Segnalazione
13 gen 2020

Il ponte guadagna: il ponte dei desideri

di belfagor

Nel lontano 1996 fu inaugurato,“ in pompa magna”,  dal sindaco di allora , Leoluca Orlando Cascio,  il Ponte Bailey alla Guadagna . Si tratta di un ponte “provvisorio”, installato in pochi giorni dal Genio militare,  che doveva servire ad alleggerire  "momentaneamente" il problema del traffico caotico di tale zona della città . Nel giro di qualche mese, fu promesso dal sindaco, sarebbe stato sostituito da un vero ponte: il progetto era pronto e i  finanziamenti c'erano. Chiaramente si trattava della solita “promessa”. Infatti passano 23 anni da allora e del nuovo ponte Guadagna si sono perse le tracce. Nel novembre 2015  Palazzo delle Aquile  dispose  lo stop alla circolazione del ponte Bailey alla Guadagna per “urgenti lavori di manutenzione” , mandando il traffico in tilt per mesi. MOBILITA PA  pubblicò un articolo  : “Ponte Bailey alla Guadagna, le “promesse del Comune” Il ponte Bailey alla Guadagna resterà chiuso, con buona pace degli automobilisti che saranno costretti a fronteggiare ancora per  mesi gli ingorghi di via Oreto. Nessuna buona notizia per chi abita nella periferia est di Palermo e ogni giorno,per lavoro o studio, deve recarsi in centro. Da qualche mese, infatti il ponte, costruito dal Genio militare nel 1996,  è stato interdetto alla circolazione: il piano in legno presenta troppi danni e la sicurezza di chi lo attraversa è a rischio.     Così il Comune ha deciso lo stop alle auto e attende che una delle squadre del COIME si liberi per intervenire sul ponte.         “La struttura in sé è solida, ma il piano di legno è degradato e l’intervento eseguito a ottobre 2015  non ha risolto il problema: serve un intervento più radicale che durerà almeno un mese e che quindi si protrarrà fino a gennaio 2016”, spiegano dal Comune. Il problema è che il blocco della circolazione causa code e ingorghi paurosi in via Oreto, Il ponte costituisce l’unica alternativa a via Oreto e a viale Regione Siciliana per collegare la periferia con il centro città. Dopo  mesi dalla pubblicazione di tale articolo   la situazione era sempre la stessa. DA “LIVE SICILIA” del 18/02/2016 Buone notizie per il ponte Bailey della Guadagna, chiuso dallo scorso novembre per la disperazione degli automobilisti   ...Il Comune, nel corso di una conferenza di servizi indetta dal capo area alle Manutenzioni Mario Li Castri, ha infatti deciso di programmare gli interventi per la riapertura, anche se è difficile dire quando le auto potranno tornare a circolare sulla struttura montata dall’Esercito nel 1996. La Reset dovrà occuparsi di pulire le sponde del fiume, consentendo così ai tecnici e al Coime di effettuare le verifiche sui bulloni e sul manto stradale: a quel punto si avrà un quadro chiaro della situazione e dei lavori previsti,per i quali potrebbero volerci 30-40 giorni o anche di più. P.S. L’intervento del Comune del novembre 2015 dimostrava la totale disorganizzazione dell’amministrazione comunale. In parole povere avevano chiuso il ponte senza organizzare niente. Non esisteva  nemmeno un progetto , infatti ,dopo mesi  ancora” studiano “ se dovevano allargare il ponte oppure no. Eravamo nelle mani di “dilettanti alla sbaraglio”. Alla fine il ponte fu riaperto Il  23 maggio 2016, su pressione dell’opinione pubblica, senza che fossero fatti tali “urgenti “ lavori. Si disse allora che i lavori non erano stati svolti perché era nelle intenzioni dell’amministrazione Comunale  il “raddoppio del ponte”, rendendolo così percorribile nei due sensi di marcia. Sono passati quasi 4 anni è il Comune richiude di nuovo il Ponte Bailey della Guadagna per …..”.urgenti lavori  di manutenzione “. COMPLIMENTI !!!!!!

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
22 set 2014

ANAS | Da Lunedì 22 settembre, la SS115 sarà chiusa ad Avola

di Fabio Nicolosi

Riportiamo questo comunicato Anas in merito a dei lavori di manutenzione che verranno svolti sulla Strada Statale 115, in provincia di Siracusa L’Anas comunica che dalla mezzanotte di lunedì 22 settembre e fino al 14 dicembre la strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula” verrà chiusa dal km 392,000 al km 392,800, ad Avola, in provincia di Siracusa. Il provvedimento si rende necessario per eseguire i lavori di demolizione e ricostruzione del ponte “Cassibile”. Il percorso alternativo è costituito dall’autostrada A18 “Siracusa-Gela”, nel tratto compreso tra gli svincoli di Avola e Cassibile. L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
27 mar 2014

La proposta|Un nuovo ponte sul fiume Oreto

di berto's

Sempre in ambito della mobilità, ecco la proposta per la realizzazione di un nuovo attraversamento stradale sull'Oreto. Il ponte collegherebbe l'area di via Villagrazia direttamente con il quartiere Montegrappa. I vantaggi sarebbero notevoli visto che ad oggi gli unici ponti che dividono le due sponde sono distanti fra loro: Ponte Corleone e il ponte di via Oreto. Sicuramente da dover proporre nel prossimo Piano Regolatore Generale. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
08 ott 2012

Ponte Oreto: la pseudo chiusura di via Paternò

di gs

Ponte di via Oreto: negli anni scorsi il crollo di alcuni calcinacci indusse le autorità competenti a proteggere con una struttura (molto precaria) la sottostante via Emanuele Paternò. Ad oggi la stessa via Paternò dovrebbe essere vietata al transito... almeno a detta del cartello posto all'inizio della strada (lato piazza ponte dell'ammiraglio). (altro…)

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
19 nov 2011

Via Petralia Sottana.. Il Ritorno

di Amico di MobilitaPalermo

La via Petralia Sottana negli ultimi anni è stata protagonista di diversi importanti cambiamenti, alcuni attesi da decenni, altri inaspettati! Dall'allargamento a danno dell'abusivo parcheggio di Villa Serena, al restyling di lusso dei marciapiedi, che neanche in via Libertà, alla creazione della rete per il deflusso delle acque piovane, alla creazione di aiuole e sedili in marmo, per proseguire con la azzeccata apertura, in un locale fino ad oggi poco fortunato, del Pam Express, ed infine con la realizzazione (ahimè a scapito di una aiuola -vedi sopra- appena creata e non ancora arredata a verde) della rampa di accesso al ponte pedonale del Tram, che probabilmente attrarrà a sè i flussi di attraversamento della via Perpignano, con inevitabile moltiplicarsi di occasioni di sosta in zona. C'è una cosa che però non è cambiata e rappresenta -solo in parte- l'anima, lo zoccolo duro, l'identità di questa strada... la sottile illegalità di basso profilo, rappresentata da comportamenti sbagliati che vengono tollerati da tutti. Mi sono bastati 5 minuti per percorrerla e notare che: - dopo i lavori stradali è stato imposto il divieto di sosta su un lato, ma la normalità è posteggiarci lo stesso; (altro…)

Leggi tutto    Commenti 0