazione, si collegherà ad una conchiglia contenente il quadro elettrico dell'impianto di sollevamento posta nell'aiuola centrale. Le caratteristiche tecniche sono specificate nella relativa Tav. B) Relazione rete fognaria. DISPONIBILITÀ DELLE AREE Le aree interessate nella presente Perizia di variante, non incluse nel progetto originario, sono quelle individuate nell'accordo fra Comune di Palermo e Società Anonyme Mondello Immobiliare Italo Belga citata in premessa. STIMA DEI LAVORI E CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA Il calcolo sommario della spesa è stato redatto utilizzando il Prezziamo Unico Regionale per i Lavori Pubblici della Regione Sicilia pubblicato con D.A. delle Infrastrutture e della Mobilità 27/02/2013 sulla G.U.R.S. del 15/03/2013. Per le categorie di lavoro non comprese nel suddetto Prezziario si sono redatte apposite Analisi Prezzi. QUADRO COMPARATEVO E NUOVO QUADRO ECONOMICO DELL'INTERVENTO Cosi come indicato nei paragrafi precedenti le variazioni che si sono dovute apportare al progetto hanno comportato alcune variazioni ai “Corpi d'Opera" come appresso indicato. Considerando il ribasso di gara e la stima dei costi della manodopera si avrà uno scostamento del contratto per un importo pari a€ 24.886,21 pari al 4,87% (come evidenziato nell'elaborato I. Quadro di confronto) e quindi all'interno della cifra prevista per gli imprevisti nel quadro economico (€ 37.012,87).

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
12 apr 2018

Via Palinuro | Realizzati i marciapiedi

di Fabio Nicolosi

Era il 5 Ottobre 2017 quando vennero consegnato i lavori di completamento della via Palinuro, nel tratto che va da via Galatea a via Mondello, all’impresa CONDOR srl di Borgetto, aggiudicataria della gara. Il progetto è inserito nel Programma Triennale OO.PP. approvato con Delibera di C.C. n. 265 del 04/11/2014. L’infrastruttura, progettata dagli uffici dell’Area Tecnica della Riqualificazione Urbana, consentirà di garantire il nuovo collegamento tra Valdesi e Mondello, permettendo in tal modo di giungere alla pedonalizzazione della passeggiata a mare. L’ampio innesto su via Mondello funzionalizzerà il primo tratto di via Aiace, la cui realizzazione è prevista dal piano RUIS.   L’opera cofinanziata dal Dipartimento Regionale delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal Comune di Palermo dovrà essere realizzata in circa 240 giorni, decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. Attualmente si sta lavorando per la realizzazione dei marciapiedi e dei rami fognari e per le linee del GAS Metano, il prossimo step riguarderà la fondazione stradale ed il manto stradale. In merito ai ficus presenti ai margini dell'area di cantiere, per evitare di abbatterli, è stato proposto di espiantarli e trasferirli. Bisogna verificare fattibilità e costi. Ringraziamo Ferdinando C. e Astrid A. per le foto: Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
05 ott 2017

Via Palinuro | Al via i lavori preliminari per la realizzazione della nuova viabilità

di Fabio Nicolosi

Il Comune di Palermo ha consegnato ufficialmente ieri mattina i lavori di completamento della via Palinuro, nel tratto che va da via Galatea a via Mondello, all'impresa CONDOR srl di Borgetto, aggiudicataria della gara. Sul posto erano presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Riqualificazione urbana, Emilio Arcuri. "Prende finalmente l'avvio - hanno dichiarato Orlando e Arcuri - un'opera attesa da tanto tempo che avrà un impatto enorme sulla vivibilità e la fruibilità di Mondello e delle aree limitrofe. Si compie un ulteriore passo - hanno aggiunto - per restituire ai palermitani e ai turisti la passeggiata al mare, finalmente pedonale, che diverrà strumento di sviluppo economico per la borgata e per tutta la città". Il progetto è inserito nel Programma Triennale OO.PP. approvato con Delibera di C.C. n. 265 del 04/11/2014. L'infrastruttura, progettata dagli uffici dell'Area Tecnica della Riqualificazione Urbana, consentirà di garantire il nuovo collegamento tra Valdesi e Mondello, permettendo in tal modo di giungere alla pedonalizzazione della passeggiata a mare. L'ampio innesto su via Mondello funzionalizzerà il primo tratto di via Aiace, la cui realizzazione è prevista dal piano RUIS, il piano periferie approvato dal CIPE lo scorso 3 marzo. L'opera cofinanziata dal Dipartimento Regionale delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal Comune di Palermo sarà realizzata in circa 240 giorni, decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. Nei mesi scorsi le immissioni in possesso avevano consentito alle maestranze del Coime di avviare le operazioni di pulizia preliminare del verde incolto e spontaneo e di delimitazione delle aree e movimenti preliminari di terre, compresa l'apertura su via Mondello. Ricordiamo che l’opera è strategica, visto che costituirà un collegamento interno fra la borgata e il centro città alternativo all’attuale viale Regina Elena che potrà così, in futuro, essere pedonalizzato. L’opera costerà 2 milioni di euro, di cui 250 mila a carico del comune di Palermo e il resto a valere su fondi regionali Ti potrebbe interessare anche: Via Palinuro | Al via i lavori preliminari per la realizzazione della nuova viabilità Via Palinuro | La regione sblocca le somme, possibile apertura nel 2017? Report sulla mobilità del primo masterplan di Mondello Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
08 giu 2017

Via Palinuro | Al via i lavori preliminari per la realizzazione della nuova viabilità

di Fabio Nicolosi

Sono iniziati Martedì 6 Giugno i lavori preliminari per il completamento di Via Palinuro. Questi lavori prevedono la demolizione del muro su via Mondello, la rimozione degli infestanti e la scoperchiatura del ferro di cavallo Saranno inoltre recintate le aree comunali rispetto a quelle dei privati espropriati e tracciata la pista. Il tutto realizzato dalle maestranze del Coime che prevede circa una settimana di lavori. Ricordiamo che l’opera è strategica, visto che costituirà un collegamento interno fra la borgata e il centro città alternativo all’attuale viale Regina Elena che potrà così, in futuro, essere pedonalizzato. L'impresa aggiudicataria provvisoria è ancora in verifica. "Appena avremo queste verifiche, pensiamo i primi di luglio, sottoscriviamo il contratto e consegniamo i lavori" - dichiara il capo area dell'area tecnica della riqualificazione urbana e delle infrastrutture Mario Li Castri. L’opera costerà 2 milioni di euro, di cui 250 mila a carico del comune di Palermo e il resto a valere su fondi regionali Ecco le prime immagini dei lavori: Ti potrebbe interessare anche: Via Palinuro | La regione sblocca le somme, possibile apertura nel 2017? Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
05 giu 2017

Report sulla mobilità del primo masterplan di Mondello

di Fabio Nicolosi

Stiamo attivamente partecipando al percorso partecipativo ProMondello, un percorso voluto dalla società Mondello Italo Belga che ha dato incarico ad un gruppo di professionsti di attivare un percorso partecipativo tramite il quale sviluppare progetti per il quartiere. L'obiettivo è far si che Mondello si trasformi in reale meta turistica e in una vera e propria borgata marinara ricca di iniziative, servizi, ma sopratutto una borgata vivibile sia dal turista che dal cittadino che abita tutto l'anno. Vi riporteremo solo il report sulla mobilità, redatto da ProMondello, per evitare di mettere troppa carne al fuoco. Trovate il resto del progetto al seguente link Il macro-tema della mobilità è stato uno dei più sentiti durante la fase di ascolto della cittadinanza, attenzione dovuta soprattutto agli enormi disagi che Mondello subisce sia durante i mesi estivi per l’enorme carico veicolare, sia durante l’inverno per l’isolamento dei residenti rispetto al resto della città. Il servizio pubblico è percepito come insufficiente e questo spinge ad un uso massiccio delle auto. Dal sondaggio on-line effettuato (ancora compilabile a questo link) emerge un dato molto interessante: l’80% degli utenti intervistati usa un mezzo a motore di proprietà per raggiungere Mondello e l’80% vorrebbe cambiare mezzo a favore del trasporto pubblico. Altro tema molto sentito è quello dei parcheggi, con una richiesta di aree di interscambio e un miglior dimensionamento degli stessi. Il tema dei parcheggi è stato spesso associato ad una richiesta di una mobilità interna al quartiere funzionante tutto l’anno e ad un miglior collegamento con la città. Più in generale emerge la richiesta di una maggiore vivibilità della zona con una riduzione del carico veicolare ed una spinta ad una maggiore attenzione all’ambiente. Le proposte Attivazione di una ZTL sul lungomare e nella parte storica della borgata, con regole di accesso chiare e concordate con residenti e commercianti. Regole d’accesso che saranno scritte in modo partecipativo durante il percorso ProMondello. Istituzione di una navetta (pubblica o privata) di quartiere e di una pista ciclabile. Modifica della viabilità realizzata grazie all’apertura di via Palinuro (l’inizio dei lavori è stato confermatogarantita dall’Amministrazione durante uno dei tavoli tecnici del percorso per il 6 giugno 2017) con l’ipotesi di attivare un senso unico alternato in Piazza Mondello finalizzato al collegamento pedonale tra la piazza e il mare. Individuazione di aree parcheggio di interscambio con ipotesi di un nuovo parcheggio in viale Venere, già previsto da PRG. Visualizza a schermo intero Aspettiamo i vostri commenti e i vostri suggerimenti per migliorare e ottimizzare queste idee valide e interessanti. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
29 dic 2016

DIAPOSITIVE | Opere pubbliche: avviate le procedure di appalto per 41 delle 46 opere previste

di Fabio Nicolosi

Dalla conferenza stampa di fine anno dell'amministrazione comunale esce fuori un dato incoraggiante: rispetto al 2012 il rapporto tra progetti e opere arrivate in fase di gara è salito da poco meno del 2 per cento a oltre il 93 per cento. Il sindaco Orlando ha presentato a mo' di consuntivo le opere dell'elenco annuale deliberate dalla giunta nelle ultime settimane - a colpi di cinque, sei per volta - e quelle, nuove, che saranno esaminate durante l'ultima seduta di domani, come la nuova illuminazione pubblica a piazza Indipendenza e al Porto Fenicio e le luci a risparmio energetico ai semafori. Dall’approvazione del Piano triennale in Consiglio comunale lo scorso agosto sono state avviate le procedure di appalto per 41 delle 46 opere previste per un investimento complessivo di poco inferiore agli 84 milioni di euro rispetto ad una previsione di spesa di 89,3. Secondo i dati forniti da piazza Pretoria il trend rispetto al passato si è invertito: nel 2012 dei 157,4 milioni di opere annunciate ne sono arrivati a gara 2,7; nel 2013 24,4 su 260,8, nel 2014 19,3 su 241,2, nel 2015 57,2 su 235,7. Degli 89,3 milioni il 16 per cento arriva dall'Ue, il 24 per cento da mutui, il 40 per cento dallo Stato, il 17 per cento dalla Regione e il 3 per cento da fondi propri. "La riqualificazione degli spazi urbani e non solo e la realizzazione di nuove strutture – ha commentato l'assessore alla Riqualificazione Emilio Arcuri – è una delle grandi priorità dell'Amministrazione comunale e oggi possiamo sicuramente essere soddisfatti i risultati raggiunti Tra le opere più importanti – ricorda Arcuri - la rete fognaria in via Messina Marine, dal fiume Oreto a piazza Sperone dove sono stati realizzati due collettori che raccolgono le acque piovane e gli scarichi fognari e che consente di giungere al risanamento delle acque della costa sud, il restauro del Palazzo di Città, i lavori di restauro e di recupero di Villa Giulia, l'ampliamento della rete fognaria nelle vie Mango e Atanasio e il rifacimento degli impianti semaforici. Nei primi giorni del 2017 è previsto l'avvio dei lavori di manutenzione straordinaria, di adeguamento alle norme igienico-sanitarie e degli impianti elettrici e antincendio di sei asili nido. Nell'elenco troviamo anche il completamento delle aule della scuola elementare "Cavallari", oltre alla manutenzione straordinaria del canale di Boccadifalco e delle caditoie, Previsti anche i lavori di ristrutturazione dell'asilo Nino Drago e la riqualificazione delle palestre degli edifici scolastici "Leonardo da Vinci, "Scipione di Castro" e "Salerno". Questo sto l'elenco delle opere finanziate: VIA PALINURO (costo 2 milioni) La via Palinuro collegherà direttamente in modo veloce la via Galatea alla via Mondello. Il finanziamento è assicurato per € 1.750.000,00 dalla Regione Siciliana Assessorato alle Infrastrutture e da un mutuo di € 250.000,00 sottoscritto dall'Amministrazione Comunale. La gara d'appalto già bandita, permetterà di iniziare i lavori entro la prossima estate. MANUTENZIONE DI PONTI CITTADINI ESISTENTI NEL TERRITORIO COMUNALE - SECONDO INTERVENTO (costo 500 mila euro) I lavori prevedono la manutenzione stradale ed infrastrutturale dei ponti e dei viadotti cittadini. Finanziati con mutuo, prevedono interventi sulle pavimentazioni stradali, le strutture portanti, i giunti di dilatazione e la regimentazione delle acque meteoriche. Sono altresì previsti gli interventi per la sicurezza dei veicoli e dei pedoni. L'appalto segue uno di medesimo oggetto attivato in questi giorni LAVORI DI MANUTENZIONE PER LA RIFUNZIONALIZZAZIONE DEI FONDALI DEL PORTO DELLA BANDITA DI PALERMO (costo 340 mila euro) L'intervento prevede il dragaggio parziale del porto, con ampliamento della superficie acquea di circa mq 350 e l'incremento di ml 30 di banchina utilizzabile dai pescatori. Sono previste ulteriori indagini ambientali, chimico fisiche, microbiologiche ed eco tossicologiche dei suoli per la definizione del successivo intervento del completamento del dragaggio. L'opera sarà appaltata e conclusa entro il 2017 . RETE FOGNARIA A SISTEMA SEPARATO IN VIA MESSINA MARINE (DAL FIUME ORETO A PIAZZA SPERONE) E RELATIVO IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO ROMAGNOLO (costo 14 milioni e 572 mila euro) La realizzazione di due collettori che raccolgono le acque meteoriche e gli scarichi fognari dall'Oreto a Piazza Sperone, consentirà definitivamente di giungere al risanamento delle acque della costa sud. Il carico inquinante, già oggi inferiore ai limiti di balneabilità, sarà definitivamente abbattuto. La regimentazione delle acque meteoriche eliminerà i ricorrenti allagamenti dell'area. INTERVENTO DI RECUPERO DEL BAGLIO MERCADANTE PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO DI QUARTIERE - E4 - ( PII ZEN ) (costo 10.377 mila euro) Il progetto prevede, attraverso il restauro dei vecchi corpi di fabbrica, il recupero del baglio con il parco annesso al confine tra lo Zen 1 e lo Zen 2. Il finanziamento comprende 500.000,00 € di fondi comunali, la parte restante dei fondi PAC. Si prevede nei vari edifici la realizzazione di una mediateca, una sala computer, una sala per incontri e attività socio culturali, uffici, laboratori audio ricreativi, e nell'area da espropriare un orto didattico. ACCORDO QUADRO PER LA MANUTENZIONE E PRONTO INTERVENTO NEGLI E SPAZI APERTI DI PROPRIETÀ, DIPENDENZA E/O PERTINENZA COMUNALE DI COMPETENZA DLLA CITTA' STORICA E PER LA VALORIZZAZIONE DEL SITO UNESCO PALERMO ARABO NORMANNA (costo 5 milioni e 845 mila euro) L'obiettivo degli interventi è di garantire un adeguato stato di manutenzione degli spazi aperti di proprietà comunale, mirati alla valorizzazione del percorso della Palermo Arabo Normanna. Consistono nella sistemazione delle pavimentazioni storiche, ripristino della funzionalità dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche, interventi di micro riqualificazione urbana. (4 anni) PON - METRO - PALERMO - RIQUALIFICAZIONEPUNTI LUCE ESISTENTI MEDIANTE SOSTITUZIONE DELLE SORGENTI LUMINOSE DA VAPORI DI MERCURIO (hGfi) A JODURI METALLICI (costo 5 milioni e 500 mila euro) Palermo fu tra le prime città italiane a dotarsi di sistemi di pubblica illuminazione che anche per questa ragione sono obsoleti per la mancanza di una seria politica di ammodernamento. Molti punti luce oggi sono equipaggiati con lampade a vapori di mercurio già da un anno non più prodotti. Il progetto prevede di sostituirne oltre 7000 con lampade moderne a basso consumo energetico. PON - METRO - PALERMO - LUCI SUL MARE- RIQUALIFICAZIONE IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE - VALORIZZAZIONE DEL TRATTO "PORTO FENICIO" (costo 3 milioni e 502 mila euro) La realizzazione di un vasto impianto di pubblica illuminazione, dal Castello al Mare a Villa Giulia, è l'oggetto di questo progetto finanziato dal Pon Metro. Saranno utilizzati i pali in ghisa dall'elegante disegno liberty, ricostruiti utilizzando a modello quelli storici. Oltre le sedi viarie, il progetto prevede l'illuminazione artistica delle Mura delle Cattive, di Porta Felice e Porta dei Greci e della passeggiata limitrofa. INTERVENTI URGENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA ED IL MIGLIORAMENTO STATICO DEL COMPLESSO MONUMENTALE ALLO SPASIMO (costo 3.203 mila euro) L'intervento di restauro strutturale interesserà oltre la chiesa e il chiostro, lo scalone e il blocco ospedaliero, i magazzini del senato e la fronte su via dello Spasimo. Gli interventi prevedono il restauro delle strutture murarie, la demolizione di alcune superfetazioni ed il rifacimento delle coperture. RESTAURO DELL'ANDRONE DI ACCESSO, DELLA CAPPELLA ANZALONE E DELL'ALTARE DEL GAGINI DEL COMPLESSO DI S. MARIA DELLO SPASIMO (costo 136 mila euro) I lavori sono finalizzati al restauro dell'Altare Gaginiano, che conteneva il prezioso dipinto dello «Spasimo di Sicilia». Gli interventi eseguiti da restauratori professionisti prevedono: • Restauro e riassemblaggio degli elementi lapidei nella cappella Anzalone ; • Riproduzione in legno delle lacune e mancanze; • Restauro delle superfici lapidee attraverso pulitura consolidamenti e protezione. MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL PALAZZETTO DELLO SPORT (costo 2 milioni e 93e mila euro) L'intervento riguarda il rifacimento della copertura i cui lavori inizieranno a gennaio 2017. Seguirà l'appalto dei lavori di completamento del recupero comprensivo del rifacimento degli impianti tecnologici e delle finiture, il cui progetto è stato redatto dagli uffici dell'Area Tecnica della RUI e che sarà realizzato dal CONI, il quale utilizzerà risorse finanziarie per un importo di 3 milioni di euro di fondi FAS in uno con il finanziamento di 5 milioni di euro ottenuto con L. 9/2016 e quindi per complessivi 8 milioni di euro. RESTAURO DEL PALAZZO DI CITTA' : INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA, RIORGANIZZAZIONE DEGLI AMBIENTI ED ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA DEI LUOGHI DI LAVORO E SUGLI IMPIANTI TECNOLOGICI (costo 9 milioni e.650 mila euro) Gli ultimi interventi organici su Palazzo delle Aquile furono realizzati nel dicembre 2000. Oggi, in maniera sistematica e con una significativa dote economica finanziata dallo Stato, si torna ad intervenire. Saranno restaurati gli interni e le strutture, le fronti esterne e le coperture. Sarà realizzato l'adeguamento normativo degli impianti e l'abbattimento delle barriere architettoniche LAVORI DI RESTAURO CONSERVATIVO E DI RECUPERO DELLA RECINZIONE E DEI CORPI EDILIZI DELLA VILLA GIULIA A CONFINE CON L'AREA AMG (costo 2 milioni e.184 euro) I lavori, naturale prosecuzione degli interventi attualmente in corso, prevedono il restauro dei corpi edilizi posti a meridione e della cancellata artistica di separazione con l'orto botanico, compresi gli interventi di ingegneria naturalistica per la regimentazione delle acque meteoriche ruscellanti. Sono altresì previsti interventi sui degradi antropici e biologici. LAVORI DI AMPLIAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE RETE FOGNARIA NELLE VIE MANGO E ATANASIO (costo 1 milione e.984 mila euro) Nel caos della gestione del sistema idrico integrato, provocato ormai da un ventennio dalla Regione Siciliana, i comuni sono costretti ad azioni suppletive nei confronti dell'Ente competente. È il caso di questi lavori che prevedono la costruzione di questa nuova rete fognaria al servizio delle residenze. PON - METRO - PALERMO - INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE INNOVATIVE PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI ED IL TELECOMANDO DI IMPIANTI SEMAFORICI DELLA CITTA' DI PALERMO (costo 1 milione e.500 mila euro) Finanziato dal Pon Metro, l'intervento prevede il rifacimento di tutti gli impianti semaforici del sud della città, con tecnologia a led a basso consumo energetico e con telecontrollo e sensori di rilevazione della mobilità. LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA VOLTI ALLA IFUNZIONALIZZAZIONE, ALL' ADEGUAMENTO ALLE NORME IGIENICO SANITARIE, AGLI IMPIANTI ELETTRICI E ANTINCENDIO DEGLI ASILI NIDO " AQUILONE", "MORVILLO", "PAPAVERO","SANTANGELO","TOPOLINO","PELLICANO" (costo 1 milione e.377 mila euro) Finanziati dallo Stato, i lavori riporteranno ad agibilità e fruizione i 6 asili nido attraverso interventi di rifunzionalizzazione ed adeguamento normativo ed impiantistico. Sono previsti interventi sulle coperture, sugli intonaci interni ed esterni e di efficientamento energetico. I lavori inizieranno nei primi giorni del prossimo 2017 e si concluderanno entro agosto. INTERVENTI URGENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA ED IL MIGLIORAMENTO STATICO, CON PARTICOLARE RIGUARDO AI CORPI A - E - H DEL COMPLESSO MONUMENTALE SANTA CHIARA (costo 1 milione e 93 mila euro) Utilizzato per rilevanti attività sociali a servizio di Ballarò e di tutto il Centro Storico, il complesso monumentale sarà oggetto di lavori di restauro strutturale per la messa in sicurezza dal rischio sismico. I lavori riguarderanno inoltre le coperture, il restauro dei pavimenti maiolicati, la sostituzione degli infissi e saranno organizzati per fasi al fine di garantire la prosecuzione delle attività assistenziali e sociali oggi svolte. LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI IMMOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE DI INTERESSE STORICO ARTISTICO E MONUMENTALE 2012 (costo 1 milione di euro) Si tratta di un progetto da tempo predisposto dagli uffici. L'individuazione della fonte di finanziamento e l'aggiornamento alle nuove norme sui pubblici contratti ha consentito di giungere all'appalto. Si prevedono interventi nei manufatti architettonici di interesse storico artistico nell'intera città ed in particolare nel parco della favorita (torriglioni, casina di caccia) ed a Villa Niscemi. ACCORDO QUADRO PER LA MANUTENZIONE E PRONTO INTERVENTO NEGLI IMMOBILIE DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DI COMPETENZA DELLA CITTA' STORICA (costo 1 milione di euro) I lavori verranno realizzati in unità edilizie e residenze del Centro Storico, destinati ad alloggi comunali sia occupati che inutilizzati e in stato di degrado per recuperare nuove residenze. Si tratta del primo intervento sistematico di manutenzione e recupero degli alloggi popolari. LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DELLA CHIESA DI S. STANSLAO KOSTKA (costo 180 mila euro)Il restauro, finanziato dalla Regione Siciliana, prevede interventi per il rifacimento completo delle coperture e la messa in sicurezza delle decorazioni artistiche della volta della navata principale. REALIZZAZIONE IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE IN PIAZZA INDIPENDENZA (costo 198.255 mila euro) Disalimentato da oltre 10 anni, sarà recuperato l'intero impianto di pubblica illuminazione del giardino di Piazza Indipendenza. Lanterne in ghisa e pali artistici saranno utilizzati in coerenza con i valori ambientali e storici del contesto. COMPLETAMENTO N. 6 AULE SCUOLA ELEMENTARE "CAVALLARI" ( costo 990 mila euro) I lavori consentiranno di dare finalmente compiutezza alla ristrutturazione del plesso scolastico. L'edificio, al pari della parte inaugurata l'11/10/2016, ha subito ripetute vandalizzazioni ed occupazioni abusive e verrà recuperato adeguandolo alla normativa vigente. L'opera è finanziata con i fondi del «PATTO PER PALERMO». ACCORDO QUADRO PER LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA, ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE E PRONTO INTERVENTO NEGLI IMMOBILI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DI PROPRIETÀ, DIPENDENZA E/O PERTINENZA COMUNALE (costo 967 mila euro) I lavori verranno realizzati in unità edilizie e residenze, destinati ad alloggi comunali sia occupati che inutilizzati e in stato di degrado, per recuperare nuove residenze. Si tratta del primo intervento sistematico di manutenzione e recupero degli alloggi popolari. MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL CANALE DI MALTEMPO – BOCCADIFALCO (costo 700 mila euro) Il canale di Boccadifalco è uno dei principali canali del maltempo realizzati dopo il terribile alluvione del 1931. Dal vallone di San Martino delle scale sino al fiume Oreto, il canale drena le acque meteoriche a monte della città proteggendola dal rischio idrogeologico. Gli interventi previsti riguardano il rifacimento e il consolidamento degli argini e del letto di scorrimento anche attraverso interventi di ingegneria naturalistica. LAVORI DI AMPLIAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE RETE FOGNARIA NELLA VIA DELLA MIMOSA LOCALITA' "BORGO MOLARA" (costo 325 mila euro) Nel caos della gestione del sistema idrico integrato provocato ormai da un ventennio dalla Regione Siciliana i comuni sono costretti ad azioni suppletivi nei confronti dell'ente competente. È il caso di questi lavori che prevedono il completo rifacimento della rete fognaria lungo la via mimosa sostituendo un braccio secondario obsoleto del sistema fognario. MANUTENZIONE ORDINARIA DEI CANALI DI MALTEMPO (costo 500 mila euro) Proseguendo nelle attività già avviate quest'anno con risorse comunali, per tramite di un mutuo la cura e la manutenzione dei canali del maltempo e ormai attività sistematica per la sicurezza e prevenzione del rischio idrogeologico. Gli interventi previsti riguardano il rifacimento e il consolidamento degli argini e del letto di scorrimento anche attraverso interventi di ingegneria naturalistica LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E DELLE CADITOIE E DEI MANUFATTI DI DEFLUSSO DELLE ACQUE METEORICHE (costo 250 mila euro) L'incremento dei sistemi fognari di captazione delle acque meteoriche superficiali è una azione oramai costante posta in essere dall'amministrazione. Risolvere puntualmente criticità è egualmente importante alla realizzazione delle grandi infrastrutture. LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE PER L'ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA VIGENTE DELL'ASILO NIDO DRAGO (costo 567 mila euro) Il progetto prevede la realizzazione di tutte le opere edili e impiantistiche interne all'asilo per l'adeguamento alla normativa vigente. Al termine dei lavori l'asilo sarà restituito alla fruizione con sicurezza. Le opere sono finanziate dalla Regione siciliana e parzialmente da fondi comunali. PROGETTO PER LA RIQUALIFICAZIONE E MESSA A NORMA E SICUREZZA DELLE PALESTRE: PLESSO SCOLASTICO SCIPIONE DI CASTRO IN VIA SCIPIONE DI CASTRO N° 22 , PLESSO SCOLASTICO SALERNO IN VIA SALERNO N° 19. PLESSO SCOLASTICO LEONARDO DA VINCI VIA SERRADIFALCO N° 190 (costo 449.300 euro) Finanziati dal credito sportivo con mutui a tasso zero, prevedono interventi finalizzati all'agibilità delle strutture oggi inutilizzate. Saranno revisionate le coperture gli intonaci esterni ed interni, gli infissi e rifatte le pavimentazioni sportive. I progetti sono stati validati preventivamente dal CONI e gli interventi consentiranno di aprire gli impianti al territorio. PROGETTO STRALCIO DELL'INTERVENTO DI MESSA IN SICUREZZA O RIDUZIONE DEL RISCHIO CONNESSO ALLA VULNERABILITA' DEGLI ELEMENTI NON STRUTTURALI IN COERENZA ALLA SCHEDA "A" REDATTA AI SENSI DELL'ART. 7 DELLA LEGGE 23/96 E NEI LIMITI DELL'IMPORTO FINANZIATO DAL MINISTERO, DEGLI EDIFICI SCOLASTICI NEL COMUNE DI PALERMO: VIA IMERA 145/147 I.C. COLOZZA BONFIGLIO - PLESSO BONFIGLIO PIAZZA CARPINO N° 5 I.C. VITTORIO EMANUELE III VIA SAN CIRO N° 48 D.D. ORESTANO VIA E. BASILE N° 170 I.C. FALCONE – SEDE PLESSO SCOLASTICO WHITAKER - PASCOLI VIA ZISA N° 17 VIA BRIUCCIA N° 89 D.D. DE GASPERI - PLESSO COLLODI LARGO GIBILMANNA N° 10 D.D. RACITI - PLESSO MARITAIN. (costo 1 milione e 957 mila euro) I recenti fatti di cronaca hanno confermato, se ve ne fosse stato bisogno, la pericolosità di controsoffitti, cornicioni, intonaci privi di manutenzione. Per garantire la sicurezza i 7 interventi finanziati dallo Stato, con delibera CIPE 32/10 e 6/12, prevedono vasti interventi manutentivi e sostitutivi comprese le coperture e recinzioni esterne. OPERE DI MANUTENZIONE DEGLI INTERVENTI DI SALVAGUARDIA DI PARETI ROCCIOSE ESISTENTI NEL TERRITORIO COMUNALE. SECONDO INTERVENTO (costo 500 mila euro) Gli interventi prevedono l'esecuzione delle opere di manutenzione straordinaria per il mantenimento dell'efficienza dei manufatti di protezione attiva e passiva,(reti, barriere etc) nonché la realizzazione di interventi puntuali di messa in sicurezza e mitigazione del rischio. Si interverrà nei monti Pellegrino, Gallo, Castellaccio, Grifone, Starrabba , Cuccio e Inserra. PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA E DI ADEGUAMENTO ALLE PRESCRIZIONI IGIENICO SANITARIE DEL MERCATO ITTICO DI PALERMO (costo 395 mila euro) La manutenzione delle sale di vendita per l'adeguamento igienico sanitario ed alla normativa sugli impianti tecnologici ricondurrà ad agibilità la struttura produttiva. CONTRATTI DERIVANTI DALL'ACCORDO QUADRO PER LA MANUTENZIONE E PRONTO INTERVENTO NEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ, DIPENDENZA E/O PERTINENZA COMUNALE (costo 7 milioni e 390 mila euro) 3 Interventi separati: 1. Uffici, edifici vari e impianti sportivi contemporanei. 2. Uffici e edifici vari della città storica. 3. Scuole, asili e palestre scolastiche. Tre imprese che contemporaneamente in più cantieri (4/5 per tema) garantiranno la manutenzione ed il pronto intervento Dalla Manutenzione a guasto alla manutenzione predittiva.

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
15 giu 2016

FOTO | A Mondello ci sono quasi riusciti… !

di Giulio Di Chiara

Invochiamo sempre maggiore attenzione per Mondello, soprattutto nei mesi estivi quando diventa l'ombelico della città. Per anni abbiamo lamentato sporcizia, incuria e un'assenza di visione sull'intera borgata. Leggi anche: FOTO | Forse niente rally nel marciapiedi di Mondello in questa estate 2016? Sacchi neri appesi agli alberi: ecco come Mondello si prepara alla stagione balneare.. Lo scorso sabato, forse complice l'imminente avvio della stagione balneare, il primo tratto del litorale (muovendo dalla piazza di Mondello verso Valdesi) si presentava con un inconsueto ordine e decoro. E' stata una bella sensazione poter... attraversare sopra delle strisce pedonali ben evidenti su un asfalto scuro e uniforme passeggiare in un marciapiede sgombro da venditori ambulanti e bancarelle poter apprezzare aiuole curate e pulite passeggiare sul lungomare senza dover stare attenti alle buche buttare la carta in cestini semi vuoti Qualcosa che lascia ben sperare e che comunque non sposta di una virgola l'esigenza più grande: ripensare l'intero litorale per una fruizione a 360 gradi della borgata. La recente notizia sull'apertura di via Palinuro potrebbe aprire nuovi scenari per avviare la pedonalizzazione della passeggiata a mare? Vedremo. Fatto sta che questo scorcio di pulizia e decoro va garantito sempre, soprattutto nei giorni di maggiore afflusso, pertanto non cantiamo vittoria. Semplicemente diamo a Cesare quel che è di Cesare. Nel frattempo, quando si fa un passo avanti in tal senso, ecco i soliti incivili che rovinano la festa. Forse non ce ne libereremo mai.

Leggi tutto    Commenti 9