Articolo
13 mar 2017

Sovrappassi pedonali| Ascensore distrutto dai vandali: la videosorveglianza funziona davvero?

di Giulio Di Chiara

Nel nostro gruppo facebook ci segnalano brutte notizie: come si evince dalla foto pubblicata qualche giorno fa da F. Grillo, l'ascensore del sovrappasso di via Nazario Sauro, all'altezza di Piazza Einstein, l'ascensore è fuori uso ma non per un guasto tecnico, bensì per un altro atto di vandalismo. Inutile trovare un aggettivo per gli autori di questo "schifo", purtroppo la mamma dei cretini è sempre incinta. Il grado del danno recato alla struttura è talmente evidente che non è possibile dubitare sulla volontarietà del gesto. Oltre al danno, la beffa per quelle persone che utilizzano usualmente il sovrappasso e non possono utilizzare le scale per problemi fisici. Tuttavia, sapevamo e sapevano tutti che questi episodi sarebbero avvenuti ma ad oggi non abbiamo mai avuto notizie di indagini a seguito della visione di filmati provenienti dal sistema di videosorveglianza installato. Non solo in questo sovrappasso, ma anche in tutti gli altri dove si sono verificati casi analoghi, come muri sporcati da spray e vernici. Non dubitiamo sull'infrastruttura che c'è e si vede, ma sulla sua reale attività che dovrebbe consentire la sanzione penale degli atti di vandalismo attraverso la visione dei filmati. Insomma, ci chiediamo se dietro a questi schermi ci sia qualcuno che si attivi in sinergia con le forze dell'ordine. Siamo ben consci che alcune volte non bastano nemmeno i filmati per risalire ai malfattori, ma i cittadini che spesso si ritrovano a dover rinunciare ad un servizio chiedono (giustamente) delle spiegazioni. Se mai fosse possibile rendere pubbliche alcune di queste immagini, forse si darebbe più credibilità a questo servizio che non viene spesso percepito dalla collettività, la quale tende a dubitare sulla sua reale funzionalità. Confidiamo che gli enti preposti possano comunicarci qualcosa in tal senso, AMAT in primis che è gestore dell'infrastruttura, anche soltanto per confermarci che la videosorveglianza c'è e lavora, spiegandoci come funziona in generale questo servizio, con i suoi punti di forza e debolezza. Mettiamo a disposizione questo spazio di AMAT o delle Forze dell'Ordine per un confronto chiarificatore.  

Leggi tutto    Commenti 3
Proposta
14 gen 2016

Linee tram, protezione da folgorazione

di marco1975

Salve sono De Gaetano Marco cittadino di Palermo residente in v. Matteo Silvaggio, 15. Sono un perito elettrotecnico quindi conosco le materie e rischi di folgorazione da Alta Tensione; riguardo il nuovo impianto tram cittadino, desidero porre la Vostra attenzione al CAVO ELETTRICO DI ALIMENTAZIONE TRAM passante sotto i PONTI PEDONALI di Viale Regione Siciliana; ebbene, distano dall’intera struttura di metallo solo pochi centimetri. Ho vissuto per anni in una città del Nord Italia dove ormai il tram integra il contesto urbano, e mi è capitato assistere a piccoli innocui incidenti di logorio dei cavi elettrici durante il percorso del mezzo, dove avviene per effetto della tensione un vero e proprio strappo, dove nel nostro caso anche solo per un istante comporterebbe in caso di contatto col la struttura del ponte rischio di folgorazione per chi in quel momento varca o tocca parti metalliche. A mio parere basterebbe una guaina isolante aderente al ponteggio tra i cavi e la struttura come protezione da eventuali rischi. Spero questa osservazione possa essere utile per il mio Comune e i miei concittadini. Grazie

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
28 ott 2015

FOTO| Completato il sovrappasso al Forum Palermo

di Fabio Nicolosi

Strutturalmente uguale ai tre sovrappassi su Viale Regione Siciliana, sembra che questo sia la bella copia degli altri. In realtà il sovrappasso presente al centro commerciale Forum Palermo è stato progettato e realizzato dalla Multiveste Srl società che si sta occupando delle opere di urbanizzazione del centro. E’ stato realizzato per permettere un sicuro attraversamento della sede tramviaria e dalle foto possiamo notare che è esteticamente più gradevole viste le ampie vetrate che lasciano intravedere tutto ciò che accade all’interno. Sembra che sia tutto pronto per essere aperto al pubblico, quindi non appena avremo notizie, vi daremo ulteriori comunicazioni Ringraziamo logico e peppe2994 per le foto:

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
06 ott 2015

Viale Regione Siciliana e i sogni di una tangenziale

di Fabio Nicolosi

E’ stato presentato qualche giorno fa lo schema di massima del PRG (Piano Regolatore Generale: è uno strumento urbanistico che regola l'attività edificatoria all'interno di un territorio comunale, di cui ogni comune italiano deve dotarsi, ai sensi di legge) che prevede l’eliminazione della tangenziale esterna progettata dall’Anas e che era pronta, almeno per quanto riguarda il progetto preliminare. Posto quindi che il comune con l’adozione di questo piano ha deciso di abolire questo by-pass della città, in che modo vuole agevolare l’attraversamento della città e in particolare di Viale Regione Siciliana? Analizziamo la situazione: Viale Regione Siciliana è strada urbana di scorrimento (tipo D): strada a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, ed una eventuale corsia riservata ai mezzi pubblici, banchina pavimentata a destra e marciapiedi, con le eventuali intersezioni a raso semaforizzate; per la sosta sono previste apposite aree o fasce laterali estranee alla carreggiata, entrambe con immissioni ed uscite concentrate. All’interno della suddetta strada troviamo però anche numerose intersezioni di collegamento tra la corsia centrale e le corsie laterali. Abbiamo anche otto svincoli principali: Via Oreto Nuova, Bonagia, Via Ernesto Basile, Corso Calatafimi, Via Giuseppe Pitrè, Viale Leonardo Da Vinci, Viale Lazio - Viale Michelangelo e Via Belgio. La circonvallazione è dotata di due semafori a chiamata per l’attraversamento pedonale (Perpignano e Giotto) e di cinque semafori per l’immissione nelle corsie laterali dovute al transito del Tram. Tra le priorità vi sono il raddoppio del ponte Corleone e la realizzazione dell’ulteriore svincolo di Via Perpignano che potrà sicuramente eliminare il semaforo e migliorare la viabilità. Consideriamo anche che da alcuni studi effettuati da allievi ingegneri della facoltà di ingegneria dell’università degli studi di Palermo, solo una piccolissima parte (circa il 10%) dei veicoli che giornalmente attraversano Viale Regione compie il viaggio per oltrepassare la città, viene da chiedersi: ma è davvero necessaria una tangenziale? Una sopraelevata? O un tunnel di collegamento sotterraneo? O basterebbero dei piccoli lavori per migliorare immediatamente la viabilità? Sono assolutamente d’accordo alla realizzazione di un tunnel che permetta ai mezzi pesanti di recarsi direttamente da Viale Regione al porto di Palermo, ma se effettivamente vi è la volontà di spostare il traffico merci a Termini Imerese, tale tunnel sarebbe del tutto inutile. Quindi quali soluzioni potrebbero essere utili a Viale Regione per permettere un attraversamento normale? E per normale intendo che la velocità media lungo l’arteria dovrebbe essere 59,5 km/h che vista la lunghezza di 12Km permetterebbero di oltrepassare la città in un quarto d’ora circa. Prima di tutto raddoppiare il Ponte Corleone, il ponte ricordo che è in gravi condizioni strutturali tali da imporre al comune di limitare la velocità sullo stesso che deve essere inferiore a 30Km/h. Altra priorità è quella di realizzare lo svincolo Perpignano, svincolo inizialmente appaltato alla ditta Cariboni (insieme al raddoppio del ponte Corleone) che è successivamente fallita senza nemmeno iniziare a muovere mezza pietra. La realizzazione dello svincolo porterebbe all’eliminazione definitiva del semaforo e migliorerebbe sicuramente la viabilità della zona sopra la circonvallazione riducendo il carico del flusso di traffico che adesso è concentrato su Via Pitrè o Via L. Da Vinci. Infine l’ultimo fondamentale intervento è la soppressione del semaforo Giotto con la costruzione di un sovrappasso pedonale. In pratica stiamo parlando di riaggiudicare l’appalto per il ponte Corleone, appalto che era già ad uno stato di avanzamento del 20% con 4mln di € già spesi. Trovare i fondi per ri-appaltare lo svincolo Perpignano e infine trovare una soluzione semplice, funzionale e in linea con le norme per l’abbattimento delle barriere architettoniche per la soppressione del semaforo di Piazzale Giotto. E’ forse chiedere troppo? E' semplicemente il sogno di un allievo ingegnere? O forse basta poco per migliorare la viabilità di questa città?

Leggi tutto    Commenti 70
Articolo
01 set 2015

Il sovrappasso discarica su viale Regione Siciliana

di peppe2994

All'inizio era bello. Me lo ricordo chiaramente. Tutto pulito, lucido, funzionante, profumato. Insomma assolutamente perfetto sotto tutti i punti di vista. Una grandissima comodità della quale la città aveva bisogno, ma ora con grande rammarico la situazione è cambiata e questo sovrappasso si allinea al degrado generale della città. Partiamo dal parcheggio Emiri, la foto di apertura credo valga più di mille parole. Neanche il pilastro centrale nonostante sia più difficile e pericoloso da raggiungere è stato risparmiato dagli incivili di turno. Saliamo in ascensore. Una volta i vetri erano puliti. Adesso è presente lo sporco degli anni. Anche l'interno non è da meno, con certi odori che fanno desistere in tanti dall'usufruirne. La sera l'ascensore è al buio. Le lampadine sono state rubate. Il panorama circostante si abbina perfettamente alle condizioni dell'ascensore, con il parcheggio ove regna l'incuria più totale unita a rifiuti ovunque. Fuori dall'ascensore altri muri imbrattati. Anche in basso vicino al pavimento. Nessun angolo viene risparmiato dai vandali. Passiamo al soffitto. Qualcuno ha rubato anche quello, nonostante sia privo di valore economico. Al momento risultano mancanti tre pezzi di controsoffitto. Altro murales dal lato opposto del sovrappasso, e potete ammirare anche il cestino della spazzatura preso suppongo a colpi di mazza, oltre ad essere pieno e dunque non svuotato dalla RAP o chi altri di competenza. L'altro ascensore anch'esso ha visto giorni migliori. Qualche lampadina manca, altre sono state solo danneggiate per divertimento.  Qui così come anche nell'altro ascensore, sono stati sradicati e rubati i corrimano. Anche lato monte, cestino preso a colpi di mazza, muri sporchi, scarabocchiati e nauseante odore di pipì.   Ecco, la situazione al momento è questa. Le domande che i tanti onesti cittadini si pongono sono sempre le stesse. Verrà mai un giorno in cui non mi debba "schifiare" nel tentativo di attraversare una strada? Vedremo mai il comune di Palermo intervenire? E soprattutto, è opportuno ricordare che tutta la struttura è VIDEOSORVEGLIATA H24, dunque a quale scopo? Effettivamente le telecamere all'interno coprono completamente tutta la struttura, eppure non mi sembra siano stati presi provvedimenti. Qualcuno si è scomodato ad identificare e sanzionare adeguatamente questi delinquenti? Pazienza, così come avviene per i sottopassi discarica, anche nel caso del sovrappasso devo tornare a prendere l'automobile per attraversare la strada.

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
29 ago 2015

Installato il nuovo sovrappasso pedonale a Roccella-Forum

di Antony Passalacqua

E' stato installato il nuovo sovrappasso pedonale all'interno dell'area commerciale Forum-Roccella, e che servirà per agevolare il transito di pedoni e disabili durante l'attraversamento della linea tranviaria. La struttura, realizzata e installata a cura della MULTY VESTE ITALY 4 SRL rientra nel piano di urbanizzazione dell'insediamento commerciale Forum-Roccella. Assieme a quest'opera rientrano anche il nuovo collettore fognario lungo via Laudicina, il nuovo parcheggio presso Leroy Merlin e il sottopasso stradale di uscita dall'area commerciale. Foto: J.Cangelosi

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
15 nov 2013

Tutti fermi: Piazzale Giotto vince!

di Giulio Di Chiara

Spostarsi da una parte di Palermo è sempre stato problematico e relegato (apparentemente) alla percorrenza di viale Regione Siciliana. Negli anni su questo asse viario è successo di tutto: proteste, sit-in, interventi della Municipale, spegnimento di semafori, aperture/chiusure/riaperture di sovrappassi. Non ci siamo fatti mancare niente, persino un progetto di sottopasso con tanto di fallimento dell'azienda aggiudicataria dei lavori. Mancano all'appello, ad esempio, l'apertura dello svincolo Brancaccio, il sottopasso Perpignano appunto, il raddoppio del ponte Corleone e lo spegnimento dei semafori rimanenti. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 33